Big tech contro le leggi antitrust USA: Tim Cook chiama Nancy Pelosi

23 Giugno 2021 112

Il CEO di Apple Tim Cook avrebbe chiamato personalmente Nancy Pelosi, portavoce degli Stati Uniti, e altri membri del Congresso, per chiedere un rinvio nell'esame delle nuove proposte di legislazione antitrust che puntano ad annullare il dominio sul mercato da parte di Apple, Amazon, Facebook, Google e altre grandi aziende tecnologiche. Ovviamente, queste società sono ampiamente contrarie alle nuove leggi e hanno iniziato a svolgere le loro campagne di lobbying per contrastarle.

Secondo quanto riportato dal New York Times, Cook avrebbe definito "affrettati" questi disegni di legge che, qualora fossero approvati, "danneggerebbero i consumatori interrompendo il servizi su cui sono basati gli iPhone". Di contro, la Pelosi avrebbe chiesto a Cook di "identificare obiezioni politiche specifiche a queste misure" ed avrebbe anche negato un possibile slittamento dell'esame.

Anche Mark Isakowitz, secondo la CNBC, si è espresso a sfavore di queste leggi che "richiederebbero a [Google] di limitare i [suoi] servizi impedendo di offrire importanti funzionalità utilizzate da centinaia di milioni di americani oltre che sollevare seri problemi di privacy e sicurezza". Un portavoce di Facebook, Christopher Sgro, ha affermato che le leggi antitrust "dovrebbero promuovere la concorrenza e proteggere i consumatori, non punire le aziende americane di successo".

COSA STA ACCADENDO

Contestualizzando quanto sta accadendo, i legislatori della Camera degli Stati Uniti hanno presentato nelle scorse settimane un'ampia legislazione antitrust bipartisan sotto forma di diversi progetti di legge che prendono di mira le grandi società tecnologiche e il loro potere in vari settori, dalla comunicazione al commercio on line. Questi disegni di legge sono anche frutto di un'indagine dell'antitrust, definita "l'indagine del secolo", durata 16 mesi e terminata lo scorso ottobre.

Se approvate, queste leggi modificherebbero le regole sulla concorrenza, divenute ormai obsolete, portando cambiamenti significativi nel settore tecnologico.

I DISEGNI DI LEGGE
  • L'Ending Platform Monopolies Act renderebbe illegale per una piattaforma con oltre 50 milioni di utenti attivi mensili e una capitalizzazione di mercato di oltre 600 miliardi di dollari di possedere o gestire un'attività che presenta un conflitto di interessi. In pratica, Amazon non potrebbe vendere prodotti con un suo brand.
  • L'American Choice and Innovation Online Act vieterebbe invece comportamenti discriminatori ad una piattaforma. Ad esempio, impedendo che vengano abilitate impostazioni predefinite che riconducano gli utenti verso i servizi interni del fornitore della piattaforma. Gli utenti, secondo il disegno di legge, devono avere uguali possibilità di scelta e non devono esserci ostacoli alla rimozione dei servizi non desiderati e all’accesso a quelli preferiti.
  • Il Platform Competition and Opportunity Act punta a regolamentare il modo in cui le piattaforme dominanti cercano di effettuare acquisizioni di altre società. In pratica, queste dovrebbero dimostrare che le loro acquisizioni sono legali piuttosto che debba essere il governo a dover dimostrare che possano essere anticoncorrenziali.
  • L'Augmenting Compatibility and Competition by Enabling Service Switching (ACCESS) Act richiederebbe alle piattaforme dominanti di aderire a uno standard per la portabilità e l'interoperabilità dei dati, rendendo più facile per i consumatori portare i propri dati su altre piattaforme.
  • Il Merger Filing Fee Modernization Act, infine, aumenterebbe le commissioni che le aziende devono pagare per fornire consulenza alla Federal Trade Commission e alla divisione antitrust del Dipartimento di giustizia per le grandi fusioni.

La Commissione Giustizia della Camera dovrebbe rivedere i cinque progetti di legge in un'audizione che si terrà nelle prossime ore.


112

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessio

Nemmeno io, ho solo ripreso il virgolettato della dichiarazione riportata

E.C.

La politica americana si sta rendendo conto che grande va bene, troppo grande no, rischiano di farsi sostiutire da una impresa e questo non va bene, siamo d'accordo.
Questi sono disegni di legge degni di essere chiamati tali e se si trasformano in legge, beh, sono dolori veri. E pure la capitalizzazione non ne sarà immune, anzi. Mi chiedo cosa possa impedire ad Apple e compagnia di trasferire la sede legale in altro paese. Honk Kong, Irlanda, che pur essendo in Europa, si fanno proprio i fatti loro, fino a quando potranno o altro paese "amico". Sarebbe uno smacchio troppo grosso ma a mali estremi...

Roy Rogers
LetTax

E quindi? Questo indica solo che vendono bene i loro prodotti che a quanto pare valgono, altrimenti nessuno li comprerebbe.

SmallSize

Guarda i market share in usa

Andrej Peribar

Errore mio. avevo letto compreranno.

ErCipolla

Si, è quello che ho scritto: "[...] te lo copieranno subito"

Giangiacomo

Invaderli obiettivamente no. Però sarebbe ora che la finissimo con tutti questi favoritismi.

Sul fatto che Linkedin si usato per propaganda sono d'accordissimo! ;)

Il corpo di Cristo in CH2O

c'è anche da dire che se non la assorbono la ostacolano. e spesso non è possibile fare nulla. per esempio, supponiamo che per produrre nicotina per il prodotto geniale che hai proposto servano degli investimenti in stabilimenti chimici, io potrei negarti l'accesso ai miei stabilimenti nonostante come azienda venda anche cerotti alla nicotina. il produttore di preservativi che fa? deve indebitarsi con un qualche ente di credito per aprire la propria azienda, ma magari l'ente di credito non concede il finanziamento perchè nel frattempo "i big del tabacco hanno dichiarato di stare lavorando ad un prodotto analogo che arriverà sul mercato a breve". mi sembra che la cosa non funzioni molto bene.

oltretutto uno potrebbe rispondere che esistono i brevetti, si, certo, ma innanzitutto i brevetti possono non sfruttarli e bisogna scendere a patti o aspettare che scadano e questo vuol dire rallentare lo sviluppo, in secondo luogo sono sempre all'ordine del giorno casi come quelli del tempo dell'invenzione della televisione dove anche a fronte del brevetto alla fine si è risolta con una sconfitta per la piccola startup.

Antares

Non sono aggiornatissimo, quindi potrei cambiare opinione, ma attualmente sono perfettamente d’accordo con i disegni di legge… credo che mazz e l’anello fann i figl bell

AnalyticalFilm

E dai che si scherza...

comatrix

Dove avrei mai detto che sei un Fanboy, ma sotto certi aspetti sei viscerale...
Dovresti allargare un pochetto più la visuale, tutto qua.

P.S. Poi tu sei un agnellno in confronto a certi soggetti

AnalyticalFilm

Quelli mi sa che non li avrai mai.

Andrej Peribar

Nooo... io voglio gli storici.

Andrej Peribar

Il fatto è semplice.

Queste leggi che propongono servono per rivitalizzare il mercato dell'innovazione tecnologica del futuro.
Mercato dell'innovazione Americana, non mondiale.

L’America avrà tutti i difetti di questo mondo ma sul trust non scherzano.

Chiunque crede il contrario o comprende poco di trust o semplicemente difende una delle aziende attaccate.

AnalyticalFilm

A detta di Esposito e Comatrix io sono fanboy, quindi dovrei contare.

comatrix

Android uguale, anche se in Apple la cosa è più viscerale...
Rammenta sempre i miei discorsi circa indottrinamento e sudditanza, non scherzo...

Andrej Peribar

Secondo me solo con i tesori del vaticano ripagheremmo il debito pubblico.

Invadiamoli!

comatrix

E non è cosa dico da anni, che sino al 2015 erano azienda -> utenza (e le stimavo), da li in poi quasi esclusivamente azienda.
Dev'essere un connubio, non solo in una direzione...

Andrej Peribar

Ancora non ho visto unirsi i fanboy Apple però

:P

comatrix

Ahahah che paradosso ^^
Sai che non so cosa potrebbe essere meglio? Credo il governo ma non come quello cinese però, di sicuro non le aziende che nella maggior parte pensano solamente a loro stessi.

P.S. Fino al 2015 le stimavo, perché erano azienda -> utenza, da quel 2015 quasi esclusivamente azienda

Andrej Peribar

non te lo comprano più... te lo copiano e poi ti chiudono le API.

Cosa che succede di recente

Io sono un big che vende sigarette e tu vendi una starup che vende preservativi, in teoria possiamo coesistere. Se però ti viene la brillante idea di vendere preservativi alla nicotina per le fumatrici allora ti compro eliminando la possibile concorrenza.
In pratica quello che fanno costantemente google, facebook e altri monopolisti assorbendo concorrenza molesta.

Andrej Peribar

A parte che queste leggi sembrano comprensibilissime.

Detto questo, se veramente fossi addentro al concetto di trust, capiresti che è proprio adesso che devono scassare tutto per permettere nuova innovazione.

Giangiacomo

"qualcosa che funziona" ... funziona PER CHI ? Di certo non per gli utenti o per chi prova ad addentrarsi in questo mercato (monopolizzato dai big 4).

Strefano Bianchi

CVD

Darkat
ErCipolla

Eh, ma tutte le aziende che hai citato sono state pioniere in settori diversi (ricerca, comunicazione, vendita al dettaglio, accoglienza, ecc.), quindi non erano in diretta concorrenza. Inoltre erano anni ancora "sperimentali" in cui il mercato non era sovrasaturo com'è adesso.

La situazione al giorno d'oggi è completamente diversa, qualsiasi servizio che ti venga in mente tipicamente ci sono già minimo 5 società che già lo offrono, e se non ci sono e veramente hai per le mani qualcosa di nuovo le "big" te lo copieranno subito, e sarà anche migliore grazie all'economia di scala favorevole e alla migliore integrazione che avrà con i loro servizi esistenti.

Giangiacomo

Si perché probabilmente la legge veniva impugnata nella maniera sbagliata e quindi non funzionava correttamente ;D

Darkat

Si sono nate tante società, che poi sono state acquisite dalle solite più grandi o sono state costrette al fallimento da concorrenza poco leale per poi essere smembrate e comprate sempre dagli stessi.

Zimidibidubilu

Si funziona, funziona benissimo per le big tech.

Darkat
ErCipolla

Secondo me lui (o meglio: MS) sono quelli che avranno meno mal di pancia alla fine della fiera.

Sono fuori dal mondo mobile
Sono fuori dal famigerato discorso del "30%" sugli store
Sono quasi del tutto assenti sul fronte social/news (hanno LinkedIn, che però non è generalista e usato per la propaganda tanto quanto FB & co.)
Non sono nel business dalla vendita al dettaglio tipo Amazon

Probabilmente usciranno abbastanza indenni.

Klaus Heisler

"L'American Choice and Innovation Online Act vieterebbe invece comportamenti discriminatori ad una piattaforma. Ad esempio, impedendo che vengano abilitate impostazioni predefinite che riconducano gli utenti verso i servizi interni del fornitore della piattaforma. Gli utenti, secondo il disegno di legge, devono avere uguali possibilità di scelta e non devono esserci ostacoli alla rimozione dei servizi non desiderati e all’accesso a quelli preferiti."

questo vuol dire obbligare lo sviluppo di metodi di accesso ai servizi anche per una piattaforma concorrente? altrimenti la vedo dura a cambiare la situazione. esempio classico le app google su smartphone windows ai tempi, e motivo principale per cui non possono nascere rivali ad android / apple in futuro visto che sarebbero senza servizi.

Ma infatti i fanboy sono l'ultima ruota del carro, creano folclore ma in alto si pensa solo a tutelare i propri interessi.

Sandro

Ero ora, certo poi bisogna vedere come saranno applicate queste norme.

adimo

Sicuramente il sistema e' lontano dall'essere perfetto, ma devono stare attenti a non scassare qualcosa che funziona perche' la concorrenza della Cina sara' sempre piu' forte anche nel settore IT.

AnalyticalFilm

Magari, bastasse quello...

Io aspetto da anni il crollo della Silicon Valley così che noi Europei possiamo infilarci nel mercato e iniziare a comandare.

adimo

Ma ce ne sono tantissime altre. In America ogni anno e' un fiorire di startup, molte chiudono, ma tante crescono si quotano in borsa, pagano bene i dipendenti. Un ecosistema come questo in Italia non esiste.

AnalyticalFilm

Sinceramente è bello vedere i fanboy di tutto il mondo uniti dallo stesso odio verso il turbocapitalismo senza regole.

Ti fa quasi dimenticare anni di faide iPhone vs Galaxy

ErCipolla

E perché mai dovremmo rinunciare a beni/servizi utili (ormai praticamente indispensabili) quando è molto più sensato e meno invasivo regolamentarli?

Quelle che hai citato sono tutte nate per motivi diversi, è solo ingrandendosi che hanno iniziato ad occuparsi di altro , vedi facebook che acquista whatsapp.

Semplice: basta aggiungere "tranne per apple".

Se le aziende dominanti rosicano tutte insieme vuol dire che c'è qualcosa di buono in queste leggi.

Andrej Peribar

Scrivi anche tu alla pelosi, forse la convinci.

ghost

Adesso ci pensa cook a riscrivere la legge nella maniera giusta e democratica

AnalyticalFilm

Il vero problema è che la classe politica non ha la minima comprensione del mondo tecnologico.

Se ce l'avesse, non saremmo arrivati a questa situazione. Mettere pezze dopo è molto più difficile che prevenire.

adimo

Quello che mi lascia perplesso e' il fatto che negli Usa negli ultimi 30 anni sono nate tante societa' nel settore IT. Da Google a Facebook, Whatsapp, Aribnb, Stripe, Amazon ecc...sono veramente tante e se ci fosse stato un vero abuso/monopolio queste aziende non sarebbero mai nate.

comatrix

Madoooooooo da quanto lo dico

https://uploads.disquscdn.c...

Lavorare con iPad Pro M1 12.9: cosa si può fare davvero (e con quali compromessi)

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Abbiamo provato iOS 15: prime impressioni d'uso sulle principali novità

Abbiamo provato iPadOS 15: le novità che Apple non ci ha svelato