WindTre e Vodafone introducono canone mensile su alcune SIM? AGCOM le multa

28 Febbraio 2021 156

WindTre e Vodafone sono state multate dall'AGCOM per aver introdotto "variazioni" contrattuali che prevedono addebiti mensili non contemplati dall'offerta al momento della stipula del contratto. Secondo l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nonostante le violazioni siano di per sé differenti tra loro, in entrambi i casi il comportamento dei due operatori risulta essere contrario all'articolo 70 del Codice delle Comunicazioni elettroniche.

WINDTRE

Per scoprire cosa è successo è necessario fare un passo indietro fino all'estate 2020, quando WindTre ha applicato una rimodulazione ai piani Wind1, Wind Easy, Pre Wind 12 2011, Wind 12, Easy Wind 5 euro, Wind 12 2011, Wind Basic, Wind Senza scatto, Wind al secondo, Wind al secondo-1, Super Senza scatto 2011, Be Wind New Euro 5+5 e Be Wind New 5 euro. Per questi piani a consumo è previsto dal 23 settembre scorso un costo fisso di 4 euro al mese. Secondo le segnalazioni raccolte da AGCOM, ai clienti sarebbe stato altresì preclusa la "possibilità di passare gratuitamente ad un altro piano a consumo senza costi fissi, in violazione della normativa vigente".

WindTre si è giustificata parlando di "un adeguamento inevitabile al cambio epocale che sta attraversando il settore delle telecomunicazioni e l'intera società, rappresentando l'unico modo possibile per fronteggiare i nuovi utilizzi delle SIM da parte degli utenti che determinano totale mancanza di remunerazione per gli operatori". E non si tratterebbe di un canone, bensì di un "onere prepagato minimo mensile" da utilizzare per il traffico.

L'AGCOM ritiene che l'operazione attuata da WindTre vada contro l'art. 70 del Codice, in quanto non andrebbe a variare l'offerta (azione consentita) ma aggiungerebbe una condizione inizialmente non prevista dal contratto. Dunque:

L’introduzione di un costo fisso mensile per diverse offerte di rete mobile a consumo ha leso il diritto degli utenti di poter fruire dei servizi secondo la tariffazione prescelta al momento dell’adesione ai diversi piani di base impattati dalla condotta censurata.

La sanzione comminata è pari a 696.000 euro.

VODAFONE

Differente nella forma ma uguale nella sostanza è la violazione all'art. 70 del Codice da parte di Vodafone, che nel periodo compreso tra settembre 2019 e gennaio 2020 avrebbe addebitato su SIM a consumo dormienti costi sotto la voce internet abbonamento. Si tratta di una modifica del piano attuata unilateralmente che si traduce nel pagamento di un canone mensile fisso pari a 5 euro.

Nonostante Vodafone si sia difesa affermando di aver tempestivamente avvisato i clienti via e-mail o posta cartacea, AGCOM ritiene che si sia verificata la violazione dell'art. 70 del Codice riguardo l'obbligo da parte dell'operatore telefonico di fornire al cliente informazioni "chiare, complete e trasparenti". É stata anche constatata l'introduzione di una condizione contrattuale non prevista dal contratto iniziale, che Vodafone ha invece interpretato come una semplice variazione.

L’introduzione di un costo fisso mensile per il piano a consumo “Internet abbonamento” ha leso il diritto degli utenti di poter fruire del servizio dati secondo la tariffazione prescelta al momento dell’adesione.

La sanzione è di 522.000 euro.

Credits immagine d'apertura: Pixabay


156

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The_Th

Infatti le multe sono ridicole,conviene fare questi giochetti e poi pagarne una parte in sanzioni

cippalippa

circa 15 euro a persona... questi avranno alzato come minimo 1 milione di euro ma anche più.

The_Th

Il discorso è che non godiamo per una multa fatta ad un operatore, diciamo che gli sta bene e probabilmente la multa è troppo bassa, ma di qui a farsi le pippe e godere per questa cosa la strada è lunga.
Ah Iliad non va bene per tutti, ci sono persone che vivono in zone dove Iliad prende male, ci sono persone che preferiscono altri operatori, ci sono aziende e non mi sembra che Iliad abbia grandi contratti per P.IVA.
E comunque con Iliad in viaggio all'estero ho avuto problemi, per chi si muove spesso potrebbe essere un bel problema.

The_Th

Successo anche a mio padre su una sim dormiente, di una vecchia chiavetta. Avevamo anche chiesto la disattivazione ma la "avevano persa". Per fortuna c'era la PEC, ma a quanti hanno fatto sto giochino e quanti soldi ci hanno fatto?

The_Th

Infatti, considerando che solo ora si sta iniziando a spegnere la rete 3g, ormai sono 4/5 anni che anche i più base di gamma sono 4G.
Il mio vecchio telefono aziendale, che un modello base di gamma era già 4g, (s4mini) che ho dismesso nel 2017.
I telefoni 5g ormai iniziano ad arrivare anche nella fascia media, entro un paio di anni sarà lo standard.

piervittorio

La distinzione la conosco benissimo, ci mancherebbe, avendo società in italia, a malta (common law inglese "puro") che in paesi ove vige il common law "ibrido" americano.
Ma è quanto avevi scritto tu in origine che non stava nè in cielo nè in terra.
Nelle successive rettifiche (o migliori spiegazioni) che hai scritto, non solo sono totalmente d'accordo con te, ma se anzi fosse per me, abrogherei tutto il carrozzone del diritto amministrativo e relativi TAR e CdS (che sono il male assoluto), e li ricondurrei tutti in sede ordinaria.
Del resto, parlando di Napoleone, non possiamo dimenticarci che l'etimologia stessa di "burocrazia" è un francesismo risalente al periodo immediatamente prenapoleonico, e che ha trovato piena applicazione con il Corso...

Francesco Renato

Lascia perdere, hai frainteso perché ignori la distinzione tra common law, tipica dei paesi anglosassoni, e diritto amministrativo, di origine napoleonica e tipico dell'Europa continentale. In USA non esiste il giudice amministrativo ma il giudice ordinario specializzato in questioni amministrative, la differenza è notevole perché vieni giudicato da un giudice ordinario e non da un giudice che, sia pure dotato di autonomia, appartiene comunque alla casta amministrativa ed è quindi portato a privilegiare gli interessi dell'amministrazione.

sk0rpi0n

Però stai finanziando lo stesso Vodafone sotto mentite spoglie! Per coerenza avresti dovuto scegliere un altro operatore.

sk0rpi0n

SIM dormiente ricaricabile da 2 anni (dall'ultimo controllo), ieri dopo aver letto la notizia vado a verificare per scrupolo: è magicamente diventata una SIM ad abbonamento, non me ne sono accorto perché avevo un credito elevato.
Sono migrato in tempo zero a Poste Mobile (altra SIM è con Iliad dal day one); non mi vedranno mai più, sti FlGLl DELLA M3RDA.

Mario Cacciapuoti 85
xpy

Certo che deve averti fatto male se ti arrampichi così tanto sugli specchi al punto da inventarti cose che non ho mai detto, penso che la multa sia giusta e fin troppo piccola, ma da qui a godere per una cosa del genere come certi sfigati...

Nacyres

Ho detto 5 anni perché sinceramente non sono così informato, ma credo anche io che sia una data troppo ottimistica. Il punto era che di sicuro chi ha uno smartphone non 5g lo dovrà cambiare per altre ragioni, non di certo per lo spegnimento del 4g

Mario Cacciapuoti 85
Mario Cacciapuoti 85
cippalippa

bah è una cosa molto lunga e contorta... di certo la gente non si mette a fare denunce con avvocati e lettere per 10/15€.
Proprio per questo motivo se ne approfittano...

piervittorio

Che é esattamente quanto ho scritto io, mentre tu, mentre tu hai scritto "la vera differenza è che da noi esistono anche le sanzioni amministrative che sono applicate da autorità amministrative e giudici amministrativi invece che dal giudice ordinario come le sanzioni civili e penali.".
Ovvero, scrivi che da noi esistono sanzioni applicate dai giudici amministrativi.
Forse, nel tuo italiano claudicante, intendevi dire che da noi delibere ed ordinanze, con cui le Authority (che esistono anche nel common law americano) comminano sanzioni, si impugnano nei tribunali amministrativi anziché ordinari, mentre in molti altri paesi non esistono i tribunali amministrativi, ma questo è irrilevante ai fini della discussione principale.
E soprattutto anche abbastanza falso, posto che nei principali paesi europei (germania, francia ecc.) la giustizia amministrativa è separata dalla giustizia ordinaria, e persino negli USA il ricorso contro provvedimenti pubblici avviene solo presso tribunali dotati di agenzia specifica (administrative agency).
Semmai è l'appello contro la decisione della Administrative Agency che si propone alla Judicional Court, non esistendo l'equivalente del Consiglio di Stato.

mail9000it

E' abuto di posizione dominante. Per questo esistono gli organi di controllo che rilevano gli abusi e impongono le correzzioni. Il problema é che le multe sono ridicole e quindi non c'é un deterrente preventivo solo riparazione con anni di ritardo.

mail9000it

Sulle ricacaricabili i dati della carta venivano utilizzati anche per il riconoscimento. Era un pre-requisito per attivare il contratto.
Per questo credo sia difficile "togliere" le carte. L'importante é che non ci siano addebiti automatici.

cippalippa

ma io la avevo, al tempo, la carta inserita con addebito automatico tipo 9 anni fa. Poi disattivato e non ho mai attivato ricariche automatiche.

però Nel sistema avevano ancora la mia carta.

Gabriele Gabry

Eccoli Cip e Ciop! Anche oggi si sono fatti multare. Quando è stata l'ultima multa? Ieri?

mail9000it

Togliere una carta dall'elenco e togliere la ricarica automatica sono due cose diverse. Sono sicuro che su Iliad c'é perché l'ho usato.
Non mi sono reso conto di quando si era attivata la ricarica automatica dalla carta ogni mese (bastardi), ma dal sito l'ho disattivata e ora preleva dal credito residuo e devo ricaricare manualmente la sim. Verificato.

Raphael DeLaghetto

fanno sempre cosi...non vogliono sentenze sfavorevoli e creare precedenti..

Giardiniere Willy

A me Infostrada voleva indietro il modem. Peccato che non abbiano mai mandato l'avviso per la restituzione, ma solo la sanzione.
Facile così.
Contattato il Corecom e non si sono più fatti sentire.
Con sti porci ci vogliono le maniere forti

Giardiniere Willy

Cosa che ho fatto.
Avevano anche detto che avrebbero fissato una data e non si sono più fatti sentire, probabilmente Infostrada si sarà tirata indietro (la loro richiesta era da denuncia per truffa, altro che risarcimento del modem)

Giardiniere Willy

Falso.
Poi magari si chiamano diversamente, ma esistono

Francesco Renato

Sei tu che ignori il concetto di sanzione amministrativa, la sanzione amministrativa non è una sanzione comminata dal giudice amministrativo, ma dall'autorità amministrativa e contestata davanti al giudice amministrativo nell'Europa continentale, invece nei paesi anglosassoni il giudice amministrativo non esiste, è il giudice ordinario che decide.

piervittorio

L'AGCOM è un "ente di diritto pubblico", pertanto ogni ordinanza o decisione si impugna in sede amministrativa, in primo grado al TAR, ed in eventuale appello alla CdS.
Come impugneresti in sede amministrativa qualsiasi altro provvedimento o ordinanza pubblica, compresa, a titolo di esempio, la delibera del tuo comune con cui avviano la derattizzazione.
Quindi no, il tribunale amministrativo non commina alcuna "sanzione amministrativa", come da te sostenuto, ma decide sulla legittimità giuridica di ogni specifico provvedimento pubblico, incluse le eventuali sanzioni oggetto di singola e specifica decisione delle Authority, eventualmente impugnate.
Se non capisci la differenza tra le due cose, pazienza.

stefanoc

Ce la sto mettendo tutta a restare ma è da un mese che mi sembra di navigare con l'adsl con iliad :(

stefanoc
essere pensante

auguri

TalpaGamer99

Non mi deve per forza piacere tutto, anche perchè essendo un essere pensante sono capace di distinguere il bene dal male.
Non mi vergogno quando dico in franchezza quello che penso, al massimo mi vergognerei se stessi zitto.

frank700

Scusate, ma le multe in questo caso non sono la soluzione legislativa corretta. Qui è da richiamare in gioco la responsabilità personale degli amministratori. Un ente giuridico non è un gabinetto in cui si può buttare dentro tutto senza che nessuno ne sappia nulla (chi la fatta?). Gli amministratori sono civilmente e penalmente responsabili personalmente, e devono poter andare in galera anche.

csharpino

Purtroppo l'unica soluzione sarebbe quella di avere contratti con una data di scadenza prefissata e relative penali e/o vincoli da rispettare ambo le parti per la durata del contratto.
Ma probabilmente fa comodo cosi....

Aristarco

si scusa XDDDD

Francesco Renato

E' a te che mancano le basi del diritto, davanti a chi impugni le decisioni dell'AGCOM?

supermendi

Motivi per cui ho abbandonato Vodafone in favore di Iliad prima e Ho mobile in seguito. Le prestazioni non saranno le stesse ma un cent che sia uno di rimodulazione non l'ho mai pagato.

csharpino

Non serve cambiare telefono, ti colleghi al 5G facendo il vaccino.... SVEGLIA!!!! Me lo ha detto mio cuggggino che lo ha letto su una notizia di quelle da leggere velocemente prima che la cancellassero...

Orlaf

AgCom è come quelli che si fregiano di differire dai criminali perché non li trattano "umanamente", facendosi pesantemente prendere per il cuIo dai suddetti.

Duzzu Acid

Stai confondendo spacelink con starlink...

Gabriele

Anch'io ho fatto lo stesso ma ricordo che questa possibilità è stata concessa dopo qualche tempo, all'inizio non c'era nessun modo per cambiare piano e gli operatori lo dicevano chiaramente. Wind è una delle peggiori compagnie in quanto a rimodulazioni e trucchi spenna clienti

Gabriele

Mi sa che saranno più 50 che 5...

Rob3r7o

Pero' che TUTTi gli operatori (non virtuali) abbiano fatto morire le sim ricaricabili non c'e' stato un solo articolo su internet. Capisco che ormai sono anacronistiche e sarebbero morte comunque ma farci pagare anche non consumando, aggiungendo qui e la 1 euro, le ha di fatto fatte passare da ricaricabili a una sottospecie di abbonamento. E, cosa immonda, la modifica la fecero tutti i maggior operatori insieme.
Inoltre terrei a precisare che le sim ricaricabili, insieme agli sms, hanno portato i cellulari alla massa, un dannato di articolo secondo me era doveroso.

dert

Sei su un blog che tratta di tecnologia e vieni qui a scrivere ste boi.ate del cavolo .
Mi vergognerei al posto tuo con tutta franchezza

The_Th

Considerando che il 5g non sarà ovunque per l'elevato numero di antenne necessario il 4g rimarrà per anni ancora.
In città mettere tante antenne per il 5g ha senso,farlo in aperta campagna costa tanto per nulla

TLC 2.0

Tu devi essere quello intelligente della famiglia, vero?

cippalippa
mail9000it

PaoloB ha ragione, non si tratta di difendere un provider, ma di servizio. Ci sono contesti nelle quali una sim a consumo ha piú senso di una sim a canone.
Iliad non ha contratti a consumo (non mi risulta) quindi il tuo intervento 'fuori contesto'.

NB. in famiglia abbiamo tutti iliad, quindi non saltare a conclusioni errate.

mail9000it

Da questo punto di vista gli utenti subiscono e basta. L'unica scelta é usare o non usare il servizio, ma al giorno d'oggi un telefono devi averlo, sei obbligato dalla societá (pensa ai codici di controllo delle banche per usare la carte di credito).
Sono gli organi di controllo che dovrebbero vigilare per prevenire abusi, ma con multe cosí ridicole la loro efficacia é ZERO.

mail9000it

é anche legato al costo della transazione, sia verso le banche sia come costo contabile interno dell'azienda. Gestire 6 pagamenti l'anno costa meno che gestirne 12: semplice contabilitá.

mail9000it

Allo scadere di una carta gli addebiti periodici sulla vecchia vengono dirottati sulla nuova. E' una cosa legata al cambio della carta che ha molti vantaggi per l'utente che non deve "rincorrere e riaggiornare enne servizi al momento del cambio carta".
E' la banca che distribuisce in automatico queste informazioni con lo stesso metodo usato per bloccare le carte rubate o cessate.
Di per se é un servizio utile funziona anche con i conti correnti. Lasciano alla vecchia banca istruzioni su dove inviare il saldo dopo la chisura del conto automaticamente vengono dirottati gli accediti automatici. Altrimenti potresti trovarti con l'esattore alla porta perché da mesi le rate della macchiana non vengono pagate o con la luce staccata per lo stesso motivo.

Per quanto riguarda l'attivazione del pagamento con la carta su una sim per la quale non era prevista.... ho un sospetto.
Altra comoditá per i provider é quella di sostituire la fattura cartacea con quella elettronica, questo significa legare le sim all'identitá digitale di una persona. Da questo anche la possibilitá di fare un accesso sul sito del provider xxx e poter accedere ai dati di tutte le sim. Quindi se autorizzi il provider ad utilizzare una carte ti ritrovi l'autorizzazione estesa su tutte le sim legate all'identiitá digitale. Legate che probabilmente viene fatta automaticamente con il codice fiscale.
Questo é meno comodo per gli utenti.

Solitamente sul sito dei provider c'é una opzione per disattivare le ricariche automatiche. Disattivando quello non dovrebbero piú fare prelievi automatici e alla fine del credito bloccano la capacitá della sim fare telefonate (ricezione ancora attiva). Dopo qualche mese bloccano anche la ricezione.

piervittorio

Le sanzioni amministrative non c'entrano una beata fava con il giudizio amministrativo.
Il giudice amministrativo si occupa esclusivamente della legittimità di provvedimenti amministrativi (ovvero della pubblica amministrazione) quando impugnati.
Mi pare ti manchino proprio le basi del diritto.

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G