Il regista Terry Gilliam si dà agli NFT: all'asta un suo quadro, secondo già pronto

28 Novembre 2021 9

C'è tempo fino al 29 novembre per piazzare un'offerta sul primo NFT di Terry Gilliam, il poliedrico regista naturalizzato britannico conosciuto per Brazil, La Leggenda del Re Pescatore o L’esercito delle 12 Scimmie. Servirà però innamorarsi per davvero dell'opera surrealista di Gilliam per sopravanzare il miglior offerente: l'offerta vincente su OpenSea - il portale che ospita l'NFT - nel momento in cui scriviamo ammonta a 1 Ethereum (link in VIA), che in termini più commestibili sono oltre 3.600 euro.

Terry Gilliam ha siglato un accordo con Decrypt Studios per vendere il suo primo NFT, Blessed Before Blast.

È una rappresentazione visiva - si apprende sulla pagina dedicata al regista - del nervosismo che prova l'artista mentre marcia verso un pianeta molto diverso e meno piacevole. L'immagine, tratta da un'opera d'arte apparsa per la prima volta in un'animazione dei Monty Python, raffigura la Terra come una bomba che sta per esplodere, mentre un angelo paffuto senza volto prova, senza riuscirci, a sfuggire alla gravità della situazione.

Il quadro originale è in casa dell'artista da cinquant'anni, ed è stato fotografato e animato per realizzare il progetto dell'NFT ora all'asta.

Il fatto di rimuovere la mia opera d'arte dal muro dov'è rimasta appesa per così tanto tempo per fotografarla mi ha preoccupato a lungo. Poi abbiamo scoperto con stupore che il quadro nascondeva un affresco di Michelangelo molto più prezioso: chissà che la stessa fortuna si trasferisca a chi si aggiudicherà questo NFT - racconta Terry Gilliam a Decrypt Studios. Possiedo un’enorme collezione di opere d’arte che ho realizzato nel corso degli anni, ma gran parte di esse non sono mai state viste al di fuori di casa mia. Per cui ho pensato che gli NFT avrebbero rappresentato un buon modo di condividere il mio lavoro con il mondo.

Detto, fatto: l'account Twitter di Decrypt Studios ha pubblicato nelle scorse ore il prossimo NFT derivato da una rappresentazione di Gilliam che finirà all'asta nei prossimi giorni. Per cui se il surrealismo dell'artista stuzzica il vostro collezionismo digitale ma non riusciste a mettere le mani su Blessed Before Blast, a breve ci si potrà riprovare con No Circus Here.

A meno che non si preferisca attendere le opere di un altro "colosso" del cinema del calibro di Quentin Tarantino, che a inizio novembre ha anticipato di voler pubblicare degli NFT con scene e contenuti inediti su Pulp Fiction. Ammesso che, naturalmente, la denuncia di Miramax si risolva in un nulla di fatto.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

A differenza di quanto credi, nel mondo la maggioranza sono quelli che la pensano come te. Sono circondato da quelli che dicono che io butto soldi nel girare musei e gallerie e mi prendono pure in giro...

Basti pensare che l'Italia è un paese di anziani e che (non sempre ma spesso) come vediamo in famiglia questi non hanno influencer (o meglio credono di non averne, magari è il loro vicino di casa o il loro meccanico) , non seguono mode, e pensano che Banksy sia un delinquente graffitaro.

Pistacchio

E i quadri sono investimenti.
Capita spesso di rivendere un opera anche 10/100 volte il valore di acquisto… quindi 10/100 più cose da mettere in pancia.

Pistacchio
Pistacchio

A nulla per moltissime persone.
Ad altri per studiare le tecniche, ad altri per sognare ad altri capire il mondo attuale… poi c’è l’attrazione e il desiderio che spinge l’uomo a vivere per avere “cose e non cose” al fine attrarre individui o essere invidiato.

Ongo Gablogian

A lui serve solo roba cinese, con spyware inclusi possibilmente (:

saetta

a te non serve a niente

Pistacchio
Windows

Recensione Lenovo Legion 7, RTX 3080 alla massima potenza!

Android

Ho installato la ColorOS 12 su Find X3 Pro, ecco le principali novità | Video

Amd

CPU: ecco cosa ci riserva il 2022 di AMD e Intel. Meglio comprare o aspettare?

Articolo

Netflix, le novità in arrivo a febbraio 2022