COP27, un fondo per contrastare i cambiamenti climatici. Ma non basta

21 Novembre 2022 27

In un contesto di estrema emergenza come quello recentemente descritto dalla World Meteorological Organization si è conclusa la conferenza sui cambiamenti climatici COP27 delle Nazioni Unite tenutasi a Sharm El-Sheikh con la pubblicazione di un documento finale in cui si descrivono le decisioni prese e gli accordi stipulati. Non entrando nel merito sull'efficacia degli strumenti adottati e non volendo esprimere pareri su ciò che invece non è stato adottato, riportiamo sinteticamente quanto contenuto nel testo firmato dai Paesi partecipanti.

COSTITUZIONE DI UN FONDO

Il risultato più importante conseguito riguarda la costituzione di un fondo che sarà utilizzato per pagare perdite e danni causati dai cambiamenti climatici nei Paesi più vulnerabili. C'è stata altresì la conferma dell'intenzione di rispettare gli Accordi di Parigi sull'aumento della temperatura globale entro 1,5 °C rispetto all'era pre-industriale. L'IPCC ha affermato che per ottenere un risultato di questo genere è necessario ridurre le emissioni di gas serra del 45% entro il 2030.

Il finanziamento ai Paesi maggiormente colpiti dai disastri naturali - Paesi in Via di Sviluppo soprattutto - e la creazione di un fondo rappresentano un vero e proprio punto di svolta per i membri delle Nazioni Unite. Entro fine marzo 2023 un comitato di transizione si riunirà per definire alcune raccomandazioni da consegnare successivamente al COP28. Alla conferenza da poco conclusasi sono ad ogni modo stati presi impegni per 230 milioni di dollari che andranno a confluire all'interno dell'Adaption Fund: saranno destinati alle comunità più vulnerabili ad adattarsi ai cambiamenti climatici per trovare soluzioni pratiche di protezione e mitigazione degli effetti.

BENE SULLA CARTA, MA...

Le anomalie delle temperature mondiali (dati medi) tra il 2017 e il 2021. Le temperature più elevate rispetto alla media sono in rosso, quelle sotto la media in blu. Dati NASA.

L'obiettivo di lungo periodo è trasformare l'economia attuale in una a basse emissioni di carbonio. Per fare questo però si rendono necessari investimenti per 4-6 mila miliardi di dollari all'anno, cifra dalla quale si è ancora decisamente distanti a causa di una pigrizia diffusa dei Paesi più sviluppati.

Nonostante l'accordo sul fondo sia stato definito storico da più parti, resta un malcontento diffuso riguardo la mancanza di decisioni concrete per ridurre le emissioni di carbonio - anzi, alcuni media riportano che Paesi come Cina e Arabia Saudita si siano opposti alla riduzione dei combustibili fossili, e che lo stesso governo di Pechino è stato sinora ambiguo nella partecipazione al fondo stesso.


27

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Black_Codec

Veramente sembra che fotta nulla anche all'Europa perché più che mettere limitazioni aggirabili con qualche multa non mi pare stia facendo grandi cose. Si belle parole ma sempre e solo parole.

Jotaro

Per me anche 50.

T. P.

proprio 27?

C#Dev
Ginomoscerino

cosa mai successa prima, strano vero?

R4nd0mH3r0

anche questa volta si sono riuniti lasciando fuori le decine di suv che li hanno accompagnati, in moto per tutta la durata dell'incontro come l'ultima volta?

Jotaro

Dare soldi ai poveri non risolve nulla.
Siamo in ritardo di 27 anni.

Alessandro M.

La solita finzione che non porta a nulla se non a fare fluire fiumi di soldi nelle tasche di qualcuno, e come ha fatto notare qualcun altro, qua sembra che l'interesse sulla questione ambientale/climatica riguardi solo l'Europa (e nemmeno tutta) e tutto il resto del mondo si fa tranquillamente i caxxi suoi, inquinando e consumando a tutto spiano....mentre qua stiamo a fare i conti della serva per cercare di fare quadrare le cose.
Se non c'è un azione globale, efficace e coesa non si risolve un bel niente se non un impoverimento sempre più accentuato del continente europeo perché appunto noi vogliamo fare a meno delle non rinnovabili....

Anty

Ormai ste riunioni sono solo una passerella dove si fanno un sacco di chiacchiere e dichiarazioni con provvedimenti inutili o marginali rispetto al problema.La razza umana ha già devastato sto pianeta,purtroppo solo una parte minoritaria ne è davvero consapevole o vorrebbe fare qualcosa.

Tony bresaola
Castoremmi

L'ambiente non interessa a nessuno tranne che (forse) all'UE. Ormai è troppo tardi tanto vale inquinare come maiali pensando solo ai soldi così magari questi ultimi ce li godiamo per bene prima della fine.

IFM

più la guerra che ai è inventata la Russia. e poi costringono a me a non usare il micronde per riscaldare la schiscetta o stare in casa col giubbotto ma con 1 grado in meno. quando ci si renderà veramente conti dei danni sarà troppo tardi

commento apocalittico-nichilista-complottista

commento apocalittico-nichilista

Si risolve banalmente comprando alberi elettrici e piantando miliardi di automobili in terra.

ogni commento consuma energia è produce inquinamento.
Fossi in te mi asterrei.

Funz

ho poche speranze che l'umanità rinsavisca in tempo, e a leggere certi commenti ignoranti e stupidi ne ho ancora meno.
L'unica, piccola speranza, è che il boom in corso delle rinnovabili prenda sempre più piede, in quanto già oggi sono la soluzione più economica per la produzione di energia.

Giorgio

Comprate la macchinine elettriche che salvate il pianeta babbei

Giancarlo Tosi

Almeno per questa volta non è colpa del governo italiano.

Giancarlo Tosi

Per fortuna ho una certà età e non dovrò vedere la brutta fine di questo pianeta.

Fatemi dire soldi buttati, chi vuole ridurre le emissioni lo può fare ma non può obbligare gli altri, finchè ci sono i combustibili fossili si sfruttano al massimo, quando finiranno si passerà ad altro se ci saranno ancora comunità in vita.

Giulk since 71' Reload

Shhh che poi arrivano i soliti ad attaccarti a testa bassa :)

A tal proposito comunque ci sono in rete diversi articoli di come i grandi fondi di investimento, come la BlackRock avessero, già anni fà, cominciato a disinvestire nelle società impegnate nell'estrazione delle risorse non rinnovabili ( carbone, petrolio, gas etc ) per spostarsi su quelle delle rinnovabili, dando poi "mandato" a fare lo stesso agli altri fondi e/o società collaterali.

conferenze e riunioni totalmente inutili, la verità è che nessuno fuori dalla UE vuole rischiare di perdere la possibilità di industrializzare il proprio paese, anche con il rischio climatico e ambientale. i più grandi inquinatori, come cina e india, se ne sbattono beatamente del clima e mentre da noi ormai vige la moda di non fare figli perchè "ehh ma siamo già troppi" ci pensano africani e indiani a figliare per poi venire a migrare qui, paesi come francia e italia tra 50/100 anni avranno popolazioni per più della metà africane e indiane e gli italiani cominceranno a scarseggiare. senza contare i danni che ci saranno a causa della deindustrializzazione per passare a ideologie green, pensiamo a quante fabbriche che costruiscono auto o pezzi per auto chiuderanno perchè auto elettriche non se ne venderanno a causa dei costi altissimi. insomma mentre noi ci riempiamo la bocca con tante belle parole, 6 miliardi di persone continuano a inquinare come se non ci fosse un domani e prendono a pernacchie USA e UE sul clima, gli ipocondriaci si rassegnino, dovremo convivere con un clima che da sempre cambia sul nostro pianeta, da miliardi di anni, semplicemente ora cambia più velocemente vista l'industrializzazione dell'uomo, ma soluzioni realistiche non esistono se non quella di tornare al 1700.
https://uploads.disquscdn.c...

C#Dev

L'accensione dei sistemi di aria condizionata degli stadi del mondiale in Qatar per una singola partita equivale a circa l'emissione di CO2 di 180.000 famiglie statunitensi in un anno.
E noi stiamo qui a parlare di abbassare di un grado i riscaldamenti? O tassare ancora di più le aziende e le famiglie europee pe dimezzare le emissioni UE che già rappresentano nemmeno il 10% di quelle mondiali?
Se mai fosse possibile avere anche il più piccolo controllo su quello che avviene a livello atmosferico, basta vedere manifestazioni come la COP27 per capire che su questo argomento si mente sistematicamente da parte di governi e affini.

L'illuminato

Sono solo manovre economiche, l'ambiente ed i " cambiamenti climatici " sono solo scuse per gli allocchi.

Patrocinante in Cassazione

Come al solito non hanno concluso nulla

LG

LG TV OLED evo C2 da 65" al prezzo più basso oggi su Amazon

Windows

Recensione Asus Zenbook S13, vale la pena comprare un notebook premium?

Apps

WhatsApp introduce ufficialmente gli avatar per tutti gli account

Articolo

Echo Show 15 ora è anche una Fire TV: aggiornamento disponibile in Italia!