Google: no licenziamenti ma la produttività deve aumentare. Il "patto" con i lavoratori

01 Agosto 2022 142

Google, si cambia. Sarà probabilmente stato il trimestre non del tutto entusiasmante della Casa Madre ad aver accelerato il processo, fatto sta che in azienda si vuole dare un nuovo impulso alla produttività del personale. In altre parole, maggiore efficienza richiesta ai dipendenti in cambio del mantenimento dell'attuale forza lavoro, senza dunque licenziamenti. E non poteva nemmeno mancare il nome "da marketing" dell'operazione: Simplicity Sprint.

É la CNBC a riferire della comunicazione da parte del CEO Sundar Pichai agli oltre 170 mila dipendenti (a tempo pieno) con cui viene annunciata la nuova strategia che si dovrà seguire in questo difficile periodo di incertezza. La produttività di Google non è dove dovrebbe essere, viene detto, e l'intenzione è quella di incrementarla aumentando efficienza e concentrazione. Tutto questo senza il bisogno di ridurre la forza lavoro.

IL FUTURO NON GARANTISCE NULLA

Sundar Pichai è CEO di Google ed Alphabet

"È chiaro che ci troviamo davanti ad un contesto macroeconomico impegnativo con grande incertezza davanti a noi", spiega Pichai facendo seguito al comunicato inviato ai lavoratori a metà del mese scorso. "Dobbiamo ridurre al minimo le distrazioni e creare una cultura più incentrata sulla missione, sui nostri prodotti e sul cliente". E continua: "Mi piacerebbe ricevere il tuo aiuto", lavorando "con più fame". Simplicity Sprint è attivo fino al 15 agosto e vuole aiutare l'azienda a perseguire questo obiettivo: è una sorta di incubatore di idee/sondaggio per uno sviluppo più rapido del prodotto, una soluzione mirata e a breve termine.

La filosofia di Google è dunque ora "di più e prima", in sintesi. Con Semplicity Sprint vengono rivolte domande ai dipendenti su come ritengono si possa ottimizzare il flusso di lavoro (come migliorare l'efficienza del proprio lavoro? Come eliminare gli sprechi?). Questo senza licenziamenti, almeno per il momento:

Anche se non possiamo essere sicuri dell'economia in futuro, al momento non stiamo cercando di ridurre la forza lavoro complessiva di Google,

ha affermato Fiona Cicconi, Chief People Officer di Google. Il 2022, paradossalmente, è ad oggi l'anno in cui Alphabet ha assunto più persone: nel Q2, ad esempio, l'organico è cresciuto del 21%.

Credits immagine d'apertura: FT.com


142

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Youngstown

In momenti come questo ringrazio di essere dipendente pubblico

Alex

Saranno tutti in smartworking?

Rick Deckard®

A me sembra semplicemente che stia cercando di rassicurare i dipendenti, visto che altre società pari dimensioni stanno lìcenziando

buona_questa_cadrega

https://uploads.disquscdn.c...

Chi non conosce questo "film" si è perso una perla incredibile.

AS

Quando tutti si renderanno conto che il "posto fisso" all'italiana non esiste più e nel mondo NON FREGA A NESSUNO di mantenere un altro essere vivente che non fa niente, non produce o semplicemente non ha più nulla da fare (non è detto per sua colpa, sia chiaro, ma sempre nulla da fare ha)... sarà troppo tardi.

Non mi pare che in natura il leone si svegli la mattina con una gazzella vicino alla zampa solo perché nel mondo esistono gazzelle.
Nulla è dovuto, a NESSUNO. E' un semplice concetto che dovrebbero insegnare dal primo giorno di scuola.

Apro una pizzeria, vendo per 10 anni 200 pizze al giorno e ci sto dentro, nessuno vuole più la pizza oppure faccio marketing sbagliato e dopo 10 anni ne vendo 30 al giorno. I miei dipendenti magari nemmeno mi aiutano a tornare a venderne 200 al giorno. Mi dovrei vendere la casa, gli asset accumulati nel tempo con fatica, ingegno e sacrifici, per MANTENERE altri esseri viventi finché IO non sono spremuto fino all'ultimo centesimo? Da brividi.

Il sistema pensionistico sta per esplodere.
Il RDC non ne parlo nemmeno, ma di certo sottrae risorse.
Chi ha veramente problemi e non è abile a lavorare magari non riceve le cure ed il supporto che uno Stato dovrebbe erogare ai suoi cittadini deboli (non svogliati, ottusi o peggio).

Francesco Renato

Dico semplicemente che i dipendenti pubblici in Italia sono 3,4 milioni su 60 milioni di abitanti pari al 5,6 della popolazione mentre in USA sono 22 milioni su 330 mln pari al 6,8%, la percentuale americana è superiore per il semplice motivo che da noi sono spacciati per dipendenti privati i dipendenti delle aziende autonome comunali, provinciali e regionali e i dipendenti di S.p.A, come poste e ferrovie, che in realtà sono dipendenti pubblici perché il tesoro detiene le relative azioni, bisogna inoltre considerare che in USA tutte le donne lavorano con la conseguenza che il fabbisogno di servizi pubblici come gli asili nido è molto elevato, così come avviene da noi al Nord che proprio per questo motivo ha una dotazione di asili nido nettamente superiore rispetto al sud. Insomma quando si leggono le statistiche bisogna tener conto di Trilussa!

Olianza <3

Puhahahha ma quale produttività. Ma cosa vorrebbero fare questi che hanno soltanto servizi CLONI di altri servizi e inoltre propongono servizi sinceramente nella media (e a volte anche al di sotto della media) oltre al fatto che sono completamente dipendenti dalla pubblicità e dal marketing. Ma dove vogliono andare...

Condiloma Peperlizia

Capitalismo, così funziona. La colpa? Ovviamente della gente che defeca prole come se non ci fosse un domani e poi si fa schiavizzare per mantenerla.

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Non so dove vivi tu, ma io non mi sono mai trovato nella situazione di lavorare sempre meno, se non quando sono passato da metalmeccanico a commesso in un negozio e poi impiegato. Ma il meno era solo inteso come fatica fisica, perchè le ero e i carichi non sono mai diminuiti.
Comunque, mi riferivo a chi ha, che vuole sempre di più.

comatrix

Infatti la cosa dev'essere un tutt'uno, è in Italia che le cose sono sempre travisate.
Io ho lavorato in diversi paesi prima di rientrare, credimi che c'è anche peggio dell'Italia

ROOT

In realtà esso è soltanto un progetto per rendere l'Europa succube degli USA, con voi italiani che non volete nient'altro che gli Eurobond!

Questa è la sacrosanta verità.

Vabbè, non condivido una parola, non credo serva proseguire la discussione. Vedo l’UE come tutt’altro, sia a livello politico sia a livello sociale.

Alessandro M.

Ma guardi che io non condivido assolutamente la Le Pen, essendo un socialdemocratico svedese.

Però il programma sociale, uguale a quello di Melenchon - e che un tempo si diceva di volerlo attuare pure da parte di tanti partiti qui in Italia, salvo poi diventare tutti liberisti - era davvero molto interessante e NESSUNO ne ha parlato, perferendo al solito nel buttarla in caciara.

E fortuna che il progetto UE doveva servire a rendere più forte e indipendente l'Europa!

In realtà esso è soltanto un progetto per rendere l'Europa succube degli USA, con voi italiani che non volete nient'altro che gli Eurobond!

Questa è la sacrosanta verità.

E infatti io avevo detto IN PROPORZIONE!

Italia = 2.5 milioni su 23 milioni di lavoratori e 60 mln di abitanti;
Francia = 5 mln su 29 mln di lavoratori e 65 mln di abitanti;
USA = 22 mln su 159 mln di lavoratori e 330 mln di abitanti;

(Si fa cortesemente notare che la Germania ha tutto il personale sanitario contrattualizzato a livello privato, pertanto non compare e il dato dei dipendenti statali, quindi, non è omologato)

Dica Lei...

Davide

Lo sviluppatore è l'operaio del 21° secolo. Se vuoi guadagnare di più devi differenziarti da un lavoro che ormai fanno "tutti", con o senza competenze specifiche

Davide

Il futuro è questo: fare le cose di adesso ma in maniera più efficiente.
L'Italia è posizionata malissimo in questo contesto

Francesco Renato

Ma che azzo dici, conta la percentuale non il valore assoluto.

GeneralZod

Mi hai frainteso. Checchè se ne dica, queste sono aziende e sono basate sul profitto. Fanno bilanci e ragionano proprio come ho spiegato semplicisticamente. Personalmente non mi trovi d'accordo su questa "great resignation" che basa il benessere sul divano. Per carità, è una scelta sacrosanta dell'individuo. Ma non dimentichiamo da dove veniamo. I nostri antenati se non coltivavano la terra ed il bestiame, non mangiavano. E spesso dovevano pure dare parte del loro raccolto ai signorotti locali. Per me non c'è nulla di più immorale di pretendere qualcosa senza dare nulla in cambio. I parassiti fanno così. E quando ce ne sbarazziamo in genere stiamo tutti meglio.

Tommers0050

Veramente da 80 anni a questa parte è sempre stato un lavorare meno e meno ancora, ora si è toccato quel punto dove lavorare meno di così vuol dire distruggere l'economia quindi si ritornerà a lavorare di piu con condizioni peggiori

Anselmo

La produttività del lavoro è data dal rapporto tra valore aggiunto e ore lavorate. Aumentare la produttività non significa lavorare di più ma lavorare meglio.
Es uomo con camion è più produttivo di uomo con carretto.

Aster

basta chiamarlo con il vecchio nome:)

ROOT

Il fatto è che ne puoi parlare quanto vuoi, ma non tutti dobbiamo condividerle. E meno male direi che infatti ha vinto l’Europa e il progetto UE.

Però oh, giustamente ognuno ha le proprie idee politiche e vota chi di dovere.

Zeronegativo

fdp non è comprensibile ovunque

Io guardo ai programmi REALI, non alle frescacce che si narrano.

Melenchon e la Le Pen avevano un serio programma di rilancio sociale ed economico... NESSUNO ne parlò su Twitter (tranne me).

Le idee della Le Pen e di Melenchon non sono né più né meno di quelle del normale gollismo pre-2000.

Oggi sembra tutto così scandaloso, boh...

tulipanonero1990

Eh a quella cifra, salvo essere alle prime esperienze, ci si svende, praticamente.

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Ma c’è veramente qualcuno che crede a tutte queste fesserie?
Di più, sempre di più, non è mai abbastanza, sempre di più…
Fanno tutti abbastanza schifo.

comatrix

Beh è altrettanto vero che i dipendenti italiani se possono sfruttano al massimo l'azienda per i fatti loro cercando di fare i meno possibile (io avrei un'idea su come mettere a posto le due cose, due piccioni con una fava, ma se lo dico mi linciano gli imprenditori ma soprattutto i lavoratori)

comatrix

Rammenti cosa dissi che a partire dal 2015 son cambiate, che prima erano azienda -> utenza e da quella data solamente azienda? Bene, eccallà (ed ancora una volta...)

Il corpo di Cristo in CH2O

per quello che vedo io, gli "esperti" in AI (che poi tanto esperti non lo sono) e gli esperti in cybersecurity (che ogni offerta di lavoro ce li ficca dentro) alla fine vanno a fare il medesimo lavoro. si, si la domanda c'è, c'è domanda di programmatori tali che quelli usciti da una scuola professionale sarebbero i più adatti.

Il corpo di Cristo in CH2O

no, non è quello, è che mancano i lavori "decenti". puoi benissimo cambiare lavoro come mutande ma tanto sempre lì rimani (e sempre con quello stipendio), io lavoro come elettronico (sulla carta) ma ho visto il caso eclatante della richiesta di assunzione di uno che era più qualificato di me (non nello stesso campo però) per poi fargli montare sistemi automatici per bracci di trattori. ma è uno scherzo?. tanto è vero che il primo che comincia a parlare nei colloqui sono sempre io e chiedo "cosa c'è da fare?", voglio capire se gli servono le mie competenze, altrimenti non è giustificato che mi paghino e difatti in quella condizione non pagano proprio! è questo il problema di fondo. quello là lo hanno assunto a 1600 1700€ al mese, io per quella cifra li mando a fa...lo!

gianluca campostini

Intendeva tasse ridicole perchè evadono

pollopopo
wcanarro

Da che mondo e' mondo la produttivita' la fa l'azienda migliorando i processi non il dipendente...licenziamenti in arrivo se l'inflazione e il dollaro non calano.

Hockey
Stefano Bortoletto

E con questo commento dimostri di essere “malato” anche tu, fintanto che l’umanità penserà solo ad aumentare profitti e fare soldi saremo sempre una specie arretrata, il fine primario dovrebbe essere il benessere di tutti non fare soldi creando malessere a milioni di persone, il mio è un discorso che va oltre Google, vale per tutti

Aster

E più figo chiamarlo cpo,bene.

Harry
GeneralZod

Fa miliardi ma ne potrebbe fare ancor di più rimuovendo i costi, ovvero tagliando i rami secchi.

GeneralZod

Questa è un'altra chiave di lettura. La verità potrebbe essere nel mezzo.

Andrearocca

Con quello che guadagna google possono mantenere tranquillamente tutti i dipendenti anche con anni di recessione

ROOT

Luca scusami ma mi citi la Le Pen? Quella che voleva tirar fuori la Francia dall’UE? Quella che voleva abbandonare completamente la NATO? Quella che crede nella superiorità morale e fisica dei francesi verso il resto del continente? Sei serio?

Poi i progetti finanziati dal pubblico non hanno mai funzionato, vedere prima di Qwant il disastro che è stato fatto con Quaero, finanziato dall’asse franco tedesco e dalla Banca Centrale Europea. Quanti miliardi erano stati persi? E non mi dire che era un prodotto non importante o non rilevante perché si parlava di sicurezza e sovranità per l’UE.

Purtroppo Silicon Valley non si può creare ad hoc, ci sono delle regole e vale il libero mercato. Poi anche la Commissione UE ha incentivato lo sviluppo e creazione chip in suolo europeo, le cose si possono fare e vanno fatte ma sempre rispettando le regole di base. Adesso loro sono i migliori, c’è poco da fare.

Melenchon e la Le Pen hanno proposto alle presidenziali di creare delle grandi aziende informatiche europee... e Macron ha riso in faccia a loro, perché dice che sarebbe un "aiuto" o "azienda di Stato" e sarebbe sleale nei confronti delle aziende hi-tech statunitensi che si basano solo sul privato.

Quindi, finché ci si continua a far del male da soli... per fortuna che in Asia la pensino diversamente (vedere le grandi holding simil-IRI che hanno lì: la Samsung coreana, la Mitsubishi giapponese, la Tencent cinese, etc.).

Ma se abbiamo meno dipendenti pubblici in proporzione a ogni altro paese europeo!

Persino gli USA, con i loro oltre 22 milioni di dipendenti statali, ci superano alla grande!

Vabbeh, ora ci mette di mezzo pure il sud... 'bonanotte.

ROOT

Peccato che fino alla fine degli anni '80 gli statunitensi a livello tecnologico non fossero così dominanti...

Ora le cose sono cambiate e loro sono i più bravi. Le facoltà di informatica della Ivy League sono una spanna sopra a tutti. Secondi i cinesi con prospettive di crescita assurde. Di che parliamo?

Diabolik82!

grattare la pancia non credo proprio...in google, come in tutte le realtà USA del settore, si lavora senza sosta e con pochissimi giorni di ferie e straordinari sicuramente non retribuiti. Fare di più e più velocemente è una frase fatta, che si dice per poi poter avere la scusa in futuro per licenziare e dire "eh io l'avevo detto che bisognava fare di più e più velocemente, voi non l'avete fatto, quindi i licenziamenti ora sono giustificati".

Francesco Renato

Purtroppo non è un luogo comune, è la conseguenza dell'alta percentuale di disoccupazione che costringe gli enti pubblici ad assumere più personale del necessario in posti oltretutto amministrativi, quindi burocrazia parassitaria. Certo il fenomeno è diffuso al sud, mentre al nord il personale manca perché i pubblici dipendenti, appena assunti, chiedono subito il trasferimento al sud.

lorenzo68

Paese che vai, usanza che trovi.

Diabolik82!

infatti è evidente che è solo un preparare il terreno per i licenziamenti di massa che faranno. Tempo sei mesi il CEO tornerà a parlare dicendo che questo fare di più e più velocemente dei dipendenti non sta dando i risultati attesi e quindi, adios a x mila persone...

Certo, facendo fallire tutte quelle estere (o avendo delle autentiche botte di c***) a inizio anni '90... siam tutti bravi.

Peccato che fino alla fine degli anni '80 gli statunitensi a livello tecnologico non fossero così dominanti...

gli americani già lavorano al massimo, non sono mica dipendenti pubblici italiani

Et voilà, ecco due luoghi comuni al prezzo di uno!

Ma cose da pazzi...

Tecnologia

Libero e Virgilio giorni di fuoco, davvero gli S23 non sono già ufficiali? | HDrewind 50

Articolo

Prime Video, tutte le novità in arrivo a febbraio 2023

Sicurezza

Oggi è il Data Privacy Day: cos'è, rischi e numeri dell'era moderna e cosa fare

Tecnologia

Recensione Ecovacs Deebot X1e OMNI: tanto potenziale ma occhio al prezzo!