Apple rilancia HomeKit: vuole più partner e valuta nuovi dispositivi smart | Bloomberg

28 Ottobre 2019 62

Da quando Apple ha presentato HomeKit nel 2014, il mercato smart home si è ampliato notevolmente, la concorrenza è aumenta e le piattaforme concorrenti non sono certo rimaste inerti. Sia Google, sia Amazon possono oggi contare su numerosi partner che hanno scelto di supportare i rispettivi ecosistemi per la ''casa intelligente'', oltre a commercializzare in prima persona dispositivi che rientrano in tale segmento di mercato - basti pensare ai vari altoparlanti Google/Nest ed alla gamma Echo.

La casa di Cupertino non vuole perdere terreno e si sta muovendo per consolidare ed espandere HomeKit: secondo un report di Bloomberg, Apple sta formando un nuovo gruppo di lavoro che si concentrerà sia sugli aspetti software che su quelli hardware della sua piattaforma domotica. Si è già aperta la fase di assunzione del nuovo personale destinato all'impiego nella sede di Cupertino con la pubblicazione di 15 annunci di lavoro nel sito web ufficiale e mediante l'attività di reclutamento svolta privatamente.

Il gruppo è guidato da Andreas Gal, ex-CEO di Mozilla che è entrato in Apple lo scorso anno a seguito dell'acquisizione di Skill Labs. Riferirà direttamente a Arun Mathias, Vice Presidente Wireless Software Technologies & Ecosystems di Apple e si occuperà in primo luogo dello sviluppo del software. Il rinnovato investimento di Apple nei confronti del settore della smart home andrebbe però in due direzioni:

  • l'obiettivo principale è quello di espandere il numero di partner che supportano HomeKit - quindi aziende produttrici di dispositivi smart che in tal modo possono essere controllati tramite Siri e gli iDevice
  • non è poi da escludere che Apple progetti e commercializzi in prima persona altri prodotti smart home oltre ad HomePod
Apple HomePod: il primo altoparlante smart della casa di Cupertino per il momento non ha avuto un seguito

Apple da tempo ha iniziato a creare le condizioni per una più ampia adozione di HomeKit, ma evidentemente ci sono ancora ulteriori margini di miglioramento da sfruttare. Sul fronte dei prodotti venduti in prima persona, invece, HomePod - pur apprezzato per qualità audio - non è riuscito a diffondersi a causa del prezzo elevato, di funzionalità software migliorabili, e ad una disponibilità limitata ad alcuni mercati.

Tra i vari annunci di lavoro pubblicati da Apple non mancano riferimenti a professionisti che hanno sviluppato una certa esperienza nel campo di dispositivi wireless, alimentati a batterie e dotati di moduli fotocamera; si ricorda che Apple ha preannunciato l'arrivo della funzione Video sicuri di HomeKit grazie alle quale le videocamere di sorveglianza compatibili con HomeKit possono caricare in automatico le registrazioni sull'account di iCloud. E' quindi plausibile che l'azienda stia cercando nuovo personale per portare avanti al meglio lo sviluppo di tale funzionalità - non è da escludere anche mediante propri accessori.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Phoneclick a 435 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

62

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
KenZen

I comandi vanno impartiti proprio come scrivi. La risposta è precisa e senza tentennamenti. Certo, l’italiano sarebbe un’altra cosa...
HomePod non ha nulla a che vedere con iPad lato hub. Si può paragonare ad Apple TV ma ha cmq il suo bel vantaggio in termini di resa.
Unico problema è la qualità audio che non è paragonabile a casse bt anche sulla stessa fascia di prezzo (vedi Denon 250, Vifa, harman go+play, ecc).
Personalmente utilizzo sia HomePod che Apple TV 4K (ho due appartamenti) da circa 2 anni e non ho mai avuto il benché minimo problema con una ventina di accessori l’uno da controllare.
Ieri ho preso, più per il prezzo che per reale necessità, un altro switch FibaroHome che userò in un interruttore per comandare un faretto nel portone d’ingresso esterno. Al 99% non riuscirà a comunicare con HomePod (la distanza è eccessiva e gli ostacoli infiniti) ma usando iPad o Apple Watch riuscirò a comandarlo manualmente per evitare di dover scendere ogni sera ad attivarlo.
Saluti

Cr0oky

Ciao grazie! Guarda fino ad ora ho usato un iPad Pro come hub Il problema è che ora lo porto sempre con me in quanto mi è molto utile per lavoro! Quindi mi ritrovo impossibilitato a controllare gli oggetti da remoto! Stavo proprio pensando di acquistare un HomePod a tale scopo. Ti chiedevo come se la cava con i comandi mezzi in inglese e mezzi in italiano?Tipo Turn on light cucina? Inoltre ho anche le telecamere Arlo, che comunque funzionano molto bene! Non ho grandissime pretese di domotica, però una cassa Bluetooth e piuttosto buona che mi faccia da hub mi sembrava l’idea migliore! Tra l’altro io pensavo che l’iPad fosse migliore come hub, invece tu mi dici il contrario…Fammi sapere come si comporta con i comandi un po’ in inglese un po’ in italiano… Tu come ti gestisci a riguardo? Grazie ancora

KenZen

Si e ancora oggi fa offerte con il BF. PCDISTRIBUTION si chiama. Azienda di Napoli che non vende a privati. Affidabile e puntuale.
Saluti

KenZen

Ciao scusami... leggo solo ora...
iPad non è consigliabile come hub domestico. Da preferire sono Apple TV (4 gen minimo) o HomePod (top).
I comandi vocali dai dispositivi iOS sono in italiano (solo HomePod è ancora in inglese). Siri capisce all'istante (d'altronde è il miglior assistente per la domotica). Le Osram per HK funzionano senza hub e si connettono in bluetooth low energy. La distanza varia in base ai muri ed alla conformazione della casa. Personalmente ne ho 2 installate nella medesima stanza di HomePod, quindi non ho alcun problema. Gli switch Fibaro invece sono dislocati in tutta la casa (2 piani) e solo in determinate condizioni ho qualche problema di segnale con uno che, a causa di un piano di scale e 2 muri, talvolta si disconnette se non lascio una porta aperta :D
L'unico modo è provarla acquistandone una ed in caso renderla. Il collegamento, come detto, avviene tramite bt quindi il wifi non c'entra nulla.
Personalmente non userei mai il wifi per la domotica. Riempirsi la casa di ulteriori radiazioni lo trovo quantomeno sciocco.
Saluti

Cr0oky

Scusa se riprendo un vecchio post, ma spero tu mi possa dare una mano. Mi serve un hub per il controllo remoto di oggetti HomeKit. Stavo valutando o’ HomePod, ma vorrei sapere se funziona bene anche da noi...con i comandi vocali mezzi in inglese e italiano tipo "turn on light cucina" come se la cava? Inoltre leggevo che hai le osram, se sono senza hub come si connettono ad HomeKit? Via Wi-Fi o bluetooth? Se le installassi tipo nel lampioncino in esterno, il Wi-Fi arriva, il bluetooth non saprei...sarebbe L’ HomePod il loro hub? Grazie mille, spero potrai rispondere dato che il BF sta finendo e non so se procedere o meno...

Hateware2

Anche il formato Betamax era migliore di VHS, eppure Sony perse. Prima di fare certe figure, capite i commenti.
;) ;) ;) ;)

KenZen

Non avendole, non lo sapevo. Ad ogni modo non le installerò fin quando non le faranno senza hub.
Saluti

Claudio

...è da parecchio tempo che è uscito l'aggiornamento per non farle riaccendere quando torna la corrente. mah!

KenZen

Necessitano l’hub per funzionare e se va via la corrente, si accendono alla riattivazione.
Mi riferivo alla marca, non al tipo. Osram, Philips ed Hella sono allo stesso livello qualitativo di produzione.
Saluti

KenZen

È normale che un prodotto che costa poco, vende più di uno che costa molto.
L’ho preso su Amazon al bf di qualche anno fa. Spedito dalla Germania.
La comparazione con il listino non si fa mai. Solo i polli comprano a prezzo pieno.
Saluti

KenZen
CAIO MARIOZ

HomeKit sfrutta la rete di casa anche per connettersi al cloud

Andrea Ciccarello

L’utente medio spende 200 € per delle cuffiette perché è Apple aver “creato” il settore e perché non esiste ancora una controparte forte. L’utente medio compra quello che fa figo e sopratutto alla moda. Uno speaker di sua natura non lo è e non lo sarà mai e quindi il compratore deciderà di acquistare il dispositivo che è in grado di offrire le caratteristiche Smart al minor prezzo e le vendite del mercato lo dimostrano. Te lo ripeto comunque a 200 euro l’hai acquistato da un importatore che non ha pagato l’IVA dovuta, perché dall’apple store francese (il più vicino a noi) costa 330€ e difficilmente acquisti i prodotti Apple a un terzo del prezzo.

Andrea Ciccarello

Praticamente non hai pagato l’Iva fortunato te. Dimmi se lo shop italiano è ancora su......

KenZen

Le AirPods vendono bene perché praticamente uniche sul mercato. L'utente comune non spende 200 euro per delle cuffie ed in caso li spende anche per HomePod.
Saluti

ermo87

Apple deve fare l'elitario, non abbasserà mai prezzi. Amazon svaluta per fare i numeri, altra strategia completamente.

Andrea Ciccarello

Cos’è anno di particolare?

ermo87

Si fuma bene, complimenti.

ermo87

Imbarazzante sinceramente.

KenZen

Osram è al livello di Philips. Le Hue non le prenderei nemmeno regalate.
Saluti

KenZen

Pagato 230 (shop Italia) circa 2 anni fa.
Saluti

KenZen

Se ti intriga per HomeKit e Siri, ok. Non prenderlo se vuoi ascoltare buona musica. A quel prezzo c'è di meglio (non smart).
Saluti

BONS

L'Apple TV preferisco evitarla non la sfrutterei, l'HomePod mi intriga molto e l'inglese in realtà non è assolutamente un problema. La mia paura è che a breve possa esserne rilasciato un altro e questo mi farebbe rosicare e non poco

PS: è uscito un aggiornamento per l'HomePod insieme ad iOS 13.2 e compagnia

Andrea Ciccarello

Quindi un utente comune dovrebbe sbattersi per comprare un prodotto da 300 euro su uno shop straniero/importato sapendo già di ottenere qualcosa di mediocre sotto il punto di vista smart (home kit non conta)?

Andrea Ciccarello

Quindi tu come il 2% dell'utenza dell'homepod non siete degli utenti normali, ma "selezionati" tra i fan. Le Airpods non vendono perchè suonano bene, ma perchè il loro target è l'utente comune, per questo Apple è lider nel settore. Fino a quando non si adeguerà o creerà un settore settore tutto suo, in cui può trovare un grosso bacino d'utenza, rimarrà con un pugno di mosche e una bassa percentuale del mercato.

KenZen

Sono già circondato da speaker ed HT(da 200 a 1000 euro). HomePod l'ho preso principalmente per la domotica ma è anche vero che alla fine in casa si utilizza quasi sempre quello per ascoltare la musica al volo. Si, possiedo tutti i dispositivi Apple ed utilizzo tutti i suoi servizi.
Saluti

Andrea Ciccarello

60 euro mi sembrano comunque tanti per delle lampadine. Fossero delle philips hue capirei.

Andrea Ciccarello

Ma tu cosa vorresti esattamente? Uno smart speaker o uno speaker performante con un assistente virtuale pessimo? Per che nel primo caso vai di Google o Alexa nel secondo caso puoi andare di impianto 2.1 con Ampli o al massimo di 2 Sonos one se ti piace Apple. L' Homepod appaga al massimo il fan con tutta a casa adornata di dispositivi homekit e nella gabbia dorata.
"Quello che è certo è che se HomePod fosse venduto in tutto il mondo, la % non sarebbe quella che riporti" ti rispondo con la tua stessa affermazione. "Quello che dovrebbe fare Apple non sono di certo io (o tu) a poterlo dire"

KenZen

L'utente medio non utilizza la domotica ed ascolta la musica (da youtube) con le airpods tarocche da 10 euro scarsi.
Per gestire HomeKit (sia da remoto che in locale) puoi usare anche una Apple TV (4 gen). Avere accessori HomeKit e lasciarli in balia di un iPad o di un iPhone tramite bluetooth è assurdo.
Se mastichi un pò di inglese, francese o tedesco, non vedo perchè non possa acquistare anche tu un HomePod. Certo solo per la musica c'è tanto altro che suona molto meglio ma se ti serve anche come assitente per HomeKit...
Saluti

KenZen

Come lampadine utilizzo solo le Osram. Per i punti luce fissi utilizzo switch della Fibaro. Sono accessori che partono da 40 euro (le lampadine mi pare stiano a 60euro) ma non mi hanno mai dato alcun problema considerando il fatto che ne ho più di venti installati.
Concordo con il problema compatibilità, ma se mi vieni a paragonare la domotica di Alexa e Google, sorrido.
PS: per me Ikea è tutt'altro che blasonata :D
Saluti

BONS

Ripeto, il prezzo è alto considerando quello che vuole l'utente medio. Io non dico assolutamente che non vale i soldi che costa e ripeto nuovamente che lo comprerei (mi serve tra l'altro un hub per la domotica in remoto anche a me). Se non ricordo male lessi che in realtà Apple con la vendita di HomePod non rientrava neanche nei costi per produrlo, per farlo doveva "sperare" che l'utente si abbonasse ad Apple Music

KenZen

Quello che dovrebbe fare Apple non sono di certo io (o tu) a poterlo dire. Quello che è certo è che se HomePod fosse venduto in tutto il mondo, la % non sarebbe quella che riporti. Sinceramente poi, di quanto venda Apple o pincopallino, non me ne sbatte assolutamente nulla. A me interessa la qualità dei prodotti che acquisto rispetto a ciò che pago.
Di sicuro preferisco spendere 250 euro per HomePod piuttosto che 50 euro per quella robetta Amazon o Google.
Saluti

KenZen

No, una Ferrari non ha un prezzo esagerato :D Ha un prezzo alto a causa della manifattura.
HomePod non vuole essere solo un assistente vocale ma anche una cassa con una certa qualità audio (elevata rispetto alla concorrenza ma mediocre rispetto a certi speaker non smart di pari categoria). Altrimenti non avrebbe senso chiamarli speaker.
Ho acquistato HomePod circa due anni fa a 230 euro (offerta baia dall'Italia). Oggi comanda il sistema HomeKit del mio appartamento e riproduce, quasi decentemente, la musica che avviamo sia vocalmente che tramite i dispositivi.
Ripeto, se HomePod costa tanto, cosa diresti di Bose SoundLink Revolve+, Sonos One(2), Vifa Helsinki, Harman Kardon Go + Play, Beoplay M5, Bose SoundTouch 20, ecc ecc ecc ecc...?
Dire che un prodotto costa tanto senza un riferimento alla categoria, è quantomeno insensato.
Saluti

BONS

Indubbiamente sotto l'aspetto musicale la concorrenza non manca, personalmente andrei di HomePod per il semplice fatto che posso tenerlo come hub per la domotica con HomeKit, niente di più

Andrea Ciccarello

Con home kit la maggioranza dei dispositivi vanno più che bene,di quelli che ho comprato soltanto un paio davano dei grattacapi, come delle lampadine che ho pagato e restituito immediatamente, ma quando succede sei sconfortato, perchè sai che comunque sono stati certificati da Apple stessa (450 puoi farli 80 000 no). Ormai qualsiasi prodotto online è compatibile con Google o Alexa, ma se vuoi la variante per home kit devi utilizzare una marca più blasonata (come ikea) o più costosa.

KenZen

Ho provato svariati dispositivi con HomeKit ed ho 2 appartamenti completamente domotizzati con questo sistema comandati da HomePod ed Apple TV.
Tutti i punti luce, portoni, finestre, termostati, prese, termometri, telecamere... Mai e ribadisco, MAI un problema anche minimo. Siri non sbaglia un colpo (anche da un comando impartito dai miei figli piccoli). Con iOS13.0 c'è stato un "impuntamento" a causa di iCloud (ho scritto anche un post a riguardo qui sul blog) ma già con 13.0.1 era tornato tutto a posto.
Saluti

Andrea Ciccarello

Sopratutto se volessi avere il miglio audio per i 300 dell'homepod andrei di altro. Se acquisti uno smart speaker vuoi che sia smart sopratutto.

Andrea Ciccarello

Non direi. Non sai quanti dispositivi che io abbia provato funzionino male/bisogna riconfigurarli in continuazione. In questo coso non si parla di pochi dispositivi, ma una percentuale bassissima. In questo caso bisogna fidarsi dei terzi e se questi sono incompetenti non puoi farsi nulla, sia da una parte sia dall'altra.

BONS

Una Ferrari non ha un prezzo esagerato? Poi se sei ricco meglio per te. E per quanto riguarda gli smart speaker, semplicemente la gente compra quelli da 50€ perché vuole un assistente vocale più che una cassa per ascoltare la musica. Io se fosse in commercio l'HomePod, probabilmente lo comprerei, ho iPhone, iPad, MacBook Pro, stai parlando con una persona che per i fenomeni che girano qui può essere considerata un f a n b o y, ma è innegabile che i prodotti Apple costano tanto

Andrea Ciccarello

quindi Apple si dovrebbe accontentare del 2% del mercato e non puntare i suoi profitti su prodotti per pochi

Andrea Ciccarello

Penso sia un problema di siri e come il loro algoritmo riconosca i vari accenti e le canzono pronunciate

KenZen

Per me il discorso "pochi ma buoni" è fondamentale. Se spendi 1000/2000 euro in domotica, l'ultima cosa che vuoi è che non funzioni come dovrebbe.
HomeKit è il top sul mercato ed ovviamente i "suoi" prodotti costano di più.
Saluti

KenZen

La domotica Apple è la migliore sul mercato. Prima di fare certe figure, proviamo le cose... ;)
Saluti

KenZen

Cos'ha a che fare la divisione router con HomeKit?
Saluti

KenZen

"Apple, come al solito, esagera con i prezzi perché offre di più. "
Che senso ha questa frase?
Apple non proporrà smart speaker da 50 euro perchè sa che non funzionerebbero come dovrebbero e non rispecchierebbero il marchio.
Se l'utente medio è colui che acquista le AirPods cinesi da 11 euro, è normale che si accontenti di uno speaker da 30-50 euro che si sente da cani.
Saluti

BONS

Sì ma te capisci quello che ti pare, i prezzi sono esagerati perché come dice l'utente sopra, l'acquirente medio preferisce speaker (senza c) più economici ed abbordabili. Apple, come al solito, esagera con i prezzi perché offre di più. Nessuno ha detto che non vale i soldi che costa

KenZen

Hai idea di quanto costi uno speacker con le caratteristiche di HomePod (escludendo il lato smart)?
Dai un'occhiata ai vari Bose, Sonos, JBL, Harman, ecc ecc e poi torna a concordare con chi scrive vaccate.
Saluti

BONS

Magari se incomincia a commercializzarlo in tutto il mondo può fare di più HomePod, non capisco perché limitarlo. E comunque concordo, prezzi esagerati, come al solito

abbassa i costi assurdi di licenza homekit e vedi che ce la fai come ce la sta facendo alexa da un pezzo....

Alex

Dipende che router prendi

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro 16 | Video

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video