Apple non decolla nel mercato degli smart speaker: Amazon e Google restano lontane

04 Agosto 2021 93

Tutto quello che Apple fa e tocca, mediamente, diventa oro. O quasi. C'è un settore in forte ascesa, in generale, dove il brand della mela morsicata infatti non riesce a fare breccia in maniera significativa, pur avendoci provato e avendo ritoccato la propria offerta e strategia di recente: stiamo parlando del mercato degli smart speaker.

I dati raccolti dal CIRP (Consumer Research Intelligence Partners) relativi a quello statunitense parlano chiaro, e mostrano una fotografia netta di come Amazon e Google, che questo campo lo hanno inaugurato, siano i riferimenti assoluti e giochino una partita a parte rispetto ad Apple, ma anche a Facebook.


Le gerarchie si sono conservate, insomma, dal 2017 ad oggi, con Amazon che ha mantenuto un vantaggio importante su Google, e Apple che non è riuscita ad accorciare il gap in maniera significativa.

Secondo quando affermato da Josh Lowitz, partner e co-fondatore di CIRPO, la base installa di smart speaker negli USA ammonterebbe oggi a 126 milioni di unità. La strategia classica di Apple non ha funzionato: la presenza sul mercato di alternative già rodate e molto più economiche rispetto a HomePod ne ha precluso le chance di successo.

HomePod Mini, svelato da Apple lo scorso ottobre.

La cosa interessante è che il 43% dei proprietari di un dispositivo Amazon Echo, e il 38% dei proprietari di un dispositivo Google Home, possiedono più di un altoparlante intelligente.

Per quanto riguarda Apple, i rumor dicono che è in vista un nuovo affondo su questo fronte, e in fondo già l'arrivo di HomePod Mini (che entro l'anno raggiungerà anche il mercato italiano) e la rimozione dal mercato del vecchio HomePod sono dei segnali piuttosto chiari di un cambio di rotta, e della volontà di continuare a insistere. Secondo le indiscrezioni dovrebbero arrivare nuovi modelli di HomePod, incluso uno equipaggiato con uno schermo e una fotocamera per le videochiamate con FaceTime, e un altro che dovrebbe integrare anche le funzioni di Apple TV.


93

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Darkat
fabrynet

Raccolgono dati aggregati e anonimi esclusivamente per il funzionamento dei loro stessi servizi.
Non li rivendono a terzi.
Ripeto, stai facendo disinformazione.

Darkat

Ancora con questa fesseria! Guarda che sei tu che fai disinformazione, Apple non vende dati personali di SINGOLI utenti, questo non significa che non vende dati, Apple in passato ha anche spiegato bene come li raccolgono i dati e come funziona il loro servizio Ads.

fabrynet

Smettila per favore non fare disinformazione, Apple non rivende nessun dato, non è il suo business a differenza di Google, Facebook e compagnia bella.

Darkat

Tu confondi le richieste con la conservazione dei dati, questi possono rimbalzare ovunque in rete, ma sono criptati e spezzettati in pacchetti e solo i destinatari possono ricostruirli. Queste sono le basi del funzionamento delle reti.

Darkat

Lol ANCHE APPLE. La differenza, prima, era nel COME venivano raccolti i dati degli utenti, Google raccoglieva dati dei singoli utenti e li vendeva come tali, Apple invece no, creava profili di utenti generici e LI RIVENDE COSI. Adesso però anche Google fa la stessa cosa di Apple.
Ora rispondi di nuovo che Apple non vende dati così ci faccio un disco

Darkat
Riccardo Mineri

Anche meno

Riccardo Mineri

AHAAHAHAHAHAHAHHAH

Mauro Morichetta

Apple non crede affatto nell'assistente vocale, il problema non è il prodotto ma l'assistente vocale in se, le richieste che si possono fare sono limitate e non brilla in simpatia quando gli si chiede una barzelletta, anzi non le dice proprio. Sono le piccole cose che rendono carino un assistente vocale.

Prezzi di partenza troppo alti e sistemi troppo chiusi

KenZen

Non ci vuole molto? Mi puoi dire qualcosa a riguardo?
Grazie
Saluti

Mariux Revolutions

Eh sì, appunto, le eccezioni alla regola sono rare, ma capitano

ErmenegildoBranduardi

Apple in realtà è stata la prima ad introdurre gli assistenti vocali nella grande distribuzione, con Siri, ma poco dopo Amazon e Google l'hanno raggiunta e superata

Squak9000

io ho aggiunto tutto con Homebridge... aspirapolvere, macchina del caffè, Amplificatore, tutte le TV ecc... ecc... non ci vuole molto.

https://uploads.disquscdn.c...

Squak9000

eh infatti... così dovrebbe essere ma non è così.

Ti ho detto... prova pihole che ti fa vedere tutte le richieste che fanno questi dispositivi.

Mariux Revolutions
BadBlooddd

Ma lol

KenZen

Vorrei poter aggiungere il robot di pulizia, la macchina del caffè, il termostato Nest (Google), il forno elettrico e l'impianto stereo.
HomePod è anche il miglior hub disponibile per HomeKit a prescindere se usi i comandi vocali o meno. Personalmente lo uso tantissimo (anche se in inglese) perchè in casa tendo a tenere spento il cellulare e tolgo dal polso l'AW. Ovviamente, se mi trovo in altre stanze uso l'app su iPad e Mac, non mi metto ad urlare :D
Non so perchè la gente compra gli smart speaker ne mi interessa. Io ho preso HomePod solo per comandare la domotica e solo raramente per la musica (non lo trovo qualitativamente adatto alle mie esigenze musicali). L'ho pagato 250 euro al tempo e sinceramente lo ricomprerei anche a 350.
Saluti

HeySiri

Due contro uno. Ma dai...

BadBlooddd
Migliorate Apple music

No non vende i tuoi dati a terzi, vende spazi pubblicitari ai terzi tramite i tuoi dati.
Vendere i dati a terzi significa andare da Google e comprare l’elenco di tutti gli utenti a cui piace l’oggetto x per poi farci qualsiasi cosa, cosa che non succede.

xan

mi spiegate il senso di avere un HomePod Apple con android?
lo chiedo perchè visto che iphone ha una quota di mercato minima e voi vi aspettate una quota di mercato ampia per gli HomePod l'unica possibilità è che li comprino gli utenti android

fabrynet

Assolutamente no, Google rivende a terzi, è il suo business.

Migliorate Apple music

Neanche Google. Sai come funziona la vendita di spazi pubblicitari?

Darkat
Darkat

Lol nelle app dell'app store, non ci sono pubblicità? Quelle pubblicità sono fornite da Apple Ads, il servizio di inserzioni pubblicitarie di Apple, un servizio che Apple fornisce agli sviluppatori per integrare pubblicità all'interno delle app, alternativo a Google ads che non può più essere usato su iOS se non sbaglio. Questo servizio, come quello di Google, funziona con la vendita dei dati degli utenti alle agenzie di marketing, che possono reindirizzare il traffico pubblicitario in maniera efficiente per loro. Illudersi che Apple sia la paladina della privacy è davvero sciocco, Apple è una società che si sta trasformando da produttrice di hardware a produttrice di servizi e non fa funzionare le cose con la magia, al contrario di quello che spesso pensano i suoi utenti.

Squak9000

cosa ti manca di dispositivo domotico? Per curiosità.

Personalmente li ho provato un poco tutti ma onestamente l'idea di usare comandi vocali per accendere una luce un poco mi sbatte.

Preferisco smartswitch per richiamare le scene.

Te lo immagini dentro casa, magari un 4, che per accendere una luce tutti a parlare?

Darkat

È esattamente quello che fa Google ora. Quindi va bene così?

FraFra91

Hanno fatto mille confronti ma non è minimamente comparabile per favore

KenZen

Cosa me ne faccio dell'assistente vocale se non ho la domotica? Non è vero che c'è tutto, anzi è l'esatto contrario. I dispositivi domotici compatibili con HomeKit (senza ovviamente passare per programmazioni varie e dispositivi di terzi) sono ancora in netta minoranza rispetto a quelli dei concorrenti.
Saluti

sailand

Scusate ma sembrano vasi per i fiori!
La strategia vincente di Amazon e Google è stata di offrire degli entry a basso costo così la gente spendeva poco per togliersi la curiosità. Costo che nei vari black friday e simili scendeva ancor di più.
Poi entrati nelle case si sono espansi come usi e numero dei dispositivi ed Apple è rimasta al palo non avendo mai adottato tale strategia.

Squak9000

alla fine c'é tutto a tutti i prezzi... cosa manca a te?

KenZen

Credo dipenda dai pochi accessori compatibili con HomeKit, dal loro costo se comparato ai medesimi della concorrenza nonché ai pochi dispositivi Apple rispetto ad Android.
Saluti

fabrynet

Leggi bene, Apple non vende dati personali a terzi per scopi pubblicitari, al massimo prende quei dati, con il consenso dell’utente e in modo aggregato in modo che Apple non possa identificare personalmente l’utente, per fare pubblicità interna.
I dati non escono da Apple.

FraFra91

Io ho speso la metà e l’integrazione con l’iPhone era immediata e intuitiva. Non avevo voglia di farmi un impianto come si deve magari 2.1 con cavi amplificatore e cagate varie

FraFra91

ca@@o ridi

salvatore esposito
salvatore esposito

lo fa anche homekit altrimenti come faceva apple a registrare le tue conversazioni al pari di altri produttori? ah giusto, nel caso di Apple era colpa dei dipendenti cattivi, giusto?

Aristarco

Per così poco?

Riccardo Mineri

godo

Riccardo Mineri

ahhahhhaahhhha

Migliorate Apple music

Nessuno vende i dati personali a terzi si creano spazi pubblicitari con i tuoi dati che poi verranno venduti.
Se vuoi sapere cosa nello specifico utilizza Apple:
https://uploads.disquscdn.c...

Migliorate Apple music

Apple store, Apple News e Borsa.

Migliorate Apple music
Squak9000

ma scusa... ma gli spazi pubblicitari di terzi su un iPhone dove li vedi?

Squak9000

vuol dire che la tua casa e tutto quello collegato ad essa va in Cina.

Google e Amazon vendono i tuoi dati personali.
Apple No.

Squak9000

i dati sono diagnostica ma non a fondo commerciale.
La questione conversazioni... quello é stato un errore.
Fino a prova contraria nessuno è Dxo e tutti possiamo sbagliato ma non era una cosa voluta.

Non hanno fatto il peggio... il fatto é che neanche hanno provato a fare di meglio perchè probabilmente non gli interessava al momento.

Migliorate Apple music

No no è lo stesso discorso, il core business non è la privacy, ma quello che ti porta a vendere il quel paese. Se sei in Cina ti metti anche a 90 pur di poter entrare nel mercato più grande del del mondo, se sei in Europa ti ergi come paladina della privacy.

Come hai detto a te non ti interessa che Apple gestisca i dati dei propri clienti, ma come gestisca i tuoi europeo privilegiato che riesce a vivere in una democrazia.

Comunque si anche Apple raccoglie dati per mettere su pubblicità più o meno mirate anche se quando qualcuno te lo dice cadi dal pero.
Neanche Google vende i dati dei propri utenti, l’azienda X non sa che a Peppino piacciono gli oggetti y, quello che fa è vendere spazi pubblicitari che verranno indirizzati agli utenti di cui ha raccolto i dati.

Darkat

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Scopriamo insieme tutti gli iPhone 13 | Replay del live unboxing

iPhone 13 Pro e 13 Pro Max ufficiali: 120 Hz e fotocamere tutte nuove | Prezzi

iPhone 13 e mini ufficiali: notch più piccolo, batteria più grande | Prezzi Italia