Google Stadia dopo 1 mese: Pro e Contro | Video

20 Dicembre 2019 805

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Google Stadia ha compiuto il suo primo mese di vita ed è giunto il momento di tirare le somme sul servizio di giochi in streaming realizzato da Big G.

Al day one vi abbiamo parlato di Stadia in anteprima, mettendo alla prova il servizio in un ambiente controllato, ma ora è giunto il momento di affrontare un discorso più ampio, che tratta sia le prestazioni offerte dalla piattaforma di Google, sia alcuni degli errori che - a mio modo di vedere - potevano essere evitati spostando il lancio a 2020 inoltrato.

PRESTAZIONI: OTTIME SU CHROMECAST, MENO SU CHROME

Nel corso di questo mese ho avuto modo di provare Stadia in quasi tutte le sue forme e con diverse connessioni. L'unica modalità che non ho potuto provare, non avendo un Pixel sottomano, è quella su smartphone, mentre ho passato diverso tempo sia sulla TV di casa con il Chromecast Ultra incluso nella Premiere Edition, sia sul MacBook Pro, accedendo quindi a Stadia da Chrome.

Allo stato attuale esiste un divario non indifferente tra la qualità dei giochi fruiti su TV e quella che è possibile ottenere tramite il browser. Si percepisce subito come l'esperienza di gioco principale sia quella che Stadia offre su Chromecast: la pulizia dell'immagine è superiore, la latenza è quasi nulla, audio e video risultano in sincrono senza perdere mai un colpo.

Giocare ad un titolo Stadia su TV vi permette di godere della miglior esperienza che il servizio ha oggi da offrire, rendendola praticamente indistinguibile da quella che potrete avere con un hardware locale. Il lavoro di ottimizzazione svolto da Google sotto questo aspetto è notevole, anche se non perfetto.

In alcuni casi - specialmente nei primi giorni - ho notato una variazione dinamica della risoluzione di gioco; un po' come quando state guardando un film su Netflix e, improvvisamente, perdete la qualità HD o 4K. Stadia cerca di dare sempre priorità al mantenimento di un'esperienza di gioco almeno sufficiente, quindi anche quando ho notato questi cali, il tutto ha inciso esclusivamente sulla resa grafica, non sui tempi di risposta dei controlli.

Screen da Chromecast

Le connessioni che ho avuto modo di provare, seppur decisamente superiori a quelle mediamente disponibili, non sono lontane dalla portata di molti giocatori. Nello specifico ho testato il servizio con la mia linea di casa (una 200/20 Megabit di TIM, FTTC) e con quella della redazione (una 1000/300 Tiscali, FTTH), senza mai utilizzare un collegamento cablato (il Chromecast Ultra dispone di una porta LAN), in modo da evitare il raggiungimento di una situazione ideale.

Ovviamente l'acquisto di Stadia deve essere valutato a fronte della disponibilità di una connessione di buona qualità (non giriamoci attorno, dai 50 Mega in su); chi vuole "sperimentare" farebbe meglio a risparmiare i soldi della Premiere Edition e attendere l'arrivo del piano base gratuito.

Ma se sino ad ora il responso è comunque molto positivo, tutto cambia se usiamo Stadia su Chrome, sfruttando un normale PC. Come ho anticipato prima, nel mio caso si tratta di un MacBook Pro, più precisamente la variante da 15". Questo dettaglio è importante da dichiarare, in quanto si tratta di un portatile che non è dotato di un display 4K, quindi ci troviamo subito a dover fare i conti con una delle limitazioni di Stadia: l'assenza del supporto alle risoluzioni intermedie tra FullHD e 4K.

Ciò significa che giocando da Chrome è molto difficile riuscire a sfruttare appieno le potenzialità dell'abbonamento Pro, visto che i titoli verranno tutti comunque riprodotti a 1080p. Nel mio caso risulta quindi impossibile sfruttare tutti i 1800p del pannello e lo stesso vale per qualsiasi altra macchina dotata di un display con risoluzione inferiore a 4K (penso ai 1440p).

Screen da Chrome

Inoltre la qualità dello streaming su Chrome è nettamente inferiore rispetto a quello ottenibile su Chromecast; rallentamenti, blocchi e ritardi audio (in alcuni casi ho quasi raggiunto i 2 secondi di ritardo) sono estremamente comuni e ci riportano alla realtà, ricordandoci che non stiamo affatto utilizzando un gioco locale. Al momento, l'unico vantaggio che ho riscontrato su PC è quello di poter utilizzare mouse e tastiera come metodo di input, con il vantaggio che si può cominciare una sessione anche senza il pad di Stadia.

Se quindi Chromecast ci offre un vero assaggio delle potenzialità del gaming in streaming, Chrome non è ancora altrettanto pronto. per questo scopo. Bisogna però evidenziare che l'utilizzo del dongle HDMI ci permette di giocare in un "ambiente più controllato", mentre l'utilizzo del browser non ci tiene alla larga da problemi come eventuali problemi di banda causati da altri processi di rete in background e così via.

UN SERVIZIO ANCORA INCOMPLETO, MA CRESCE OGNI GIORNO

Possiamo quindi definire l'esperienza di gioco come quasi ottima su Chromecast e decisamente sotto la media su Chrome. Ma archiviato questo aspetto, come si comporta Stadia nel ruolo di Piattaforma? È un credibile rivale per le console di attuale e prossima generazione?

Partirò rispondendo subito a quest'ultima domanda: dipende. Prendendo in considerazione il miglior scenario possibile, Stadia propone comunque una qualità paragonabile al massimo a quella offerta da una PlayStation 4 Pro o da Xbox One X. Si tratta di un risultato molto buono, se lo confrontiamo alla generazione attuale, ma che non è assolutamente in grado di impensierire la prossima o un buon PC di fascia medio-alta.

Il vantaggio è comunque quello di non avere un hardware fisico a cui badare, con evidenti risparmi sia in fase di investimento iniziale, che di consumi energetici nel tempo. Stadia però non è una piattaforma che ad oggi può attrarre l'hardcore gamer, ma si tratta invece di un ottimo servizio per tutti quei giocatori occasionali che vogliono avvicinarsi al settore con la spesa minore possibile.

Anche perché, ad oggi, Stadia ha davvero poco da offrire, se non la sua esperienza base. Di fatto potrete esclusivamente giocare, mentre sono del tutto assenti funzionalità aggiuntive come la tanto sbandierata integrazione con YouTube o la possibilità di usare Assistant all'interno dei giochi, Anzi, l'assistente di Google è arrivato solo di recente, ma è possibile richiamarlo esclusivamente dalla dashboard (e solo su Chromecast) e offre funzioni molto limitate.

Sino a pochi giorni fa non era neanche possibile accedere al Negozio di giochi da Chrome, relegando tutte le funzionalità principali all'applicazione per smartphone, vero e proprio cuore pulsante di Stadia. Al momento questa è ancora necessaria per modificare le impostazioni principali, come ad esempio la qualità dello streaming e l'attivazione della modalità HDR. Anche la configurazione e l'aggiornamento del pad passano attraverso l'app per smartphone, la quale risulta quindi imprescindibile.

L'interfaccia principale di Stadia su TV e browser è ancora molto scarna e non è assolutamente paragonabile alla dashboard di una console. Ovviamente non raggiungeremo mai la parità sotto questo aspetto - si tratta comunque di un servizio molto diverso - ma è innegabile che ad ogni avvio si abbia la sensazione di provare un servizio ancora in beta, piuttosto che una piattaforma completa e matura.

Tutto ciò è frutto della volontà di Google di portare Stadia sul mercato con tempi incredibilmente brevi. Sono passati 9 mesi esatti dall'annuncio avvenuto alla GDC 2019, quando la piattaforma venne svelata per la prima volta al mondo. In questo breve arco di tempo sono stati realizzati circa 30 porting per Stadia e un'esclusiva; un po' poco in termini assoluti, ma un piccolo miracolo se si pensa al limitato tempo a disposizione delle varie case.

Ricordo poi che Stadia, pur avendo un hardware di alto livello (ogni unità dispone di una GPU AMD da 10,7 Teraflops con memoria HBM2, 16GB di RAM, un processore custom x86, memoria SSD sul cloud), utilizza un sistema operativo basato su Linux e sfrutta esclusivamente le librerie Vulkan, fatto che incide in maniera importante sul lavoro di ottimizzazione che è necessario fare per trarre il massimo dall'hardware a disposizione.

Al momento è probabile che gli sviluppatori abbiano sfruttato la potenza di cui dispone Stadia per compensare la poca ottimizzazione delle risorse, motivo per cui la qualità dei giochi non si discosta molto da quella di hardware meno prestanti, come Xbox One X e PlayStation 4 Pro. Le cose potrebbero cambiare con il passare dei mesi, quando i team di sviluppo guadagneranno familiarità con la piattaforma e con il kit di sviluppo.


Per tutti questi motivi è altamente improbabile che Stadia, almeno in questa fase iniziale, possa trovare una calda accoglienza dal pubblico a cui si è rivolta Google in fase di lancio. Mountain View ha parlato agli hardcore, quando il suo servizio guarda ai casual.

Attendere ancora qualche mese, dare il via ad una beta gratuita - con pochi titoli selezionati -, accessibile su invito, avrebbe sicuramente permesso a Google di limare meglio la piattaforma e di farla conoscere ai più senza il forte peso dato dal dover pagare 129,99 euro per accedervi e 9,99 euro al mese per mantenerla attiva. Farsi trovare pronti per un lancio in grande stile nella primavera del 2020 ci avrebbe dato una percezione del tutto diversa della stessa cosa.

Il vero pubblico di Stadia, infatti, è costituito da tutti quei giocatori occasionali che scambierebbero volentieri la qualità grafica massima in favore di una piattaforma del tutto gratuita e che non gli richieda l'acquisto di hardware, ma solo dell'eventuale titolo a cui sono interessati. Per tutti gli altri non è ancora giunto il momento di passare al cloud, anche se il futuro va in quella direzione.

CONCLUSIONI

Insomma, tirando le somme di questo prime mese, posso dire che Google Stadia sia ancora paragonabile ad un cantiere aperto e in continua evoluzione. Giorno dopo giorno Google sta completando sempre di più quello che è stato lanciato come un servizio in palese fase di beta, nonostante sia stato presentato a tutti gli effetti come già pronto e aperto a tutti.

La bontà di Stadia potrà essere valutata solo nel lungo termine, quando il parco titoli sarà molto più vario e quando sarà disponibile il piano gratuito per accedere ai giochi in FullHD. È infatti questa la vera essenza di Stadia: la possibilità di eliminare tutti i costi aggiuntivi, concentrandosi solo sull'acquisto del gioco. L'abbonamento Pro deve essere visto come un qualcosa di più, un'aggiunta che permette agli utenti Stadia di trarre il massimo dalla propria libreria, magari anche solo per un limitato periodo di tempo.

Penso ad esempio al giocatore occasionale che, durante l'anno, può sfruttare saltuariamente i suoi giochi in FullHD - senza quindi avere costi mensili da sostenere - e poi decidere di passare alla versione Pro solo in concomitanza delle festività, o comunque quando ha un po' di tempo libero in più e vuole godersi al massimo i giochi acquistati.

È chiaro quindi che non è ancora possibile giudicare Stadia nel complesso, in assenza dell'opzione cardine attorno alla quale dovrebbe orbitare tutto il servizio. Sicuramente, ad oggi, non consigliamo a chiunque l'acquisto di Stadia Premiere Edition; i 130 euro richiesti sono un investimento che ha senso solo nel momento in cui si intende proseguire l'utilizzo della piattaforma. Tutti coloro che vogliono semplicemente provarla, potranno farlo più avanti accedendo al piano base (nella speranza che Google aggiunga qualche titolo free to play o delle demo che consentano di testare il tutto gratuitamente).

Apprezziamo però lo sforzo di Google di provare a spingere questo settore emergente: ora la speranza è che questo servizio non faccia la brutta fine che è spettata ad altri prodotti di Mountain View.

VIDEO


805

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stefano

Io non mi affiderei mai ad un servizio streaming per i videogiochi, sono media troppo longevi e poi il servizio potrebbe chiudere vanificando gli acquisti, poi se mi trasferissi in campagna o una zona sfigata sarebbero comunque soldi buttati, meglio avere il proprio hardware. Se mai sarebbe bello se stadia me lo potessi fare in casa utilizzando un megapc e giocarlo su rete lan su ogni dispositivo video utilizzando stadia solo in locale

Karellen

Sempre un flusso video ti arriva, come netflix. Che giochi ad un gioco della playstation 10 o a pacman a parità di risoluzione hanno lo stesso peso sulla banda.

an-cic

Da quello che vedo negli screen al 99% tu non avrai la ftth di openfiber. Il tuo comune ha una copertura fttc reale (o dichiarata come di prossima realizzazione dagli operatori privati) del 98.5%. La restante parte di case non coperte è inferiore al 5% quindi il progetto è sospeso. Se avessi lo screen completo potrei dirtelo con maggiore certezza. Sei della Lombardia per caso?

Dwarven Defender

Preferirei non dirlo: questo lo screen della copertura. andando a vedere sul sito OF si vede che il mio comune è assegnato a loro e che è ancora in stato di progettazione
https://uploads.disquscdn.c...
https://uploads.disquscdn.c...
grazie del supporto ;D

an-cic

Che comune è? (se ti va di dirlo)

Dwarven Defender

ovvero ?
la mia è una zona ad intervento pubblico quindi cosa dovrei evincere ?

an-cic

Stai mescolando intervento pubblico e investimenti privati degli operatori. Oltretutto le previsioni che vedi sul sito bul sono frutto di consultazioni che non avevano lo scopo di fotografare la situazione della fibra come invece credi tu

Dwarven Defender

se mi puoi spiegare e dare qualche chiarimento ben venga

an-cic

Stai facendo grande confusione

The Child

Lo sai che sei comunque una estrema minoranza

marco

Le nuove console usciranno dicembre 2020, la cosa importante quanto costeranno?

Nuanda

Non sembra da quello che hai scritto prima...

Teomondo Scrofalo

No era una notizia in prima pagina qui sul blog dove anche tu sprechi la tua esistenza... Cmq cerca di migliorare il tuo Italiano ho fatto una fatica enorme a leggerti.

Manolo

Sarà un floppone.. Soprattutto quando usciranno le nuove consolle..

boosook
boosook

No, non è possibile, nessuno sarebbe così pazzo da bufferizzare su disco uno stream video, tanto più che con il gaming non c'è neanche il tempo di farlo perché deve essere tutto in tempo reale. Probabile che sia come dico io... Eccessiva richiesta di RAM, il sistema operativo deve fare swap e se hai HD sei fritto.

Maximus

Capra ...ma pigliatela su per il chiul, ciste.

Vincenzo

dato che sei una CAPR3 e sicuramente non sai neanche cos'è google TE, questa è una METAFORA ahahahahahah poverino , dai così senza che mi rispondi con le tue STRONZAT3 , TORNA A STUDIARE VA .....una metafora AHAHAHAHAHAHA https://uploads.disquscdn.c...

Vincenzo

ahahahah IDIOT4 non sai neanche che sono le metafore ahahahah ma vai a cagar3 e poi con la tua stessa merd4 lavati la faccia

Maximus

Capra non capisci neanche le metafore...
Ma cosa caxxo dovresti dire a chi parla dei consumi , dove ci sono mille variabili.....dalle tue risposte si capisce che sei il classico idiot cagasotto da pianerottolo ...non urlo se no c'è il rischio che ti pisci adosso.

Vincenzo

ma da uno che risponde al primo commento in questo modo "adesso non appigliamoci a queste minkiate anche la tv consuma, e tante altre cose, prova a comprarti 10 giochi su stadia con quei soldi ti paghi le bollette per un anno" solo risposte IDIOT3 si possono avere….cosa caxxo c'entra che uno che ha il pc top di gamma non guarda i consumi?AHAHAHA dai su vai a fare la raccolta delle figurine che è meglio. ciao.

Maximus

Secondo te chi ha un pc top di gamma guarda i consumi..ma di cosa parli...un altro no sense

Dwarven Defender

sul sito del BUL viene mostrato l'avanzamento diviso per "per anno" della copertura (fra l'altro con la differenziazione tra NGA e NGA-VHCN). Il mio comune (similmente a 3 dei 4 comuni confinanti) viene mostrato allo 0% nel 2018 e al 98,0% nel 2019, con "spiccioli" in aumento nel 2020 e 2021. Ottimo sulla carta ma ad oggi non esiste neanche armadio di rete in nessuno di questi 3 comuni.
Consultando il sito del BUL (ma anche di OF) il mio comune risulta in un lotto aggiudicato da OF, sul sito di OF posso però vedere che il mio comune (e quelli confinanti) sono ancora in fase progettazione ancora al 02/12/19 pur risultando dal sito del BUL come già pressoché coperto al 2019 (considera che le imprese di esecuzione e progrettazione della FTTH non sono ancora note) ... dubito che il mio comune e quelli vicini siano delle eccezioni e quindi i dati sulla capillarità della copertura in fibra sono semplicemente falsi. Sicuramente è in aumento ma oggi i dati così positivi riportati sul sito del BUL non sono veritieri

Dwarven Defender

mi costringi davvero a mostrarti gli screenshot e dimostrare per l'ennesima volta che sei solo un povero fanboy sfigato e ottuso ?

The Child

ma dove l'hai visti sti numeri? ma vatti a curare

an-cic

c'è un bell'articolo di esperienza reale di altra testata... ha fatto un viaggio in treno da mantova a cosenza giocando in treno con stadia

an-cic

mi sa che il piano bul non l'hai ben capito

Adriano

Si esatto, ma una a normale non é che costi molto di più

Dwarven Defender

mi sa che questo non l'hai capito...
casomai c'è da chiedersi cosa succederà alle reti quando saranno molto più diffusi i servizi di streaming video e giochi: ai 20-40mbs di traffico generato dalle abitazioni per l'uso dello streaming video si aggiungeranno 30-50mbs per il gaming, che è un aumento importante nell'uso della rete per ogni abitazione...

Dwarven Defender

1) ci sono 44€ su Grid (ottobre 2019)!!!! altro che pochi €
2)Gli altri titoli caleranno vistosamente per le altre piattaforme mentre resteranno a prezzo di listino su Stadia...
3) 600€ per la console li pagano i fessi che credono di risparmiare con Stadia
4) per essere un po' più attendibile dovresti dare i riferimenti normativi circa il casino che hai fatto col tuo comune per la conquista della fibra ottica...

The Child

Parlando di giochi usciti negli ultimi 3 mesi e non da anni su console la differenza è pochi euro.
Parlano i fatti.

Poi per equiparare una spesa di 600€ per una console e di 800/1000€ per PC devi comprarti 60 giochi tripla A.
Alla faccia

Pavi

Altra riprova oggi , questa volta con la connessione di casa , velocità effettiva dai 30 ai 40 Mb , destiny 2 PERFETTO! sembra veramente magia , ci critica avrà modo di ricredersi provandola appena sarà aperta a tutti e free.

Dwarven Defender

li rivendono in tantissimi, e no, non valgono 3€ esattamente come non è 10€ la differenza tra copia fisica e Stadia...
Non devi andare a rivendere i giochi devi andare a farti prendere per il cxlo da Google con Stadia... quelli come te oltre non vanno...

Nuanda

Centra centra, tutte le prove che ho fatto sia su Stadia che su PsNow é uno delle discriminanto principali, il flusso video crea comunque dati che vanno gestiti in locale in lettura e scrittura ipotizzo...

boosook

Ho SSD, ma poi non capisco cosa c'entri l'hd, è un servizio in streaming... A meno che uno ovviamente non abbia 200 Tab di Chrome aperti e RAM insufficiente...

The Child

Chi cavolo rivende ancora i giochi?
A chi dovrei venderli?
Al game stop per 3 €?
Devo andare in giro a perdere tempo a vendere i giochi?
Veramente ancora sta cosa?

Nuanda

Conta tanto anche l'hard disk, ho notato che su harddisk a 5400 rpm tende a scatticchiare, su ssd va una spada...

boosook

No, intendo che aveva momenti in cui scattava, non è una questione di meno fps. Però ripeto, ho provato su linux e non su windows.

Nuanda

Non la raggiungi perché attualmente é cappato a 1080p 30fps.... anche se devo dire che pure sul browser é impressionante, io ci gioco sul Surface Go e vedere quella qualità grafica su uno schermo da 10 pollici fa il suo effetto

daniele

non avevo mai pensato al discorso consumi, possiamo fare tutti i conti che vogliamo, qualunque altra soluzione che non sia stadia, ha in più il costo del hardware che fa giare il gioco, che ha mio avviso è abbondantemente al di sopra dell'abbonamento a stadia. altro punto a favore delle soluzioni cloud.

boosook

Non cambia niente, e comunque la loro stima di 50 mega è decisamente esagerata, per il 4k 60fps ne bastano 30-35, ma puoi giocare anche con molto meno, io ho giocato con una linea da 11Mbps e andava bene, con poco lag e fluido, ovviamente non fai il 4k.

boosook

Personalmente, con il Chromecast ho prestazioni eccellenti, e non è vero che servono 50Mbps. Giocando con il browser è tutta un'altra storia, purtroppo confermo che la fluidità che si ottiene col Chromecast non si raggiunge su browser.

Dwarven Defender

Sei un fesso e basta: un gioco in copia fisica conserva un valore potendolo rivendere... capisci adesso ?

daniele

mi ritrovo pienamente con la tua esperienza... soddisfattissimo!!

daniele

Possessore di stadia da circa una settimana, soddisfatto al 100% il servizio fa egregiamente quello per qui l'ho acquistato, visti servizi paralleli di altri brand, stadia funziona e funziona bene, questa è l'unica cosa che conta, per tutto il resto serve solo tempo, sinceramente se la partenza è questa non voglio pensare tra 3/4 mesi, con un catalogo sempre più fornito, e titoli veramente ottimizzati per l'hardware sul quale girano, attualmente sono tutti buonissimi porting. pensare di avere un servizio che evolve nel tempo senza che noi facciamo nulla è fantastico.

hammyboy

ecco un altro che scrive senza sapere :) via il prossimo

hammyboy

Le partnership se altri ti fan guadagnare di piu' saltano molto facilmente...

hammyboy

è entrato in un mercato saturo? chi sarebbero i cometitor di stadia oggi? te lo dico io , praticamente nessuno.

hammyboy

Bella questa, me la segno. E scusa per curiosità, secondo te su cosa pensano e scrivono per l'hardware dedicato ai giochi in cloud?

hammyboy

Linee? faccio 150 mega col cellulare... fai te.

Recensione Pokémon Spada e Scudo: tra Terre Selvagge e gioco competitivo

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima