Splatoon 3 ci ricorda perché i giochi Nintendo sono così speciali | Provato

24 Agosto 2022 73

Quando qualche anno addietro il primissimo Splatoon è arrivato sul mercato, gli utenti hanno impiegato un po’ di tempo per capirlo. Uno sparatutto diverso dal solito, che non pone l’accento sull’eliminazione degli avversari e propone un look distante anni luce da quello dei vari Call of Duty e Battlefield, non è quello che ci si aspettava dal genere. Con il tempo e anche grazie a un seguito di grande successo, il brand ha acquisito popolarità e la visione di Nintendo per un gioco competitivo spensierato e divertente, ha preso letteralmente il volo.

Con il terzo capitolo, in arrivo il prossimo 9 di settembre, i possessori di Switch sperano di trovarsi tra le mani un prodotto capace di fare un ultimo salto, di raggiungere quella maturità che riesca finalmente a unire in maniera indiscutibile le qualità ludiche a cui oramai siamo abituati, con un'offerta in termini di opzioni che non possa lasciare spazio a critiche e obiezioni.

Abbiamo trascorso un’ora e mezza in compagnia del gioco e ci siamo fatti una prima idea di quello che Splatoon 3 offrirà già dal lancio. Un’opportunità che avranno anche i possessori di Nintendo Switch il prossimo 27 agosto, quando la Splatfest World Premiere darà modo di iniziare a impratichirsi con alcune delle novità di questo terzo capitolo.

SCENARI FAMILIARI

Per tornare a prendere la mano con il gioco siamo stati accompagnati attraverso tre livelli della modalità Storia. Come in passato, la richiesta è quella di completare una serie di stage creati ad hoc, ma i designer giapponesi hanno cercato di approcciare la sfida in maniera un po’ meno rigida.

La storia ci chiede ancora una volta di affrontare l’esercito octariano, ma in Splatoon 3 la promessa è quella di avere schemi con una varietà di meccaniche un po’ più vasta che in passato. A inizio livello ci viene chiesto con quale arma vogliamo affrontarlo, aprendo così la strada per approcci diversi. Scegliere il classico blaster, con il suo alto rateo di fuoco ma una potenza limitata, è così un’esperienza molto diversa rispetto a quella offerta dal calamarco.

Quest’ultimo, come suggerisce il nome, è un arco con due modalità di fuoco: la prima, ottenibile con una rapida pressione del tasto, lancia tre frecce contemporaneamente dando modo di coprire un certo raggio d’azione; l’altra, che si attiva tenendo premuto più a lungo, concentra la potenza su un solo colpo, molto più efficace ma che richiede grande precisione. In entrambi i casi, colpendo una parete si applicheranno delle cariche esplosive pronte a detonare pochi istanti dopo l’impatto. Il calamarco è una novità interessante che richiederà parecchia pratica per essere padroneggiato al meglio.

La modalità per singolo giocatore non sarà mai il cuore pulsante di Splatoon e, in fondo, anche questa volta sembra essere una sorta di lungo e piacevole tutorial per impratichirsi in vista del multiplayer. Allo stesso tempo è indubbio che Nintendo ha impiegato tempo e risorse per costruire qualcosa di più articolato e appassionante in questo terzo episodio; uno sforzo che si fa apprezzare.

UN MULTIPLAYER POTENZIATO

Dopo l’escursione single player, ci siamo lanciati all’interno delle modalità multigiocatore di Splatoon 3. Nintendo ha cercato di dare agli utenti quanto necessario per avere un’esperienza competitiva più fluida e piacevole che in passato, aggiungendo la richiestissima possibilità di entrare direttamente nei match con una squadra di amici e migliorando i sistemi di comunicazione. Tornano ovviamente anche le partite private con una lobby rivista.

La modalità principale del gioco, Mischia Mollusca, che chiede di colorare con la propria squadra quanto più terreno entro la fine dei tre minuti di ciascun round, torna grossomodo invariata se non per un paio di gustose aggiunte. In particolare, la libertà di movimento del proprio alter ego virtuale beneficia ora di due nuove mosse: avvitotano è un rapido cambio di direzione di 180 gradi che può essere eseguito, in modalità totano, dando un colpo sull’analogico nella direzione opposta a quella in cui ci si muove ed è molto comodo per schivare i colpi avversari; l’impinnata si esegue invece sulle pareti verticali e dà uno slancio verso l’alto che ci fa coprire un tratto di muro più ampio del solito, permettendoci di eseguire attacchi a sorpresa.


Sono mosse che per essere padroneggiate al meglio necessitano di qualche partita ma che aggiungono spessore al gameplay di Splatoon 3. In maniera simile l’altra nuova arma che abbiamo testato, il tergilama, sembra pensata per offrire un inedito approccio agli scontri: brandire questa sorta di grosso tergicristallo permette sia di colpire gli avversari da vicino in un vero e proprio corpo a corpo, sia di raggiungere quelli più distanti, grazie a un colpo che copre un’area un po’ superiore. Come per il calamarco, anche la tergilama richiede di tempo per essere usata a dovere e non sarà la scelta d’elezione per i nuovi utenti, ma Nintendo ha chiaramente pensato le aggiunte al multiplayer di Splatoon 3 per rendere più profonda e longeva l’esperienza, e queste novità sembrano andare proprio in quella direzione.

Al termine del test ci siamo concessi anche una partita alla Salmon Run, la modalità Orda di Splatoon se vogliamo semplificare, che torna invariata nella formula ma più ricca di nemici e opzioni. Anche in questo caso dobbiamo resistere a più ondate di nemici e raccogliere, entro il tempo limite, un certo numero di uova che vanno poi raccolte (ora volendo è anche possibile lanciarle) all’interno degli appositi cesti). Nulla di inedito, ma ci sarà di certo modo di passare un bel po' di ore in compagnia degli amici e di una sfida che sa diventare molto tosta, molto in fretta.

AMBIZIONI POST LANCIO

Per quello che abbiamo provato, Splatoon 3 si prospetta come un episodio ancora più corposo dei precedenti: nessuna rivoluzione ma più armi, opzioni e livelli di gioco offriranno un'esperienza che difficilmente non farà la gioia dei fan vecchi e nuovi. Ovviamente un'ora e mezza di test non bastano per farsi un'idea complessiva sul prodotto, ma le basi sono solide e la volontà di Nintendo chiara: questo intende essere l'episodio definitivo. Tra l'altro potendo contare su tutti quegli elementi peculiari e unici che hanno reso Splatoon una serie tanto speciale.

Questa volontà è rimarcata anche dalla promessa di supportarlo con due anni di aggiornamenti gratuiti scanditi da nuove iniezioni contenutistiche ogni tre mesi. Il lancio del 9 settembre, insomma, sarà solo l'inizio.


73

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Valerio

Splatoon è il divertimento fatto videogioco, il successo in termini di critica è assolutamente meritato. Per fortuna che rimane Nintendo a fare giochi fuori dagli schemi, geniali nella loro semplicità, e che in un gioco coloratissimo mascotte una profondità di gameplay come solo Nintendo sa fare. C'è il fanboy sonari che si fa account multipli per rispondersi da solo che è assolutamente ridicolo, ahahah, grazie che lo bannano a ripetizione. Il suo nervosismo è evidente, dato che Switch sta seppellendo letteralmente la sua povera ps5, stravincendo questa generazione. Come è evidente quello di tutti i detrattori di Nintendo che altro non hanno da fare. Che si mettano il cuore in pace, Nintendo resta il top di questa industria, per longevità, vendite, e per la qualità e la cura che mette in giochi come questo. E un certo Zelda appena annunciato, che si prospetta come il gioco di questa generazione! Brava, bravissima Nintendo!

___

spoiler. ps e switch fanno entrambe onco al cinghiale. invece un 3ds jailbrekkato è una delle console migliori mai create

___

sulla switch l'online si paga, non è più come su 3DS che era gratis

___

bah avendo provato il primo su emulatore, credo sia davvero deprimente pagare 60€ un gioco su Nintendo switch per poi dover pagare l'abbonamento di 20€ annuali per poter giocare in multiplayer, dato che finita la storia lo prendi per l'online. nintendo si venderebbe pure i parenti per fare soldi altro che tim cook

Federico
Edo8Avio

Decisamente sopravvalutato.

NULL
Gionni
Gionni
Gionni

Piuttosto scialbo in effetti, sembra un arena shooter free 2 play.

Gionni

Titolo per bambini.

Gionni
Gionni

Mai piaciuto splatoon, non capisco cosa ci trovi la gente, sembra un gioco da cellulare, un po' caro per la cifra a cui viene venduto.

NULL

Nessun pregiudizio, era una domanda onesta. Grazie per la risposta.

Facorzep

Sono un adulto, amo Splatoon e mi crea assuefazione (sul 2 ci ho passato una quantità di ore assurda), e mi fanno schifo i giochi con stile grafico realistico e con il sangue. Basta pregiudizi.

Final Gohan

Console imbarazzante

Andredory
skelektron

Personalmente dopo quella che per te è stata una “disastrosa” esperienza con iPad avrei detto a mio padre possessore di una catena di negozi di elettronica “no, grazie, non mi piace”, e se proprio voleva regalarmi uno smartphone di quel calibro al tuo posto avrei preso un top Oppo, Samsung, ecc
Tanto non lo ha scaricato dal magazzino, se pure te lo ha consegnato inscatolato glielo ridavi intonso e lo metteva in vendita o in vetrina, che certo non aveva problemi a venderlo.

Andredory

Si, me lo ha regalato, non spenderei mai 1000€ per un telefono soprattutto per un iPhone.
Li avrei spesi solo per Huawei se avesse mantenuto i servizi Google.
No, non mi sentirei uno sf1gato ad andare in giro con un Android anche perché ho sempre avuto Android a parte questo iPhone, dico solo che la sua reale utilità e l’unico “pregio” è quello per me.

skelektron

Non lo hai pagato e non è stata emessa ricevuta… Quindi te lo ha “regalato” il tuo papà, come io dicevo prima?
E poi hai detto un’altra cosa importante che la dice lunga su di te, se pure ce ne fosse bisogno: lo tieni per “sfoggiarlo nel weekend”. Ti sentiresti quindi uno sf1gato a farti vedere in giro con un Android anche se questo ti soddisferebbe di più nell’utilizzo quotidiano?
Non devo dire altro, sarebbe superfluo.

justmt

Splatoon 2 online mi ha tenuto incollato allo schermo per troppe ore. Ho dovuto vendere il gioco per staccarmi da lì, ma è divertentissimo. La modalità storia non la considero nemmeno però, solo il multiplayer online

Andredory

Lo avrei già venduto se potessi, no? Invece dovrei vendere un iPhone 13 praticamente senza garanzia (dato che scade ad Ottobre 2022) in un mercato dell'usato in cui un iPhone 13 usato due-tre mesi da 256gb lo si trova a 700€ o meno ed un iphone 13 pro anche a meno di 900€.
In queste condizioni praticamente mi offrirebbero non più di 450€ (sempre che lo possa vendere tra l'altro dato che tecnicamente risulta in magazzino in un negozio e se mio padre magari in futuro mi verrà a chiedere IMEI o quant'altro sarebbe un problema), praticamente mi conviene tenerlo chiuso in un cassetto usandolo solo nel week end per sfoggiarlo quando esco e comprarmi un Android da 400€ da usare nel quotidiano che va molto meglio e mi dà più soddisfazioni.
Sto già infatti guardando qualcosa e sono orientato verso un Pixel 6A/6 (mi incuriosiscono anche se sulla carta lasciano a desiderare) od eventualmente un S21 Fe od altre occasioni se verso Novembre al Black Friday scendono a meno di 400€.

skelektron

Si, ma io dopo tanti mesi se non mi trovo bene con un prodotto, soprattutto un telefono che uso ogni giorno, lo cambio! In particolar modo un iPhone che usato si rivende bene e in fretta, mica me lo tengo per continuare a bestemmiare giornalmente per il fantastiliardo di difetti che ha rispetto agli altri mille mila smartphone Android disponibili sul mercato…

tommaso

se vuoi io vendo una PS3 250gb ahahahah

Andredory

Ne parlo male perché appunto li ho e so i loro difetti e cosa non funziona, mica parlo come fanno in molti per sentito dire senza provarle le cose (per lo più almeno).
Inoltre ho già un lavoro quando non studio e le cose me le compro con i miei soldi.

skelektron

Com’è possibile che ti stiano sempre antipatici i marchi di cui puntualmente possiedi i prodotti??? Ti sta Apple sui maroni e hai iPhone 13 di cui sparli, dopo aver avuto iPad di cui ancora sparli. Ti sta Nintendo sui maroni e hai Switch di cui sparli appena puoi…
Dì ai tuoi che invece di comprarti tutto quello che chiedi ti mandassero a lavorare quando non studi…

NULL
NULL

Lo Switch è una pacchia in mobilità, per il resto, il più delle volte, preferisco una grafica più realistica e allora si va di altre console o PC.

apotoxin91

Concordo sulla scomodità di utilizzo
É scomoda come poche
Dovrebbero fare almeno dei joycon ufficiali più ergonomici con vibrazione, wireless e tutto il resto
Inoltre mi pesa il fatto che nintendo non reintegri i trigger nei suoi gamepad escludendo così tutti i giochi di guida, che in portatilità sarebbero uno spasso.
Però nonostante ciò é comunque la console che uso più spesso.
Per quanto riguarda la grafica me n'é sempre fregato relativamente e ritengo più che sufficienti i 720p su quello schermino

apotoxin91

Curiosità, di cosa ha bisogno?

apotoxin91
apotoxin91

Beh ha una componente competitiva quindi se intendi ti possa impegnare abbastanza, direi di si, quantomeno sull'online.
Beh comunque si, parecchie esclusive son jrpg (xenoblade, pokemon, shin megami, triangle strategy) altrimenti ti devi buttare sulle terze parti e gli indie, che sono comunque tanti e sono una comodità in portatile
Oppure metroid nuovo che é action
Fra poco esce bayonetta e una serie di terze parti
Non direi che prende polvere, io ho sempre cose da giocarci

leonardolol

Persone adulte. Giochi adulti. Io boh

Cheers

Sparda

Beh almeno quelli sony scendono di prezzo. Ho visto giochi del lancio 3ds ancora a 50 euro...

NULL

A parte Animal Crossing, Zelda e qualche JRPG, la Switch non fa altro che collezionare polvere. Può avere senso questo titolo per persone adulte?

Jotaro
Facozerpox
Facozerpox

Di più rispetto a cosa? I titoli Nintendo costano 60, mentre quelli Sony 81.

Andredory

Chi voleva giocare a Zelda se l'è già presa prima, non è che siccome esce il secondo capitolo allora tutti corrono a comprarla perchè è uscito il secondo senza neanche aver giocato il primo. Pokèmon purtroppo è diventato una schifezza.

Valoroso Guerriero

Va bene si 110 milioni, ma se continua a vendere chi glielo fa fare?
Pensa tutte le OLED (modello rilasciato l'anno scorso) che venderanno ora con Splatoon e Pokémon. Calcola che primavera 2023 esce Zelda, tutte le console che ti piazza le mandi in pensione dopo un anno?

Martino De Amicis

Scherzavo....

Martino De Amicis

Mai sentito dire.

Raxien

Shame on you

Andredory

Eh ho fatto caso che vive di rendita come videogiochi, a me è andata bene non avendo avuto Wii U però si vede che non è roba fresca.

Neptune

L'80% sono porting da Wii U o Remaster, ho preferito di gran lunga il 3DS, soprattutto come software della console stessa.

Andredory

Ha sul groppone già più di 110 milioni di unità eh, non gli manca tanto da vivere ancora. Poi per me non è un problema, l’ho presa a Marzo ed i giochi esclusivi non è che mi facciano proprio impazzire, giusto qualche titolo lo trovo interessante.
Alla fine la uso pochissimo solo qualche ora la Domenica quando sono al lavoro ma non c’è niente da fare.

Valoroso Guerriero

Secondo me vi conviene mettervi il cuore in pace. Finché vende la switch non la pensionano.

ale

XD XD XD no dai serio..

Martino De Amicis

Non credo che il Giappone entrerà nella guerra a Taiwan.

Martino De Amicis

Di che gioco si tratta?

Abbiamo provato FIFA 23, altro che addio: EA guarda al futuro

LEGO Star Wars: The Skywalker Saga provato: enorme e divertente

Recensione Horizon Forbidden West: un open world ricchissimo

GTA 6, ci siamo: Rockstar lo ha confermato ufficialmente!