Una comunissima alga ci salverà dalla crisi energetica: basta la fotosintesi

17 Maggio 2022 82

Produrre energia da un'alga si può e non è nemmeno così complicato come si potrebbe pensare. C'è riuscito il Dipartimento di Biochimica dell'Università di Cambridge che, dopo 12 mesi ininterrotti di esperimenti, ha messo nero su bianco i risultati dello studio (ora disponibile su Energy & Environmental Science). Siamo dunque ad un punto di svolta per generare energia verde al 100%? Forse non ancora ma il team che ha lavorato su questa possibile soluzione ha di fatto aperto un filone di ricerca tutto da esplorare.

É bastata l'alga Synechocystis per alimentare un microprocessore Arm Cortex M0+, ampiamente utilizzato all'interno dei prodotti dell'IoT. Tramite fotosintesi, l'alga ha raccolto energia e la piccola corrente elettrica creatasi è stata fornita al microprocessore attraverso un elettrodo di alluminio.


Nulla di introvabile (l'alga è comunissima, non è tossica e nemmeno costosa) e tutti i componenti si possono reperire facilmente senza particolari esborsi. Una soluzione ideale in quanto replicabile, scalabile, economica, ecosostenibile e, soprattutto, fa capire come i miliardi di dispositivi connessi (saranno 27 miliardi nel 2035) debbano autoalimentarsi per funzionare anzichè essere alimentati.

L'ambiente presso cui è stato effettuato il test.

Un punto di forza dell'alga è che riesce a produrre energia anche al buio in quanto parte del cibo di cui si nutre viene immagazzinato quando c'è luce (durante la fotosintesi) ma elaborato al buio. Tutto senza pause in quanto, nella sperimentazione, il dispositivo fotosintetico non si è mai scaricato, continuando a fornire costantemente l'energia necessaria al funzionamento del microprocessore.

La fotosintesi dell'alga potrebbe dunque rappresentare una soluzione ai problemi energetici dell'immediato futuro: pensare di affidarsi al sole ed al litio per caricare i miliardi di dispositivi in arrivo è impossibile. L'unico modo - affermano i ricercatori - è quello dell'auto-produzione: in altre parole, presto, i dispositivi IoT stessi non solo consumeranno energia ma la produrranno anche.

Credits immagine d'apertura: TUDelft

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Phoneshock a 255 euro oppure da Amazon a 391 euro.

82

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Background 07122017

No il titolo è clickbait, nessun complotto o altro, si la fotosintesi permette, una volta trasformata di produrre energia, ma l'articolo originale parlava di alimentare processore arm che richiede pochi watt di potenza e a giudicare di quanto volume occupa tutto l'insieme non mi sembra sto chissà che di conveniente rispetto ad un pannello fotovoltaico al silicio

L0RE15

Io almeno modifico quelli che sono i minimi errori di battitura dovuti prevalentemente alle tastiere virtuali che non danno feedback.

Maicol.Mar

Non c'è informazione, è un articolo di costume che mi aspetto da Novella2000, non da un blog tecnico (o come si definiscono). Non mi pare che nè io nè chi ha commentato prima abbia detto che siano scritte falsità.

al3xb3rg

Allora vai a leggere altri blog e non rompere. Grazie

al3xb3rg
xan

non si mette la maiuscola dopo la virgola e non si termina una frase con la virgola.

i commenti sono sempre pieni di strafalcioni!

xan

se conosci la metafora dell'iperbole puoi capire che nell'articolo non cè nulla di sbagliato.

Il corpo di Cristo in CH2O

io non ho parlato di questa società, questa società è uno schifo. quello di cui io ho parlato è di una soluzione ad un modus operandi protratto nel tempo degenerante nel lungo periodo, e gli effetti sono evidenti.

oltre questo, levate ai giornalisti (o a questi pseudo giornalisti che usano le stesse argomentazioni) la posizione si "salvatori della conoscenza" e della verità che si sono auto-imporsti e che sfruttano con i loro stessi mezzi mediatici da ormai più di 60 anni.

Alghe che forniscono energia?
Questo mi ha ricordato il videogioco d'avventura "A New Beginning - Final Cut".

Kilani

Il compito di HDBlog non è responsabilizzare la società, ma fare soldi. Poteva farlo in modo serio e competente: sposando una certa etica del lavoro, investendo sulla formazione e sulle risorse aziendali, avendo un ritmo di pubblicazione più basso, ma qualitativamente superiore. Oppure poteva farlo puntando tutto sulla quantità e il contenuto furbo (spesso al limite del flame), risparmiando in formazione e macinando news mal tradotte da Google trascritte da ragazzetti al limite dell'alfabetizzazione. Non vedo l'assecondamento dell'utenza, ma solo lo sfruttamento di quella che commenta con superficialità perché porta click e visualizzazioni. Non c'è una responsabilità della società nei confronti del singolo, non stiamo parlando di un servizio pubblico né, tantomeno, di una ONLUS. C'è stata una scelta etica, che personalmente non condivido.

Alex

Titolo clickbait, altri blog sullo stesso contenuto hanno fatto un articolo migliore del vostro, bah

Il corpo di Cristo in CH2O

non esattamente, primo, quando tu assecondi le richieste dei tuoi utenti punti in genere all'eccesso (ed è quello che è stato fatto qui), questa la chiamo la "politica dell'eccesso", l'alternativa è la mancanza di utenza e il successivo fallimento. se i tuoi utenti sanno che otterranno qualsiasi cosa sia richiesta anche se poco impegnativa (possiamo dire un contenuto da rincoglioniti) e tu la fornisci senza discutere, senza senso di responsabilità, questa è la mancanza della "responsabilità della società nei confronti del singolo", il singolo a sua volta si aliena e porta a richiedere solo quel tipo di contenuti (cadendo nel primo punto), anche qui senza responsabilità sul sistema che verrà a sua volta alienato, è la mancanza della "responsabilità del singolo nei confronti della società". certe categorie di persone (vogliamo dire quelli senza competenze? e così sia) può trarre vantaggio dall'accelerare questo processo di alienazione delle masse forzando l'eccesso e fornendo contenuti che mirano alla richiesta ulteriore di proprio quel tipo di contenuti che tu definisci "leggeri", ma che all'atto pratico sono contenuti "da rincoglioniti", questa è quella che chiamo "la politica del rincoglionimento". a me pare che qui dentro si sia partiti proprio applicando quest'ultima visto che per prima cosa sono state tagliate le informazioni tecniche ad un pubblico già lettore del blog, inserendo invece social e video vari con taglio più vicino a quello che vedono da altre parti (per le altre parti tra l'altro valgono gli stessi principi) in aggiunta è seguito il circolo vizioso delle due "responsabilità di.." che ha fatto declinare questo posto in un buco nero della "cultura tecnologica". è evidente il perchè ne è nato un vantaggio. non bisogna considerare gli individui come esseri statici e senza responsabilizzazione non ci sarà mai crescita, bensì decrescita.

Roundup

Diciamo che messa così è "più meglio"

https://uploads.disquscdn.c...

L0RE15

No, è assolutamente quello che penso e dico oramai da anni. Tant'è che l'editoria italia vive di sovvenzioni a fondo perduto e negli articoli è pieno di strafalcioni grammaticali come non mai. News rapide che siano, approfondimenti o recensioni, il succo del discorso non cambia, Se poi vogliamo fare del buonismo, facciamolo,

quando si fanno clickbait del genere non è un buon segno

Maicol.Mar

Guarda che trovo abbiano ragione.
Il compito di un giornalista è fare informazione. Un giornalista che scrive in modo approssimativo e quindi non fa ciò per cui è pagato non va difeso perchè se noi siamo più intelligenti capiamo che è scritto qualcosa da cani.

Mi pare che sia effettivamente tua la polemica nei confronti di chi chiede "semplicemente" ad un professionista di svolgere correttamente la sua professione.

Maicol.Mar

#gomblottoooooooooo

Dario Scalici Palmeri

Ricerca che verrà fatta sparire e obliata nell'arco di poco tempo, per quanto green e dall'enorme potenziale è una di quelle cose che farebbe tremare decine di società del settore, non parliamo poi dell'utopistica di idea dell'autoalimentazione, magnifica e dalla ricerca sono sicuro possibile, ma inattuabile in un'economia globale come la nostra.

Kilani
gli utenti li hanno rimbecilliti loro

Non proprio. Ad un certo punto si sono trovati a dover scegliere il taglio da dare al blog. Erano cresciuti di popolarità e utenza. Le strade potevano essere due, crescere in competenza, professionalità e approfondimento, oppure iniziare a fare titoli clickbait e fare soldi. La prima strada chiaramente è quella faticosa e, inevitabilmente, fa guadagnare meno, perché le competenze si pagano e si ottengono con la formazione e, soprattutto, bisogna averne le capacità. La seconda strada è quella facile, ma anche quella che meglio si adatta a chi non ha spiccate doti.
Chi sapeva fare davvero questo lavoro, con passione e professionalità, ha abbandonato la nave e s'è messo in proprio (Riccardo, su tutti), perché non condivideva la linea editoriale e perché rischiava di svilire il nome che si era fatto online. Ormai siamo a "Ah, quello che scrive su HDBLog? Quelli che commettono errori da penna rossa di quinta elementare?", chi vuole essere associato a questa categoria? Solo chi non ha le capacità per fare il salto tra i veri professionisti. Va da sé, quindi, che l'utenza più assidua è adeguata al livello. Non hanno rimbecillito le persone, hanno solo allontanato chi cerca un vero approfondimento preferendo i troll e gli spacconi che scrivono commenti dai contenuti poveri.

xan

grazie al mio intelletto superiore ho dedotto che il titolo era un iperbole in quanto non era possibile che un alga risolva l'intera crisi energetica

Kilani

Anche le news rapide devono contenere informazioni corrette. Rapidità non è sinonimo di approssimazione e/o ignoranza.
Francamente il commento più polemico, e opinabile, è il tuo

mazza che bacchettoni che siete
xan

commento spiccio e buttato li solo per polemizzare, ma capisco che, molti, in un clima di critica immotivata verso tutti, ci sguazzino che è un piacere, visto che differenziare recensioni/approfondimenti da news rapide è faticoso, stancante e comporta tempo e fatica a livello neuronale

rsMkII

Ok ok, il fatto è che dallo stile grafico avevo inteso che fosse un'immagine ironica, tutto qua.

remus

No, perché l'energia deve essere spendibile per altro, infatti dietro c'è una finestra che alimenta la pianta... è giusta così l'immagine.

MatitaNera

Come fare la rivoluzione scientifica con un titolo

F Google

HdCliclbait

Riccardo Mineri

Titolo per nulla sensazionalistico...

Gigiobis

Screenshot e finisce appeso davanti alla porta d'ingresso.

L0RE15

"formare l'utenza"?. Mi fa piacere non essere il solo a pensarla così ma, l'avverto, è pura utopia al giorno d'oggi.

L0RE15

A molti non piace sguazzare in infomazione spiccia e buttata lì solo per monetizzare, ma capisco che, molti, in un clima di pressapochismo livellato verso il basso, ci sguazzino che è un piacere, visto che approfindire le cose con duvuta perizia è faticoso, stancante e comporta tempo e fatica a livello neuronale.

Il corpo di Cristo in CH2O

però a questo punto non andare a vantarti della posizione sociale del "giornalista" come salvatore dell'umanità (nei loro commenti spesso lo si legge tra le righe), visto che in tali condizioni sono l'ultima ruota del carro.

ps: perchè qualche volta hai i commenti duplicati? è da un po' che lo noto quando leggo tuoi post nel blog.

Andrej Peribar

Hanno palesemente deciso un'altra linea editoriale più economicamente conveniente.
Essere un aggregatore generalista di news, con hint tecnologico.

Andrej Peribar

Hanno palesemente deciso un'altra linea editoriale più economicamente conveniente.
Essere un aggregatore generalista di news, con hint tecnologico.

Trhistan

“ Una comunissima alga ci salverà dalla crisi energetica: basta la fotosintesi”

Si, come no!!!!

rsMkII

Eh no, il giochino funziona ancora meglio se quella stessa luce finisce sulle foglie, come se fosse possibile creare energia illimitata.

Francesco Renato

Ma illumina il vaso invece delle foglie proprio per far capire che la sua luce è prodotta dalle foglie e quindi non c'è nessun circuito da chiudere.

rsMkII

Avrebbe anche avuto il suo senso ironico, ma lo perde dal momento che quantomeno avrebbe potuto illuminare le foglie anziché il vaso, per far finta di "chiudere il circuito" (passami il termine). XD

Sheldon Cooper

L'energia prodotta è ridicola, però in futuro potrebbero creare degli organismi OGM per farlo in modo più efficiente, dei pannelli solari viventi in pratica.

Sheldon Cooper

Sono d'accordo, nemmeno un'articolo che spiega come sono fatti i Javelin.

Sheldon Cooper

Sono d'accordo, meglio che acquistarla dai ruzzi finanziando la guerra.

Sheldon Cooper

.... della serie il moto perpetuo?

andrea

questo dimostra veramente come il blog stia colando a picco giorno dopo giorno. penoso.

Rottin'Ghoul

È na lampada da tavolo non da foglie.

mister x

Preferisco il video di quello che con tante patate ci fa la vodka, ne salverà di più!

E K

Splendida ricerca, speriamo venga presa seriamente a livello industriale.

comunque

né di costoso

scritto così e in quel contesto é parecchio divertente.

rsMkII

Chi ha fatto sto disegno non ha neanche avuto l'intuizione di mettere la luce contro le foglie... XD
https://uploads.disquscdn.c...

Baronz

Per fare andare un raspberry PI (circa 10w) servirebbero 33 milioni di celle ad alga. Un successo proprio.

alberto redolfi

mi viene in mente "phenomenon" con john travolta

xpy

Si, sicuramente è una cosa molto situazionale

xan

mazza che bacchettoni che siete

HDMotori.it

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Articolo

Disney+, una valanga di nuovi titoli in arrivo nel 2022-23

Tecnologia

Muscoli indossabili, la nuova frontiera degli esoscheletri in studio a Zurigo

HDMotori.it

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video