Recensione MediEvil, un remake sin troppo fedele all'originale

04 Novembre 2019 39

Sir Daniel Fortesque, dopo una lunga attesa, è finalmente "resuscitato": sono trascorsi 21 anni dal suo esordio sulla prima console di Sony e MediEvil approda su PlayStation 4 con un remake molto fedele all'originale. Sviluppato da Other Ocean, il "nuovo" MediEvil vuole dunque deliziare i fan di vecchia data, ma riuscirà a conquistare anche nuovi giocatori?

Testato su PlayStation 4

UNA GAMEPLAY TROPPO FEDELE ALL'ORIGINALE

Ad eccezione di una nuova voce narrante, la storia non presenta differenze rispetto all'originale. Si vestono dunque i panni dello scheletrico e resuscitato Sir Daniel Fortesque che deve fare tutto il possibile per difendere i confini del regno di Gallowmere dal malvagio stregone Zarok e dalla sua orda di non morti. Con un'atmosfera a tinte horror e toni ironici e scanzonati, la storia del noto cavaliere si apprende attraverso l'incontro con alcuni personaggi (statue parlanti, streghe etc), e leggendo libri e pagine sparse nei 22 livelli di MediEvil.

Other Ocean, oltre a mantenere inalterato il comparto narrativo, non ha apportato modifiche significative neppure ai contenuti e al gameplay che, oggi come allora, presenta una struttura ludica bilanciata, alternando fasi hack ‘n' slash a piacevoli sessioni esplorative/platform accompagnate da alcuni semplici enigmi ambientali.

I 22 livelli che compongono MediEvil sono dunque ben strutturati, fedeli all'originale e spronano l'utente ad esplorare la zona alla ricerca di segreti, scrigni, monete e bottiglie della vita (aumentano al salute). Immancabili inoltre i Calici delle Anime, che si possono ottenere dopo aver ucciso un determinato numero di nemici e consentono di sbloccare equipaggiamento extra nel Salone degli Eroi (archi, balestra, martello da guerra, spade, scudi e armature).

Sir Daniel all'inizio del gioco può infatti fare affidamento solo su armi molto basilari (spada e coltelli da lancio) di conseguenza recuperare i preziosi Calici permetterà di equipaggiarsi al meglio per evitare la temibile schermata di "Game Over" che costringe a ripartire dall'inizio del livello.

Inedite invece le Anime Smarrite che, collegate a missioni aggiuntive, oltre a garantire una speciale ricompensa (dedicata soprattutto ai fan di lunga data) aumentano longevità e rigiocabilità del prodotto.

Storia, struttura ludica e contenuti riescono dunque a sopportare abbastanza bene il peso degli anni, proponendo un remake divertente e piacevole, che però viene in parte rovinato da meccaniche di gioco troppo ancorate al passato che si portano dietro i difetti storici del prodotto originale.

Il sistema di combattimento, sia con armi corpo a corpo sia a lunga distanza, risulta impreciso con lock-on dei nemici e hitbox approssimative e gestite male, che rendono l'azione poco leggibile. Nulla di positivo neppure sul fronte telecamera che, seppur governata da un sistema migliorato e dall'aggiunta di una nuova visuale ravvicinata (L2), non eccelle con problemi di inquadratura soprattutto nelle zone più ristrette. Poco entusiasmanti anche i passaggi da telecamera fissa a mobile che spesso disorientano.

I movimenti di Sir Daniel Fortesque - salti compresi - sono senza dubbio più fluidi grazie a controlli più affidabili che rendono meno frustranti alcune sessioni platform. Resta invece invariato il sistema di inventario degli oggetti che non brilla per comodità: una ruota per la selezione delle armi sarebbe stata sicuramente più gradita.

GALLOWMERE NON E' MAI STATA COSI' BELLA

Visivamente il lavoro svolto da Other Ocean su MediEvil è molto buono: il team di sviluppo è infatti riuscito a ricreare perfettamente le atmosfere e lo stile artistico del gioco originale con un dettaglio grafico decisamente superiore e una cura dei particolari che non mostra incertezze: le terre di Gallowmere non sono mai state così belle.

Le ambientazioni (cimiteri, foreste incantate, cripte, paludi, labirinti, giardino delle zucche etc) seppur mantengano ampiezza e level design di vent'anni fa, sono molto più affascinanti e coinvolgenti grazie a scenari più ricchi di elementi di contorno e ad un sistema di illuminazione che lascia poco spazio alle critiche e regala scorci da togliere il fiato. Lo stesso dicasi per il protagonista, i mostri, le immonde creature e i boss che risultano molto più dettagliati.

Nel complesso, l'aspetto grafico di MediEvil si attesta dunque su un buon livello, nonostante alcune texture meno curate di altre e animazioni non sempre perfette. Nota non propriamente positiva per quanto riguarda il frame rate che, impostato a 60fps, mostra alcune incertezze con evidenti cali soprattutto nelle scene di gioco più concitate. Si segnalano anche alcuni bug grafici (compenetrazioni poligonali).

Perfetta invece la colonna sonora con brani orchestrali che accompagnano in modo armonico le gesta di Sir Daniel mentre il doppiaggio in italiano, identico a quello di 20 anni fa, è sicuramente meno entusiasmante e in alcuni momenti fuori sincrono.

CONCLUSIONE

Il remake di MediEvil è imperdibile per tutti i fan di Sir Daniel Fortesque che ritroveranno nel prodotto di Other Ocean la stessa atmosfera, ironia e gameplay del gioco originale, il tutto impreziosito da un comparto grafico nettamente superiore. I nuovi giocatori devono invece fare i conti con meccaniche di gioco che non rispecchiano gli standard attuali con sessioni hack ‘n’ slash datate e un sistema di combattimento che mostra diverse incertezze.

Nonostante un gameplay migliorabile per rendere il prodotto più moderno, il remake di MediEvil riesce comunque a regalare un'avventura a tinte noir "vecchio stile", piacevole ed ironica che merita di essere giocata, trattandosi un titolo storico dell'era PlayStation.

VOTO

CONTENUTI/MODALITÀ DI GIOCO 8,0

GAMEPLAY 7,5

TECNICA 7

LONGEVITÀ' 7

GLOBALE 7,5

VISIVAMENTE MOLTO BUONOCOLONNA SONORA TRAVOLGENTEAMBIENTAZIONI ED ATMOSFERA OTTIME
GAMEPLAY TROPPO ANCORATO AL PASSATOTELECAMERA POCO PRECISAFRAME RATE BALLERINO

39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Arturo Smeraldo

Ho sempre odiato la sony perchè ha sempre copiato la Nintendo,dai giochi ai pad...non darò mai i miei soldi a questa gente ruba-idee!

L'unico mio dispiacere riguardo al remake di MediEvil è che abbiano preso in considerazione solo la prima versione e non non MediEvil Resurection che aveva dato nuova linfa vitale oltre ad essere estremamente divertente (il genio all'interno del cranio di Sir Daniel mi è mancato tantissimo, per non parlare dei Gargoyle "cosa posso venderti oggi? Belle cosineee!?") oltre alla mancanza del boss del manicomio, ai minigiochi e alla conseguente mancanza della spada di Odino e tanti altri dettagli che avevano dato maggiore attrattività al gioco. Dunque bello esteticamente, ma con l'amaro in bocca.

IlFuAnd91

È na roba diversa.

Sickboy

Quindi tu giochi ai giochi seri solo perchè ci giocano gli altri...annamo bene

Frankbel

Anche al cinema si fanno i remake, ma evitano di riprodurre esattamente gli stessi contenuti.
Remake in stile Resident evil rebirth sono benvenuti, meri aggiornamenti grafici direi di no.
Purtroppo non è il primo di questo tipo e non sarà l'ultimo.

macosx

Io non gioco su PC da quando avevo 12 anni
E non ho nemmeno ios..
Non fai guerra xbox ps perché sei un pcista... Ma ci sono ancora i pcisti... Seg4iol1 della scheda tecnica, ma per youporn non credo servano 50gb di memoria ram e una 5 titan... Perché solo quello potete fare visto che rdr2 è uscito 1 anno dopo... DS esce il prossimo anno... In pratica i pcisti giocano ai giochi seri solo quando ormai non se li cag4 più nessuno

Albi Veruari

Io non gioco su console dai tempi di ps2 quindi sai che mi frega delle vostre guerre ps-xbox.
Poi se volevo triggerarti potevo chiederti: come ci si trova a giocare su mac? Bello apple arcade eh?

Sparda

Luoghi comuni facili da smentire

V1TrU

ah certo, infatti death stranding non esce su PC.
"Ai saccenti cascano i pantaloni in piazza" ed eccone la dimostrazione.

Luca
ciro mito

Mi è rimasto nel cuore , bellissimo

macosx
macosx

Almeno gli utenti ps4 possono giocare... Invece voi boxari che dite? Bello netflix eh? Tvtvtvtvtv

macosx
Account Anniversario

Non credo ci siano 4tb 2.5 a 7.2k

Simon Wins

Nessun dubbio.

Desmond Hume

se proprio devi fare un remake almeno sbattiti un attimino e mettici anche il secondo episodio stile trilogia di Crash Bandicoot.
mah... consigliatemi un 4TB per ps4.
possibilmente a 7200rpm.

APLL11

In realtà in questa generazione sono uscite un sacco di nuove IP, sia da parte dei first party che dai third party.

ciro mito
Kyon

Mai. Nel caso solo tramite Playststion Now.

Kyon

Quando mai arriverà se è esclusiva Sony. Sia il gioco che il brand. Un po’ di raziocino ogni tanto.

Gaio Giulio Cesare
robin994

non tanto andarsene , e' solo che da quando e' libero dalle catene di Konami, il caro Hideo ha avuto un assegno in bianco. In quel gioco ci sono molti attori famosi , e poi c'e' del Toro. Il fatto e' che ci sono troppi bei nomi dietro quel gioco , e solo quelli fanno promettere bene

T. P.

quanti ricordi, infatti, evocano titoli del genere... :)

ciro mito

È gravido insomma

ciro mito

Pretendo il remake di ICO

eberg93

È normale, tra la miriade di titoli moderni ne salvi veramente pochi tra quelli memorabili. I ragazzini di oggi crescono a pane e Fifa/Fortnite (due nomi a caso eh, il primo rappresenta il titolo annuale che dopo 12 mesi diventa inutile e fa la polvere, il secondo è il caciarone free to play per tutti).
Anni fa il mercato era meno saturo ed era più facile che un titolo conquistasse il cuore dei giocatori.
Fra una 15/20 anni magari vedremo dei remake di titoli molto apprezzati come che ne so, Assassin's Creed 2, un the witcher 3, un Fallout 3.

Simon Wins

Lo so che è banale dirlo, ma ci sono fortunatamente le dovute eccezioni.
Hideo se ne è dovuto andare per fare qualcosa di originale.

robin994

death stranding, non mi sembra che siano andati sul sicuro senza sperimentare ... sono stati spesi bei soldi dietro quel gioco

Simon Wins

Se vogliamo parlare di meccaniche di gioco allora ce ne sono ancora meno.
Ormai si sono standardizzate.

Andrea

Perchè non sanno più da che parte farsi non avendo novità da proporre.
Così, prendendo spunto dal mondo del Cinema, sono partiti con le operazioni nostalgia!

pappacci

Bè dai nel mondo dei videogiochi non si può parlare di mancanza di creatività, qualche remake messo qui e là ci sta, escono continuamente giochi nuovi e di generi diversi, anche troppi a dire la verità.

Albi Veruari

Hanno fatto più remake che giochi nuovi. Avanti cosi!

Simon Wins

Adesso è più consistente, le aziendone vogliono andare sul sicuro piuttosto che sperimentare.

V1TrU

Al solito ci vorranno 9 mesi ma arriverà

ghost

Mai giocato spero esca per pc

ghost

Te ne sei accorto adesso? È dai primi anni 90 che lo fanno xD

Spark

Sono andati sul sicuro, con un gameplay che farà felici quelli che non vogliono nemmeno una vigola fuori posto, gli stessi che conoscono Crash da quando era un prototipo e hanno detto "meh" sul gameplay di Nsane.
Il destino di questi giochi è vivere di ripetizioni, omaggi e upgrade limitati manco fossero degli orologi fatti in svizzera dai grandi big di Geneve.

Simon Wins

Remake anche nei video giochi.

Ciaone, creatività.
(ma non dico che questo in particolare sia brutto)

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta