Google Play Store, ecco la prima app con 10 miliardi di download

30 Luglio 2020 62

È stato raggiunto un nuovo record di download sul Play Store: per la prima volta, il contatore indica oltre dieci miliardi. Quale app sia è piuttosto prevedibile, tutto sommato: si tratta di Google Play Services, l'app imprescindibile per ogni dispositivo Android con i servizi di Mountain View, che lavora nell'ombra per fornire all'utente tante funzionalità e servizi avanzati - le notifiche push, la geolocalizzazione, la sincronizzazione e perfino le notifiche di esposizione al coronavirus su cui si basa ad esempio l'app Immuni.


Play Services tagliava il traguardo dei 5 miliardi - ancora una volta per prima - appena tre anni fa. È una testimonianza della sempre maggior ubiquità di Android nel mondo, se si considera che l'app è stata lanciata nel 2012, vale a dire 8 anni fa. Nel 2017 le attivazioni di dispositivi del Robottino erano pari a 2 miliardi, oggi ce ne sono 500 milioni in più.

Proprio ieri abbiamo celebrato l'ingresso di Netflix nel "club dei miliardari". Ci sono tante app prima di lei, ed è vero che la si trova preinstallata su tanti dispositivi, ma qui si tratta di un servizio fruibile praticamente solo a pagamento. In ogni caso, prevediamo che nelle prossime settimane raggiungeranno il traguardo dei dieci miliardi anche altri servizi fondamentali Google, come Gmail, YouTube o Maps.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 499 euro oppure da Unieuro a 569 euro.

62

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kratos

Ma per favore

al3xb3rg

Non tutti sanno come funziona l'ecosistema Google...

AC MILAN

Esatto, questo è quello che ti voglio dire...all’inizio tutti sembrano sulla buona strada...ma quando arrivano in alto (proprio grazie a quel che hanno fatto) diventano come o peggio degli altri...e a ruota, gira e rigira sarà sempre così...(purtroppo appunto)

Fabio

Ma cosa c'è di strano se per usare un Android e le sue app si deve per forza aggiornare il play service . Veramente non so se si rendono conto di cosa voglia dire una notizia che faccia novità e sorprenda .

Kilani

Beh no, il concetto di clickbait è proprio "acchiappa click". L'analisi del contenuto è uno step successivo e distinto.

Dark!tetto

Così mettono a nudo la mancanza di contenuti di qualità e nessuno aprirebbe l'articolo. C'è chi punta sulla qualità, chi sulla quantità, senza contare che qui molti leggono il titolo e saltano a commentare cose ad azzum e si creano un sacco di discussioni inutili che sono comunque un bel flusso di accessi. Spegnerli sul nascere con un titolo esplicativo sarebbe un suicidio per come hanno impostato il blog, poi non sono mica giornalisti eh...

FreeEnd

clickbait è se nel titolo dici "la prima app con 10 miliardi di download" e nell'articolo parli di come preparare la pasta col sugo.
in questo caso parla effettivamente di tale app, che poi sia un palese modo di spingerti a cliccare è palese ma non vieni appunto ingannato con tutt'altro

Kilani
Igi

Non frequenti più HDblog???...
... eppure commenti !?!?!?!

Evito la plebe + della morte

Perché non ne hanno le qualità? Sai quanto durano questi ad una selezione del Post?

lnzs_1
stefanomac

Va beh dai paragonare Il Post ad HDblog è improponibile. Quello è giornalismo al top in Italia, qua campano di clickbait e se possono una notizia la spezzettano di 3-4 articoli e via...

VelvetUnderground93

Perché non potete essere come i giornalisti del post? Scrivono tutto quello che c'è da sapere nel titolo e nella breve descrizione sotto di esso.

Ci sarà un motivo per il quale non frequento più HDblog, state diventando sempre di più facebook friendly

AC MILAN

Quello che dici l’ho capito benissimo, e non ti do torto...ma tu credi che Microsoft per ipotesi fosse diventata una potenza come Google o Apple non avrebbe cambiato...??? Ne dubito fortemente

uncletoma

Basterebbe leggere i commenti sugli Huawei senza GSM (tipo la famiglia P40): si va da "inutile" a "scaffale", da "senza GSM è un fermacarte/fermaporta" (a seconda del modello) a "manco se me li regalano"
Ed esattamente come gli agnelli che si sono fatti divorare da MS (senza Windows non si gioca, ed è vero), così finiranno i paladini di GSM (e del loro equivalente Apple): schiavi di un sistema chiuso.

Tiwi

eh beh

UnoQualunque

Forse sono stato frainteso con quell'uscita che ha discostato il discorso dal senso che volevo dare al mio post. L'unica critica che faccio alla "community" (ma non intesa solo come gli sviluppatori su github, ma a tutto il mondo tecnologico che dava contro a Microsoft per il monopolio Wintel e che sperava in una ripresa di Linux) è che con Google sono troppi morbidi e i dev che tanto si lamentavano di non lavorare su software open hanno adottato senza pensarci due volte l'uso delle API closed quando magari potevano benissimo usare quelle di AOSP. Non si sente minimamente parlare di monopolio quando invece, a mio modo di vedere, siamo in una situazione peggiore rispetto a Wintel. Ovviamente non volevo intendere che gente non pagata che lo fa per passione deve riuscire a mettere in piedi un OS completo, funzionante e funzionale. Il senso del mio discorso invece era tutt'altro. Io critico Android perchè non è possibile utilizzarlo senza una account Google. Questo per me è l'opposto del concetto di libertà che va completamente contro alla natura open-source del progetto. Trovo intollerabile che in Windows se non uso alcun account non ho problemi e tutto funziona come deve, su Android posso anche non utilizzare un account Google ma sono dolori.

Ex.

Non mi sono offeso, e non volevo nemmeno che il mio commento suonasse come un rimprovero, evidentemente il mio tono non era ben chiaro; è solo che la community ha fatto quel che poteva con microG (che non se la cava bene ultimamente), Lineage che fa molto per la privacy, e altri progetti che hai nominato anche tu come F-Droid. Purtroppo la parte della community che sa davvero mettere mano ad Android è molto piccola (e ci sta, lavorare su un OS non è facile) e lavora con i mezzi e il tempo che ha. La questione è che a molti Android piace molto proprio per i servizi Google, quindi c'è sempre meno richiesta di un sistema completamente open e senza le mani di Google. Ovviamente questo non significa che si può abbandonare AOSP, ma è chiaro che c'è un problema sia di numero di contributori che di mancanza di interesse, perché per quanto sia sotto il controllo di Google, Android è comunque rimasto moddabile in grandissima parte. Nel momento (spero molto lontano) in cui inizieranno ad esserci problemi su questo aspetto, vedremo un aumento di attività nella community, magari anche un vero fork di Android invece che una leggera derivazione come Lineage.
Io nel frattempo spero che Sailfish o comunque gli altri OS mobile basati su Linux puro riescano a crescere e diffondersi, i power user trarrebbero molto più vantaggio da loro che da Android

Magnitudine
Mattia Righetti

Adblock per una settimana per punizione, cattivo SDBlog

UnoQualunque

Si lo so, ma quello che mi fa girare di più le pa... è che non posso usare un android senza l'account Google. Ci ho provato, ho resistito ma i disservizi e i vari smanettamenti erano troppo frequenti. Con Windows, se non voglio utilizzare un account Microsoft non c'è alcun problema, l'OS e tutti i programmi esistenti sono utilizzabili senza problemi. Con android no. E' questo che mi fa imbestialire. Non voglio usare Google ma sono costretto a tenermi due account, tra l'altro quello di BigG sempre che tenta di "imporsi" come predefinito.

AC MILAN

mmhh...si ho capito cosa intendi...però vedo sempre più improbabile al giorno d'oggi che non esista un "padrone" su questo settore, se anche tutto fosse al momento come dici tu, molto probabilmente ci sarà sempre qualcuno che salirà col tempo un pò più in alto degli altri e prima o poi prenderà il "trono"....

FreeEnd

concordo ma non è clickbait, se apri l'articolo effettivamente ti dice quale è l'app. è semplicemente un titolo accattivante acchiappa click

PilloPallo

Questa è stata fenomenale AHAHAHAHAH

Bel Tanca

Clickbait inutile

Lox_Android

Raga, abbiamo quasi raggiunto Tecnoandroid a livello di clickbait...

Aster

Titolo perfetto.

Roberto

Sono più avanti loro

lnzs_1

A livello di clickbait vi state impegnando per battere T3cnoAndroid. Sarà una bella sfida, aspettiamo la finale contro Libero Tecnologia

Intollerante
EdricWrath

Sarebbe interessante stilare una top 10 delle app con più download, sarebbe più interessante secondo me, questa era abbastanza scontata

UnoQualunque

Mamma mia come vi infuocate. Era una provocazione. Intanto non stavo parlando di alcun ecosistema. E' ovvio che la community non può avere le risorse per mettere in piedi una cosa del genere anche perchè non è quello il suo scopo. Avrebbero dovuto fare come hanno fatto con MS, cercare di far aprire gli occhi verso il nuovo monopolio. Blog, siti, sviluppatori, ecc... che erano a favore dell'open si sono "addormentati" perchè Google ha utilizzato il loro amato linux e ha tolto dalle 00 l'antico nemico Wintel senza rendersi conto che stavano andando dritti nelle fauci del leone. Ripeto, non sto dicendo che la community doveva mettere in piedi un ecosistema o chissà cosa. Forse ho usato il termine community a sproposito, intendevo che tutti, dai blog agli sviluppatori che volevano un sistema open soruce (per quello ho parlato di community) per non dipendere da un "padrone" si sono fatti abbagliare dalle "libertà" promesse da Google e dalla "soddisfazione" di vedere un OS basato su linux suonargliele a Windows e si sono fatti accecare.

Jfry

1) Cosa c'entra Netflix?
2) 10 miliardi e non milioni.

Jfry

E allo stesso modo puoi avere 50 account con Bluestacks sul tuo PC spacciandolo per "tablet".

AC MILAN

Ma community cosa...?? Ma credi che potrebbero sostenere tutto l’eco sistema da soli GRATIS...?? per la sicurezza dei dati (a prescindere possa capitare anche a Google ok, ma sai a chi rivolgerti) e tante ma tante altre st***ate a chi ti rivolgi...? Community...?? Siate realisti per favore

Arturo Smeraldo

Io ho Netflix craccato...faccio parte di questi 10 milioni?

iclaudio
T. P.

https://media0.giphy.com/me...

asd555

Sono d'accordo con te in toto.
Ormai oggigiorno uso Android più per abitudine, comodità e convenzione, nonché per diffusione, che per i sani principi "open source" con cui era partito e che tanto mi avevano attirato nella sua direzione.

UnoQualunque

Si lo so, non riesco a rendere bene il mio concetto. A me non importa che Google usi i suoi play services ecc... Da una parte mi girano che continuano a sbandierare che Android è Open quando praticamente non è cosi, e dall'altro mi girano che per usare un OS che dovrebbe essere "l'emblema" della libertà, sono legato mani e piedi ai loro servizi e al loro account. Se volessi usare android senza un account Google (cosa che ho provato a fare) è tutto molto più problematico e questo non lo tollero. Voglio essere libero di usare un OS (ripeto, la chiave del mio ragionamento è che è pubblicizzato come un "OS libero") senza però essere legato ad un account. Apple che usa lo stesso concetto, almeno lo dice apertamente. Se usi iphone, devi usare il nostro account.

asd555

Se non sbaglio il contatore dei download è legato agli account di Google, non ai device.
Tu puoi avere cinque smartphone che usi con lo stesso account, in quel caso ti conta un download, non cinque.

ADM90

Quindi fino ad ora sono stati venduti più di 10 miliardi di smartphone Android (con i servizi Google installati)

Fede64

Quando nessuno ci guadagna, va tutto a impantanarsi. Il successo di Android c'è anche perché un azienda ha avuto interesse che ciò avvenga

xpy

Ok, avevo letto male io, mi sembrava che nel titolo ci fosse play service invece che play store

UnoQualunque

Si è vero che una società con fini economici presta molta più attenzione a rendere l'OS utilizzabile per la massa. Ma alla fine l'OS di base c'è. Bisognava solo continuare a sviluppare API senza padrone oppure convincere gli sviluppatori che non avevano strettamente bisogno dei GSM di staccarsi da Google. Ma alla fine perchè avrebbero dovuto farlo? Alla fine, almeno in occidente android è legato ai play services e quindi non c'era alcun problema se non una questione "morale". Ora che c'è un grosso player azzoppato dalla mancanza dei GSM forse qualcosa potrà cambiare. Comunque, questi miei continui commenti non ci sarebbero se Google dichiarasse che Android by GSM è un suo OS proprietario e non più "di dominio mondiale e utilizzabile da tutti senza alcun costo" perchè non è vero. Oddio, è vero che è open e tutti possono farci quello che voigliono, ma è evidente che senza i GSM si ha in mano un prodotto che lascia il tempo che trova purtroppo.

asd555

Usano questi mezzucci da qualche mese e per fortuna in casi sporadici ma con una media di 1-2 titoli del genere ogni 2-3 giorni.

Devo imparare a non aprire gli articoli che includono la parola "ecco".
Perché finiscono sempre con "ecco svelato", "ecco come" e così via.

asd555

Certo che me ne vado su un altro sito, non mi serve il tuo invito.

Secondariamente se non vedi la differenza è grave.
In un caso il titolo ti induce a clickare e il titolo fa solo da esca, nell'altro caso ti induce a leggere per approfondire e il titolo fa solo da introduzione all'argomento.

Damiano Pauciullo

Sono d'accordo con te, il titolo potrebbe essere più chiaro, ma lo scopo di un articolista/newser è quello di far aprire la news, quindi il titolo deve incuriosire e portarti ad aprire la news. Con un titolo come quello scritto da te non ci sarebbe bisogno di aprire la news, tutte le informazioni sono già tutte nel titolo.

Ci sono altri titoli però che sono davvero ridicoli, cose mai viste su questo sito. Spero siano stati casi isolati perché è una pratica che odio e che trovo "giustificata" solo per i blog da quattro soldi.

UnoQualunque

Ti chiedo scusa se ti senti offeso dal mio commento. Sono stato volutamente duro contro la community perchè hanno sempre fatto una marcia contro Wintel (a ragione) ma quando avevano la possibilità di togliersi dalle pal.. un padrone mi sembra che si sono "addolciti" perchè questo padrone utilizzava il loro OS preferito e sono stai al suo volere anche se era evidente che i play services erano un modo per controllare un OS open. Chiedo scusa se ho fatto di tutta l'erba un fascio, non era per offendere, e se avessi le conoscenze avrei dato più che volentieri il mio contributo.

Quale Motorola scegliere? Il punto sulla line up a metà 2020 | Video

Recensione Google Pixel 4a: finalmente è arrivato (o forse no)

Recensione OnePlus Nord: sotto i 400 Euro è lui il migliore

Recensione Asus Rog Phone 3: è il miglior Gaming Phone ma convince per altro