Resident Evil, Netflix condivide per sbaglio la sinossi della serie

10 Febbraio 2020 24

Resident Evil è sicuramente tra le serie Netflix più attese e chiacchierate del momento, complice l'alone di mistero che fino ad oggi ha circondato l'intero progetto e che ben si sposa con le atmosfere del franchise, tuttavia qualcosa è cambiato nel fine settimana.

Volontariamente o per errore (valutate voi...), Netflix ha prematuramente caricato una versione riassuntiva della sinossi su un sito web informativo dedicato agli organi di stampa, offrendo ai fan della serie qualche dettaglio in più. La pagina è stata poi prontamente rimossa, ma come avviene sempre in casi simili, non è passata inosservata ed è stata condivisa sul proprio canale Twitter da Resident Evil Wiki.

Questa la traduzione del testo rimasto disponibile per poco all'interno del Media Center di Netflix:

"La città di Clearfield, nel Maryland, è rimasta a lungo nell'ombra di tre giganti senza alcun legame apparente - la Umbrella Corporation, il manicomio abbandonato di Greenwood, e Washington D.C. Oggi, a 26 anni di distanza dalla scoperta del T-Virus, i segreti custoditi dai tre cominceranno ad essere svelati ai primi segni di un'epidemia."

I primi rumor su una serie dedicata al franchise di Resident Evil emersero circa 1 anno fa ad opera di Deadline, testata da sempre molti vicina alle vicende hollywoodiane. Sebbene al momento non ci siano dettagli significativi sugli sviluppi, è opinione comune che il debutto televisivo potrebbe avvenire nel 2021.

Secondo Redanian Intelligence, la pre-produzione partirà nell'aprile di quest'anno, mentre le riprese principali avranno luogo da giugno ed ottobre in Sudafrica. Infine, si vocifera che gli episodi che comporranno la prima serie saranno 8, nessuna informazione sul cast al momento, ma siamo certi che ne sapremo di più molto presto. In conclusione vi ricordiamo tutte le novità in arrivo su Netflix durante il mese in corso.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 279 euro oppure da Unieuro a 359 euro.

24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
cip93

con gli zombie buoni

ErCipolla

Certo, non sarà la totalità, però se noti ormai nel campo dell'entertainment una notizia su due è spacciata per "leak".... la maggior parte di questi presunti leak sono accuratamente studiati, fermo restando che qualche fuga di notizie "vera" ci sarà sempre, su questo concordo con te

provolinoo

Sicuramente ci sono situazioni in cui è una strategia di marketing, ma lavorando per una grossa multinazionale ti posso dire di aver visto con i miei occhi situazioni reali dove qualche dipendente ha detto o scritto cose che erano espressamente sotto segreto aziendale, magari per ingenuità o sbadattagine (con tanto di licenziamento e richiesta danni nei casi più gravi).

Eraldo Coil

Si vede che parli per parlare. Resident evil e the walking dead sono totalmente differenti. In comune hanno solo gli zombie. Stop

Ratchet

Resident Evil: Coronavirus

ErCipolla

Appello (a vuoto) ai vari produttori di film, serie, videogame, ecc: sta cosa di rilasciare notizie spacciandole per "leak non autorizzati" al fine di generare più curiosità ha ampiamente rotto i c0glioni. Lo sappiamo tutti che sono rilasci controllati, chi volete prendere per il cu*o? Dai...

ciro mito

CW , ABC , Disney ...c'è la fila...

roby

Ok allora attender l'estate prima di uscire di casa

eL_JaiK
Mario Busso

ahahah hai ragione

Sbadatelli e pure sbarbatelli.

Amazon?!

Il vaccino non l'hanno ancora trovato!
Forse entro l'estate dicono.

Ma la sinossi non era una brutta malattia?

roby

Ma non bastava walking dead?
Di cosa si differenziera'? Il T virus e il vaccino?

marco bovio
ciro mito

Non che netflix ne sia esente ma fanno molto più schifo altri lidi...

Mario Busso

e gli zombie vegani

Aniene

Con Ada transessuale e Leon gay intendevi.

Edoardo Motta

Considerando il “politically corret” di Netflix, mi aspetto minimo una Ada Wong nera e un Leon asiatico. Ma sono sicuro che sapranno sorprendermi.

Mario Busso

Dopo Sonic chiederanno conferma alla rete per tutto. per quanto ci possa essere di bene.. e di male

asd555

Ha iniziato Apple dimenticando gli iPhone nei bar.
Mannaggia a questi sbadatelli...

Andrea M.

eh si è stata proprio una svista....

JJ

il mondo della comunicazione è sempre più invaso da sbadatelli.

Windows

Migliori Notebook, Portatili e UltrabooK: i top 5 fino a 600 euro | Luglio 2020

Tecnologia

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

Android

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Motorola

Recensione Motorola Moto G PRO, tanta autonomia e pennino integrato!