PlayStation: pulsanti extra nel nuovo Dualshock | Brevetto

30 Dicembre 2019 23

Un nuovo brevetto di Sony, depositato presso la World Intellectual Property Organization (WIPO) e approvato il 26 dicembre, suggerisce quale potrebbe essere l'aspetto del Dualshock di prossima generazione. La principale novità rispetto al DualShock 4 riguarda l'aggiunta di due coppie di pulsanti, posizionati nella parte inferiore della periferica, che consentiranno maggiori possibilità nel sistema di controllo per i giochi.

I pulsanti extra, oltre ad essere programmabili, potranno essere anche rimovibili. Tra le altre novità emerse dalle immagini allegate nel documento, si nota l'assenza del tasto PlayStation (Home) - posto nella parte frontale nell'attuale DualShock, sotto all'altoparlante integrato che sembra mantenere invece la stessa posizione.


Si ricorda che di recente un ulteriore brevetto di Sony, approvato il 5 dicembre 2019, ha messo in luce alcune inedite funzionalità del controller che attraverso i sistemi di Shared e Passing potrebbero "trasformare" ogni titolo next-gen per giocatore singolo in un'esperienza multiplayer.

Per completezza, è corretto ricordare che non si può escludere a priori che il controller delineato dal brevetto possa esordire con la console Sony di prossima generazione; al tempo stesso non si può avere la certezza assoluta.


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

per giocare su una macchina vecchia a giochi vecchi?
meglio una macchina nuova su cui funziona vecchio e nuovo a questo punto...
in alternativa comprati una One X (sempre se non sei interessato alle sole esclusive Sony) che ha molto più senso di una PS4 normale o di una Pro

Qualcuno ha detto XBOX ONE Controller Elite? Secondo me faranno uscire un Joypad da acquistare a parte come gli Elite di Microsoft

Superdio

sarebbe interessante capire se saranno due tasti con funzioni sperarate o riprogrammabili per riprodurre le funzioni di altri tasti, tipo l2 ed r2 o l3 ed r3 che sono i piu' scomodi da premere durante sessioni che richiedono un certo tempismo

LucaP

Serve per la realtà aumentata di tipo masturbatorio...per i giochi in cui si fanno punti goderecci

LucaP

Finalmente!

Squak9000

si ma ci stai incollato come pochi... cioé in anni (dal Nintendo) di console non ho mai rotto nulla...

Squak9000
Mauro Morichetta

Senza nulla togliere alla qualità della consolle, il pad sembra fatto dalla Fisher Price, al contrario quello della Xbox è praticamente perfetto per le mie mani grandi, sinceramente sulla PS5 avrei preferito avere una completa rivisitazione dello stesso piuttosto che dei pulsanti copiati dal pad pro della Microsoft.

ghost

Aspetta la 6 così te la regalano

Cristian Louis Watta

se lo usassi come ti masturb1...

Yafusata

Ti sbagli. Il Pro avra' 2 tasti ulteriori.

Yafusata

Io aspetto che esca la PS5 cosi' al 4 costera' ancora meno.

Yafusata

Luca e che vuoi di piu' dalla vita? :D

Yafusata

Ebbeh d'altronde sei Scorpion! :D

Yafusata

Figata.

Goose

Per me sarà retrocompatibile con DS4

https://uploads.disquscdn.c...

Luca Lucani

Ma tu guarda, io in 5 anni non ne ho rotto neanche uno

Mew

Ottimo, io prenderò PS4 quando uscirà la 5 così da recuperarmi il tutto

Cristian Louis Watta

pulsanti extra= guasti extra

É quasi il prezzo suo...

Sig. Mark

Da notare il crollo di prezzo si PS4 Pro dopo l'annuncio della PS5, si trova a 259€

Gatsu

Interessante... Di solito sono i controller pro ad avere quei tasti in più (programmabili), se così fosse la PS 5 potrebbe integrare un controller pro all'origine... Speriamo solo che non aumentino il prezzo che è già alto, ma la vedo dura

Recensione Deadly Premonition 2: A Blessing in Disguise. Che passo falso!

Recensione The Last of Us Parte II: l'oscurità dentro

PlayStation 5 ufficiale: due versioni, design grintoso e futuristico | Caratteristiche

Xenoblade Chronicles Definitive Edition: la Monade torna su Switch | Recensione