Homix: domotica economica e facile di Enel X. Il termostato con Alexa | Video

10 Dicembre 2019 64

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Homix arriva ufficialmente in Italia: la soluzione di Enel X si posiziona in un mercato che inizia a diventare affollato, quello della domotica accessibile e di facile installazione (ne parliamo nella nostra guida), una sorta di formula light che è sì limitata rispetto alle installazioni per la casa intelligente fatte a livello professionale ma, grazie anche agli assistenti vocali e ai vari hub disponibili, trova con questo mondo alcuni punti di contatto.

HOMIX HOME: CUORE PULSANTE CON ALEXA INTEGRATA

Cuore pulsante dell'esperienza Smart Home di Enel X è Homix Home, l'hub che diventa un centro di controllo interattivo perché non solo fa da termostato intelligente, sostituendo a conti fatti il vecchio termostato come accade con Tado, Netatmo e via dicendo, ma è qualcosa di più.

Homix Home integra Alexa, sostituendo quindi un dispositivo Echo ad esempio, e ha un pannello touch con interfaccia di controllo per gestire tutto anche senza lo smartphone. L'installazione è possibile a parete sostituendo il termostato oppure su un qualsiasi ripiano e il collegamento avviene tramite WiFi. Il protocollo utilizzato è Zigbee.

Store accessori smart home per Homix

RISCALDAMENTO: TERMOSTATO E VALVOLE TERMOSTATICHE

Quando si parla risaldamento smart ci sono due (tre) soluzioni possibili oggi nel mondo delle soluzioni consumer di facile installazione:

  • termostato smart per riscaldamento autonomo: sostituisce il vecchio termostato e controlla direttamente la caldaia
  • teste termostatiche smart per riscaldamento centralizzato: sostituiscono le teste manuali delle valvole termostatiche tradizionali e controllano ognuna un singolo radiatore
  • termostato e teste termostatiche smart per riscaldamento autonomo: combinando i due elementi è possibile gestire, anche con riscaldamento autonomo, la temperatura di ogni stanza della casa. Questo scenario diventa particolarmente utile in ottica di risparmio energetico per scenari in cui alcune stanze vengono utilizzare meno di altre, oppure per scegliere il livello di comfort termico di ogni utilizzatore per ogni stanza

Homix, come altri, permette di accedere a tutte e tre le opzioni. Il kit di base costa 199 euro di listino ma è in offerta a 149 euro sul sito ufficiale e si può già trovare in promozione a cifre inferiori su Amazon

da scegliere se: avete il riscaldamento autonomo, volete automatizzarne le funzioni e abilitare il controllo remoto tramite app per smartphone o quello vocale tramite Alexa

Con il Kit Riscaldamento Centralizzato (249 euro di listino, 189 euro in promozione sul sito ufficiale) si ottengono due teste termostatiche smart Danfoss Ally con gli adattatori RA (Danfoss), M30 (Oventrop, IMI, Siemens, RBM e Watts), Caleffi e Giacomini.

da scegliere se avete il riscaldamento centralizzato con valvole termostatiche o se volete abilitare il controllo multi-room in un'installazione con impianto autonomo

ILLUMINAZIONE SMART

Nel lontano 2013 ho avuto il mio primo contatto con le lampadine smart: ai tempi Philips aveva debuttato con il marchio Hue ma, oggi, sono tante le soluzioni disponibili. Enel X propone quelle della serie Homix che saranno disponibili da gennaio 2020 a 24 euro l'una.

Gestite anch'esse tramite protocollo Zigbee, la Lampadine Smart di Homix montano il classico attacco E27, consumano 9,5 W (806 Lux di luminosità) e permettono di variare la temperatura colore da 1.800 a 6.500 K, scegliendo anche intensità e colore. Il ruolo di hub di controllo è sempre svolto da Homix Home, con le possibilità di interazione tramite interfaccia touch, app o Alexa.


SICUREZZA E ANTIFURTO

Per la sicurezza in casa ci sono due proposte nell'ecosistema Homix al momento. La Camera Smart (64 euro, disponibile dal 15 dicembre) è una videocamera che permette di attivare lo streaming per controllare passivamente la casa oppure di utilizzare il rilevamento movimenti e i sensori per inviare una notifica.

La videocamera lavora a 2,4 GHz, trasmette a risoluzione di 1.280 x 720 pixel, monta un'ottica da 125° e sfrutta i singoli account delle persone autorizzate come "chiave digitale" che disabilita automaticamente l'antifurto non appena lo smartphone di un componente della famiglia si trova all'interno della casa. Il sistema permette anche di impostare notifiche automatiche così che un genitore, ad esempio, sia automaticamente informato dell'arrivo del figlio a casa.


Con il Sensore Contatto (29 euro) si può creare un antifurto, automaticamente integrato nell'ecosistema Homix, che agisce in maniera simile a quanto visto su altre soluzioni (ad esempio la suite di Arlo che avevamo recensito tempo fa, evolutasi in versione telecamera LTE), rilevando l'apertura e la chiusura di porte e finestre. Il sensore rileva anche la temperatura.

Multisensore di Homix (39 euro) è invece un sensore di movimento, temperatura e luminosità. Posizionabile ovunque e compatto, il dispositivo è alimentato da due batterie CR123A (fino a 5 anni di autonomia) e serve per aggiungere un ulteriore livello di automazione: oltre a individuare i movimenti (promette di riconoscere eventuali cani o gatti), lavora con termostato, teste termostatiche e lampadine smart per regolarne i parametri.

PRESA SMART: AUTOMAZIONE GREZZA MA VERSATILE

A completare la suite Homix c'è la Presa Smart (39 euro): disponibile da gennaio 2020, la presa permette di collegare utenze da massimo 2,3 kW e automatizzarne in parte le funzioni. Può essere utilizzata per avviare un elettrodomestico a patto che questo sia sempre impostato su acceso (spostando quindi lo switch alla presa). Si tratta di una forma di automazione applicata alla domotica più grezza ma utile in diversi scenari, come ad esempio l'accensione di una lampada di tipo tradizionale.

Un esempio? Nella mia configurazione attuale utilizzo una presa smart (Osram, acquistata a un qualche BlackPrimeFriDayViendalmare qualche tempo fa) per controllare il monitor USB-C che alimenta in cascata computer e dispositivi connessi al suo HUB USB. Grazie alla funzione di wake-up all'alimentazione tramite Thunderbolt 3, il PC si accende automaticamente quando impartisco il comando vocale "Alexa, accendi la postazione di lavoro".

VIDEO

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gamingpro a 415 euro oppure da Amazon a 588 euro.

64

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
StadiaPlus

Io sono contro la domotica "da disabili" tipo battere le mani per spegnere le luci o parlare ad Alexa per fare la strobo in casa con le lampadine RGB Philips e boiate del genere eh... In generale sono contro Alexa, Google Home e qualsiasi assistente che ti registra senza permesso. La casa domotica si può fare anche con altri sistemi. Sono d'accordo che faccio prima a spegnere l'interruttore che ad aprire bocca e pronunciare una frase, anche se magari in una situazione in cui ho le mani occupate può aver senso... Il fatto è che la situazione in cui può aver senso è 1/1000 volte che devo accendere la luce, quindi comunque non vale la pena. Al giorno d'oggi c'è la tendenza ad esagerare con lo "smart", tipo aver il frigo che si ricorda per te di ordinarti la roba quando vai sotto scorta e altre idiozie simili... L'uomo spinge sempre più per diventare una ameba e avere le macchine che gli ricordino pure in che data sia nato.

StadiaPlus

Non ho il problema di dovermi preoccupare delle bollette della luce, ma anche se lo avessi, il PC in ibernazione consuma quasi zero.

Riddorck

Buon per te e le tue bollette :)

Riddorck

Ma bravo, vuoi un premio? Il mio no, per esempio

Riddorck

Wow, che figo che sei con il pc veloce!
Meno male che tutti i pc sono come il tuo... Ah no

Loris Piasit Sambinelli

tante volte è poco utile perchè non si sa quel che si potrebbe fare con la domotica.
è come dare uno smartphone a un vecchio di 80 anni. non se ne farebbe nulla perchè non ne conosce le potenzialità

GoodSpeed

Non dico che non serva ma ad oggi gli utilizzi veramente utili, scusa il gioco di parole, sono pochi. Magari un domani sarà normale avere l'assistente in casa. Io ad oggi non ne sento il bisogno. Magari se mi mettessero kit con l'umorismo del film supercar potrei ripensarci... ;-)

Kamgusta

Hai ragione molte grandi città usano questo metodo non ci avevo pensato

"Comprate un buon relè da 20€ e un tablet da quanto volete e spendete meno ,uguale o di più a seconda del tablet, ma col tablet ci fate quel che volete."

Link in merito a questa affermazione? Esempi etc...grazie.

Loris Piasit Sambinelli

scrivimi un messaggio privato con un tuo contatto che ci sentiamo se vuoi. cosi ti spiego tutto con calma.

Matteo Cerchiai

A me interessa una domotica di base, ovvero luci, prese (per spegnere o accendere gli elettrodomestici), riscaldamento e allarme...poi potrei integrare anche delle videocamere più in là.

Loris Piasit Sambinelli

ciao, discorso molto lungo da fare.
Riassumendo in poche righe.
Mi trovo benissimo
Ha un costo zero se non quello di un raspberry.
Abbastanza affidabile nel tempo.
L'unica cosa risulta abbastanza ostico nel primo impatto di configurazione e di logica di implementazione.
Se vuoi qualche altra info se vuoi possiamo sentirci in privato cosi non mi dilungo troppo qui

Loris Piasit Sambinelli

perfortuna è la base della domotica con home assistant.

kesy85

non so questo e non so opentherm ma il termostato di tado ad esempio i protocolli proprietari bosch e junkers li supporta pienamente (e da quel che ricordo anche parecchie altre marche), io lo uso così e costava decisamente meno della centralina originale con sonda esterna

kesy85

non so opentherm ma il termostato i protocolli proprietari bosch e junkers li supporta pienamente (e da quel che ricordo anche parecchie altre marche), io lo uso così e costava decisamente meno della centralina originale con sonda esterna

Matteo Cerchiai

Tanta roba! Ti posso chiedere qualche consiglio? Mi sto informando in giro per domotizzare la casa....come ti trovi con homeassistant?

FrancescoB

mica tutti hanno un termostato in casa, esistono i riscaldamenti centralizzati del condominio. Io ho valvole e rilevatori di consumo calorico per ogni termosifone, ma non un termostato ;-)

Matador

Bella implementazione, complimenti.

Kamgusta

Perché un ciccione va incontro a morte prematura per malattie cardiovascolari e molte attività gli sono precluse. Ne risente anche la sfera sessuale con inferiori capacità di erezione.

Matador

Il tempo di sedermi ed aggiustare la distanza della sedia dalla scrivania e già devo inserire il pin per effettuare l'accesso.

Kamgusta

A che servono le termovalvole smart? Quelle analogiche vanno benissimo, una volta regolate non le tocchi più, usi solo il termostato generale.

Loris Piasit Sambinelli

io con la domotica che ho fatto io in casa da solo (homeassistant) ti posso portare un mio esempio pratico.
Ho un videoproiettore con relativo telo motorizzato e relativo saliscendi motorizzato del videoproiettore ( è tenuto nel controsoffitto).
Per vedere un film dovrei:
* schiacciare il pulsante scendi telo
* schiacciare il pulsante scendi proiettore
* schiacciare il pulsante accendi proiettore
* schiacciare il pulsante accendi amplificatore
* schiacciare il pulsante scegli ingresso hdmi dedicato
* accendere il lettore bluray
* spegnere tutte le luci del soggiorno in quel momento accese
* ogni qualvolta che metto in pausa e voglio alzarmi dal divano andare d accendere una luce
* fare tutto al contrario per spegnere l'impianto
Con il mio impianto domotico faccio:
*alexa accendi impianto (ho collegato alexa ad home assitant)
FINITO.
p.s. con home assistant ho fatto uno script che ogni volta che metto in pausa un film accende in automatico una luce di cortesia che ovviamente spegne quando ripigio play.
p.p.s tutti i punti luce con gli shelly e home assistant sono comandati sia vocalmente che dal interrutore fisico (non si escludono a vicenda come le schifosissime lampadine wifi)
la domotica è utilissima se ben progettata , se ti limiti alle lampadine wifi è inutile.

Loris Piasit Sambinelli

sei un animale?

Loris Piasit Sambinelli

what?raspberry da 40 euro con un rele wifi (shelly) da 9 euro e facevi la stessa cosa.
software home assistant gratuito
se hai già un rasp in casa con 9 euro fai tutto

rsMkII

Ciao, volevo chiederti alcuni dettagli in più circa quello di cui parli. In cosa consiste la soluzione di cui parli? Come controlli il sistema dal tablet? E soprattutto, perché serve un tablet? :) Grazie!

FrancescoB

non credo, nel senso che termovalvola normale/digitale/smart non ci sarà differenza da un punto di vista della valutazione.

rsMkII

Non so se queste soluzioni possono far migliorare l'efficienza energetica dell'abitazione, utile in fase di valutazione del prezzo alla vendita dell'immobile. Che dite?

FrancescoB

ma infatti, marketing... anche dimenticassi di abbassare le valvole ogni tanto quando esco ci metterei anni ad ammortizzare! Comode per carità, ma al momento un costoso "gingillo".

È il ragionamento che facevo io sotto il BF.
In quanto tempo vado ad ammortizzare la spesa per minimo 6/7 termovalvole?
Mah.

GoodSpeed

Sarà ma io continuo a preferire l'interruttore perché ho maggior controllo. Invidio la tua certezza, io ho sempre molto dubbi ma è una mia deformazione culturale.
Ti porto un esempio di domotica che complica invece di migliorare. Da me in azienda hanno messo sensori di rilevamento e regolazione luci in tutti gli uffici. In pratica la luce si dovrebbe accendere solo se ci sono persone in ufficio. È successo già varie volte che questi sensori siano poco affidabili o non accendono se vedono poco movimento o rimangono accesi di notte senza che nessuno sia in ufficio. Risultato hanno speso un sacco di soldi e sprechiamo pure luce di notte.
Con l'interruttore non avremmo avuto questi problemi perché all'uscita basta un tocco...

FrancescoB

Si si, assolutamente. Specialmente se uno ha una "routine" con orari di rientro a casa più o meno fissi. A me farebbero comodo le smart perchè ho orari molto variabili per lavoro, ma aspetterò un po' :-)

Un eventuale articolo di HDblog sulle differenti marche/offerte sarebbe soltanto una carrellata di prodotti scelti a caso e/o sponsorizzati, con link affiliati e confusione totale sulle differenze tra le varie valvole.

Fai prima a comprare alla cieca.

FrancescoB

infatti, probabilmente nel giro di qualche anno caleranno sensibilmente i prezzi..

rsMkII

FrancescoB aggiungo:
https://www.amazon.it/AGT-termostatiche-programmabili-risparmio-energetico/dp/B00A6IS8T6/ref=sr_1_19?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=valvola+termosifone&qid=1576051966&sr=8-19#customerReviews
una cosa del genere non potrebbe già essere ottima per avere un risparmio, senza scomodare soluzioni smart? Non lo so, non le o provate, chiedo a te se per caso ti sei già informato e ti sei già fatto un'idea sui vari prodotti! :)

rsMkII

Contando che quelle belle non smart costano attorno ai 20 euro, devi calcolare in quanto ammortizzi 30 euro l'una anziché 50. :) Sono comunque troppi, concordo con te!

FrancescoB

Vorrei prendere delle termovalvole smart, ma ai prezzi attuali (50 euro l'una più o meno) sono secondo me eccessivamente care. Prima di ammortizzarle con un'ottimizzazione dei consumi ce ne vuole... Però sarebbe interessante un articolo sulle differenti marche/offerte.

ghost

Ovviamente no perché tramite il satellite vede che sto dalla collega ed evita, ma è troppo stupida per essere così intelligente

Maurizio

Evitare con cura, non ha protocollo opentherm per gestire la modulazione di Potenza.
Comprate un buon relè da 20€ e un tablet da quanto volete e spendete meno ,uguale o di più a seconda del tablet, ma col tablet ci fate quel che volete.
Ha invece un senso se preso con le loro caldaie perché tramite protocollo dedicato modula anche la Potenza.

StadiaPlus

Perché un ciccione sarebbe meno fortunato? Ne conosco parecchi di ciccioni da 150kg o più che sono molto più fortunati di te e me sicuramente. Kim Dotcom tanto per citarne uno.

StadiaPlus

Immagina di non spegnere mai il PC.

StadiaPlus

Sbagli il ragionamento. Alexa ha senso, in una casa senza interruttori.

il Gorilla con gli Occhiali

Come Enel non esiste nulla altro, troppo avanti in tutto e offerte super!

Squak9000

"un termostato"... casomai un relè aperto/chiuso wifi connesso dove il più costoso costoso costa 9€.

Kamgusta

'na lampadina, un mobile ikea...

MatitaNera

Montare cosa?

Ciccioli

Paghi il servizio completo non il tablet da 30euro...gli accessori, tutto ciò che serve per fare la domotica di base.
Se lo avessi fatto anche tu con anche qualcosa in più lo potevi fare pagare 200€ ma non l'hai fatto.

Mark

Hanno trovato il mondo di vederti i tablet da 30€ invenduti, ci cacciano dentro un termostato, mettono la parolina "domotica" e... Bam che si sale a 130€

Kamgusta

Ha senso che una "intelligenza artificiale" ti accenda il PC "a caso" perché pensa che tu stai per arrivare in casa? Che magari quel giorno hai deciso di andare a casa della collega a montartela? Hmmmmmmm

ermo87

Un altro scatafazzo.

ghost

A parte i disabili queste cose ci metti di più a dirle che a farle. Se queste intelligenze artificiali facesso le cose (basate sulle nostre abitudini) invece di aspettare che gliele chiediamo ogni santo giorno potrebbero avere un senso.

Windows

Recensione Surface Pro X: Il futuro è arrivato troppo presto

Alta definizione

Recensione Amazon Echo Buds: le cuffie true wireless con Alexa

Alta definizione

Recensione Panasonic Lumix S1H: la mirrorless regina per i video

Android

Samsung Galaxy S20, S20+, S20 Ultra 5G e Z Flip: specifiche e possibili prezzi | Video