Metroid Prime: il "demake" in 2D ha una demo giocabile dopo 17 anni

06 Aprile 2021 3

Mentre attendiamo con impazienza che Nintendo abbia qualcosa di nuovo da dirci su Metroid Prime 4, un gruppo di appassionati è riuscito a pubblicare la prima demo pubblica di un progetto alquanto ambizioso: un completo demake 2D del primo Metroid Prime uscito originariamente su Game Cube nel 2002.

L'aspetto interessante della questione riguarda il fatto che il progetto sia attivo da ormai ben 17 anni, con i primi lavori avviati già ad aprile 2004 dal Team SCU. Nel corso degli anni si sono alternati 5 programmatori che hanno svolto il ruolo di supervisori principali, ai quali si sono affiancati centinaia di volontari che hanno contribuito allo sviluppo di un titolo molto più ambizioso di quanto si possa immaginare.

Metroid Prime, infatti, è stato il primo Metroid ad abbandonare l'impostazione grafica in 2D a scorrimento orizzontale tipica della serie, per proporsi sul mercato come uno sparatutto in prima persona. Questo ha portato tantissime modifiche dal punto di vista delle meccaniche alla base del gioco, riadattate per poter essere fruite in un ambiente 3D.


Il lavoro svolto da Team SCU si è basato proprio su questo elemento e ha adottato l'approccio inverso. Invece che effettuare la transizione da 3D a 2D di tutti gli elementi di Prime, il gruppo ha pensato a come riadattarli per lo stile originario della serie, in modo che risultassero perfettamente amalgamati all'interno del gameplay originale della saga. Il comparto grafico, inoltre, trae forte ispirazione da capitoli come Super Metroid, Metroid Fusion e Zero Mission, offrendo uno stile inconfondibile per tutti i fan della serie.

Vi lasciamo al primo video che mostra il gameplay della demo, mentre se volete provarla in prima persona trovate il link al post sul sito ufficiale in Fonte. Ora non resta che augurare un buon proseguimento dei lavori, sperando che il progetto possa giungere a termine in tempi più rapidi, sempre che Nintendo non intervenga prima.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dario Rigon

che senso ha usare 17 anni per produrre una cosa non vendibile? Potevano produrre un platform figo dato che sono bravi e se ne sente la mancanza.. 30 secondi e nintendo tira giu tutto...

Guest

17 di passione e a Nintendo basteranno 3 minuti per bloccare tutto come è suo stile.

dario

wow... certo 17 anni sono parecchi per produrre una demo, ma caspita, sembra veramente uno spettacolo!
al posto di nintendo troverei un accordo economico con gli sviluppatori per distribuirlo in via ufficiale con tanto di grande n sopra.
ma conoscendoli, più probabile che gli faranno chiudere baracca con tanto di citazione in tribunale.
spero di sbagliarmi, sembra un lavoro coi fiocchi e che trasuda amore e passione per la saga che andrebbe premiato e potrebbe anche fruttare diversi quattrini.

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato

WRC 10 arriva a settembre: tutte le novità e una breve anteprima

Recensione Ratchet & Clank: Rift Apart. La next gen da un’altra dimensione

Horizon Forbidden West: c’è molto passato in questo futuro | Editoriale