Woolaroo è l'iniziativa di Google per preservare le lingue a rischio di estinzione

06 Maggio 2021 3

Woolaroo è un nuovo esperimento open-source di Google Arts & Culture per esplorare, tramandare e salvaguardare le lingue a rischio di estinzione: grazie alle tecnologie di machine learning e cloud vision, all'utente basta inquadrare un oggetto per sapere come si chiama - e come si pronuncia - nelle lingue indigene attualmente supportate.

Ancora più cruciale è la possibilità, attraverso comandi semplici e intuitivi, di aggiungere e modificare parole e pronunce: così le comunità locali possono contribuire in prima persona a costruire ed espandere il loro vocabolario digitale. È anche un prezioso strumento di apprendimento, perché tutte le lingue supportate possono essere tradotte in inglese, francese o spagnolo.

Woolaroo, dicevamo, fa parte di Google Arts & Culture, app che si può scaricare gratuitamente su App e Play Store. Si può consultare anche sul sito Web ufficiale. Al momento supporta le seguenti lingue:

  • Yugambeh, lingua aborigena parlata nel Queensland e nel Nuovo Galles del Sud, in Australia.
  • Berbero, lingua dell'omonima popolazione autoctona del Nord Africa.
  • Creolo della Louisiana.
  • Greco-calabro, parlato in alcune zone della Calabria e della Puglia, in quella che è chiamata la Grecìa Salentina.
  • Māori, lingua parlata dagli indigeni della Nuova Zelanda.
  • Nawat, lingua parlata prevalentemente nello stato dell'America Centrale El Salvador e derivato dall'azteco.
  • Siciliano.
  • Yang Zhuang, lingua parlata in certe regioni della Cina.
  • Rapanui, la lingua delle popolazioni autoctone dell'Isola di Pasqua.
  • Yiddish, la lingua degli ebrei dell'Europa Centrale e Orientale.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mttm
EL TUEPO

Ma
Ma
Il Griko è solo della Grecía salentina...

fabrynet

Bellissima iniziativa, preservare le lingue, la diversità e le identità locali è di fondamentale importanza.
Il discorso si potrebbe estendere nel preservare la biodiversità, la vera ricchezza del nostro Pianeta.

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Recensione OnePlus Nord CE 5G, io ve lo consiglio!

Motorola Ready For, la modalità desktop che aspettavamo

Redmi Note 10 Pro trasformato in un Pixel | Guida e video