Square Enix: la pandemia sta bloccando lo sviluppo dei videogiochi

19 Ottobre 2020 19

Lo sviluppo dei videogiochi è stato completamente bloccato dalla pandemia: è come se il tempo si fosse fermato. A prospettarci questo scenario apocalittico per l'industria non è il solito analista di mercato, bensì Yosuke Matsuda, Chief Executive di Square Enix, nel corso di un'intervista rilasciata al Financial Times.

La situazione descritta da Matsuda è decisamente allarmante, in quanto spezza quell'illusione che si era creata attorno al settore, ovvero che la maggior parte del lavoro di sviluppo potesse continuare anche da remoto. Il problema, infatti, non risiede tanto nella distribuzione dei giochi - che ricordiamo ha avuto difficoltà solo nelle fasi iniziali del lockdown globale (Square Enix ha cercato di ridurre i danni focalizzandosi sulle vendite digitali e anticipando le spedizioni delle copie fisiche) -, bensì su tutte quelle fasi cruciali dello sviluppo che non possono essere svolte a distanza.

Tra queste troviamo le sessioni di motion capture e la registrazione di tutte quelle scene in cui il doppiaggio richiede la presenza di più attori in contemporanea. Ma non solo: ci sono anche tantissime apparecchiature specifiche che non possono essere portate in ambienti esterni a quelli di lavoro, motivo per cui risulta quasi impossibile utilizzarle a distanza.

Insomma, al netto della spinta che il mercato ha ricevuto dopo il lungo lockdown di primavera, il futuro di tantissime produzioni potrebbe essere messo a rischio dal perdurare delle condizioni sanitarie emergenziali. Tantissimi titoli verranno rimandati e le uscite dei prossimi mesi potrebbero non essere garantite. Un esempio di ciò è la versione next gen di Marvel's Avengers, rimandata a tempo indefinito proprio negli scorsi giorni.

Al momento sembra che l'industria abbia concentrato le sue risorse per supportare al meglio il lancio della nuova generazione di console, tuttavia il primo anno di PlayStation 5 e Xbox Series X/S potrebbe essere molto più duro del previsto anche per questo motivo.

Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da IBS.it marketplace a 201 euro oppure da Coop online a 269 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sopaug

con una mortalità del 40% avrebbe infettato 4 gatti e poi si sarebbe estinto.

Giorgio Ferri

Ci avete messo dieci anni per fare un ffxv penoso e altrettanti per un kh3, basta con ste stupide scuse.

Cloud387

E prima della pandemia che scusa avevano in Square Enix?

Emiliano Frangella

Mannaggia....

GTX88

Più morti e meno contagi tutto qua e anzi magari non sarebbe diventata una pandemia

boosook

Sì, però il mondo è grande e comunque la diffusione ha richiesto tempo... prima Wuhan, poi l'europa, e addirittura ora si sa che i primi casi sono stati a novembre... se fosse stata una febbre emorragica, vedi la gente come rimaneva subito in casa anziché dire che è come un'influenza...

Bastros

La mortalità alta avrebbe permesso una minore diffusione com'è accaduto con la sars e le altre pandemia dell'era moderna prima di questa.

Vive

Il COVID alla Square Enix è iniziata 10 anni fa visto quanto ci hanno messo per fare FFXVI, VII Remake e Kingdom Hearts III

xan

per assurdo ci sarebbero stati meno problemi: prima di morire, ti senti male e vai in ospedale o (se i sintomi sono meno gravi) rimani a casa. in ogni caso non vai in giro e questo impedisce il diffondersi.

in questo caso la maggior parte delle persone ha pochi o zero sintomi e quindi va in giro ad infettare le persone.

questo virus come tasso di mortalita e presenza di sintomi è quasi la perfezione matematica se il tuo obiettivo è infettare l'intera popolazione mondiale e uccidere il maggior numero di persone nel mondo

Le misure sarebbero state nettamente più aggressive e avremmo vissuto una situazione simil peste.

Desmond Hume

quando fanno il remake di final fantasy 8?

ermo87

magari un virus con una mortalità così alta non avrebbe trovato più dei corpi ospitanti e si sarebbe estinto molto prima. se invece l'istinto di sopravvivenza vale anche per loro, la mortalità rimarrà bassa in ogni caso (ma non ci giurerei).

giovanni cordioli

La "fortuna" di ebola è che la finestra temporale tra il contagio e i sintomi è piuttosto breve e per giunta, quando i sintomi compaiono il soggetto sta cosi male che non è in grado di andarsene in giro a propagare l'infezione.
Se una fetta di contagiati fosse rimasta asintomantica ma contagiosa per settimane, e libera di andarsene in giro a tramettere l'infezione in giro, sai che strage?
Altro che covid!..

giovanni cordioli

Ci sono virus in natura fin'ora relegati nelle foreste tropicali che sono a lunga incubazione e ad alta letalità, per i quali è molto facile fare il salto di specie.
Anzi io sono molto stupito che questa pandemia si scoppiata solo oggi e che sia così scarsamente letale.
Fino ad ora l'umanità ha goduto di una fortuna sfacciata considerata la facilità con la quale è possibile montare su un aereo spostandosi in poche ore da un continente all'altro.
i giganteschi agglomerati urbani dove vivamo stipati a milioni come polli in batteria, sono il terreno fertile ideale per la propagazione dei virus.
La globalizzazione e la migrazione delle persone porterà anche alla globalizzazione dei virus e alla comparsa di malattie sconosciute, e il peggio deve ancora arrivare.

Ripeto siamo stati anche troppo fortunati, fino ad ora.
Succederà ancora....... E arriverà qualcosa di molto peggio altro che covid.

boosook

"Cosa sarebbe successo se fosse arrivato un virus con una mortalità del 40, 50% o superiore?"
Il 40, 50% o più di noi sarebbero morti. :)
Seriamente, ci sarebbero state misure molto più forti, prendi Ebola, che è presente da anni, ma non si diffonde come pandemia. Perché, con il 90% di mortalità per febbri emorragiche, non ci sono negazionisti che tengano quando c'è un focolaio. La diffusione dei virus infatti è inversamente proporzionale alla mortalità, un po' perché uccidere l'ospite non gli conviene, un po' perché più sono mortali e meno noi glielo facciamo fare.

Vash 3rr0r

Se "fare" Videogame significa lanciare 100 remastered, allora per il settore la pandemia è incominciata già nel 2015...

Il Cavaliere

Ma non riesce a bloccare le Fiction.
Incredibile..

SuperDuo

Non è che i virus umani stanno ad aspettare l'uomo dove non ci sono umani. I contagi avvengono con gli spillover e le mutazioni.

giovanni cordioli

Se è per questo sta bloccando mezzo mondo, non solo i videogiochi.
E pensare che ha anche una mortalità molto bassa...
Cosa sarebbe successo se fosse arrivato un virus con una mortalità del 40, 50% o superiore?
E ce ne sono parecchi in natura, molti ancora del tutto sconosciuti, specie nelle foreste del sud America e Africa.

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato

WRC 10 arriva a settembre: tutte le novità e una breve anteprima

Recensione Ratchet & Clank: Rift Apart. La next gen da un’altra dimensione

Horizon Forbidden West: c’è molto passato in questo futuro | Editoriale