Safer Internet Day, i suggerimenti di Google, Microsoft e Facebook

11 Febbraio 2020 0

Oggi è il Safer Internet Day, la ricorrenza istituita dall'Unione Europea per promuovere una vita digitale più sicura, sana e consapevole. Si tiene da 16 anni ogni secondo martedì del mese di febbraio, e vede diverse iniziative on- e offline che coinvolgono sia le istituzioni sia le grandi aziende del settore. Tra queste figurano Facebook, Microsoft e Google.

Facebook si concentra sull'evidenziare le procedure per mantenere sicuro il proprio account, come l'adozione dell'autenticazione a due fattori e la creazione di password difficili da crackare - ovvero lunga e comprendente lettere maiuscole e minuscole numeri e simboli (e per piacere, dimenticate "123456" o "Password"!). Tra le altre misure di sicurezza evidenziate, vengono menzionati l'obbligo di autenticazione a due fattori nei Gruppi e nelle Pagine con tanti iscritti, oltre che allo strumento di cronologia per vedere quando sono state apportate modifiche alle pagine, e da chi. Per combattere il phishing, invece, su Instagram è possibile visualizzare uno storico di tutte le mail che il servizio ha inviato all'utente, in modo tale da scoprire eventuali impostori. Infine, Facebook ricorda tutti gli strumenti, automatici e a disposizione degli utenti, per combattere i bulli: per esempio bloccando o nascondendo i messaggi di un utente o moderando i commenti sui propri post.

Google si concentra invece su YouTube, ed elenca cinque suggerimenti per migliorare la propria esperienza sulla piattaforma di streaming per antonomasia. Gli argomenti esplorati toccano la segnalazione di video inappropriati, la gestione dei propri dati personali, la messa in sicurezza del proprio account, il controllo degli annunci pubblicitari e l'app YouTube Kids, l'esperienza ideale per bambini sotto i 13 anni. Inoltre, nella pagina "Nuova scheda" di Chrome c'è un link per effettuare il controllo di sicurezza.

Microsoft pubblica una ricerca secondo cui il livello di inciviltà online è in crescita un po' in tutto il mondo. L'Italia perde una posizione rispetto all'anno precedente e figura decima nella classifica mondiale di civiltà. Il punteggio DCI (Digital Civility Index) è salito al 66%, mentre nel 2018 era al 62%; più la percentuale è alta, maggiore è l'inciviltà percepita. Tra i rischi riscontrati più di frequente figurano contatti e sexting indesiderati e la diffusione di notizie false. Fortunatamente il cyberbullismo è in calo, ma riguarda ancora una percentuale cospicua di internauti - il 22% degli intervistati. In genere le vittime vengono prese di mira per aspetto fisico, orientamento sessuale e politica.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 509 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft