Amazon Sidewalk, si fa sul serio: ecco il Bridge Pro e nuovi programmi pilota

08 Gennaio 2022 9

Amazon Sidewalk, la tecnologia di rete condivisa presentata dal colosso statunitense nel 2019, inizia il 2022 con una serie di annunci piuttosto importanti, dopo due anni passati piuttosto lontana dai riflettori: in occasione del CES di Las Vegas, è stato presentato il Sidewalk Bridge Pro "powered by Ring", un bridge professionale pensato per spazi pubblici come parchi, università, centri commerciali, uffici e altri luoghi in cui non si trovano molti altri dispositivi Amazon Echo o Ring.

Sidewalk è una rete wireless condivisa che utilizza la banda a 900 MHz (rientra nelle tipologie di reti cosiddette LoRa, che sta per Long Range) per connettere dispositivi di diversa tipologia - purché appartenenti all'ecosistema Amazon, dunque speaker Echo, prodotti a marchio Ring e tracker Tile, per fare un esempio. È nata pensando inizialmente ai quartieri: ogni possessore di dispositivi Amazon mette a disposizione una piccola porzione della banda della propria rete di casa e tutti assieme si crea una rete accessibile anche all'aperto. Non è tanto per navigare in Rete con il proprio smartphone o tablet, ma per garantire in modo economico e affidabile connettività anche ai gadget IoT che non sono coperti dalla rete Wi-Fi di casa.


Con il nuovo Sidewalk Bridge Pro, Amazon amplia decisamente le ambizioni della tecnologia. Infatti, oltre al lancio del bridge in sé c'è l'annuncio di due programmi pilota in partnership con l'università dell'Arizona e Thingy, società statunitense specializzata nella creazione di dispositivi IoT (in particolare un sensore di qualità dell'aria pensato per rilevare il più presto possibile rischi d'incendio e altri eventi estremi). Thingy userà il bridge appunto per portare connettività internet ai suoi sensori che sono posizionati nelle aree più remote e difficili da raggiungere, mentre l'università lo coinvolgerà nelle sue ricerche sulle città smart.

Nel frattempo Amazon segnala che la rete si è diffusa in modo importante in oltre 100 grosse aree metropolitane da quando è stata attivata circa sei mesi fa. Aiuta a mantenere funzionali senza l'impiego di costosi e scomodi ripetitori mesh prodotti come luci smart per esterno, sensori di movimento, videocamere di sorveglianza, tracker per gli animali, comandi remoti per la porta del garage e molto altro ancora. Un Bridge Pro potrebbe essere molto comodo anche in questi contesti: è resistente alle intemperie e all'acqua, e contiene una batteria di emergenza se manca la corrente - l'ideale è piazzarlo in cima agli edifici, dice la società. Come per i ripetitori cellulari, la posizione sopraelevata gli permette di raccogliere tutti i segnali dell'area sottostante.

Per il momento, comunque, non abbiamo prezzi dettagliati né informazioni su quando sarà disponibile all'acquisto.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da TIM Retail a 269 euro oppure da eBay a 369 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
hSeph

Capito, grazie mille.

lucas

Mi sa che è più chiara questa spiegazione che il post della redazione...

Simplyme

Sidewalk è come una rete WiFi (con degli AP e dei client), ed è anche mesh, cioè ogni client prova a collegarsi all'AP più vicino e se questo smette di funzionare prova a collegarsi al secondo più vicino, etc.

Dove stanno le differenze col WiFi classico?

Innanzitutto permette di trasmettere pochi dati, però ha una distanza di funzionamento più grande, e soprattutto ogni dispositivo Sidewalk coopera con ogni altro dispositivo Sidewalk,anche se di utenti diversi.

Esempio: un cane ha un localizzatore sidewalk, se si avvicina a casa mia ed io ho un router Sidewalk, il mio router permette al localizzatore di comunicare con i server Amazon che informeranno il proprietario su dove è il localizzatore.

Questo sistema ha diversi vantaggi, tra cui una maggior resilienza se un router si rompe o smette di fare, però ha il grosso svantaggio che la rete non è dell'utente, è completamente di Amazon.

hSeph

In parole semplici?

Simplyme

Una rete crowd-sourced di Amazon per i dispositivi IoT.

Ho paura che Amazon ce la potrebbe fare.

hSeph

In breve che è? Una connessione ad internet per dispositivi amazon o cosa?

T. P.

a me ha ricordato quello di Fastweb con il WoW FI! :)

Undertaker

Sembra una variante di Quella Vodafone...

italba

A leggere le poche righe dell'articolo mi sembra un inutile doppione del 5G

HDMotori.it

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Articolo

Disney+, una valanga di nuovi titoli in arrivo nel 2022-23

Tecnologia

Muscoli indossabili, la nuova frontiera degli esoscheletri in studio a Zurigo

HDMotori.it

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video