Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Aspirapolvere, robot, lavapavimenti o due in uno: cosa comprare per le pulizie di casa?

05 Dicembre 2023 138

Tutto iniziò con i robot aspirapolvere. Era il lontano 2002 quando il primo modello commerciale arrivò nelle case degli utenti e da allora il mercato relativo alle pulizie domestiche ha fatto passi da gigante tanto da arrivare, all’alba del 2024 a contare dispositivi ultra intelligenti, in grado di rimuovere anche le macchie di sporco più ostinate, evitare i cavi in automatico, o aspirare liquidi.

Quello degli elettrodomestici più o meno smart dedicati alla pulizia di casa è un settore che vede di anno in anno soluzioni sempre più innovative e genera crescente interesse da parte degli utenti. È il caso per esempio del robot Dreame L20 Ultra che permette non solo di lavare anche gli spigoli grazie al mocio estensibile ma anche il collegamento diretto al carico e scarico dell’acqua.

QUALE DISPOSITIVO SCEGLIERE

A oggi quello delle pulizie è un settore che può fare affidamento su quattro categorie ben distinte. Aspirapolvere senza fili, robot aspirapolvere, lavapavimenti e due in uno. Sebbene apparentemente facciano tutte la stessa operazione, ovvero quella di rimuovere lo sporco, ciascuna di esse soddisfa esigenze ben precise. Bisogna poi considerare la fascia di prezzo, in quanto a seconda del dispositivo preso in considerazione si parte da circa 150 euro fino a superare i 1000 euro.

Per scegliere è importante definire non solo il budget ma le proprie priorità. È più importante aspirare i peli dei nostri amici a quattro zampe, o lavare il pavimento. Abbiamo una routine ben definita oppure ogni giorno è diverso dall’altro? Passiamo tanto tempo in casa da permetterci di effettuare le operazioni manualmente o vogliamo automatizzare quanto più possibile?

L’ASPIRAPOLVERE SENZA FILI

A nostro modo di vedere è lui il vero dispositivo a cui non si può rinunciare. Richiede l’uso manuale, certo, ma il passaggio dagli ormai vetusti aspirapolvere a traino agli aspirapolvere senza fili ha reso questo elettrodomestico estremamente flessibile. Sono diventati più leggeri e i top di gamma di ultima generazione come il Dreame R20 (qui la recensione) offrono potenza da 190 AirWatt con un’autonomia che può arrivare anche a 90 minuti. Anche i modelli di fascia più bassa, come l’R10 Pro assicurano però prestazioni di tutto rispetto con una potenza di circa 150 AirWatt e un’autonomia superiore all’ora di utilizzo. La maggior parte dei dispositivi integra inoltre un sistema anti groviglio che consiste in una serie di pettini che districano peli e capelli in modo da permetterne la corretta aspirazione e ridurre gli intervalli di manutenzione.

La scelta in questo caso dipende soprattutto dalle nostre abitudini. Concentriamo la pulizia dell’intera casa in una singola giornata o siamo soliti pulire le singole stanze o piccole aree al bisogno? Abbiamo animali in casa? Viviamo in una grande casa o in un piccolo appartamento? I top di gamma di oggi sono la scelta giusta per chi necessita di pulire grandi aree o ha animali o bambini in casa. In altri casi un medio di gamma come l’R10 Pro o addirittura un dispositivo di fascia più bassa come il Dreame U10 può essere sufficiente.

PRO E CONTRO DEGLI ASPIRAPOLVERE SENZA FILI

Ciascuna delle tipologie prese in esame ha sicuramente pro e contro che cerchiamo di esplicitare nei paragrafi dedicati. In merito agli aspirapolvere senza filo i pro sono diversi:

  • Flessibilità d’uso: sono adatti a pulire qualsiasi tipo di pavimento, dal parquet alla moquette
  • Leggerezza: il peso del corpo motore spesso è di poco superiore ai 2kg garantendo grande maneggevolezza
  • Assenza di cavi o applicazione: il controllo completamente manuale permette di pulire dove si vuole quando si vuole e le batterie garantiscono un’autonomia sufficiente per pulire anche grandi aree. L’assenza di cavi consente poi di pulire anche mensole, scrivanie o scale senza alcun problema.
  • Gli accessori: buona parte degli aspirapolvere senza fili integrano diversi accessori, variabili a seconda della fascia di prezzo. Il beccuccio per piccole superfici, una spazzolina per superfici irregolari e una seconda spazzola motorizzata per la tappezzeria. Gli aspirapolvere di fascia più alta presentano a volte anche due spazzole, una per superfici dure e l’altra per superfici più complesse come tappeti o moquette
  • Prezzo: nonostante qualità e potenza siano di fascia alta, è spesso possibile fare ottimi affari rimanendo al di sotto dei 450 euro, una cifra tutto sommato accettabile per un dispositivo destinato a durare anche parecchi anni.

C’è però qualche piccolo contro da considerare:

  • Disponibilità dei pezzi di ricambio: soprattutto nel caso degli aspirapolvere di fascia più bassa, non sempre è facile trovare filtri o spazzole di ricambio. Affidarsi a brand conosciuti, come Dreame, assicura una certa reperibilità ma anche la presenza di accessori compatibili di terze parti
  • Batteria: nonostante le batterie al litio siano sempre più prestanti e tecnologiche, è possibile dover andare in contro al cambio della batteria. I dispositivi di qualità hanno comunque la possibilità di rimuovere e sostituire la batteria, una caratteristica presente in tutti gli aspirapolvere senza fili di Dreame.
I ROBOT ASPIRAPOLVERE

I robot aspirapolvere sono uno step evolutivo importante rispetto al tradizionale modo di aspirare lo sporco. Sono infatti autonomi, nel senso che spetta all’utente la sola operazione di programmare la pulizia o far partire il robot che farà poi tutto da solo. Sebbene all’inizio il loro compito era solo quello di aspirare lo sporco e ritornare a caricarsi, oggi i robot aspirapolvere sono estremamente evoluti. Ormai quasi tutti permettono di svuotare automaticamente il serbatoio dello sporco anche con prezzi accessibili, come nel caso del Dreame D10 Plus. I top di gamma, come il Dreame L20 Ultra sono invece dotati di doppio mocio controrotante, di videocamera per la videosorveglianza e di una base in grado non solo di ricaricare il dispositivo, ma anche di lavare i panni, dosare il detergente e asciugare i panni per una migliore igiene.

Il controllo avviene tramite un’applicazione dedicata, che permette di collegare il robot alla rete Wi-Fi di casa in modo da poter personalizzare potenza di aspirazione, modalità e tanti altri parametri. Tutti i robot sono ormai dotati di mappatura tramite laser, che consente di riconoscere gli ambienti, mentre quelli di fascia più alta sono dotati anche di sensori 3D o di vere e proprie videocamere in grado di trasformare il robot in una videocamera di sorveglianza mobile.

PRO E CONTRO DEGLI ASPIRAPOLVERE ROBOT

Tra i pro ci sono:

  • Autonomia: la possibilità di poter pulire e/o lavare i pavimenti senza nessuna perdita di tempo. Il robot fa tutto in automatico
  • Funzioni avanzate: il robot diventa un vero e proprio maggiordomo, soprattutto nel caso dei robot di ultima generazione in grado di riconoscere anche cavi, piccoli oggetti o animali
  • Svuotamento automatico: Se il robot ne è provvisto, l’utente non deve più svuotare il serbatoio dello sporco, ma solamente sostituire l’apposito sacchetto all’interno della stazione di ricarica con intervalli che vanno da un mese ai due mesi e mezzo. Ciò migliora anche l’igiene
  • Personalizzazione totale: grazie all’applicazione è possibile cucire il comportamento del robot a proprio piacimento. Definire le aree da pulire, quelle da evitare, quanti passaggi effettuare e anche quale modalità di aspirazione o lavaggio utilizzare.

Mentre tra i contro possiamo citare:

  • Prezzi: Rispetto agli aspirapolvere senza fili i prezzi sono mediamente più alti
  • Potenza di aspirazione: sebbene i modelli più recenti raggiungano e superino i 7000 Pa, rimangono ancora distanti dalle potenze degli aspirapolvere senza fili, che risultano quindi più efficaci con lo sporco più ostinato
  • Connessione Wi-Fi: sebbene i robot possano essere usati anche senza connessione Wi-Fi, soprattutto per i modelli più avanzati risulta necessaria per poter gestire a fondo tutte le funzioni disponibili. Dalla mappatura alla programmazione degli intervalli di pulizia, passando per il controllo remoto. Purtroppo non tutti gli utenti hanno a disposizione una rete Wi-Fi casalinga a cui connettersi.
LAVAPAVIMENTI

Le lavapavimenti sono essenzialmente degli aspirapolvere senza fili in grado di aspirare liquidi e lavare il pavimento rimuovendo sporco ostinato e macchie secche. Al contrario di quanto si possa pensare però il loro intento non è quello di sostituire un aspirapolvere senza fili, bensì di affiancarlo. Ciò è dovuto principalmente alla conformazione della spazzola rotante, fatta con setole che funzionano bene solo quando bagnate e che si rovinerebbe in maniera precoce se usata solo per aspirare. Nonostante la maggiore complessità, i prezzi sono allineati a quelli degli aspirapolvere senza fili, almeno nel caso di modelli come la Dreame H12 Pro o della H12 Core, rispettivamente di 399 e 299 euro.

Tali elettrodomestici sono dotati di un serbatoio per il mix di acqua e detergente (solitamente incluso nella confezione) e di un serbatoio di raccolta per detriti e acqua sporca. Sono dotati di modalità automatiche e offrono la possibilità di scegliere la potenza e il livello di acqua utilizzare. Sono anch’esse senza fili e alimentate dunque a batteria, che, a causa della maggiore complessità, offre un’autonomia tra i 20 e i 35 minuti a seconda della modalità scelta. La base si occupa non solo di ricaricare la lavapavimenti, ma anche di eseguire l’autopulizia e in alcuni casi di asciugare il rullo tramite un flusso d’aria.

PRO E CONTRO DELLE LAVAPAVIMENTI

Ci sono diversi punti a favore che spingono a valutare una lavapavimenti:

  • Lavaggio efficace e veloce: nella maggior parte dei casi si riesce tranquillamente a sostituire il mocio, con la possibilità di lavare anche piccole aree in maniera velocissima
  • Potenza: il rullo rotante, peraltro disegnato in modo da raggiungere facilmente anche spigoli e angoli, effettua diverse rotazioni al secondo che consentono di rimuovere anche le macchie più ostinate
  • Aspirazione liquidi e non solo: grazie alla potenza a disposizione non solo aspira ma lava e deterge nello stesso momento. Ciò permette di aspirare non solo liquidi come succhi di frutta o bevande, ma anche sostanze collose, come miele e salse, o grassi come l’olio
  • Manutenzione ridotta: quando si termina l’uso è sufficiente posizionare l’elettrodomestico sulla base di ricarica per avviare l’autopulizia. In questo modo la spazzola è pronta al successivo utilizzo e non rimane che svuotare il serbatoio dell’acqua sporca e risciacquarlo.

Ci sono però anche alcuni contro da considerare:

  • Tempi di ricarica: nonostante le moderne tecnologie di ricarica rapida questo tipo di elettrodomestici impienga ancora dalle 3 alle 4 ore per una ricarica completa dallo 0 al 100%
  • Batteria integrata: purtroppo la presenza dei liquidi e la complessità di progettazione porta i produttori a includere delle batterie integrate e di difficile accesso
  • Peso e ingombri: una lavapavimenti pesa in genere nell’ordine dei 5 kg e risulta così più difficile da spostare e da usare per tempi prolungati. La base di lavaggio richiede inoltre maggiore superficie rispetto a un’aspirapolvere senza fili.
I DUE IN UNO

Il concetto che sta alla base di prodotti come i due in uno, tra cui possiamo citare la Dreame H12 Dual (che abbiamo provato qui) è semplice: permettere con l’acquisto di un singolo elettrodomestico di avere sia un aspirapolvere senza fili sia una lavapavimenti. Il prezzo di questa tipologia di dispositivi è in genere più alto rispetto all’acquisto del singolo elettrodomestico, ma il vantaggio è quello di poter sia aspirare sia lavare i pavimenti senza grossi compromessi.

La struttura è progettata in modo da permettere di sganciare il corpo motore e montarlo sulla base da aspirapolvere senza fili o su quella da lavapavimenti a seconda delle esigenze, con prestazioni comunque all’altezza della maggior parte delle esigenze e con caratteristiche di fascia medio/alta.

PRO E CONTRO DEI DUE IN UNO

I vantaggi sono sotto gli occhi di tutti:

  • Versatilità: In qualsiasi momento si può scegliere se usare l’aspirapolvere o la lavapavimenti a seconda delle esigenze. Ci sono tutte le funzioni dei top di gamma: grande potenza di aspirazione e autonomia in linea con i modelli di fascia alta, quindi 60 minuti per l’aspirapolvere e oltre 30 minuti per la lavapavimenti
  • Convenienza: seppur vero che il prezzo non può definirsi popolare, si spende comunque meno rispetto ad acquistare due dispositivi equivalenti di fascia media.

Ci sono però alcuni contro da valutare:

  • Batteria integrata: la batteria è integrata nel corpo motore e quindi di difficile accesso. L’uso intenso e prolungato potrebbe portare a un veloce degrado
  • Autonomia: bisogna considerare che l’autonomia è relativa alla durata di una carica del 100% nell’uso o come aspirapolvere senza fili (60 minuti) o come lavapavimenti (30 minuti). Nel caso di utilizzo come aspirapolvere prima e come lavapavimenti subito dopo, potremmo non avere autonomia sufficiente per portare a termine entrambi i compiti.
CONCLUSIONI

Come si evince, non esiste un dispositivo perfetto in grado di accontentare chiunque. Chi ha animali in casa per esempio potrebbe dare priorità a un aspirapolvere senza fili magari coadiuvato da un aspirapolvere robot in grado anche di lavare. Chi vive in un appartamento non più grande di 100 metri quadrati potrebbe seriamente valutare l’acquisto o di un aspirapolvere robot di fascia media o di un due in uno, a seconda del tempo a disposizione. Chi invece vuole la pulizia più profonda possibile potrebbe valutare l’acquisto di una lavapavimenti di fascia alta affiancata da un aspirapolvere di fascia media in grado di rimuovere la maggior parte dello sporco prima del lavaggio.

Insomma, ci sono tanti casi e necessità diverse che portano tutti noi a preferire l’uno o l’altro dispositivo. Fortunatamente oggi il mercato offre decine e decine di alternative tra cui scegliere e alcune aziende, come Dreame, offrono una gamma completa di prodotti per ciascuna categoria.

Articolo in collaborazione con Dreame


138

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo
Jacopo Sega

Io per quanto riguarda ecovacs mi sono trovato davvero male, invece devo spezzare una lancia a favore di Dreame. Anche se l’assistenza in Italia attualmente non c’è ed è in Polonia, ho dovuto mandare il Dreame l10s ultra in assistenza a novembre e nel giro di 10gg lo avevo a casa sistemato.
Unica pecca devi parlargli in inglese ma si occupano di tutto loro come Apple e Amazon

Maxxalla

E perché non dovrebbe essere un uomo?
E perché comprare invece di assumere?
Siete davvero tornati nel medioevo in Italia?

ligeiro

non mi lamento, ma perchè dreame non ha ancora assistenza in italia? Fuori, da quello che leggo è pessima, anche roborock

ligeiro

Ci sono mille recensioni ormai, quello che non mi fà scegliere sono le centinaia di recensioni negative sull'assistenza, dreame, roborock ed ecovacs

Diego 1

Nel Dreame L20 Ultra (o L10s/L10 Ultra) il problema dei capelli lunghi può essere risolto comprando da aliexpress la spazzola tagliacapelli del Dreame X30 Dalla cina, costa 100€ però
https://it. aliexpress. com/item/1005006106516121. html

boosook

E perché? Ne ho uno da anni e funziona alla grande...

Black Dracula

Lascia stare Ecovacs, per carità.

Ma quando lo sapete che è così e non cambia...che ci state a fare qui?

Vae Victis

Esistono robot senza connessioni internet di alcun tipo? Nemmeno wi fi.
O ci sono solo attrezzature di spionaggio?

Giuseppe

ho quello con il panno non vibrante, anche io ho ecovacs, la rimozione manuale e sempre un operazione che devi fare, quindi con la base autosvuotamento hanno risolto questo problema.
Comunque un sacco di problemi sono stati risolti da un paio di anni a questa parte, ma semplicemente costano troppo.

tommaso

i robot sono RS2, RC3, RC3 PLUS, RC4, RC4 PLUS, scusami

Robbie

Dove avrei giudicato l'articolo come marchetta? Ho solo fatto una battuta agganciandomi al post dell'utente XD.
L'articolo si capiva dal primo paragrafo che fosse scritto in collaborazione, eppure l'ho letto lo stesso perché anche una brochure può essere informativa anche se non comparativa.

Calculon

nei video YouTube (di tutti) è detto al primo secondo? Nei film i "prodotti a inserimento pubblicitario" sono all'inizio o nei crediti finali? Chi leggerebbe l'articolo mettendolo all'inizio? Pochi perché quelli come te credono siano solo markette, quando invece mi pare che una analisi (sbilanciata fin quanto vuoi, è ovvio, è pagata) sia fatta e merita di essere letta se sei interessato ai robot aspirapolvere

Calculon

Perché, nei video YouTube (di tutti) è detto al primo secondo? Nei film i "prodotti a inserimento pubblicitario" sono all'inizio o nei crediti finali? Chi leggerebbe l'articolo mettendolo all'inizio? Pochi perché quelli come te credono siano solo markette, quando invece mi pare che una analisi (sbilanciata fin quanto vuoi, è ovvio, è pagata) sia fatta e merita di essere letta se sei interessato ai robot aspirapolvere

Foffolo

Guarda che l'ho letto benissimo della collaborazione in fondo e si lo so anche io da anni
... ma dire che sia scritto CHIARO E TONDO è altra roba.... Secondo te per uno che entra occasionalmente nel blog è scritto chiaro e tondo? Evidentemente abbiamo concetti molto distanti di chiaro e tondo

boosook

E' evidente che non conosci i prodotti. Già a 300 puoi trovare ottimi aspirapolvere Ecovacs o Roborock (sto parlando quindi delle marche top) con tutte le funzionalità necessarie per un utilizzo efficace che sono la mappatura della casa, la pulizia intelligente e il lavaggio. Aspirano meno? Io a volte lo faccio partire su un pavimento che a me, alla vista, sembra pulito, e dunque sul quale io non mi metterei mai a aspirare dicendo "è ancora pulito", e quando l'aspirapolvere ha finito scopro che nella vaschetta c'è polvere. Quindi non direi affatto che aspirano meno. Solo, tu non conosci i prodotti e parli sulla base di un pregiudizio.

boosook

Lo diceva anche la mia bisnonna della lavatrice e la mia nonna della lavastoviglie.

boosook

60mq non ci credo che aspiri e anche lavi in 10 minuti, e comunque con il robot lo fai in zero minuti perché lo fa lui.

boosook

Ciao, io sono diversi anni che ho un Ecovacs e ancora la batteria va, comunque a quanto ne so è sostituibile tranquillamente... basta svitare un paio di viti:
https://www.youtube.com/watch?v=qmX4kvi1s10
Le batterie si trovano su internet anche non originali, ma compatibili.
Immagino che sul tuo non sia molto diverso.

boosook

Compratevi un aspirapolvere robot con lavaggio con moci rotanti (o almeno con piattaforma di lavaggio vibrante) e mappatura intelligente della casa tramite laser e/o telecamere, possibilmente con AI per il riconoscimento degli oggetti, e vi cambierà la vita. Dreame, ma anche Ecovacs o Roborock, tutti molto simili.

boosook

La pulizia con il pannetto è stata migliorata: dapprima è stato introdotto il panno vibrante, adesso i top di gamma hanno i moci rotanti. Non so che robot tu abbia, io ho Ecovacs e la cassetta di raccolta della polvere è progettata benissimo, svuotarla richiede veramente pochi secondi (e Roborock mi pare che l'abbia uguale). Se hai animali che lasciano tanti peli, non dovresti usare la spazzola rotante, ma l'apposito accessorio che non ha la spazzola. Il panno sì, va pulito, ma comunque io ci metto veramente pochi minuti.

andrewcai

Sì scusa

Emilio

Dovrebbe essere scritto in cima, non in coda. (dovrebbe essere lasciata la decisione di scegliere prima di leggere, non dopo averlo fatto)

Pentium

visti ora, ma si tratta di aspirapolvere non di robot?

Pentium

pardon s8 pro ultra?

Lele

Ah ecco allora non solo a me. Comunque nonostante il sensore più avanzato è molto più lento a gestire gli ostacoli rispetto al roborock s5 max

VaDetto

Da me dura per 90mq se sollevo le sedie in salotto. Altrimenti sbarella tra sedie e tavolo e non finisce casa perché si scarica ad una 70 di mq circa

Tiwi

dreame, prodotti validi per carità, ma la concorrenza non manca, e nemmeno le varie offerte

Il Robottino

Proveranno a fare concorrenza al folletto che non mi pare abbia ancora recensito roba della Folletto...io però preferisco starmene qui per questo tipo di articoli.

Il Robottino
Ratchet

Comprate una donna delle pulizie.

"Articolo in collaborazione con Dreame"

Emilio

ma che bella sponsorizzazione travestita da articolo!

Io sono solito leggere tutto, tu no evidentemente. Fanno così da molto e lo hanno pure spiegato quando fanno una sponsorizzazione, collaborazione etc. Se siete limitati non è colpa mia.

ahahahah

Lele

Solo che ora devo aspettare che torni a 650 euro!!

MatitaNera

Eh

Ansem The Seeker Of Lossless

io mi trovo benissimo con l'app. Apprezzo che non abbia la videocamera. In un mese e mezzo non si è quasi inceppato.
Ovviamente tutti i cavi devono essere sollevati quando passa. E' l'unico vero accorgimento che serve,ma vale per tutti

GerryNap

Mi è stato regalato un Lubluelu SL60D un paio di mesi fa e devo dire che nonostante sia un aggeggino economico è un ottimo aiuto in casa, sul lavaggio con il solo pannetto pecca parecchio ma poco importa.
Per l’aspirazione di tutti i giorni fa degnamente il suo lavoro e mi permette di mantenere casa pulita più facilmente, soprattutto non mi capita più di trovare in giro peli che perde sporadicamente il gatto.
Se non me lo avessero regalato io sinceramente non ne avrei mai acquistato uno perché ero dubbioso sull’utilità, soprattutto perché le recensioni uscite negli ultimi due anni son quasi tutte di robot che costano almeno 700€ e non riuscivo a concepire una spesa del genere, non che ora mi sembri normale spendere certe cifre ma le guardo con un’occhio diverso.
La cosa che trovo assurda è che non abbiano un modulo batteria facilmente rimovibile, quanto può durare una batteria del genere? Chi ne usa uno da anni come è messo?
Non credo che chi ci abbia speso tanto lo faccia per cambiarlo dopo 3/4 anni.

deviljin86

Casa mia è grande ma fidati pure se avessi avuto una casa di 25 mq lo avrei comprato

atm

Pulisce un tubo!

Lele

Sarà che ero abituato al Roborock che durava molto di più anche in massima aspirazione.
Ma il Revo Q come va? Perché anche confrontando le app, preferisco la Roborock

andrewcai

vai di roborock

andrewcai

per pavimento nel senso se è liscio o no, quello liscio è meglio il panno vibrante di roborock.
Appunto che se la giocano meglio il roborock visto che costa la metà praticamente ahahah

Giuseppe

io due anni fa comprai un robot aspirapolvere sui circa 300 euro, poi l'anno dopo comprai la stazione autosvuotamento, entrambi mi hanno migliorato molto la vita, la pulizia con il pannetto pero, la trovo però insufficente, comprerei una lavapavimenti, ma spendere altri 300 euro per lavare i pavimenti non mi garba proprio.
se non avessi comprato prima, di sicuro oggi comperei L20, di certo non a questo prezzo pero.
Le cose frustanti di sti robot sono:
1 svuotare la cassetta di raccolta della polvere
2 rimuovere i peli di animali o i capelli lunghi che gironzolano per casa rimasti incastrati nel robot
3 pulire i panni a mano a lavaggio terminato

Aster

E finita la pacchia

Italo Vinodi

Confermo, la mia ragazza va a lavorare e io sto a casa (a lavorare) :)

Roberto Graziano

e anche oggi la markettata a dreame è fatta!

Ansem The Seeker Of Lossless

Ma che impostazioni hai messo? Non è che hai messo alto in aspirapolvere? Quello consuma molto e fa poco se passi tutti i giorni

HDMotori.it

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Games

Xbox, svelate 3 esclusive su 4 in arrivo su piattaforme concorrenti

Alta definizione

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Windows

Abbiamo rifatto la nostra workstation, ora è tutta ASUS ProArt!