10 giochi da provare su Xbox Cloud Gaming

20 Novembre 2021 71

Dopo gli esperimenti dei primi anni 2000, il cloud gaming come lo conosciamo oggi è figlio della spinta data dal 2010 in poi da OnLive e, successivamente, Gaikai. Entrambe le piattaforme non esistono più, sono state acquisite da Sony nel corso degli anni, ma hanno avuto il pregio di dare il via a una rincorsa che oggi ci permette di avere un gran numero di servizi a disposizione. Da GeForce Now a Stadia, da Xbox Cloud Gaming a PlayStation Now e Amazon Luna, passando per tutta una serie di alternative ed esperimenti.

Nonostante gli anni, il cloud gaming è comunque ancora agli albori. E questo è vero sia in termini di penetrazione all’interno del mercato, tutto sommato contenuta, sia per quanto riguarda limiti e compromessi, spesso legati alla connessione degli utenti, con cui si devono scontrare i giocatori e che le piattaforme devono sempre tenere a mente.

Non mancano ovviamente i passi in avanti e grandi aziende come Google, nonostante i molti errori fatti con Stadia, si possono permettere di sperimentare soluzioni avanzate, come i 4K a 60 frame per secondo con HDR di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa. Oppure GeForce Now, che sta allargando la propria offerta per garantire un’esperienza visiva sempre più vicina a quella sperimentabile sui PC di fascia alta e altissima.


I progressi non mancano, insomma, e quando si parla di cloud gaming è difficile non immaginare un futuro in cui sarà al centro dell’offerta videoludica. Al momento è però un’esperienza complementare alle altre, una seconda via che si può affiancare alla propria console preferita, al PC o agli smartphone. Per questo Xbox Cloud Gaming, inserito all’interno del Game Pass, mescola perfettamente un catalogo ricco e fruibile su un gran numero di piattaforme, con un grado di accessibilità - anche economica - che lo rende perfetto per fare una prima esperienza con il cloud gaming e seguirne i progressi.

Ci siamo quindi chiesti quali giochi fossero adatti per sfruttarlo, un compito che si è rivelato un po’ meno semplice del previsto. Se da una parte il Game Pass include infatti un gran numero di esclusive e titoli di altissimo profilo, basti pensare ai vari Halo e Forza, dall’altra non sono necessariamente prodotti che si sposano al meglio con i limiti tecnici che ancora oggi molti incontrano giocando in cloud. Abbiamo quindi optato per giochi che potessero sposarsi con l'esperienza del cloud gaming, non semplicemente i più belli o quelli più recenti.


Per farlo ci siamo affidati a un hardware che non sarebbe naturalmente pensato per giocare, un Chromebook Lenovo IdeaPad Flex 5, così da verificare quali fossero 10 titoli che si sposano al meglio con le peculiarità di questa tecnologia e che al contempo offrono grandi valori ludici.

La scelta di un Chromebook convertibile 2-in-1 è stata fatta perché, trattandosi di un prodotto orientato alla produttività e che pone l'accento sulle caratteristiche tipiche di questi dispositivi, quindi la leggerezza e la durata della batteria, ci sembrava fosse un test ideale per capire quanto Xbox Cloud Gaming fosse una scelta adatta per chi volesse giocare ai suoi titoli preferiti anche quando la console e il PC non sono nei paraggi. Fateci sapere cosa ne pensate e, soprattutto, cosa giocate voi in cloud.

A PLAGUE TALE: INNOCENCE

Sono passati un paio d’anni dall’uscita dell’avventura firmata Asobo, team francese che ha anche curato l’ottimo e diversissimo Flight Simulator, ma il viaggio nella Francia del quattordicesimo secolo offerto da questa splendida avventura continua a regalare soddisfazioni a chiunque decida di dargli un’opportunità. A Plague Tale: Innocence non è la produzione a più alto budget, né quella più longeva, però il mix di una storia scritta bene, personaggi interessanti e meccaniche piacevoli la rende imperdibile.

CITIES: SKYLINES - XBOX ONE EDITION

Non sono moltissimi i city building game pensati per le console (e i loro controller) in grado di offrire un’esperienza di qualità, giocabile senza impazzire ma allo stesso tempo senza troppi compromessi. Cities: Skylines - Xbox One Edition riesce nell’impresa grazie a un gameplay tutto sommato classico, che pesca a piene mani dalle idee dei primi Sim City, ma con un gran numero di trovate e contenuti che ne giustificano l’esistenza anche al giorno d’oggi. Tra l’altro se da una parte è vero che una città può richiedere molto tempo per essere costruita a puntino per rispondere ai propri sogni di urbanista virtuale, la formula si adatta bene anche a partite mordi e fuggi.

DRAGON QUEST XI S: ECHI DI UN'ERA PERDUTA

30 anni di JRPG riassunti in un prodotto che ha tutto il meglio di una serie storica, con qualche (gradito) tocco di modernità. Non si tratta di un gioco adatto a chi vuole un’esperienza breve, anzi, e tecnicamente non è certamente quanto di più evoluto sul mercato, però le meccaniche sono perfettamente bilanciate, la storia profonda e ricca di sfumature e il comparto artistico, visivo ma anche musicale, ci trasporta in un mondo che vale la pena di scoprire e in cui moltissimi ameranno perdersi. Il tutto rigorosamente in single player e senza alcuna necessità di pensare al ping o alla latenza dei controlli. La serie Dragon Quest non è popolare in Occidente come lo è in Asia, ma questo undicesimo capitolo, giocabile anche dai novizi senza alcun rischio di sentirsi spaesati, è l’occasione perfetta per dargli una chance.

FOOTBALL MANAGER 2022 XBOX EDITION

Negli anni Football Manager è diventato il gioco di calcio non solo per chi è appassionato di calcio, ma anche per chi ci capisce. Da una parte l’idea di giocare con un database pieno di statistiche, per quanto più o meno nascoste dietro a schermate piene di grafici e una rappresentazione visiva del match, può non essere interessante ma per gli altri vuol dire un numero infinito di ore passate a studiare le tattiche migliori, i giovani più promettenti e le mosse da fare per salire di categoria. Può non piacere, può annoiare dopo due ore di gioco, ma il bello di averlo disponibile su Game Pass è questo: provatelo, dategli un’opportunità, e se non vi troverete a vostro agio allora basterà passare ad altro.

SEA OF THIEVES

Rare dopo una serie di annate deludente è praticamente rinata con Sea of Thieves, trovando una formula perfetta per il Game Pass di Xbox. Un gioco d’azione a tema piratesco cooperativo in cui è importante essere pronti all’azione, ma il tono è scanzonato e sopra tutto conta il divertimento. Qualche rallentamento o episodio di lag non vi rovinerà la serata, insomma, mentre le ore di intrattenimento sono potenzialmente illimitate: la struttura sandbox permette a chiunque di muoversi e interpretare l’esperienza come preferisce, mentre il lavoro di supporto post lancio ha portato alla creazione di un gran numero di contenuti aggiuntivi, capaci di regalare decine e decine di ore di svago.

YAKUZA: LIKE A DRAGON

La serie SEGA è stata per anni un piccolo culto riservato a un gruppo di appassionati e poi, un po’ per volta, è riuscita a entrare nel cuore di un numero crescente di giocatori. Un viaggio nel Giappone moderno unico e affascinante, che in qualche modo ha preso l’eredità di Shenmue e che con questo settimo episodio è stato anche capace di cambiare le carte in tavola: basta struttura da action, largo a combattimenti a turni da JRPG. Il risultato è un videogame che mantiene il solito tono fuori di testa, regala molte ore di divertimento ma lo fa scegliendo un sistema di gioco che non teme input lag o qualche singhiozzo. Il cambio di setting, che passa da Tokyo a Yokohama, e una struttura narrativa pensata per adattarsi anche ai nuovi arrivati, lo rende una buona scelta anche per chi non avesse esperienza precedente con il brand giapponese.

STREETS OF RAGE 4

Quante probabilità ci sono che una serie anni ‘90 torni ai giorni nostri, senza modificare la propria formula e ottenendo un enorme successo? Poche, soprattutto se pensiamo al delta che separa le esperienza action del tempo, figlie dei cabinati e della grafica 2D, con quelle dei giorni nostri. Eppure gli sviluppatori di Streets of Rage 4 sono riusciti nell’impresa, mettendo insieme un comparto visivo che è insieme retrò ma anche impreziosito da effetti e da una fluidità tipica dei giorni nostri, con un’esperienza immediata e divertentissima, da soli ma anche in compagnia degli amici. Un gioco che varrebbe la pena godersi in locale in compagnia di qualche amico, ma che può essere goduto anche scendendo a qualche compromesso.

THE ELDER SCROLLS V: SKYRIM SPECIAL EDITION

Sono passati 10 anni dall’uscita di Skyrim, un’eternità nel mondo dei videogiochi (e non solo). Eppure dopo una decade, il gioco di ruolo firmato Bethesda resta uno dei prodotti più affascinanti e completi a cui si possa mettere mano, meritevole non solo di essere giocato ma anche rigiocato, ricco com’è sempre di nuove cose da fare e da vedere. La Special Edition, uscita nel 2016, include una serie di migliorie e rifiniture che lo rendono ancora più imperdibile. Su Xbox Cloud Gaming Skyrim potrebbe a tratti essere sfidante perché non mancano i momenti di confusione e gli scontri in cui occorre essere rapidi e sul pezzo, ma tutto sommato le lunghe fasi d’esplorazione e gli infiniti approcci ad ogni sfida posta dal gioco, regalano abbastanza varietà da renderlo comunque un titolo godibile in cloud.

TWO POINT HOSPITAL

Un altro gioco che non richiede grandi riflessi ma mette alla prova il cervello: la gestione di un ospedale non è semplice e sulla carta non sembra nemmeno un lavoro molto divertente, ma il mix di meccaniche elaborate da Two Point Studios unito con un tono molto leggero e pieno d’umorismo, lo rendono un prodotto da provare e giocarsi negli scampoli liberi della giornata.

PILLARS OF ETERNITY (E IL SUO SEGUITO)

Pillars of Eternity e Pillars of Eternity II: Deadfire, entrambi presenti su Xbox Cloud Gaming nelle loro edizioni complete, rappresentano due tra i prodotti più complessi e completi che un appassionato di RPG occidentale vecchia scuola possa provare al giorno d’oggi. Un salto nel passato con pochi compromessi e decine di ore di appassionanti sfide, impacchettati all’interno di un mondo di gioco affascinante e ricco di particolari. Entrambi possono essere giocati sia con il controller sia sfruttando i comandi touch, dando un’ulteriore scelta e ampliando il numero di possibili interazioni.


71

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jaws 19
HeySiri

Buono a sapersi, anche se non ho più win 10 :)

salvatore baldari

Confermo. Ho un nvidia shield e gioco sia con geforcenow e stadia. Stadia forse è leggermente superiore come giocabilità ma il catalogo è scarso. Ho una fibra a 50 mega

Fabios112

Dragon Age inquisition

NULL

Concordo sul livello tecnico, in condizioni ottimali forniscono la stessa esperienza d'uso. Purtroppo, PSNow manca di app Android, iOS e Mac, manca di app web, soffre maggiormente i problemi di linea e - incredibilmente - da PC non riconosce nemmeno l'hardware Sony più recente.

Diciamo che tra i servizi cloud, se STADIA al momento è il migliore, PSNow è decisamente l'ultima ruota del carro. La cosa che urta è che basterebbe poco da parte di Sony per renderlo un servizio ottimo.

Emiliano Frangella

Consiglio i 2 ORI che sono Super Ottimizzati per il cloud

NULL
Quattrocchi

che stupidaggine. Più che altro il problema potrebbe essere in win 11. Comunque per qualità streaming i migliori sono ge force now e stadia. Now va bene soltanto da console mentre xcloud fa acqua da tutte le parti (ho fibra 100 mega)

NULL

Sto testando PSNow su Win11: letteralmente indietro anni luce rispetto alla controparte MS. Non riconosce nemmeno il DualSense.

Non ho mai provato GeForce Now, ma - al momento - STADIA mi pare ancora un gradino avanti a tutti per qualità di esperienza di gioco. Detto ciò il servizio di MS è quello che sta facendo passi da gigante nella direzione giusta, mentre Sony - oltre ad avere server sottodimensionati, sigh! - non supporta nemmeno il proprio hardware.

Emiliano Frangella

Dipende dal gioco anche se ortimizzato...
Ori per esempio gira una meraviglia in Cloud

I-lorenzo

vai di yakuza che è un gioco bellissimo e divertente

I-lorenzo

l'unica pecca è che non puoi usare mouse e tastiera

Migliorate Apple music

per xcloud i classici 30mbps vanno più che bene. La differenza la fa soprattutto la latenza con i loro server

valenorf

Strano! Immagino che avrai già provato con l'ethernet. Non so quale possa essere la differenza fra di noi

V4N0

Velocità minima sui 30-50 mbps per stare tranquilli, conta che in realtà lo stream è limitato a 15mbps!
Il problema è proprio la latenza… soprattutto perché per il momento i data center sono solo all’estero

V4N0
NULL

Non lo possiedo più ma - se non ricordo male - una volta riconosciuto da ChromeOS mi pare andasse anche in modalità solo wireless.

pacho

Il controller stadia funziona wireless su chromebook anche fuori da stadia??

Squak9000

velocità minima internet per un gameplay decente quale sarebbe?

Ap3x

Qualcuno può confermare EE xbox cloud si può usare senza controller? Dal sito sembrerebbe di no...

V4N0
T.Bombadillo

Io stessa connessione, latenza esagerata. Impossibile giocare.

T.Bombadillo

Grazie al ca.

valenorf

Io ci giochi tranquillamente con 70 Mbps e 20 up, con 6 di ping (wifi)..a volte può succedere che l'immagine si rovini per qualche secondo, ma credo sia solo dovuto al non uso dell'ethernet

piero

I bimbiminkia sono capaci. Io uso il controller. E gioco con il fold 3. Spettacolo

Dark!tetto

Azz vero, ho svuotato la cache di chrome e me la da non disponibile, ma ho ricontrollato prima di segnalare. Magari al solito la riforniscono, varrebbe la pena tenerla sott'occhio.

Rettore Università di Disqus

Che io sappia X cloud non funziona con mouse e tastiera, almeno qualche mese fa quando l’ho disdetto era così e questo fu uno dei motivi, giocare spara tutto col gamepad è una follia.

Migliorate Apple music

Esaurita da un po'

Laevus

Beh puoi giocarci sul pc, oppure collegare mouse e tastiera wireless

Dark!tetto

Segnalo per chi volesse provare, visto che è una promo interessante anche se la CCU non è quella con Google TV

https://uploads.disquscdn.c...

V4N0
Masnia

Si

Olianza <3

Guarda con un pc windows più joystick Xbox vai sul sicuro e non avrai problemi di alcun tipo.
Semplice.

Olianza <3

Infatti nessuno ci gioca, a parte gli idioti.

Me.Tano

Ftth 1000 Infostrada, e Xbox collegata con cavo lan.

T.Bombadillo

Che connessione hai?

ericantona5

Su Mac si può usare il joystick di stadia?

Arslan

https://uploads.disquscdn.c...

NULL
Jaws 19

OT segnalo che il Microsoft Store di Windows 10 si è appena aggiornato alla nuova versione, presumibilmente la stessa presente in Windows 11
https://uploads.disquscdn.c...

broncos
NULL

Controller STADIA su tablet Android o Chromebook vanno benissimo, e con il Chromecast in regalo puoi fare lo streaming su TV.

NULL

L'app Android su Chromebook funziona benissimo e anche il joypad STADIA - mi pare anche in modalità wireless, se non ricordo male, una volta installato -.

Per la TV, in attesa di app native, puoi fare lo streaming su Chromecast da Android o Chromebook.

Per i giochi, siccome cambiano in continuazione, ti conviene consultare il catalogo.

ma quelli che ci giocano su smartphone e tablet come fanno con le scritte minuscole?

Simplyme

La soluzione migliore è usare un controller PS o xbox, sono progettati bene e sono supportati bene (spesso con controller di marche anonime i pulsanti su schermo non corrispondono), inoltre li puoi portare a casa di un amico/conoscente se lui ha la console.

Simplyme

-Dipende dal team di sviluppo dell’app e dalla piattaforma stessa, su Android TV credo relativamente presto (però non ci giurerei).

-Controlla sul sito ufficiale Microsoft.

-Non so, fossi in te su Chromebook sperimenterei entrambe le soluzioni.

-Credo di sì, però non hai il vantaggio della connessione diretta rispetto ad un controller tradizionale come su Stadia e a me giocare col cavo piace poco.

-Controlla sul catalogo.

Rettore Università di Disqus

Ma si può usare mouse e tastiera o ancora solo pad?

piero

Da una scala a Pioli

piero

Immortale come ibra

Zimling

Il vero Ibra non da del lei, dà solo dell'io

20 anni di Xbox: ripercorriamo i momenti che ne hanno definito la storia

Recensione Metroid Dread: la serie si chiude con un capolavoro

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie