LEGO Star Wars: The Skywalker Saga provato: enorme e divertente

21 Marzo 2022 14

In arrivo tra pochi giorni su tutte le piattaforme da gioco, LEGO Star Wars: The Skywalker Saga è stato protagonista di una sessione di presentazione e test in anteprima a cui abbiamo preso parte negli scorsi giorni. Possiamo quindi darvi le nostre prime impressioni sull'ultima opera di TT Games che punta a racchiudere tutte le trilogie del franchise all'interno di un unico titolo.

9 GIOCHI IN UNO

Come si può facilmente intuire dal nome scelto per questa raccolta, The Skywalker Saga ripercorre tutte le vicende che hanno come protagonista la famiglia Skywalker, andando a ripercorrere i principali avvenimenti di tutti e 9 i film della saga, oltre a presentare diverse integrazioni provenienti anche da altre opere spin-off. Ad esempio, nella sezione di gioco che abbiamo avuto modo di provare - dedicata interamente a Episodio IV: Una Nuova Speranza -, abbiamo notato come le vicende iniziali del film siano state arricchite da sequenze provenienti direttamente dalle scene finali di Rogue One, andando quindi a creare un racconto più completo dei fatti.

Racconto che i giocatori possono scegliere di affrontare nell'ordine che preferiscono, dal momento che la schermata iniziale del gioco permette di approcciare liberamente qualsiasi trilogia (la classica, la prequel e la sequel) in qualsiasi momento, senza porre quindi alcuni limiti alla fruizione. Ogni episodio è anticipato da un piccolo diorama in LEGO che ci permette di vedere brevemente la scena più significativa del film, spesso arricchita di alcuni elementi comici in pieno stile LEGO.

È infatti proprio la comicità a caratterizzare ogni gioco legato ai celebri mattoncini e anche The Skywalker Saga non manca di interpretare tutti gli eventi dei 9 film in chiave ironica, andando ad aggiungere scenette comiche e citazioni alla sottocultura di meme legati al franchise Star Wars che non potranno che strappare una risata ai fan più sfegatati.

UNA STRUTTURA MOLTO APERTA

Trattandosi di un gioco che tocca tutti i film della serie, The Skywalker Saga include praticamente ogni pianeta esplorato dalle pellicole, oltre a presentare anche sezioni di gioco ambientate direttamente nello spazio, durante le quali si potrà prendere il controllo delle navette più celebri, a partire dal Caccia Ala-X di Luke, ma non solo. Ogni pianeta è caratterizzato da intere sezioni open nelle quali andare a caccia di segreti e Mattoncini Kyber (fondamentali per potenziare le abilità attraverso i vari rami presenti), per i quali è spesso necessario intervenire anche con personaggi che non sono direttamente legati alla pellicola di riferimento.

La struttura del gioco è infatti molto aperta e non solo permette di affrontare la trama nell'ordine che si vuole, ma anche di utilizzare in qualsiasi momento dei personaggi che sono stati sbloccati in precedenza, in modo da fruttare le abilità per risolvere particolari enigmi ambientali e non solo. Ciò significa che ogni area presenta sin da subito delle zone inaccessibili qualora - ad esempio - non si abbia con sé un Jedi in grado di utilizzare la Forza per sbloccare un passaggio o un droide per interfacciarsi con qualche particolare terminale.

Tutti i personaggi del gioco appartengono a una delle 10 classi (Jedi, Eroe, Mercante di Rottami, Canaglia, Cacciatore di Taglie, Cattivo, Lato Oscuro, Droide Astromeccanico, Droide Protocollare, Extra) e sono dotati di abilità uniche, inclusi gli stili di combattimento completamente personalizzati.

GAMEPLAY VARIO

Nello spezzone di gioco che abbiamo provato abbiamo avuto modo di passare dalle prime fasi con Leia (armata di blaster per il combattimento a distanza) a quelle successive con RD-D2 e C3-PO, Luke e Obi-Wan, dandoci quindi la possibilità di provare una buona varietà di stili di gameplay diversi.

Con Leia abbiamo potuto apprezzare l'efficacia del nuovo sistema di coperture automatiche e la nuova posizione della telecamera alle spalle del giocatore, la quale dona maggior controllo durante gli scontri a fuoco e non. Oltre al blaster, infatti, Leia (in realtà tutti i personaggi) dispone anche di un sistema di combo, parate e spezza-difesa che permettono di rendere ancora più vario l'approccio agli scontri, con tanto di ricompense in base al livello di combo raggiunto.

Passando invece ai droidi, si avverte subito come i movimenti e il combattimento passino in secondo piano proprio per via della maggior legnosità dei personaggi, i quali però possono godere di un vantaggio unico, ovvero non vengono aggrediti dai nemici. I droidi, infatti, non vengono percepiti come una minaccia, quindi consentono di affrontare intere sezioni di gioco evitando del tutto il combattimento, a patto di non provocare eccessivamente i nemici, che altrimenti risponderanno a dovere.


Giocando invece nei panni di Obi-Wan, abbiamo accesso alla spada laser e ai poteri della Forza, che consentono di effettuare i classici trucchi mentali Jedi. Tra questi ne abbiamo uno che permette di prendere il controllo del nemico per creare confusione tra le loro linee o per aggirare alcuni ostacoli (magari aprendo una porta che altrimenti non sarebbe superabile in altro modo), mentre la spada laser permette anche di aprirsi dei varchi su porte e container.

Nel complesso il gameplay appare molto ricco e variegato, specialmente se consideriamo che possiamo cambiare in tempo reale il personaggio controllato scegliendo tra quelli presenti nel nostro gruppo, quindi alternare i vari stili di gioco è questione di pochi secondi. Anche questa volta torna la modalità multiplayer locale che permette di affrontare il gioco in 2 con lo schermo diviso.

UN VERO E PROPRIO PARCO GIOCHI

LEGO Star Wars: The Skywalker Saga è effettivamente un vero e proprio parco giochi a tema Star Wars e si presenta con l'ambizione di diventare una raccolta definitiva della serie. Effettivamente la quantità di contenuti (anche considerando i tanti mini giochi) sembra essere davvero sconfinata e la cura posta da TT Games - anche per quanto riguarda i tantissimi easter egg - è davvero palpabile sin dai primi momenti di gioco.

Nessun dubbio anche per quanto riguarda la qualità del fronte tecnico, specialmente per quanto riguarda la qualità dei modelli, delle texture e gli effetti di illuminazione che ci hanno convinto anche nel corso della nostra prima prova (avvenuta in cloud, quindi non ci soffermiamo sul discorso frame rate). Per chiudere segnaliamo che il gioco è completamente doppiato in italiano. Attendiamo quindi di provare nuovamente il titolo di TT Games prima di dare un giudizio completo (e non abbiamo voluto approfondire troppo l'anteprima proprio per questo motivo), ma le prime impressioni sono sicuramente molto positive.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio Spinelli

No, su switch è più piccolo

DjMarvel

ma tra pc e switch il divertimento è uguale?

Fabrizio Spinelli

Sì, è già in prevendita su amazon

Marco

mio padre le aveva, sono stati i primi dispositivi elettronici su cui ho messo le mani

Marco

Non è scritto

Marco

Ma gira sul Mega Drive?

Matteo Bottoli

Quindi sarà per PC Xbox play station switch Android iOS?

NULL

Sono tonto io oppure non hanno scritto su quale piattaforma lo hanno testato? Sfrutta il DualSense su PS5?

LoseYourself

Io non sono mai stato un appassionato di lego ma i giochi mi sono sempre piaciuti. Alla fine ho buoni ricordi di lego star wars (quello su ps2) e lego il signore degli anelli. Qualcuno l'ho fatto con un amico visto che sono tutti multiplayer e sono anche abbastanza fedeli ai film.

DjMarvel

uscirà per la switch?

Almeno i lego riescono a dare un senso all'ultima trilogia oppure seguono fedelmente la retcon trama?

asd555

Non capisco il senso dei prodotti a brand Lego Star Wars, Lego Batman, Lego Cicciolina... Ah no.

Ken

wow non vedo l'ora di giocarci!

marco

Dovrei prenderne uno prima o poi mi hanno sempre ispirato

Recensione Horizon Forbidden West: un open world ricchissimo

GTA 6, ci siamo: Rockstar lo ha confermato ufficialmente!

Anteprima Ghostwire Tokyo: parola d'ordine originalità

Recensione Uncharted: Raccolta L'eredità dei ladri: si poteva fare di più