AGCM, multe milionarie a WindTre, Edison e TIM per comportamenti scorretti

22 Novembre 2022 13

Raffica di multe dell'AGCM nei confronti di WindTre, Edison e TIM. WindTre, che ha appena legato all'inflazione i prezzi dei nuovi contratti di linea fissa e mobile, becca la sanzione più pesante: 5 milioni di euro per aver attivato automaticamente ai clienti un servizio aggiuntivo a pagamento. A Edison una multa da 3,8 milioni di euro per scarsa trasparenza e completezza delle condizioni economiche, a TIM una da 1 milione di euro per pratiche commerciali scorrette su alcuni piani di rete fissa oggi fuori listino.

SANZIONI E ILLECITI

WINDTRE

WindTre, scrive l'AGCM nel bollettino settimanale, ha aumentato il mensile dei clienti di almeno 2 euro per del traffico dati aggiuntivo senza però che questi avessero espresso preventivamente alcun consenso. L'operatore ha comunicato l'iniziativa come se fosse una modifica unilaterale al contratto, prevedendo "al contempo, in aggiunta alla facoltà di recedere dal contratto/cambiare operatore contemplata dalla citata disposizione, anche la possibilità per l’utente di mantenere l'originaria offerta con modalità in out-out, rifiutando la modifica tramite Sms".

Quindi il cliente non interessato ai giga aggiuntivi a pagamento doveva intervenire, rifiutare espressamente l'extra e il costo annesso. WindTre è intervenuta spiegando che la circostanza andrebbe inquadrata in un vuoto normativo: "In un contesto in cui la norma prevede due ipotesi in caso di modifica di prezzi, e cioè il recesso o l'accettazione delle nuove condizioni, proporre una terza strada quale il ritorno all'offerta iniziale è una totale novità evidentemente a favore del cliente. Wind Tre ha proposto il “ritorno” sull'offerta iniziale con l'invio di un messaggio che il cliente può effettuare in totale autonomia", ha detto Antongiulio Lombardi, Direttore Regulatory Affairs del gruppo WindTre precisando che si sta valutando di impugnare il provvedimento dell'AGCM.

EDISON

A Edison l'AGCM contesta tre campagne su Sweet, World e Prezzo Fisso 12 per la mancanza di "trasparenza e completezza" delle condizioni economiche. I dettagli sono simili per tutte: l'Autorità spiega che Edison nelle campagne promozionali ha enfatizzato i vantaggi economici per il consumatore, in particolare l'entità dello sconto sulla componente energia, e "sulla corresponsione di bonus variabili a seconda della tipologia di offerta sottoscritta (gas, luce o, congiuntamente, gas e luce), per contro pretermettendo in vari casi di informare correttamente i consumatori, in maniera compiuta, in merito alle varie componenti di prezzo (e in particolare circa l’esistenza dei costi di commercializzazione), che risultavano totalmente omesse nei messaggi promozionali inseriti nell’homepage del sito web aziendale".

TIM

Sotto la lente d'ingrandimento dell'antitrust sono finiti i piani di linea fissa TIM Premium, Executive e Magnifica che risalgono all'ottobre dello scorso anno e che adesso sono fuori listino. L'operatore non ha informato correttamente il cliente del fatto che con le prime due le chiamate di base avevano tariffazione a consumo se non sottoscritte online, mentre nel caso di Magnifica mancavano le limitazioni tecniche sulla sperimentazione della fibra fino a 10 Gbps (la sperimentazione è finita e il piano è per tutti, si chiama TIM Wi-Fi Power All Inclusive), la rinuncia al numero fisso cambiando offerta o operatore, i costi a consumo delle chiamate e i possibili disservizi in fase di sperimentazione.

L'AGCM spiega che TIM "ha predisposto i messaggi promozionali internet relativi alle suddette offerte fibra (e anche video per l’offerta Magnifica) in modo da evidenziarne esclusivamente le caratteristiche e i vantaggi in termini economici e tecnico/prestazionali, posizionando in modo meno visibile e non immediatamente rilevabile dal consumatore tutte le altre informazioni utili e/o rilevanti, indispensabili per consentirgli di assumere una decisione consapevole in merito alla sottoscrizione di una delle suindicate offerte fibra disponibili".


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
frank700

Sono casi in cui il responsabile non è l'azienda, ma sono i dirigenti i colpevoli. Ma in una società tutta la responsabilità per atti estranei all'azienda deve andare agli amministratori. Sono costoro da punire. E non ditemi che c'è un vuoto normativo, è scritto così da secoli.

1) raddoppiare la multa ad ogni sgarro successivo
2) profit

Roberto85

Compagnie telefoniche, le società più sporche e infami del pianeta, meriterebbero di andarsene tutti a zappare, dai dirigenti al più mortaccione di centralinista.

Riccardo Revilant

Avete presente quello che deve far rispettare le leggi ma per farlo è dotato di un manganello di poliestere?
Ecco...Se al posto di quello potesse usare un intrusore anal...hemmmm...un manganello di legno nodoso...magati qualcuno la smetterebbe di fregare il prossimo.
Ma niente...il prossimo sarà un manganello di piume...giusto per far vedere che qualche cosa cambia...senza cambiare nulla.

opt3ron

"WindTre è intervenuta spiegando che la circostanza andrebbe inquadrata in un vuoto normativo:"
no,no, la legge vieta espressamente le truffe e impone la trasparenza ,non puoi interpretarla per raggirare il divieto di truffare gli utenti e non essere trasparente per indurre all'errore.

Davide10
I ricavi totali del Gruppo TIM del primo semestre 2022 ammontano a 7.557 milioni di euro, +0,2% rispetto al primo semestre 2021 (7.543 milioni di euro).

fonte: GruppoTIM

Per me la multa dovrebbe essere almeno 10 milioni. (100 sarebbe l'ottimo).
O cambiare la legge. Multe in percentuale al fatturato dell'anno precedente.
Fosse per me la multa in percentuale l'applicherei anche al divieto di sosta. Ma questo è un altro discorso....

Sarcasmo distratto

Quella p u t t a n a di Tim deve sprofondare nel suo liquame

MikaHakkinen

Briciole per loro.. ma godo comunque.

Giangiacomo

Un blocco contro i contratti "ad inflazione" ? L'AGCOM non può far nulla ? Aspetta che prima vengano spennati i polli ?

Sbrillo

e a vodafone niente? Così, chiedo per un amico

jonname84

Speriamo che analizzino l'idea di Wind di legare gli aumenti all'inflazione in anticipo e la blocchino sul nascere. L'effetto palla di neve-valanga è dietro l'angolo come la storia dei 28 giorni.

asd555

Godo come un riccio, dovete saccagnarli 'sti infami.

Paolo Cocci

ottima notizia

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia