Google e la battaglia contro Joker, il super malware del Play Store

10 Gennaio 2020 9

Joker è uno dei malware più difficili da identificare e rimuovere tra tutti quelli che hanno colpito il Play Store, dice Google. Le prime notizie di questo software fraudolento risalgono alla metà di settembre 2019, quando furono individuate 24 app infette, per un totale di circa 500.000 download complessivi. Ma la battaglia di Google risale addirittura a due anni prima.

Ai tempi il nome in codice del malware, che iscriveva gli utenti a servizi mobile spazzatura a pagamento, era "Bread". Le forme della truffa si sono modificate nel tempo - a volte inviava SMS, altre visitava siti Web, ma il risultato finale era sempre lo stesso. Cancellarsi dall'abbonamento era anche molto difficile: i numeri per la disattivazione non funzionavano, i form online non rispondevano e così via.

Google dice che gli autori del software fraudolento erano ben organizzati e sapevano il fatto loro: nel corso della loro "carriera" hanno usato ogni tecnica di occultamento possibile e immaginabile pur di non farsi beccare. Tra queste è interessante segnalare che inizialmente le app risultavano pulite, per poi infettarsi con un aggiornamento solo in un secondo momento. Gli sviluppatori risultavano anche parecchio determinati: è capitato che in un solo giorno venissero inviate 23 nuove app con la stessa variante del virus.


Il processo è stato piuttosto lungo e travagliato, ma a questo punto Google Play Protect, l'insieme di software di controllo automatici che vigila sul Play Store, ha imparato a individuare Joker con una certa abilità, tanto che la minaccia può definirsi scongiurata - almeno per ora. Ad oggi, Play Protect ha individuato e rimosso la bellezza di 1.700 app infette con numerose varianti di questo malware.

La battaglia con i truffatori, comunque, non si ferma mai: anzi, visto che i negozi virtuali di app non accennano a smettere di crescere, si fa solo più intensa man mano che passa il tempo. Recentemente Google ha annunciato una partnership con alcune società di sicurezza per "pattugliare" ancora più da vicino il Play Store, per arrivare là dove i tool automatici ancora non riescono.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 514 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
marauder64

Mi successe anche semplicemente visitando un noto servizio mail italiano

AC MILAN

Cyberdelinquenti galera...??? Ma se non li fa nemmeno chi uccide, anzi...si va prima da barbare D’urso, un po’ di TV qua e là, e dopo “forse” vai in prigione...ma dopo poco uscirai per buona condotta....

Serendipity

Loro guadagnano fior di soldi che gli frega

Dea1993

infatti non esistono serial killer perche' poi gli tocca l'ergastolo o peggio, in alcuni stati, la pena di morte.
non e' che mettendo la gente in galera automaticamente risolvi tutti i crimini del mondo

Jon Knows
Igioz

FAI TE!!!
incredibile come con semplici comandi ti attaccassero alle p..e le peggio cose, tutto con la connivenza degli operatori

GTX88

Purtroppo la colpa principale è sempre stata degli operatori telefonici che non hanno mai voluto non dico fermare gli abbonamenti mobile ma almeno prevedere una formula di doppio consenso per l'attivazione

momentarybliss

Io non ho mai capito quanta galera si facciano questi cyberdelinquenti una volta beccati. Poca, immagino, visto che imperversano in ogni dove, sempre e comunque

KeePeeR

https://media3.giphy.com/me...

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video