Grand Theft Auto: The Trilogy, la recensione: ce n’era davvero bisogno?

21 Novembre 2021 127

GTA III e i suoi due seguiti, Vice City e San Andreas, hanno cambiato il mondo dei videogiochi: non solo sono stati l’inizio della maturità per uno sviluppatore, Rockstar Games, che nel tempo si è imposto come uno tra i più ambiziosi e capaci del panorama mondiale, ma il mix di open world, narrazione e qualità dell’esperienza hanno improvvisamente alzato l’asticella a cui tutti gli altri hanno dovuto aspirare ad arrivare. Tra l’altro, molto spesso, senza riuscirci.

Tra le peculiarità di Rockstar Games c’è anche quella di porre una cura maniacale nei suoi progetti, un’attenzione certosina che le ha permesso di distinguersi anche quando si è messa in gioco in contesti diversi dal solito - ad esempio su Nintendo DS con Chinatown Wars - e che ha coinvolto soprattutto la sua serie regina, Grand Theft Auto appunto.

Da questa collezione quello che ci saremmo aspettati è, insomma, un punto di riferimento per quanto riguarda il lavoro di restauro e valorizzazione dei primi tre episodi 3D della serie, o comunque un prodotto confezionato a puntino. Invece Grand Theft Auto: The Trilogy non solo è arrivato nei negozi con diversi problemi, soprattutto su PC dove è stato inutilizzabile per giorni, ma anche superati i limiti iniziali quello che è rimasto è un risultato al di sotto delle aspettative. Vale comunque la pena prenderlo in considerazione?

IL LAVORO DI RESTAURO

Il primo elemento che spicca lanciato uno dei tre titoli è quanto, aumentata la risoluzione e tolte le grane cinematografiche e gli effetti che al tempo erano stati inclusi a causa dei limiti dell’hardware nel rendering degli elementi distanti, il gioco appaia molto più colorato ma anche un po’ meno suggestivo. Se questo look un po’ più cartoon, unito ad un comparto luci e ombre rivisto, si sposa tutto sommato in maniera accettabile con le notti al neon di Vice City, in generale l’impressione è che non si adatti ai toni a cui la serie di ha abituato.

Il lavoro di upscaling delle texture è evidente anche se ci sono alcuni elementi più riusciti di altri, il che crea più volte un contrasto poco piacevole. Tra l’altro la definizione delle immagini di questo Grand Theft Auto: The Trilogy mette in luce in maniera impietosa quanto siano invecchiati i modelli, tanto degli NPC quanto di molti degli elementi poligonali dell’ambientazione, soprattutto quando non si tratta di edifici importanti ai fini della storia. E anche l’orizzonte visivo, più profondo che in passato, crea un effetto un po’ spoglio anziché arricchire quanto mostrato su schermo.

GTA: The Trilogy non riesce insomma a nascondere la sua origine, che risale direttamente all’epoca di PlayStation 2, nonostante il passaggio dal vecchio RenderWare al ben più moderno Unreal Engine 4. Un salto che avrebbe imposto un lavoro più profondo e con più risorse a disposizione, e che invece sembra sia stato fatto con un po’ di superficialità, come dimostrato anche da alcuni elementi davvero poco accettabili, come gli effetti metereologici. Un processo di abbellimento che altri prodotti simili, come Mafia Definitive Edition, ma anche diversi e precedenti, come i capitoli di Tony Hawk riproposti di recente, sono riusciti a fare con esiti radicalmente diversi (e migliori).

Il paradosso di questa situazione è che nel nostro caso, giocando con portatile dotato di AMD Ryzen 7 5800H, una GeForce RTX 3070 e 16 GB di Ram, non siamo riusciti a mantenerci fissi a 60 immagini al secondo in modalità Ultra in nessuno dei tre capitoli, una situazione che francamente, considerando la resa, non solo sarebbe dovuta essere alla portata ma era lecito dare per scontato.

Se da una parte è indubbio che Grand Theft Auto: The Trilogy ha un look e caratteristiche tecniche complessivamente più moderne rispetto ai primi anni 2000, e ci mancherebbe, il risultato un po’ pasticciato messo insieme da Rockstar e da Groove Street Games lo rende meno affascinante degli originali.

TOCCHI DI MODERNITÀ

Se l’aspetto tecnico è deludente, non c’è dubbio che parte del lavoro fatto dal team di sviluppo sul gameplay aiuta a rendere l’esperienza un po’ più accessibile rispetto agli standard moderni.

C’è ad esempio un sistema che permette di impostare la propria destinazione (al di fuori delle missioni) così da avere un indicatore personalizzabile e non dover tutte le volte aprire la mappa. Non è perfetto e sicuramente avrebbe potuto essere più evoluto, ad esempio con punti intermedi, ma è già qualcosa e rende meno frustrante la navigazione all’interno della città, soprattutto perché ci sono tutta una serie di negozi e punti di riferimento che vi ritroverete a visitare spesso.

Anche il sistema di controllo ha subito alcuni ritocchi che passano da una nuova interfaccia a rotella per la selezione delle armi, richiamabile con il dorsale ed effettivamente molto comoda, fino a un sistema di auto targeting che tra alti e bassi comunque si fa apprezzare.

Una certa approssimazione nel lavoro di restauro si manifesta comunque anche nei comparti, come quello relativo al gameplay, in cui tutto sommato il lavoro è stato fatto con cognizione di causa. Non si capisce, ad esempio, perché solo San Andreas abbia beneficiato delle migliorie al sistema di checkpoint durante le missioni, mentre i due capitoli precedenti no. Ancora una volta, sembra che sia mancato qualcosa in termini di risorse a disposizione per realizzare un lavoro soddisfacente sotto tutti i punti di vista.

TRE GIOCHI CHE HANNO FATTO STORIA

Groove Street Games ha svolto un compitino che lascia per molti versi l’amaro in bocca e che diventa ancora meno accettabile se si pensa al materiale di partenza. GTA III, Vice City e San Andreas sono tre giochi molto diversi tra loro, che per ragioni differenti avrebbero molto beneficiato di più attenzione.

GTA III è, giocato oggi, un salto nel passato piuttosto violento. Gli elementi che hanno portato la serie al successo di GTA V, del suo online e di quello che verrà in futuro per la serie sono lì, presenti però in una versione prototipale che sperimentata oggi ha forse poco da dire, se non in termini di testimonianza della storia dei videogiochi.

Vice City è divenuto amatissimo per l’ottimo mix di una città, Miami, ricca di fascino soprattutto quando declinata con suoni, colori e storie uscite direttamente dagli anni ‘80. Tra i tre forse quello che meno dipende dagli aspetti tecnici e che ne esce meglio.

Infine San Andreas è stato il capitolo della maturità per la trilogia: le missioni si sono fatte più articolate, la qualità della narrazione ha segnato un passo in avanti ancora e l’enorme sand box costruito per rappresentare Los Angeles e i suoi dintorni ha posto le basi per quello che poi sarebbe arrivato con il quarto e il quinto capitolo.

C’è molto da divertirsi giocando i tre GTA, alcune situazioni, personaggi e linee narrative sono oggi come allora divertentissime, ma è difficile non pensare che quanto di buono è sperimentabile in Grand Theft Auto: The Trilogy fosse già lì, che nulla è stato aggiunto. Resta comunque impossibile sostenere che un appassionato possa dirsi tale senza aver mai sfidato la polizia per le strade di Los Santos, quindi un valore questi tre prodotti ancora ce l’hanno eccome.

COMMENTO

Grand Theft Auto: The Trilogy è un’operazione insufficiente. Lo è per la realizzazione tecnica maldestra ma anche perché non risponde alle lecite aspettative di chi, e sono molti, avrebbe rigiocato volentieri tre titoli seminali per la storia dei videogiochi in una versione capace di esprimere almeno in parte i passi in avanti fatti sia a livello tecnologico, sia in termini di padronanza che Rockstar ha del medium.

Così resta un prodotto consigliabile solo a chi è curioso e non ha avuto modo di giocarli al tempo - tra l’altro le versioni originali sono state rimosse dagli store, quindi anche volendo non sono più reperibili - oppure a tutti coloro sono curiosi di tornare a visitare una data location o rigiocare una certa missione, amata al tempo dell’uscita originale.

I tre giochi restano un pezzo di storia dei videogiochiAlcune gradite modifiche al gameplay
Realizzazione tecnica deludenteNel complesso le novità introdotte non giustificano l'operazioneAncora un po' di bug e performance scarse

VOTO 5.5


127

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aldo Tedone

questo è un discorso più ampio e giusto, roba che a mio parere scatenerà sempre più la pirateria

Baz

ma quello che dico e' che anche se non avesse problemi tecnici di framerate instabile, 60 euro per sta roba sono troppi, non li vale, e' una remaster fatta con un budget minimo, non puo' costare quanto un gioco che richiede un budget molto piu' elevato.
senno' di sto passo se la gente continua ad essere felice di spendere 60 euro per cose del genere, ci ritroveremo le remaster non piu' a 30 euro, ma a 60... mentre i giochi realmente nuovi ad alto budget, non piu' a 60 euro, ma a 80.

Aldo Tedone

la recensione esiste proprio per non starci dietro a qualcosa, serve a scegliere, ne avrai lette e hai capito tramite terzi che 60 euro sono troppi per questo risultato, ma non dare del cogl1one a chi se ne frega e li spende lo stesso perché il prodotto piace a prescindere dalle menate tecniche. Una prima critica ci sta ed è costruttiva (infatti credo rockstar farà qualcosa per i punti critici che hai detto), il problema è che sia sfociata in una denigrazione totale del prodotto che però hai anche dei punti positivi che per alcuni sono più importanti di quelli negativi; non vi piace pazienza, non stiamo parlando dell'aumento del costo pane

Baz

si ma come tutte le remaster non dovrebbe costare 60 euro, e sopratutto se ci sono dei problemi mi sembra giusto evidenziali.
e se permetti 60 euro, anche se sono 3 giochi, sono comunque troppi, e ripeto, i cali di framerate sono un difetto non da poco considerando la grafica pietosa del titolo.
cosa vuol dire "se una cosa non ti piace perche' ci stai dietro"??? allora dobbiamo commentare e dare opinioni solo sulle cose che ci piacciono? bene, allora non esisteranno piu' recensioni negative.

Aldo Tedone

il "vabbè lo giochi a dettagli medi" è riferito al discorso che tu hai inserito sulle gpu che costano troppo, in cui ti dicevo che non sei costretto a comprarle e puoi tenerti una gpu più vecchia (come me) e giocarci a dettagli medio-alti anziché ultra. Cmq io non mi autoconvinco di niente, trovo assurdo l'atteggiamento di indignazione, se una cosa non ti piace perché ci stai così dietro? Per me, e non solo (forse ti leggi solo le review che piacciono a te), è un buon lavoro da perfezionare sicuramente, ma hanno reso più moderni e giocabili giochi di 20 anni fa che in molti non hanno giocato all'epoca

Baz

vabbe' stai difendendo l'indifendibile.
se vuoi dire che sei contento dei soldi che hai speso, ok buon per te, se vuoi auto convincerti che hanno fatto un buon lavoro e sta roba vale i 60 euro che hai sganciato ok.... ma sono solo autoconvinzioni tue, sto gioco oggettivamente non vale 60 euro.
che poi se sono 3 in 1 o 1 solo poco cambia nemmeno la trilogia remaster di crash bandicoot costa 60 euro, idem quella di spyro.
poi pazzesco come pur di non dire che hanno fatto un lavoro di me*da dici "vabbe' lo giochi a dettagli medi", hanno fatto un porting ridicolo, e sono riusciti ad avere cali di framerate su hardware di fascia alta/medio-alta pur avendo una grafica imbarazzante.
se vuoi autoconvincerti che e' tutto ok e hanno fatto un buon lavoro ok, fallo, ma la realta' e' un'altra.
senno' a questo punto anche cyberpunk 2077 alla fine e' venuto fuori bene, per i problemi di performance basta giocare a 720p e dettagli bassi, mentre per i bug, basta evitare di fare le cose che scatenano i bug... dove e' il problema.

Aldo Tedone

basta non comprarla, ma indignarsi non ha senso per un gioco (che poi sono 3 giochi a 60€). Sembra che stai parlando di problemi di vita reale "dobbiamo fingere che sia tutto ok?", non scherziamo. Poi il discorso sulle gpu, anche qui non sei obbligato a comprarle se costano troppo per te, si può giocare anche a dettagli medi, ma se il gioco vale è bello lo stesso

Baz

appunto e' una remaster con prezzo da gioco normale o remake.
a 20 euro poteva avere senso, a 60 euro e' giusto che si prenda tutte le critiche del caso per il lavoro di me*da che hanno fatto.
per ora cosa c'e' da giudicare?? 60 euro, grafica di me*da e framerate instabile.
non si tratta di essere azionisti, si tratta di essere giocatori, e se permetti ho tutto il diritto di lamentarmi, oppure dobbiamo fingere che sia tutto ok?
non sono azionista amd o nvidia, ma da utente finale mi inca**o per le gpu che costano il doppio di quello che dovrebbero costare, non sono azionista rockstar ma da utente finale mi lamento che chiedono 60 euro per una remaster con problemi di framerate su giochi di 20 anni fa

Aldo Tedone

Grafica imbarazzante?! è una remastered, non un remake, la grafica è giusto sia quella ha il giusto sapore nostalgico; è migliore il giusto sia graficamente che come gameplay, il lavoro fatto per una remastered è ottimo, o vi aspettavate GTA 6?!! Il framerate si sistemerà e allora vedremo per cosa vi indignerete. Non vi dice il medico di spenderli sti 60 euro, non siete azionisti rockstar da poter criticare il prezzo di lancio, che roba è sta polemica?!

Baz

migliore di 20 anni fa?? sara' anche migliore, ma di quanto? la grafica e' imbarazzante per il 2021, non venirmi a dire che e' godibile graficamente, o che i cali di framerate sono giustificati su una 3070.
60 euro per sto aborto di trilogia e' assurdo, una grafica di me*da e problemi col framerate, per una trilogia di giochi vecchi.
fine e' indifendibile, e le mod non sono una giustificazione, non e' che ci devono pensare i modders a rendere giocabile sta me*da, ci doveva pensare rockstar a fare un lavoro decente per il prezzo che chiedono.

Aldo Tedone

Io vedo gente che lo sta giocando senza tutte ste menate altroché, perché è migliore di 20 anni fa. Ha dei difetti di fretta sicuramente, niente di non fixabile. Inoltre le prime reviews l'avevano fatto notare il problema dei cali (che ripeto sono rarissimi e quando capita non creano problemi come in uno sparatutto), quindi basta non comprare e aspettare aggiornamenti come giustamente molti fanno, ma dare del cogl1one a chi spende i 60 euro come gli pare non esiste, soprattutto su PC poi dove i modders hanno già migliorato tanta roba

Baz

maniaci del framerate? io lo chiamo "lavoro fatto come si deve",
se con una grafica di mer*a (di 20 anni fa), il gioco ha cali su una 3070, hanno fatto un lavoro di me*da, non si tratta di essere maniaci del framerate, ma di essere oggettivi e dire le cose come stanno

Aldo Tedone

sarà che gioco da 30 anni e sono abituato a vari bug e diversi framerate, ma se c'è qualche calo è rarissimo e il gioco resta bello, più bello e comodo da giocare rispetto a 20 anni fa, oltre al fatto che per voi maniaci del framerate ci saranno sicuramente aggiornamenti, ma non vi viene la febbre se giocate a 50 fps anziché 60, non è mica uno sparatutto

Beppy the Pilgrim

Io penso a quei poveracci che li hanno comprati tutti e tre sul Play Store e che adesso non si avviano più e non vengono più aggiornati.

Sergio Lucci

Si sì GTA V grandissimo gioco per carità, ma proprio a livello di mappa trovo San Andreas molto molto meglio. La mappa di GTA V troppo “banale e noiosa”, praticamente é solo una grande isola. Non si percepisce tanto lo stacco tra i vari ambienti, che in SA era fantastico.
A livello di storia comunque il migliore per me rimane vice city, protagonista più carismatico della serie e pure gli altri personaggi ottimi.

SteDS

GTA SA il migliore concordo. GTA V comunque gran gioco, meno curato l'aspetto open-world, vero, ma i personaggi sono fenomenali... Trevor

Sergio Lucci

Invece di ste porcate, io ancora aspetto un GTA alla San Andreas ma con tecnologia e grafica moderna.
Miglior GTA come mappa, interessante e super varia, 3 “stati” con 3 città e tutta la campagna attorno, foreste, deserti, montagne, etc, e di gran lunga il più divertente e con più attività, mezzi, etc
GTA V ci si é avvicinato ma non dava assolutamente le stesse sensazioni di libertà assoluta. Non é una questione di dimensione, ma di come era strutturata la mappa. Quando in SA eri nel deserto, vicino all’area 69, sembrava di stare a centinaia di km da Grove street, anche se in realtà la mappa é più piccola di GTA V. O se eri in un casinò a las venturas ti sembrava di essere davvero ad anni luce da San Fierro
Spero in GTA VI…

P.S. ridatece il jet pack!!!!

EdEddy

Eh intanto i soldi se li sono presi, in questi casi mi verrebbe da ringraziare che esiste la pirateria

kayoshin

66/67 euro

TheFluxter

"ce n’era davvero bisogno?" risposta "no"

lore_rock

Una storia single player interessante ad esempio, cosa che con il V non si può assolutamente dire

lore_rock

Non sbagli xD (o meglio, hanno fatto una remaster)

lore_rock

Sono d’accordo, per me é solo l’inizio del declino

Riccardo sacchetti

Io l'ho adorato! Però ci vogliono un po' di ore prima di apprezzarlo. Su ito é moooolto lento. Anche dopo in realtà, ma si gode appieno! Soprattutto se ti piace l'ambiente Western

EdEddy

Pure qua non è che trovi tutta sta coerenza eh, i personaggi sono deformi

broncos

Bho speriamo grazie, non lo avevo comprato anche per principio.
Ma poi un paio di mesi fa con l'offerta della Stadia Premiere ho deciso di prendere sto gioco assieme visto che mi serviva il kit.

Non l'ho ancora iniziato, conto di farlo a breve, spero di riuscire a seguire bene la storia e godermi il gioco

stefanoc

Secondo me è tendenza comune voler rigiocare i gta ad ogni generazione di console (su switch non vedo l'ora) quindi ci stava come operazione, se fosse stata fatta bene non ci sarebbero state polemiche.

Riccardo sacchetti

In rdr2 secondo me sono gestiti meglio. Li ho seguiti senza nessun problema. In gra mai riuscito..

Fandandi

Ma GTA 5 te lo tirano dietro ormai, i soldi li fanno con l'online.

ErmenegildoBranduardi

La cosa grave è che hanno tolto dallo store gli originali.

Vincenzo

Che salti sempre nelle missioni mentre guidi, idem a cavallo.

Baz

ma anche a 30 per me e' gia troppo... 20 euro sarebbe stato abbastanza onesto

disqus_uSJK7cFxtw

La vera Rockstar era quella fondata da Sam e Dan Houser.
Quella di oggi, priva di Dan e probabilmente più a caccia di profitto che di capolavori, solo un eco di ciò che è stata.
A questo punto mi chiedo se vedremo mai GTA 6 e se questo potrà essere all'altezza di tutti i (fantastici) capitoli precedenti.

Francy Ssr Ssr

A me sinceramente piace, poiché mi ero scocciato di installare mod grafiche sulle versioni originali, poiché erano tutte abbastanza incoerenti, e spesso non erano ottimizzate, in questo modo ho il gioco (questo vale per tutti e tre) apposto da questo punto di vista, oltre al fatto che adesso le mod saranno anche migliori, grazie al nuovo motore grafico.

Però è oggettivo che questa trilogia sia uscita in versione "beta".

Cloud387

Ma infatti non si sono concentrati, hanno dato in mano ad un team esterno e fine della storia.

Redvex

Ho giocato solo vice city, ma non mi metto di certo a giocare gli altri. Tra l'altro ho il 5 regalato da epic, installato giocato 10 minuti e tirato via. Di un eventuale gta 6 non mi frega granchè. Ma visto che l'ip è loro vorrei un nuovo max payne che non sia quella cagata del 3

SJ_410

so comunque soldi!

Gabriele

That was my money, Rockstar! MY MONEY!!! (cit.)

Riku

Ma infatti io intendo che all'uscita puoi farlo pagare massimo 30 euro, a 60 è una rapina

Baz

be si dai, a 30 euro costerebbe solo il doppio di quanto vale... e anche a 15 euro non andrebbe preso a prezzo pieno ma solo scontato durante i saldi.

Baz

ma alla fine i gta sono tutti uguali... cosa ha SA o vice city di cosi' incredibile da giustificare un remake? tanto vale concentrarsi sul 6 e basta, energie spese meglio.
vice city e san andreas potevano essere bei titoli 20 anni fa, ma oggi?? cosa hanno che un eventuale gta6 non puo' avere?

Baz

io mi baso su cio' che dice la recensione, e la recensione dice che non tiene il framerate costante su una notebook ben piu' potente

android_user

non uscirà mai GTA 6 con tutti i soldi che si stanno facendo anche con questa Trilogy, già di amici miei 4 di loro l'hanno già acquistato.

Castoremmi

I prossimi mi sa che sono i techland. A me la questione dying light 2 mi appare tutta un po' fumosa

Giacomo

Nah

Watta

chi non ha giocato al 5 è perche non voleva giocarlo ebbasta

Ken

gioco inutile! sono uscite le ps5 e le series x da tempo, e le schede video pc sono anni che hanno le rtx. dovrebbero concentrarsi su gt6 next gen e non ste cose qua.

Aristarco

Sbaglio o forse l'han fatto su switch?

Aldo Tedone

bha ho un pc con gtx 980 e un i5 e mi gira benissimo tutto maxato, con le prime migliorie dei modder poi me lo sto godendo ancora meglio, hanno già fixato tanta roba e introdotto salvataggio dove ti pare

Walter

beh chi non ha giocato il 5 perché non dovrebbe comprarlo?

20 anni di Xbox: ripercorriamo i momenti che ne hanno definito la storia

Recensione Metroid Dread: la serie si chiude con un capolavoro

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie