Philips Hue e Samsung, primo frutto della collaborazione è l'app Hue Sync TV

10 Gennaio 2023 11

Dalla collaborazione tra Philips e Samsung annunciata durante la scorsa edizione di IFA nasce Philips Hue Sync TV per i televisori Samsung, nuova app a pagamento che offre agli appassionati di cinema e di videogiochi un'esperienza coinvolgente grazie alla sincronizzazione dell’illuminazione con i contenuti riprodotti sullo schermo.

Philips Hue Sync TV sincronizza le luci smart Philips Hue con il contenuto mostrato dalla TV Samsung. Così, durante un film o una sessione di gaming, gli utenti possono godere di "un'esperienza di sincronizzazione dell’illuminazione fluida e coinvolgente". L'app supporta anche i contenuti delle app preinstallate, come Netflix o Disney+, e i diversi output delle immagini - 8K, 4K e HDR 10+. È disponibile nell'app store di Samsung TV per i modelli QLED 2022 e per i più recenti della gamma Q60 o superiore.


Il lancio di questa nuova app rappresenta una pietra miliare nel più ampio percorso di Philips Hue nell’ambito dell'home entertainment e nella nostra partnership in continua evoluzione con Samsung. Siamo pertanto orgogliosi di offrire esperienze sempre più coinvolgenti e personalizzate grazie alla nostra nuova app Philips Hue Sync TV, augurandoci di poter estendere questo inedito modo di vivere l'illuminazione surround in sempre più abitazioni nel mondo - ha dichiarato Jasper Vervoort, Business Leader Philips Hue di Signify.

LE NOVITÀ DELLA GAMMA HUE

Insieme all'app per i televisori Samsung, Philips Hue ha annunciato dei nuovi prodotti. La lampada Philips Hue Resonate Downward Wall Light offre una luce bianca e colorata, con possibilità di regolare la temperatura colore, che illumina verso il basso in qualsiasi spazio esterno. È una lampada ideale, spiega Philips, per dare colore a portici e patii "o per offrire un caldo benvenuto agli ospiti se messa nelle prossimità dell'ingresso".

Il suo fascio luminoso può essere ristretto grazie alla clip inclusa così da personalizzare l'aspetto del triangolo di luce e adattarsi alle pareti o ai pilastri dalle dimensioni più contenute. Disponibile entro fine mese, prezzo non ancora comunicato.


Tra le novità anche il Philips Hue Tap Dial Switch, ora disponibile con un nuovo mini supporto dalla forma rotonda in alternativa a quello da parete dal design squadrato. Grazie alle sue dimensioni più ridotte rispetto al supporto standard, il mini supporto assicura maggiore flessibilità permettendo di montare il telecomando wireless ovunque: ad esempio alla parete come un normale interruttore della luce, agli armadietti o posizionato su una superficie magnetica quale quella del frigorifero. Disponibile da marzo, prezzo non ancora comunicato.


Infine l'azienda ha comunicato la disponibilità di uno dei prodotti annunciati a giugno 2022. È la lampada portatile da tavolo Philips Hue Go Portable Table Lamp: arriverà in Europa e in Italia il prossimo 21 febbraio. Prezzo in euro non ancora comunicato, in USA costa 160 dollari.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Shane Falco

Spero che la collaborazione philips e samsung porti l ambilight nelle tv samsung

gioboni

Il prezzo è folle ma questa non è la stessa situazione delle auto: non si può pretendere che l'azienda X ti regali una funzionalità comprando la dall'azienda Y, se vuoi qualcosa che va oltre il know how dell'azienda X allora lo paghi tu. Alla fine è come per le app, mica compro lo smartphone pretendendo di avere tutto lo store gratis, in questo caso semplicemente il nome di Samsung è stato tirato in ballo perché l'implementazione richiedeva il loro supporto diretto. Dal canto suo Philips cerca di aprirsi ad un mercato secondario sicuramente ti nicchia che prima quasi non esisteva (da ricordare che i device HDMI non funzionano con i contenuti della piattaforma smart integrata), ma non vuole invogliare troppo l'acquisto di tv del competitor diretto a scapito delle sue.
Morale della favola: oggi il consumatore ha un'opzione in prima che prima neanche era contemplabile e che giustamente deve pagare.
Discorso totalmente diverso sarebbe de domani fosse philips a mettere l'ambilight come feature a pagamento.

Migliorate Apple music

"Mettiamo anche l'HDR a pagamento? E perchè non disabilitare l'HDMI arc e metterla dietro paywall?"

Quelle sono tutte funzioni che l televisore ha già, qua se ne sta aggiungendo una nuova che prima era esclusiva di altri televisori oppure di un box che comunque aveva un costo non indifferente e lo stesso aveva diverse limitazioni.

"Funzionalità di questo tipo sono parte integrante di un prodotto e le vorrei vedere naturalmente incluse."

Allora compra un tv philips, esiste già quello che stai cercando.

AndreDNA

Eh lo so, ma allora poi dove si finisce? Mettiamo anche l'HDR a pagamento? E perchè non disabilitare l'HDMI arc e metterla dietro paywall? Poi finiamo come con le automobili, con i piani ad abbonamento per sbloccare funzionalità relativamente basilari.

Per me, è un grande no.
Funzionalità di questo tipo sono parte integrante di un prodotto e le vorrei vedere naturalmente incluse.

È solo un'app, la cui versione analoga Windows è gratuita, per altro. Quel prezzo è veramente fuori da ogni senso.

Migliorate Apple music

il punto è proprio che si lascia libera scelta al consumatore se acquistare oppure no l'app.
In più Samsung li avrebbe mandati a quel paese se gli avessero chiesto di assorbire quei costi, è la stessa casa che non vuole pagare 3 dollari di royalty per il dolby vision per televisore, figuriamoci 150 euro

Walter

dovrebbero fare l' app anche per android tv

AndreDNA

Questo lo so ed è verissimo, ma rientra comunque nella gestione della contrattazione tra brand. Abilitando altri marchi a questa funzionalità, Philips perde l'esclusiva ed è normale voglia essere "compensato" da Samsung.
Ma non giustifica comunque la pratica di un pagamento di tale cifra per una feature software. Pericoloso precedente.

È priorio quello che non mi piace. Piuttosto alza i prezzi dei TV e assorbi così il costo di "royalties".

Ansem The Seeker Of Lossless

Se avessi una TV nuova sinceramente la prenderei. Hue è molto bella come feature, ma le TV philips da quanto so sono le peggiori tra quelle oled a livello di qualità di immagine.

Migliorate Apple music

"Sinceramente, andava proprio messa gratuita e avrebbe spinto molti a comprare TV Samsung o Strisce Philiphs"

Dimentichi che Philiphs produce televisioni che hanno per l'appunto questa cosa come killing feature
Philiphs non ha nessun interessa a rendere questa opzione economica e facile da implementare, se vuoi un televisore della concorrenza son felici nel farsi pagare 160 euro per questa funzione.

AndreDNA

160 euro per un app di questo tipo è tantissimo, non scherziamo.
Il paragone con l'HDMI SYNC non ha senso. È un dispositivo fisico, con una funzionalità hardware adattabile a qualsiasi dispositivo di qualsiasi marca.

Sinceramente, andava proprio messa gratuita e avrebbe spinto molti a comprare TV Samsung o Strisce Philiphs

Squak9000

una grande svolta certo 160 non sono molti i confronto all'HDMI SYNC.

Il problema è che volendo non puoi spostarlo su altre tv... butti la tv butti tutto (certo è che una TV 10 anni ti dura sicuro).

Recensione TV Panasonic OLED LZ1500: il migliore anche senza soundbar

LG OLED Flex il primo 42" (OLED) pieghevole al mondo | Video Anteprima

Recensione TV Samsung OLED S95B: benvenuta concorrenza!

TCL TV QLED C735 da 98”: anteprima (con misure) del Cinema in casa… e non solo!