MusicLM, l’intelligenza artificiale di Google che crea musica da testo e immagini

30 Gennaio 2023 16

Google ha sviluppato MusicLM, un nuovo sistema che sfrutta l'intelligenza artificiale per generare musica ad alta fedeltà seguendo delle descrizioni testuali.

Stando a quanto riportato in un articolo pubblicato sulla piattaforma di ricerca arXiv, un utente può semplicemente richiedere la realizzazione di un "una melodia di violino rilassante sostenuta da un riff di chitarra" per ottenere suoni corrispondenti generati a 24 kHz. Secondo lo studio, MusicLM è in grado di superare tutti i sistemi precedenti sia in termini di qualità audio che di coerenza con le descrizioni del testo. Alcuni brani possono possono essere ascoltati nel link in fonte.

MusicLM è capace di realizzare melodie anche partendo da canzoni esistenti, da suoni fischiati e canticchiati, da immagini oltre a elaborare una serie di descrizioni scritte in sequenza per creare una sorta di "storia" melodica che può essere utilizzata, ad esempio, per una colonna sonora. Per imparare a generare melodie coerenti con le descrizioni e con una "complessità significativa", MusicLM è stato addestrato utilizzando circa 280.000 ore di musica.

Lo sviluppo di MusicLM da parte di Google arriva dopo la rapida ascesa di ChatGPT, lo strumento di elaborazione del linguaggio naturale alimentato da intelligenza artificiale sviluppato da OpenAI. Un sistema che, come prevedibile, sta generando anche critiche e preoccupazioni per i possibili scenari di utilizzo. Anche per questo motivo, MusicLM non è destinato a diventare "pubblico" nel breve periodo. I ricercatori, infatti, hanno riconosciuto il rischio di una potenziale appropriazione indebita dei contenuti generati sottolineando la necessità di un maggior lavoro futuro proprio per evitare questi problemi.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da Pskmegastore a 274 euro oppure da eBay a 330 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dark Helgast

E se non sai come funzionano le IA che generano immagino, è meglio che ti informi

Dark Helgast

Un conto è prendere ispirazione, un altro prendere, anzi rubare, letteralmente arte altrui

Bruno Boborosso Craighero

Mettila così, una volta li chiamavano semplici "algoritmi". In effetti fa meno impressione detto così, no?
Per esempio, quando scatti una foto col cellulare, questo va a correggere parametri su parametri, per ottenere una bella foto. L'effetto bokeh fino a qualche anno fa lo conoscevamo in 4 appassionati di fotografia, ora te lo può applicare anche un cellulare midrange, con una buona credibilità. C'è una funzione di ritocco immagini come la gomma magica di Samsung o Google per rimuovere oggetti, o c'era quella di Microsoft che se vedeva qualcuno con gli occhi chiusi in una foto di gruppo faceva un merge di più immagini per ottenere una foto con tutti con gli occhi aperti. E quelle già non sono più foto, sono elaborazioni digitali... Anche l'HDR.
Tutto sta nel come verrà utilizzata la cosa! Per esempio, se ci fosse una IA che genera immagini a cui puoi dire "Voglio tizio in quella posa, Caio col braccio alzato che indica in alto, su uno sfondo post-apocalittico del Colosseo", ma quanto potrebbe essere interessante e comodo per un disegnatore che cerca una immagine da cui prendere ispirazione? O anche, pensiamo alla musica: nei primi anni 00 era uscita la notizia che era stato creato un algoritmo in grado di riconoscere se una canzone era una potenziale hit o no, non so su che parametri... E a quanto pare ci prendeva un sacco. Voglio dire, questo non ha tolto lavoro o credibilità a Rick Rubin, credo! Pensa se si potesse usare per analizzare un brano e scoprire se magari c'è una sezione ritmica che stona o che sarebbe meglio accelerare o rallentare, per dire... Tutto lì, da quel che ricordo le AI (o IA che si voglia) che creano audio non sempre ci prendono, quello che hai sentito è uno dei risultati, probabilmente il più orecchiabile. Ecco, credo che usare questi strumenti creativi come supporto e miniera di idee non sia distante dal comprare un libro o un disco sconosciuti al mercatino delle pulci in cerca di ispirazione. Vedila così, è molto meno minacciosa. ;)

Bruno Boborosso Craighero

Sport? Voglio la lega di calcio robotica! Sesso? Signor Berlusconi, ma quanto è meglio un robot atto allo scopo che una nipote di Mubarak? Su!

BerlusconiFica

Meglio, possiamo dedicarci ad altro! Sport, sesso, fruizione dei prodotti delle macchine

Pablito

Più che altro, come scriveva un altro utente sotto ad altri articoli a tema AI (se eri te scusami, ma andavo di fretta e non notai la foto profilo ed il nome) stiamo creando AI per fare cose relative alla creatività invece di addestrarle e produrle per fare cose noiose e ripetitive e regalarci tempo libero da usare per creare "arte"
(uso le virgolette perché non voglio infilarmi in una discussione su cosa sia o meno arte)

Maurizio Mugelli

tu per imparare a disegnare o fare musica non hai mai visto un quadro o sentito musica alla radio?

camillo777

come si prova?

Slartibartfast

Se fosse stato soggetto a copyright ma l'avessero comprato legalmente, che problema ci sarebbe?

T. P.

non malaccio pur non essendo proprio il mio genere...
o forse proprio per quello!!!

Surak 2.05

Peggio della roba che gira adesso, non farà

ADM90

Io aspetto il software per creare immagini tramite la IA di Google

Ken

Milli Vanilli spostatevi proprio :D :D :D

momentarybliss

Anche qui per addestrare l'IA che materiale è stato utilizzato, coperto da copyright o libero?

Giorgio

Stiamo diventando inutili e siamo proprio noi a farlo, il genere umano è fantastico :D

EL TUEPO

Un mondo sempre più finto

Android

Nokia G22 vs Fairphone 4: smartphone sostenibili e riparabili con tante differenze

Tecnologia

Bing Image Creator: ora basta chiedere per generare un'immagine qualsiasi

HDMotori.it

Recensione 70Mai Omni: la Dash Cam a 360° con ADAS ci è piaciuta! | Video

Articolo

Paramount+, tutti i film e le serie TV in arrivo ad aprile 2023