ZOTAC al CES 2020: nuovi Mini PC serie ZBOX e zaino VR GO 3.0

03 Gennaio 2020 28

Zotac anticipa di qualche giorno l'apertura del CES 2020, annunciando quelle che saranno le novità in ambito mini-PC, con un occhio di riguardo sia al settore professionale che a quello consumer-gaming, portando a Las Vegas un aggiornamento dello zainetto per la realtà virtuale presentato un anno fa, ora denominato Zotac VR GO 3.0.

ZOTAC INSPIRE STUDIO

L'azienda ha scelto di focalizzare la propria attenzione sui creatori di contenuti multimediali proponendo un PC di dimensioni ridotte, comodo da installare e dall'aspetto profondamente minimale.

Zotac Inspire Studio nasce proprio per coloro che lavorano con strumenti di editing fotografico e video amatoriale, attraverso un sistema compatto ma dotato di un comparto hardware in grado di rispondere a determinate necessità. Al suo interno si trova infatti una scheda video ZOTAC GAMING GeForce RTX 2060 SUPER, accoppiata ad un processore Intel Core i7 di ottava generazione.

Il resto delle specifiche include moduli RAM fino a 32GB DDR4, un SSD M.2 NVMe da 512GB ed un hard disk meccanico da 2TB. La connettività internet prevede la compatibilità con il nuovo standard WiFi 6, oltre a una doppia uscita Ethernet. Presente infine Windows 10 Pro come sistema operativo.

ZBOX EDGE - MINI PC ULTRASOTTILI

Zotac Zbox Edge MI643 è invece la nuova linea di Mini PC dal design ultrasottile, equipaggiati con processori Intel Core i5. Con uno spessore di appena 28,5 mm e le numerose feritoie in grado di favorire la dissipazione del calore, la nuova Zbox Edge supporta il montaggio VESA per l'installazione su qualsiasi superficie. Per mantenere un profilo così ridotto, Zbox Edge include eslusivamente slot SSD M.2 e supporta memorie RAM fino a 64GB DDR4.

Zbox CI341 adotta invece lo stesso form factor del modello M, ma utilizza processori quad-core Intel Celeron N4100, e include il supporto al montaggio VESA e il raffreddamento passivo. Ideale per un utilizzo multimediale e da salotto.

ZOTAC MAGNUS

Zotac ha scelto di aggiornare anche la linea di mini-PC Z-BOX Magnus. Due i modelli della serie E che saranno presenti al CES 2020: EC72070S ed EC52060S. Questi includono una dotazione distinta, a partire dalla scheda grafica GeForce RTX 2070 o RTX 2060 con 8GB di memoria integrata e architettura NVIDIA Turing, abbinata a processori Intel Core i7 9750H o i5 9300H. La RAM può arrivare fino a 64 GB di DDR4, mentre il sistema è in grado di supportare fino a 4 display.

ZOTAC ZBOX NANO MINI

Zotac non si è lasciata scappare nemmeno una configurazione in formato mini PC con processore AMD: il nuovo ZBOX Nano Mini debutta infatti al CES 2020 con una CPU Ryzen 3 da 15W. Due i modelli presenti, l'unica differenza risiede nel modulo di raffreddamento: il CA621 utilizza infatti una piccola ventola installata al suo interno, il MA621 è raffreddato passivamente.

Specifiche tecniche:

  • CPU Ryzen 3 3200U
  • VGA Radeon Vega 3
  • Doppio modulo SODIMM fino a 32GB di RAM DDR4-2133/2400
  • Drive da 2,5 mm
  • Slot M.2 2242 SATA SSD
  • Connettività 802.11ac WiFi
  • Bluetooth 4.2
  • 2 x Gigabit Ethernet
  • HDMI 2.0
  • DisplayPort
  • 4 x USB 3.0 ports
  • Lettore schede SDXC
  • Supporto VESA

Entrambi i modelli saranno disponibili anche con processori Intel Core i3/ i5 e i7 di 10a generazione con TDP massimo di 15W.

ZOTAC VR GO 3.0

ZOTAC VR GO 3.0 è invece la terza versione dello zainetto per la realtà virtuale proposto per la prima volta a novembre 2016. In questa nuova versione troviamo una scheda grafica NVIDIA GeForce RTX 2070 insieme ad un processore Intel Core i7 di nona generazione. Il tessuto dello zaino è stato migliorato e reso più resistente al sudore, oltre a poter essere pulito in maniera più efficace.

Non mancano le porte di espansione con un pannello pieno di connettori posizionato nella parte laterale e quindi facilmente accessibile, e più vicino possibile al visore. Il sistema di illuminazione frontale include alcuni LED RGB, ed è stato inserito il supporto per collegare batterie esterne.

Prezzi e disponibilità dei singoli prodotti saranno annunciati nel corso del CES 2020.


28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
untore

L'approssimazione è di casa.

RiccardoC

io lo ho usato a lungo con disco USB, basso utilizzo; al momento è offline, devo decidere se rimetterlo su (non è detto). Nella mia esperienza mettere il fs root su SD o chiavetta USB economica è un'ottima ricetta per il disastro. Semplicemente non sono fatti per stare attaccati 24/7

sagitt

uso proprio zoneminder e non è per nulla datato, il suo unico vero limite è sull'audio ma è in continuo sviluppo e ora ha anche un'app ufficiale ZmNinja. in alternativa c'è motioneye. io per ora uso motioneyeos su un raspberry pi zero 2 come modalità fast camera e quindi rendo il raspberry una ip camera e poi lo integro in zoneminder.

io con il nuc ci gestisco 4 ipcam in 720p, ma le regge anche a 1080 (pesano troppo i video poi)

ero arrivato a gestirne anche 6.

io uso: Intel NUC6CAYH Barebone PC

sagitt

i raspberry dopo un pò esplodono, soprattutto usando delle SD
è pieno sui forum di gente che sì trova la sd disfatta o il raspberry morto :D

RiccardoC

appunto, fai bene ad usare i nuc allora; ma se vuoi consumare poco i zotac C sono molto buoni (se no direttamente un raspberry, ma quello è davvero minimo)

RiccardoC

uno da next hs, uno da amazon

sagitt

Vero ma io ci faccio da nvr e la potenza mi serve :D

Francesco Zerbini

dove l'hai comprato??

RiccardoC

anche qua direi punti di vista; in ogni caso è anche un discorso di consumo elettrico, rilevante per computer che stanno accesi 24/7. Se non hanno bisogno di raffreddamento attivo vuol dire che consumano poco (il case è in plastica, quindi non è che abbia una dissipazione stratosferica) e non ho bisogno di grandi prestazioni, il CI327 nano è più che sufficiente per i miei usi.

sagitt

Mah alla fine le ventole non sì sentono

RiccardoC

ok abbiamo esigenze diverse, io prendo quelli a raffreddamento passivo e non è che sui nuc ci sia molta scelta, e non mi pare che costino meno in ogni caso

sagitt

io avevo un M, boh ne ho avuti 2, avevo preso il base e poi quello top... ad un certo punto non sì è più avviato. in compenso il nuc è più compatto, bello e potente e costa pure meno.

RiccardoC

in effetti il 4100 è anche vecchiotto... scelta strana insomma, ma il ryzen non mi sembra male per la categoria (certo non è un computer da gioco...)

matteventu

Quello intendevo, grazie :D

RiccardoC

che intendi? In genere ricevono aggiornamenti per almeno un paio di anni

Ulster

Con le CPU dei modelli passivi potevan fare qualcosa di meglio. Sono andati a montarci un Ryzen dual core che è proprio il minimo sindacale per AMD e il solito quad core N4100 che poteva essere tranquillamente sostituito con un N5000. I prezzi ovviamente rimarranno alti senza un vero perchè

Davide
Ulster

Con Zotac non lo sono mai

Jon Knows

Belli gli zaini protonici dei ghostbusters.

matteventu

Non mi dispiacciono.
A livello di aggiornamenti firmware/BIOS come sono messi rispetto ai NUC?

RiccardoC

certo che la genialità nel chiamare CA621 il modello a dissipazione attiva e MA621 quello a dissipazione passiva è notevole, quando hai sempre indicato con la lettera C i computer a raffreddamento passivo e con M quelli a raffreddamento attivo...
Ma l'idea di un ryzen è interessante... da valutare

RiccardoC

che è successo? Io li uso da anni senza problemi (linea CI, a raffreddamento passivo)

Scrofalo

Solo per Zotici

sagitt

Zotac è cara

sagitt

Avevo uno zotac come
Server ma poi sì è fuso.
Molto meglio i nuc.

Cristian Louis Watta

sinceramente anch'io ma cmq ci spero

miksly

ci credo poco...

Cristian Louis Watta

speriamo che i prezzi siano allettanti

Siamo passati a Edge: le nostre considerazioni dopo 15 giorni di uso | Video

Windows 7: termina il supporto esteso. Cosa significa e cosa fare

I migliori notebook classici e pieghevoli al CES 2020

Recensione LG Gram 17: sembra finto ed è leggerissimo!