Google Assistant migliora l'esperienza con podcast, note e condivisione foto

06 Dicembre 2019 13

Google Assistant amplia ancora le sue capacità: ora è in grado di cercare i podcast per genere o argomento, condividere foto e interagire con nuove app di note, tra cui Any.do, AnyList e Bring!. Tutte e tre le novità sono abbastanza autoesplicative, ma non sono molte quelle disponibili in Italia. Le note, in particolare, non sono supportate nemmeno con le app già compatibili da tempo, come Google Keep.

Google non ha parlato di eventuali restrizioni nella distribuzione, ma facendo un paio di test preliminari abbiamo notato che i nuovi comandi funzionano parlando in inglese, in italiano no. Per esempio, se diciamo "Find a podcast about technology", Assistant fa la sua selezione e fa partire immediatamente un episodio di quello che ci interessa. Se diciamo "Cerca un podcast sulla tecnologia" apre una ricerca Web. Lo stesso, a grandi linee, vale per la condivisione delle foto. Vero è che anche in inglese siamo riusciti a far funzionare solo una condivisione via SMS, comandi come "condividi con mamma su WhatsApp" non hanno prodotto alcun risultato.

In ogni caso, l'attivazione avviene lato server ed è già avvenuta, apparentemente a livello globale. Il problema sembra essere proprio la lingua.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da emarevolution.it a 640 euro oppure da Amazon a 704 euro.

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tony Musone

- Giusto. Non avevo pensato che potesse chiederlo a voce.
- Se hai quella funzione e ti ricordi, fammi sapere se funziona. Grazie.

Mauro Corti (Sbabba)

Non pretendo assolutamente che lo sappia, ci mancherebbe. Pretendo me lo chieda a voce, cosí come me lo chiede visivamente facendomi apparire il pop-up di scelta della sim.
Non chiedo la luna!

eL_JaiK

Grazie mille! Sembra molto valida! Questa settimana sono in viaggio e la testerò a fondo!

ctretre

C'è anche AntennaPod, open source, meno invasiva senza necessità di account e molto flessibile (non che importi ma lo sviluppatore è italiano)

Tony Musone

La maggior parte delle persone, me compreso, usa la doppia SIM con il tuo stesso scopo, dividere i contatti di lavoro da quelli personali. Io per fortuna le telefonate le ricevo e ne faccio ben poche, quindi non ho il problema che lamenti tu ma se non setti la SIM principale come puoi pretendere che Assistant capisca quale delle due usare? Dopodichè, anch'io ho un OnePlus (OP3T) e ho visto che nella sezione "SIM e rete" ho la "funzione di richiamata intelligente" la quale in base alla cronologia dovrebbe memorizzare quale SIM utilizzare. Se ce l'hai magari risolve il tuo problema.

Mauro Corti (Sbabba)

Sì ma non voglio farlo perché in quel modo non ho più possibilità di scegliere quale sim usare di caso in caso.

Una sim è lavorativa, una personale. Con colleghi/clienti/fornitori comunico esclusivamente con quella lavorativa. Se impostassi la personale come principale, ogni comunicazione con l'assistente avverebbe con quella.

Tony Musone

Per non selezionare tutte le volte su quale sim fare la tefonata, devi impostare (in SIM e rete) quale delle due è la sim principale. Almeno, io ho una dual sim, e funziona.

Mauro Corti (Sbabba)

Onestamente penso che debbano focalizzarsi sull'introduzione di funzioni molto piú utili, come il supporto al dual sim e alle app parallele. Ho un OP7 e ad ogni "chiama tizio" devo selezionare a mano la sim con cui chiamare. Inoltre non è possibile inviare messaggi whatsapp (o altro) tramite l'assistente quando si hanno due account configurati tramite app principale e parallela, perché l'assistente non le supporta e semplicemente non invia il messaggio.

eL_JaiK

Non mi riferisco allo sviluppo perché credo sia USA ma per chi legge ed è interessato, intendo che è completamente in italiano/utenti che commentano italiani pure/tutti i programmi italiani che si cercano sono presenti. Lo sottolineo perché c'è un'altra app di Podcast ITALY che ho provato e beh..era piuttosto censurata. Sul serio. Mancava il 90% dei podcast italiani, anche magari di una certa radio, c'erano solo ALCUNI programmi selezionati seguendo non so che criterio. Qui c'è tutta "l'italianità" che si può cercare, completa per una fruizione completa anche a chi non mastica l'inglese e cercava qualcosa di completo/tradotto.
(Edito in "tutta IN italiano")

ermo87

Infatti, boia mondo.

Mako

in che senso tutta italiana

eL_JaiK
virtual

Tre settimane con Huawei Mate 30 Pro: il punto su foto e autonomia

OnePlus Concept One, fotocamere invisibili grazie al vetro elettrocromico | Anteprima

L'identikit degli smartphone TOP di gamma 2020: più cari, più grandi, 20:9 e 5G | Video

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video