Amazon conferma, sugli Echo arriverà il supporto a Matter

04 Novembre 2021 3

I prodotti Amazon Echo supporteranno Matter, il protocollo smart home nato dalle ceneri di Project CHIP. La notizia non stupisce più di tanto dal momento che proprio Amazon è tra le principali aziende dietro al consorzio, insieme a Google e Apple; l'obiettivo è creare uno standard universale e unico per tutti i prodotti IoT, in modo da semplificare la vita ai consumatori ed evitare di perdersi in tanti protocolli diversi incapaci di comunicare l'uno con l'altro. Il logo di Matter, tre frecce che puntano verso il centro, rappresenta proprio questo: unificazione, convergenza e collaborazione.

Project CHIP era nato verso fine 2019, e tra gli altri vedeva la partecipazione di grandi protagonisti come IKEA, Samsung e Signify (Philips Hue). Il cambio di nome è stato deciso più che altro per esigenze di chiarezza - diciamo che Matter suona meglio ed è più facile da ricordare di Project CHIP. Matter è royalty free e si basa su tre protocolli di comunicazione wireless - Bluetooth per la configurazione iniziale, Wi-Fi per trasmissione dati ad alta velocità (streaming di una videocamera o un videocitofono, per esempio) e Thread, di recente concezione, che crea reti mesh a basso consumo.

Eero, il marchio di home networking sempre di Amazon, aveva già confermato il proprio supporto a Matter nelle scorse settimane. Per quanto riguarda gli Echo, si inizierà con il modello standard di quarta generazione, poi via via arriveranno molti altri - un elenco preciso non è stato fornito ma sono stati menzionati espressamente:

  • Tutti gli Echo Studio
  • Tutti gli Echo Show
  • Tutti gli Echo Plus
  • Tutti gli Echo Flex
  • La maggior parte degli Echo
  • La maggior parte degli Echo Dot

Se dovessimo azzardare un'ipotesi, diremmo che a saltare saranno probabilmente le generazioni più vecchie - quante non è dato saperlo, ma la situazione non sembra rosea per i possessori di Echo ed Echo Dot di prima generazione.

Contestualmente, Amazon ha annunciato di essere entrata a far parte del consiglio di amministrazione di Thread, dopo aver fatto parte del consorzio per cinque anni. Attualmente gli altri membri del direttivo sono Google, Apple e Samsung.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
uncletoma

Sarebbe ora. Google quando?

LaVeraVerità

E siccome ci sono troppi protocolli Amazon introduce... un nuovo protocollo!

T. P.

https://media4.giphy.com/me...

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia