Android 12 ufficiale: disponibile la prima Developer Preview | Download

18 Febbraio 2021 131

E mentre il mondo sta guardando verso Marte, Google decide di scegliere il momento "perfetto" per lanciare Android 12, la nuova distribuzione del robottino verde che verrà rilasciata in versione definitiva intorno alla fine dell'estate 2021. Sebbene Android 11 sia ancora in distribuzione per moltissimi smartphone, non dovete preocuparvi: la versione di Android 12 attualmente rilasciata è una Developer Preview, ovvero una versione di sviluppo diffusa proprio per permettere alle aziende e sviluppatori, di familiarizzare con la nuova UI e le nuove funzionalità presenti nella prossima release Android.

Google ha già una road map molto chiara e che vedrà l'uscita di 3 developer preview e 4 beta prima del rilascio finale. Come sempre i prodotti Google sono i primi a poter sperimentare e se avete un Pixel 5, Pixel 4a, Pixel 4a (5G) Pixel 4, Pixel 3a, Pixel 3a XL, Pixel 3 e Pixel 3 XL, potete già scaricare l'aggiornamento.


A differenza delle versioni beta, la developer preview va installate manualmente tramite procedura presente a questo indirizzo. E' ovviamente scontato che al momento i bug sono garantiti e l'usabilità quotidiana incerta.

Le novità, sono al momento dedicate al mondo degli sviluppatori e in generale vedono:

  • Notifiche: rinnovato l'aspetto che adesso è più moderno, facile da usare e funzionale e comprende nuove animazioni e transizioni.
  • Nuove API che permettono di gestire più facilmente contenuti da tastiera, clipboard o altre fonti per spostare foto, video e altro da un’app all’altra.
  • Feedback aptico per l’audio: gli smartphone saranno in grado di generare dinamicamente una vibrazione in base all'audio all’audio in riproduzione.
  • Gesture full screen: miglioramenti generali nella gestione delle gesture.
  • HEVC transcoding: Android 12 gestirà ancora meglio i codec H.265.
  • Supporto AVIF per le immagini.
  • Nuovi moduli mainline: Android Runtime diventa un modulo mainline con aggiornamenti possibile tramite Play Store.

Buon download e sperimentazioni!

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 169 euro oppure da ePrice a 283 euro.

131

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pietro

Perché era quello il cambiamento grosso. Art era già stato introdotto in Android 4.4 anche se solo opzionale, quindi su 5 si sono concentrati proprio al material design e gli sviluppatori avevano bisogno di un riferimento per ridisegnare la UI delle app, esigenza che non c'è adesso

Ikaro

C'era un'epoca in cui flashavi l'ultima cyano per avere un sistema fluido ora semplicemente android è maturo e non ce ne è bisogno

Ikaro

Fluido sulla home, per il resto e chi se li scorda gli "sto caricando" su interfacce scarse...

malapropysm

Visti i tanti commenti mi autorispondo a questo post con una provocazione: i tempi sono maturi anche per smettere di produrre nuovi device ogni 6 mesi/1 anno. Apple lo sta facendo già da anni con una serie di prodotti (iPhone SE 2020 che è praticamente lo stesso telefono dall'iPhone 6; iPhone X che ha mantenuto un design simile fino al 12; Macbook pro sempre gli stessi con piccoli accorgimenti - talvolta peggiorativi -; ecc). Ha senso rinnovare il compartimento hardware, ma se non si ha nulla da aggiungere in termini di design o funzionalità, non ha senso proporre ogni anno un device completamente nuovo nelle apparenze, che nella sostanza non cambia nulla.

Apocalypse

La droga uccide, mai esagerare

Naomo

Anzi tifa Inter ora il Berluska.
Ieri al Bonolis Mio parente gli ha dato la tazza del Milan per il caffe'. Ahahah

Naomo

We beddo, passa lo script per generare Nick, sono a corto di nomi peggio del Berluska che tifa Milan e fa acquisti da serie A il Monza è secondo in classifica.

Naomo
Sacchit

Mi ricordi qualcuno.
Pure lui era ossessionato da quella ditta! :)

Darkat
Simone Dalmonte

Non diciamo fesserie. La quasi totalità delle cose di quei changelog sono cavolatine in cui l'utente medio si imbattera' solo volendo andarle deliberatamente a cercare. E) vunico motivo per cui in android quelle liste sono più corte è che la stragrande maggioranza di quelle minuzie vengono aggiornate automaticamente coi play services

Joel

Non sono d’accordo. Puoi tangere facilmente un abbondante 60% del changelog chilometrico.

Simone Dalmonte

Il 90% ed oltre di cose sono assolutamente intangibili

vexare

Avevano effettuato un tentativo nel portare la compatibilità delle app android su WM. Ebbene avevano messo un sottosistema android, esperimento che fallì per il decadimento prestazionale dell'os su tutti i fronti. Microsoft dal suo canto, non ha creduto nel progetto e non lo ha portato avanti, per cui molto produttori e sviluppatori abbandonarono la piattaforma per giusta causa. WM era fluido per l'interfaccia scarna e un multitasking non propriamente costruito come fu ed è ora di Android, più simile ad iOS, ma più restringente perchè uccideva le app, e vedevi sempre i ricaricamenti.

Tolto questo era un os, che ricordo con nostalgia, semplice ed essenziale, che ora riconosco solo sui pixel, accendi lo smartphone la prima volta, ed è pronto all'uso senza giri di impostazioni.

yepp
Saturno

Ma credo sia un approccio basato anche sulle deadline e sul modo di lavorare del team di sviluppo: Microsoft, ad esempio, con il fatto di aver "nascosto" il numeretto dietro al 10 del nome dell'OS, si può permettere un approccio più easy in termini di temporalità; in compenso, però, sono anni che annuncia le funzioni/restyle e poi non le distribuisce.

malapropysm

Si quest anno parecchio, ma non è sempre così

malapropysm

Ma non mi riferivo solo all'anno in corso, è un discorso generale. A volte ci sono importanti aggiornamenti (a volte potrebbero essere semplicemente update del SO), a volte solo il numeretto di versione

Nyles

Vero CarPlay è più completo. Dall'altro lato Google Pay è più completo di Apple Pay, puoi aggiungere tutti i tipi di carta e non devi fare nessun azione sul telefono per abilitarlo ma solo avvicinarlo al POS

LAM

Effettivamente nemmeno a quella a dire il vero

Intollerante

L'unica cosa in cui Apple surclassa in fatto di stabilità Android è con Carplay.. Per il resto io ho un 4a 5G ed è eccezionale in tutto.

Antony Coc

Idem...credo che in ambito smartphone sia per tutti cosi...a me sta crescendo l'hype per i notebook...credo che la rivoluzione la vedremo li.

Joel

Beh, insomma... le major di iOS introducono una valanga di roba. Il chanchelog è chilometrico.

Shadowbanned

Ho scoperto come non farsi bannare, un mio amico mi ha detto di non nominare mai gli smartphone italiani, soprattutto quelli di una specifica colorazione blu

dicolamiasisi

la ui di w10m erano solo liste... graficamente faceva pena

Markk

W10M era molto più fluido, si doveva sviluppare ulteriormente per rendere compatibili le app Android.

yepp
giangio87

A nessuno interessa più di tanto il vecchio e nessuno spingerà mai a rendere il vecchio ancora attuale. Sono società di capitali non Onlus

Alex

Da qualche anno è così

trodert

Certamente. Magari quella scimmia di cambiare rom ora è appagata, perchè si è raggiunto quell'equilibrio di stabilità, velocità e autonomia che si voleva raggiungere con le custom rom, rendendole non più necessarie.

trodert

come ho spiegato nel mio commento con l'esempio di android 5, già la prima alpha con il material design era sufficiente a fare venire la scimmia di provarla

Nyles

Sono passato da Android ad iOS quando ancora su Android si cambiava OS ogni 2 mesi andando a prendere nuove release sui forum. La sensazione all'epoca è stata di passare da un sistema sperimentale ad uno maturo.

Oggi sono tornato ad Android con pixel 4a e devo dire, è finita la smania di trovare l'ultima cyanogen ma la sensazione è che in molti aspetti sia diventato più maturo di iOS, come su assistente, google Pay e cloud. Insomma meno entusiasmante ma non tornerei indietro

pietro

Perché si e no hanno introdotto qualche modifica al core mancando tipo 7 mesi all'uscita dell'aggiornamento ufficiale

ErCipolla

Chiaro, i sistemi mobili sono maturi ormai, non ci sono più novità "rivoluzionarie", ma è normale direi.

trodert

Anche se la versione stabile esce nel 2022 poco mi importa. Già su Android 11, ancora meglio con one ui 3.1, si è raggiunta un'esperienza utente eccellente

gianni ciccone

Siamo in 2.... sarà perché ormai sono minor update, sarà l età ma ormai aspetto senza ansia la release definitiva

trodert

C'era un'epoca in cui morivo dalla voglia di smanettamento per flashare l'ultima cyanogem mod beta o provare le prime versioni di Android 5 per vedere il material design, adesso leggo questo articolo e non c'è più nessun hype

Ikaro

Ah...e io che pensavo che tu fossi poveroh e potessi ambire solo alla miui

LAM

È anche per quello che non scelgo i pixel o cmq i "vanilla" android.

Daniel

Nessuna idea nessuna innovazione - aggiornamento che serve solo ed esclusivamente a cambiare il numerino di versione dando la scusa ai produttori di non aggiornare più i telefoni - Google: tu rovini i sogni della gente togli la speranza ti odio ti disprezzo vattene a fan c**o

Naomo

Notte beddo Mio.

riccardik

i cambiamenti interessanti avvengono sempre ogni 2/3 anni, solo che ora le novità non sono più rivoluzionarie come un tempo

Sacchit

Domani. Vado che sto morendo dal sonno.
Notte raga!

Ray Allen

Il 4.4 lo installai su Nexus5 e non ricordo nulla di sorprendente, il 7 lo installai su S7Edge e ricordo solo che la batteria ebbe un bel calo.

Gabriele Gabry

Sei un vero professionista :P

Naomo

Ciccio attento!

Naomo
Sacchit

Vedrai che ci bannano

Naomo

Eh lo so purtroppo.

Naomo
HDMotori.it

Tesla Model 3 2021 Long Range: pregi, difetti, autonomia e test ricarica V3 | Video

Windows

Migliori Notebook, Portatili e Ultrabook: i top 5 fino a 600 euro | Marzo 2021

Tecnologia

Perseverance si è mosso, primo obiettivo scientifico trovato | Foto e dettagli

Alta definizione

Mi TV Q1 75’’: ecco come si presenta il primo QLED di Xiaomi