Nearby Sharing trasferirà i file tra device, Google cambia nome a Fast Share

13 Gennaio 2020 36

Torna in auge l'annosa problematica del trasferimento dei file tra gli smartphone Android e il PC/Mac (o tra dispositivi diversi, più in generale). Con Android Beam andato ormai in pensione, Google ha dato il via allo sviluppo di Fast Share, visto per la prima volta lo scorso giugno sulla Beta 4 di Android Q 10 e ora quasi pronto, pare, a fare il suo debutto ufficiale.

É XDA ad aver scovato all'interno di Google Play Services 20.1.03 l'ultima versione del servizio di condivisione offline, constatando però una piccola ma sostanziale novità. L'applicazione non si chiama più Fast Share, ma Nearby Sharing. Un cambiamento che all'apparenza può apparire insignificante, ma che tuttavia sottolinea due importanti aspetti:

  • il debutto pare essere ormai prossimo
  • il nome evidenzia ancor di più la necessità che i due dispositivi siano "vicini", addirittura "entro 1 piede" (30,5cm), come mostrato nella schermata.

Per funzionare, dunque, Nearby Sharing prevede che lo smartphone Android e il computer (ad esempio) siano uno di fianco all'altro, abbiano i servizi di localizzazione attivi, così come il Bluetooth. I dati - anche di grandi dimensioni - vengono poi trasferiti rapidamente via WiFi.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Amazon a 704 euro.

36

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Comitato_no_Disqus

Ma quale Bluetooth, che la connessione è Wi-Fi

RiccardoC

se per bluetooth (android beam) e wifi direct (android beam) sono lo stesso protocollo allora mi è tutto chiaro

Comitato_no_Disqus

Usa lo stesso protocollo

RiccardoC

super beam non c'entra nulla con Android Beam...

Emanuele

Dovevano farlo ma sembra essere una leggenda più che una cosa esistente

Giardiniere Willy

Ok, d'accordo, ma in base a cosa decretano tale distanza? Il bluetooth copre distanze decisamente superiori, il WiFi pure.
Quindi perché mai dovrei restare sotto i 30cm? Potrei capire i 2m (perché oltre magari il WiFi a 5ghz rallenta), ma non c'è nessuno strumento di condivisione che rallenta superati i 30cm.
Non sto chiedendo a te la risposta, ho commentato perché speravo che qualcuno lo sapesse

Kilani

Non è scritto neanche che sia una distanza calcolata...
Suggeriscono di attenersi a tale distanza, poi tu puoi fare come ti pare, pena la disconnessione, la lentezza del trasferimento, le interferenze...

È un po' come domandarsi come fanno a sapere che terrai le medicine lontano dai bambini. Le case farmaceutiche te lo dicono, non è che poi vengono ad installare una videocamera a casa per verificare.

Giardiniere Willy

Uffaaa, ho chiesto come fanno a calcolare che i dispositivi sono dentro 1 piede di distanza.
Il gps non va bene allo scopo più i motivi già descritti, quindi cosa usano? È questa la domanda? Nfc nemmeno va bene perché 1 piede è troppo distante e non tutti i telefoni lo hanno.
Il bluetooth è inutile allo scopo.
Speaker e microfono anche...

Non mi pare di aver scritto in cinese

Kilani

Dove hai letto del GPS? I servizi di localizzazione non hanno necessariamente bisogno del GPS attivo.

Mauro79sisonoio

Intanto però asus ci ha pensato e te lo fa trovare pronto

Ngamer

si ovvio

Serendipity

È un semplice ftp

Comitato_no_Disqus

Lento? Usavo super beam, era tutto tranne che lento

pakocero

Beh, Tutta la roba Apple è a prova di utonto, è la loro fortuna

Chirurgo Plastico

Mi piacerebbe una funzione come AirDrop universale, che funzioni su tutti i dispositivi di qualsiasi marca.

RiccardoC

in realtà ha abbandonato beam, questo non è un rename, è proprio un'altra cosa (migliore auspicabilmente)

RiccardoC

come ho scritto sopra mi riferivo al fatto che molto spesso le cose su IOS sono arrivate anche anni dopo android

RiccardoC

ok era per dire, tante cose sono arrivate in IOS anni dopo android. Poi ormai non inventa niente (quasi) nessuno, copiano (quasi) tutti

Panteghino

E' già tanto che non lo abbandoni.

T. P.

penso che la distanza serva per un iniziale scambio dei dati...
quando devo aggiornare il firmware dell'orogologio, per esempio, devo mettere proprio vicini i due device in modo che uno rilevi l'altro e inizi lo scambio di informazioni...

credo che qui faranno una cosa simile all'inzio e poi lo scambio vero e proprio avvenga via wifi.
però non sono un tecnico e sto solo ipotizzando...

Panteghino

Puoi fare anche l'opposto?

Giardiniere Willy

Ok, ma a sto punto li posso tenere anche a 2m di distanza, il gps non rileva misure inferiori (anche perché dovranno tenere conto di un margine di errore).

Mako

ok, e...?

Giardiniere Willy

Se fossero ultrasuoni basterebbe mettere una mano davanti a microfono e speaker per alterare le misurazioni.

Ngamer

sul mio zenfone cè una bella icona con scritto trasferimento file pc ci clicco sopra apro una pagina del browser del pc e trasferisco quello che voglio via wifi , easy

T. P.

a loro il gps attivo interessa per raccogliere qualche dato in più...

io non ho trovato altra spiegazione al fatto che per collegare il mio cellulare al mio orologio ho bisogno oltre del bt anche del gps mentre per gli auricolari, che sono bt di vecchia concezione, la cosa avvenga benissimo senza l'utilizzo del gps...

e ti ricordo che una volta tutto avveniva senza gps ma poi google ha cambiato le regole come sai....

Adriano

Ieri invece ho collegato il mio Nokia 8 al pc con W10 e se entro nella cartella DCIM mi mostra solo qualche anteprima e non tutte, ho seguito tutte le guide in rete per ripristinare le funzionalità cartelle ma nulla... avete idee?!

Mako

bluetooth credo, o forse ultrasuoni e microfono

Giardiniere Willy

Giusto per curiosità, come fanno a stabilire se sono entro un piede di distanza visto che il GPS che si trova sulla stragrande maggioranza dei telefoni non raggiunge tale precisione e non viene utilizzato NFC?

Mako

ultimamente google è in modalità fotocopia, "per una volta" non è che sia così corretto

matteventu

"Per una volta"?

Serendipity

Utilizzo sia Android che Apple e AirDrop è di una immediatezza imbarazzante! A prova di utonto.

RiccardoC

è scomodissimo, e lento; e funziona su pochissimi dispositivi, se funziona...
Ho android, mai avuto IOS e AirDrop secondo me è la feature che mancava su Android...

Comitato_no_Disqus

Beam funzionava bene, non dire sciocchezze solo per il fatto di poterlo fare

RiccardoC

hanno guardato beam: fa schifo... "come fa Airdrop a funzionare?" "manda i file via wifi". "OK facciamo Nearby Sharing, ma dobbiamo fare qualcosa perché non si veda la scopiazzatura.... idea! Riduciamo il range tramite i servizi di localizzazione!".
Per una volta Apple è arrivata prima e Android copia...

Mako

google che cambia nome a qualcosa, incredibile

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video