Coronavirus, JK Rowling regala una favola ai bambini: online un capitolo al giorno

27 Maggio 2020 15

Una favola per i più piccoli, che la scrittrice aveva inventato tempo addietro per i suoi due figli minori, e che oggi viene pubblicata online, un capitolo al giorno, per i bambini sottoposti a lunghi mesi di lockdown. È questo il regalo che JK Rowling, conosciuta in tutto il mondo per la saga di Harry Potter, ha voluto fare ai suoi lettori più piccoli, "perché possano continuare a sognare".

L'opera si intitola "The Ickabog" e, va detto, non ha nulla a che fare con la saga potteriana. Si tratta semplicemente di una storia, scritta circa dieci anni fa durante una pausa tra un libro e l'altro del maghetto, che la scrittrice leggeva ai figli più piccoli e che poi era finita in soffitta.

Dati i tempi difficili, la Rowling ha pensato di rispolverarla per farne dono ai bambini di tutto il mondo. E così, un capitolo al giorno, proprio come quando la leggeva con i figli, The Ickabog sarà pubblicato online in forma del tutto gratuita sul sito omonimo www. theickabog.com, fino al 10 luglio. Poi a novembre arriverà nelle edicole inglesi in formato cartaceo, ebook e audiobook, e a seguire negli altri Paesi.


Per il momento l'opera è solo in inglese, ma ne sono già state annunciate alcune traduzioni in altre lingue. Inoltre, la scrittrice ha promosso un concorso rivolto ai bambini per illustrare la storia; i vincitori vedranno i loro disegni pubblicati nell'edizione cartacea della favola.

Tutti i diritti d'autore saranno devoluti a persone e categorie particolarmente colpite dalla pandemia di coronavirus. Come ha spiegato JK Rowling:

"The Ickabog è una storia sulla verità e sull'abuso di potere. Ma essendo stata scritta più di un decennio fa, non consideratela come una risposta a tutto ciò che sta accadendo nel mondo in questo momento: sono temi eterni e potrebbero essere applicati a ogni era e in ogni paese".


I primi due capitoli sono già online, e il primo personaggio in cui ci si imbatte è Fred, il re impavido. La storia inizia così, chi vorrà leggerne il seguito può sfruttare il link riportato in Fonte:

"C'era una volta una piccola nazione di nome 'Cornucopia', che per secoli era stata governata da una ampia dinastia di re dai capelli biondi. Al tempo cui mi riferisco, regnava Re Fred, il temerario. Aveva annunciato di chiamarsi "impavido", nel giorno della sua incoronazione, perché suonava bene con Fred ma anche perché una volta era riuscito a catturare e uccidere una vespa da solo, escludendo i valletti e il ragazzino lustrascarpe".


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
elvis

Penso sia più o meno la tempistica in cui li genera nel mondo reale! Nel tempo che ci mette ad addormentarsi guadagna come me in 3 vite

Like a virgin

Di recente ha generato una specie di polemica su twitter perché non capisce cos'è un bitcoin e a detta sua nessuno glielo ha saputo spiegare. Ora si sente in periocolo e pensa di non poter più usare twitter senza essere aggredita da qualche bitcoinaro... è stato tutto molto cringe

Darkat
iclaudio

purtroppo ....ma non sempre questi signori vengono eletti dai cittadini

Lorenzo Poli

Salani ne ha annunciato l'uscita anche in Italia

L'introverso

di fatti lui voterà sicuro m5s! onestà!

L'introverso

e perché mai?

Roberto

Tu lo sai che i politici sono solo lo specchio della civiltà che li elegge, vero?

BuBy

non credo che harry potter abbia finito gi generagli sterline fresche ogni mese :)

Andrej Peribar

È così che concilia il sonno.

Un milione e uno, un milione e due, un milione e tre, un milione e quattro... yawn... un milione e cinque... un milione...

Like a virgin

Ultimo capitolo: "bambini, non comprate bitcoin"

iclaudio

c'era una volta una nazione di nome itaGlia ,che per secoli era stata governata da una dinastia di ladri e truffatori dalla pancia grande,ai tempi regnava re napolitano ,si faceva chiamare "re giorgio" ma il popolo sfruttato lo amava chiamarlo "napisan" ,gli piaceva accordarsi con alti magistrati corroti per favori e manovrine di palazzo,vantandosi anche di aver fatto sparire registrazioni di telefonate con personaggi di dubbio valore ...

LordSheva

beh lei, i suoi ghostwriter...

Zhoth

Chissà se ha finito di contare le sterline fatte con Harry Potter.. :-)

Aster

brava

Android

Pixel 6 e 6 Pro ufficiali: Google punta al top | PREZZI

Apple

Il segreto dei MacBook Pro: potenzialmente le migliori Workstation Mobile sul mercato

Apple

Apple, i nuovi MacBook Pro rappresentano un importante cambio di rotta | Editoriale

HDMotori.it

Viaggio nella Turchia delle auto: quello che (forse) non sapete e perché serve saperlo