Logitech ed ecosostenibilità: certificazione CarbonNeutral per le periferiche da gioco

05 Dicembre 2019 7

Logitech ha recentemente fornito un aggiornamento sui progetti volti a rendere maggiormente ecosostenibile la sua attività di impresa. Mentre si moltiplicano gli inviti a contrastare le cause dei cambiamenti climatici, che stanno portando il pianeta al punto del non ritorno, Logitech, impegnata da anni nel ridurre al minimo il proprio impatto sull'ambiente, è riuscita ad ottenere la certificazione CarbonNeutral nella produzione di periferiche da gioco Astro e Logitech G.

Mouse, tastiere, cuffie e speaker audio appartenenti alla serie Gaming di Logitech, saranno quindi progettati, prodotti, spediti e riciclati a fine vita, in conformità con le regole imposte dal protocollo CarbonNeutral. Ciò significa sia ridurre le emissioni di carbonio durante il processo produttivo, sia adottare altre misure per tutelare l'ambiente, come il miglioramento degli imballaggi e la scelta di materiali più "green".

Prodotti Logitech certificati CarbonNeutral

Il CEO di Logitech, Bracken Darrell ha commentato:

Per oltre un decennio, Logitech ha lavorato attivamente per ridurre al minimo l'impatto sul clima durante la progettazione e la consegna dei prodotti. Come piccola azienda che opera in un mercato globale, apprezziamo il valore della collaborazione e oggi ci impegniamo pubblicamente, a contribuire con i nostri sforzi, per creare insieme un mondo più sostenibile.

Un progetto concreto, che sembra voler sensibilizzare l'opinione di altri grandi nomi del settore, come Microsoft, che di recente ha inserito nel programma CarbonNeutral un lotto di produzione di Xbox, per diminuire di almeno il 30% il livello di emissioni generate dal sistema produttivo.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
L'illuminato

consiglio il sahara

Antonio Mariani

tra l'altro per organizzare questi viaggietti farsa, almeno uno skipper DEVE fare un volo in aereo. Il catamarano è costosissimo e a diesel.
Appunti per la prossima crociata ambientalista: fatela a piedi, lungo un cammino il più esteso possibile.

Raff Malvone

ho appena preso un g502 wireless a 13 euro su wish XD Quanti dicono che mi arriverà una sola? :O

Sandro Pignatti

Non ho capito, si riferiscono anche ai materiali usati e garantiscono un riciclaggio a fine vita in che modo?
Si prendono carico loro di ricevere indietro la merce una volta buttata?

pollopopo

....non solo, se uno guarda al tempo perso, il cibo usato in quel tempo perso, all'inefficienza del sistema di trasporto (sarebbe invaso il mare se tutti usassero quel tipo di mezzo) e il fatto che spesso la spazzatura delle barche finisce in acqua.... molto meglio il buon vecchio e fumoso areo allora :P

per non parlare del costo sociale di tutti i morti/soccorsi in mare....

basta vedere cosa sta venendo fuori con i fap e la maxi truffa ad i danni nostri che ci sta dietro.....

L'illuminato

che rottura di scatole sta ossessione ovunque, e la biondina che viaggia sullo yatch a vela perchè ecofriedly ( ignorando che per realizzarlo sono servite varie tonnellata di plastica varia ) che ridicola ipocrisia

rockerey

Certificazione CarbonNeutral per il packaging, l'imballo delle periferiche. Non per le periferiche in sè (che comunque, ahimè, c'è poco per ora da fare, tra polimeri, silicio e metalli vari).

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualità

Recensione Intel Core i5-11600K. Rocket Lake-S alla prova dei fatti

Recensione Lenovo Yoga 9i, notebook premium ma a che prezzo!

Recensione Monitor MSI OPTIX MAG274QRF-QD: gaming al top e non solo