GTA 6 leak: la vicenda si complica e interviene Rockstar

19 Settembre 2022 93

La clamorosa fuga di informazioni su GTA 6 si arricchisce di nuovi risvolti che riguardano direttamente teapotuberhacker (da ora semplicemente Tea Pot), l'hacker che ha avuto accesso ai dati riguardanti il nuovo titolo di Rockstar e non solo.

Le novità arrivano dal profilo Twitter di Tom Henderson, penna nota della stampa di settore, il quale ha condiviso alcuni aggiornamenti sulla vicenda, tra cui la conversazione tra un finto dipendente di Rockstar e lo stesso hacker.

Da questo breve scambio di parole - lo trovate nel tweet poco sotto - si apprende che il materiale trafugato include il codice sorgente e gli asset di GTA 5 e GTA 6. Alla richiesta di provare di essere in possesso di questi dati, l'hacker invita il dipendente di Rockstar/Take-Two a consultarsi con i suoi colleghi del reparto IT, i quali - a detta di Tea Pot - saranno in grado di confermare le sue parole.

Secondo quanto riferito da Tea Pot, la condivisione delle informazioni è avvenuta poiché Rockstar non lo ha contattato proponendogli un'offerta, lasciando intendere che la compagnia sia stata oggetto di ricatto prima della pubblicazione degli oltre 90 video.

Tea Pot ha comunque provato a monetizzare il frutto del suo furto, mettendo in vendita il codice sorgente di GTA 5 (non quello del 6) per un'offerta non inferiore ai 5 zeri, quindi sull'ordine delle centinaia di migliaia di dollari. Sembra che qualcuno si sia dimostrato volenteroso di pagare questa cifra, visto che un utente ha effettuato un pagamento di circa 100.000 dollari in Bitcoin, tuttavia pare che l'indirizzo a cui li ha spediti non sia quello di Tea Pot, bensì di un altro truffatore che si è a sua volta spacciato per l'hacker.

IL SOSTEGNO DI NEIL DRUCKMANN

Sulla vicenda è intervenuto anche Neil Druckmann, il co-presidente di Naughty Dog, che ha espresso la sua vicinanza ai colleghi di Rockstar attraverso un tweet pubblicato dal suo account ufficiale.

Con le sue parole, Druckmann li incoraggia a mettere da parte la tristezza e la frustrazione per l'accaduto (non letteralmente), due sentimenti a lui ben noti, visto che anche The Last of Us Parte II (qui la recensione) era stato al centro di un pesante leak a poche settimane dal lancio ufficiale. In quell'occasione era stato trafugato materiale appartenente a fasi avanzate del gioco ed era stato utilizzato per portare avanti una campagna denigratoria contro il titolo, sfruttando il fatto che i video condivisi potevano avere diverse interpretazioni - specialmente per il personaggio di Abby - in assenza del loro contesto corretto.

Anche nel caso del leak di GTA 6 la condivisione del materiale sta causando diversi problemi a Rockstar, a partire dalle critiche ricevute al comparto grafico del gioco. Nonostante sia stato confermato che la build mostrata sia in realtà molto vecchia - si parla addirittura di una versione alpha del 2017-2018 -, in tanti sui social hanno cominciato ad attaccare il titolo proprio sotto questo aspetto, senza contestualizzare - ancora una volta - la reale provenienza del materiale emerso.

Insomma, si tratta di una bella gatta da pelare per Rockstar, che sicuramente riuscirà a far cambiare idea ai suoi fan in occasione del rilascio ufficiale del gioco, ma nel frattempo bisognerà convivere con i danni causati dal leak. Danni che potrebbero ripercuotersi anche in altri aspetti, come ad esempio il fatto di dover limitare il tipo di materiale su cui è possibile lavorare da remoto, al fine di ridurre il rischio di ulteriori fughe di informazioni. Questo elemento da solo potrebbe bastare a produrre ulteriori ritardi.

LA DICHIARAZIONE DI ROCKSTAR
ore 16.20

Rockstar ha rotto il silenzio e ha pubblicato un messaggio sui social con il quale conferma di aver subito un attacco che ha portato alla sottrazione illegale di materiale relativo al prossimo GTA. Oltre a ciò, Rockstar ha anche riferito che per il momento non ci saranno sospensioni legate ai titoli online di Rockstar e che l'incidente non avrà impatti sullo sviluppo nel lungo periodo. Il comunicato completo è il seguente:

Recentemente abbiamo subito un'intrusione nella nostra rete a cui ha avuto accesso un elemento non autorizzato di terze parti e ha scaricato illegalmente informazioni confidenziali dai nostri sistemi, inclusi filmati del prossimo GTA in fase di sviluppo ancora embrionale. Al momento non ci aspettiamo nessuna interruzione per i nostri servizi di gioco online e non ci aspettiamo che ciò possa avere effetti di lungo termine su alcuno dei progetti attivi.

Siamo comunque molto delusi dal fatto che la condivisione dei dettagli del nostro gioco sia avvenuta in questo modo. Il nostro lavoro sul prossimo GTA continuerà come pianificato e restiamo impegnati nel portarvi un'esperienza che possa superare le vostre aspettative. Vi aggiorneremo presto e, ovviamente, vi presenteremo il gioco non appena sarà pronto. Vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno offerto supporto in questa situazione.

Insomma, sembra che GTA 6 non subirà ritardi a causa di ciò, tuttavia è chiaro che qualcosa cambierà nel breve periodo, visto che Rockstar menziona esplicitamente gli effetti sul lungo. Probabilmente non è finita qui.


93

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
opt3ron

Direi che il secondo malvivente può tranquillamente essere definito genio.

V4N0
Dark!tetto

Era un'iperbole volutamente esagerata ovviamente

Pentium

ahahahah

EdEddy

Ma secondo te possono mai mostrarsi preoccupati in pubblico? Hanno perso un bel po' di soldi in borsa solo a causa dell'ipotesi di un rinvio, pensa che sarebbe successo se l'avessero confermato...

EdEddy

Tra quelli scettici che facevano i fenomeni "perché tanto non è vero" e quelli che giudicano la grafica non so chi sia più intelligente

EdEddy
EdEddy

Non è che nel frattempo siano stati a girasse i pollici eh, hanno fatto anche Red Dead Redemption 2.

EdEddy

Non esageriamo...

V4N0

Tanta roba! Non avevo visto gli ultimi commit…

Achille

Lo so benissimo che esistevano già i database per i native di GTA, anche perché sono un modder della community.
Il fatto è che non si conoscevano tutti i nomi dei native e perciò anche che tipo di parametri richiedono e cosa fanno.
Se noti però ora si conosconotutti i native e dalla pagina di GitHub puoi notare anche i commit dell’altro giorno.
Il file leakato pubblicamente riguarda i native che stanno sotto il namespace TASK, ma i native aggiunti sono tutti

Dark!tetto

Già lo era quella su PS2 se è per questo, ma Nintendo non ci ha mai puntato con la switch, che rimane comunque una delle console più vendute di sempre, figurati se avesse pure una grafica che va oltre il Gameboy Advance...

Redvex

In sviluppo dal 2017 e non c’è una data… ci credo che non subirà ulteriori ritardi

Patafrosti

Alla fine gli offriranno un lavoro

Felk
Kartboy

Io nemmeno il 2.

Dracarys

Regola numero uno della cybersecurity: il fattore umano

wilky

"Gta 6 non subirà ritardi", eh menomale.
Sono passati quasi 10 anni da gta 5 e non è ancora annunciata mezza notizia ufficiale.

MisterTIC

Mi auguro solo che il prossimo GTA VI nel multiplayer online PC non ci siano cheaters, ormai con GTA Online attuale sembra che i giocatori onesti siano quelli che non sanno giocare per come si viene trattati da questi individui che dovrebbero essere bannati dal gioco.

V4N0

Il sito che hai linkato non ha niente a che fare con il leak, i nativedb esistono da anni ormai!
Il leak per quanto riguarda GTA 5 per il momento è composto da un 10K righe di codice e poco altro

MK50

Seguitelo per altri consigli finanziari.

Superdio

se non è riuscito a capire che il mio "mega flop" era sarcastico penso non ci sia nient'altro da discutere...

Tiwi

caspita

Ma quale hacker, è stato un indiano che ha lavorato per anni in rockstar che si è vendicato per varie controversie lavorative. Sanno già chi è altroché hacker

Michele Catanese

Ammetto che ho hype per questo gioco, visto che sarà ambientato a Vice City (la mia ambientazione e capitolo preferiti), ma sicuramente è un hype inferiore rispetto a GTA V. Visto come hanno trattato il gioco dopo l’uscita, abbandonare il single player (non troppo ricco secondo me) per dedicarsi solo al comparto online… non mi è andato giù.

R4nd0mH3r0

c'è il funerale della roial cuiiin oggi, ma come si permette a non esserci ed a acherare in giro per il vuebbe

Matteo

Sembra comunque che abbiano già individuato l’hacker, e come previsto è un ragazzino di 16 anni inglese

Gatsu
Kamgusta

Ma un stica? Mi interessa il gioco, non farmi le pippe sugli alpha footage.

WhoAmI

"Sembra che qualcuno si sia dimostrato volenteroso di pagare questa cifra, visto che un utente ha effettuato un pagamento di circa 100.000 dollari in Bitcoin, tuttavia pare che l'indirizzo a cui li ha spediti non sia quello di Tea Pot, bensì di un altro truffatore che si è a sua volta spacciato per l'hacker."

Che lacrima strappastorie

IlFuAnd91

Sicuramente, grazie alla stanza dello spirito e del tempo forse -.-

XPower7125

lo avevo letto proprio su twitter

Freedom

certo gta 6 ha bisogno di questo tipo di marketing per poter vendere :')

Nacyres

Stiamo parlando di build del 2017/2018, ciò significa che ormai è da anni che è in sviluppo e non conosciamo a che punto siamo, ma dubito siano alle fasi iniziali. Iniziare da capo richiederebbe anni e Rockstar non è una software house che sforna decine di titoli all’anno, potrebbe essere un danno economico non indifferente. Sono d’accordo che negli anni i leak siano stati usati anche a scopo pubblicitario, ma qua si è andati troppo oltre per del semplice marketing.

MacheteKowalski

I don't see the hour nemmeno io!

Giuseppe

ma quale mega flop, ma per favore..... se la storia del codice sorgente trafugato di fifa fosse vera, hanno fatto bene a trafugarlo, perché ai tempi FIFA era SCANDALOSO!

Superdio

qualcuno spieghi al complottaro qui sopra che winning eleven all'epoca nacquie proprio grazie al codice sorgente trafugato di FIFA...
Non capisce che se il codice sorgente è fuori per prima cosa può essere analizzato da cima a fondo per trovare exploit, e seconda cosa può essere copiato paro paro senza dare gli strumenti a rockstar di provarlo.

Però lui ci ha visto lungo ed è tutta una mossa di marketing, specialmente per un gioco che non conosce nessuno, specie dopo il mega flop di GTA5 che hanno giocato in 4 gatti...

Fabios112
rsMkII

Beh perché tu non sei uno sviluppatore di GTA 6, che scoperta

Franz 451

io scarico da souncloud

rsMkII

Il termine indiano non va mica in moderazione eh

rsMkII

Ah nessuno è preoccupato della reazione degli investitori eh? Quindi tu avresti scritto "siamo nella m3rda e qui in ufficio stanno urlando tutti, ora mi sa proprio che sospendiamo tutto e i developer senior ci stanno mandando a fare in ... e cambiano azienda". Ottima strategia!

rsMkII

non vedo l'ora che exitino sto game

Pentium

secondo me ora si sbrigheranno ancora di più per far uscire sto benedetto game..

rsMkII

Beh ovvio che sei sarcastico, non hai parlato dei suoni che scarichi da youtube

Giuseppe

se davvero fossero preoccupati di questo furto, stopperebbero lo sviluppo e di conseguenza ritarderebbero tutto. Ma da come ha risposto Rockstar Games, praticamente sono dispiaciuti per l'accaduto ma per loro non cambia nulla.

asd555

AHAHAHAHAHAHAH! STESO!

Franz 451

eh facile no?
download unreal engine 5,
metto questo terreno qualche personaggi e qualche scrip gioco pronto per essere rilasciato a €80

ovviamente sarcasmo.

rsMkII

EDIT: sembra che sia proprio così invece:
https://uploads.disquscdn.c...

Recensione Pokémon Scarlatto e Violetto: alti e bassi di Paldea

LG OLED Flex LX3 da 42”: la curvatura è variabile, la qualità rimane quella del C2

Anteprima di Pokémon Scarlatto e Violetto: 4 cose che dovete sapere

Splatoon 3 ci ricorda perché i giochi Nintendo sono così speciali | Provato