Google Play Store, bug nel sistema di ricerca in via di risoluzione

19 Dicembre 2019 9

Il Google Play Store sembra aver risolto un bug che perdura da qualche settimana ormai, a causa del quale molte app, soprattutto quelle fresche di pubblicazione, non compaiono tra i risultati di ricerca quando la query è il nome esatto dell'app stessa. Un thread di segnalazione sul forum di supporto di Google ha oltre 200 commenti di sviluppatori le cui app hanno riscontrato questo problema.

Una delle app coinvolte è Sefine QR: compaiono molte app analoghe ma non quella, nonostante l'app sia regolarmente online e disponibile usando un link diretto. Curiosamente, se si cercano espressioni molto simili, come per esempio Sefine_QR, c'è un riscontro positivo, anche se non sempre è il primo in alto come ci si aspetterebbe. Naturalmente un bug del genere rappresenta un bel problema per gli sviluppatori, visto che la ricerca ha un ruolo fondamentale per la diffusione delle app.

Se si cerca il nome esatto, l'app o il gioco non compare; si cerca qualcosa di molto simile, invece, sì

Google non ha rilasciato informazioni ufficiali, ma da qualche ora molteplici sviluppatori segnalano che la situazione è tornata finalmente alla normalità, dopo circa un mese.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 455 euro oppure da ePrice a 539 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
noncicredo
Matteobruno1992
Giangiacomo

Intendi con le app sponsorizzate ? Si è stata una bella cacat4 da parte di Apple. E ancora non demordono

PistacchioScemo

Forse le app che dici tu sono quelle sponsorizzate.

ghost

Sbaglio o questo problema persiste da anni?

Angelo

Lo sviluppatore di sefine qr ringrazia HDblog.

Tony Carichi
momentarybliss

Almeno quando uno ricerca un app su Play Store scrivendo il nome la prima della lista è l'app desiderata, non come Apple Store che mette un app che non c'entra nulla

SignorVittorietto

Recensione Samsung Galaxy A51: pronto a conquistare la fascia media

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video