Recensione iRobot Roomba J7+: invia foto se vede un ostacolo

28 Marzo 2022 55

Esci di casa, il tuo robot aspirapolvere inizia a pulire in automatico senza che tu debba far nulla. Mentre pulisce si accorge che il tuo cane ha lasciato una sorpresa, ma invece di passarci sopra se ne accorge e ti manda una foto per avvisarti. Non si tratta di un film, ma di uno degli scenari che potrebbero accadere con il nuovo iRobot Roomba J7+, top di gamma che si posiziona tra l’i7+ provato qualche anno fa e l’S9+.


Il nuovo aspirapolvere si evolve in maniera radicale rispetto a quelli che lo hanno preceduto con nuove funzioni e soprattutto è il primo a portare sul mercato tutte le novità della piattaforma Genius 3.0. Questo significa non solo intelligenza artificiale ma maggiore automazione, coadiuvata anche dalla nuova base auto svuotante, più compatta e bella da vedere.

COM’È FATTO

A una prima occhiata iRobot Roomba J7+ non è dissimile dai suoi predecessori ma ci sono alcune novità interessanti. Sorprendono la cura costruttiva e il peso, superiore rispetto ad alcuni concorrenti di pari fascia. È realizzato in plastica con la parte superiore bicolore. Al centro ricorda l’alluminio, mentre il perimetro ha una finitura lucida che tende a raccogliere sporco e impronte. L’unico pulsante multifunzione circondato da un LED multicolore consente di avviare il processo di abbinamento, la pulizia o il ritorno alla base.

Nella parte anteriore c’è una delle maggiori novità. Una videocamera incastonata in uno svaso nel paraurti frontale accompagnata da un LED. Il sistema di navigazione PrecisionVision di iRobot ha sempre sofferto la mancanza di luce e il LED, che si accende durante la pulizia, permette di sopperire a questa lacuna.

La dotazione è completata dalle spazzole controrotanti con tecnologia brevettata AeroForce e una singola spazzola laterale. Ci sono poi sei sensori anticaduta lungo il perimetro e un sensore a ultrasuoni per il rilevamento dei tappeti. Sul serbatoio per la raccolta della polvere si nota la valvola in silicone che consente il deflusso dello sporco aspirato.

Specifiche Tecniche

  • Finitura superficiale: Grafite
  • Dimensioni: 33,8 x 33,9 x 8,7 centimetri
  • Peso: 3,4 kg
  • Sistema di mappatura: Tecnologia ottica PrecisionVision
  • Capienza serbatoio: 0,4 litri
  • Base auto svuotante: Inclusa nella versione “+”
  • Capacità base autosvuotante: 1 litro (circa un mese di utilizzo)
IROBOT GENIUS 3.0 VUOLE RIVOLUZIONARE LA PULIZIA

La piattaforma Genius 3.0 è in continua evoluzione e generazione dopo generazione include nuove caratteristiche. Tra le funzioni più utili la possibilità di far partire il robot in automatico quando usciamo di casa, sfruttando la geolocalizzazione del nostro cellulare. Si può abbinare il robot lavapavimenti Braava Jet M6 in modo da farlo partire subito dopo che Roomba J7+ termina la pulizia, oppure configurare il robot in maniera avanzata con altri dispositivi connessi tramite IFTTT. Per esempio si può avviare la pulizia quando si chiude la serranda del box auto tra le 10:00 e le 12:00 dei giorni feriali.


Si parla di piattaforma in quanto lo sviluppo e le nuove funzioni sono indipendenti dal dispositivo e vengono aggiornate in remoto su tutti i robot compatibili (ovvero J7+, I3+, I7+ ed S9+). Per configurare tutte le opzioni è necessario scaricare l’applicazione iRobot Home, disponibile sia per dispositivi Android e iOS.

La grafica è intuitiva e semplice e sono incluse tutte le funzioni tradizionali dei robot aspirapolvere più moderni. Programmazione giornaliera e oraria, personalizzazione della mappa creata, compatibilità con gli assistenti vocali Google Assistant e Amazon Alexa e controllo dello stato di usura delle componenti con possibilità di acquisto dei pezzi di ricambio direttamente dall’applicazione. Il robot può essere condiviso tra i familiari per una gestione multipla.

MAPPATURA E NAVIGAZIONE

Il sistema di navigazione e mappatura di iRobot Roomba J7+ si basa sulla presenza della fotocamera frontale con tecnologia Precision Vision. Il robot impiega qualche ciclo di pulizia per riuscire a costruire una mappa dell’ambiente in cui lavora. La durata di questo processo dipende molto non solo dalla grandezza ma anche dalla suddivisione dell’area.

La mappa creata non raggiunge la precisione garantita dalla tecnologia LIDAR e la videocamera soffre la presenza di superfici riflettenti o molto scure. Tramite l’applicazione si possono suddividere le stanze, rinominare, inserire zone dove l’aspirapolvere non deve pulire, i cosiddetti muri virtuali. Sia tramite l’applicazione che tramite comando vocale si può anche selezionare la pulizia di singole stanze anziché dell’intera area. Migliorata la navigazione al buio grazie al LED.

Il particolare sistema garantisce però una continua evoluzione della mappa registrata. Il robot infatti è in grado di riconoscere eventuali modifiche agli spazi, oppure la presenza di oggetti che non c’erano nella pulizia precedente. Se per esempio aggiungiamo un vaso nell’ingresso, il robot ignora quella zona, scatta una foto e chiede cosa fare tramite l’applicazione. Un sistema particolare che apprende e migliora col tempo. È inoltre in grado di riconoscere piccoli oggetti, cavi ma anche le feci degli animali domestici. Il riconoscimento funziona bene e anche in questo caso i pericoli vengono segnalati tramite l’applicazione.

PULIZIA: IDEALE PER ANIMALI E CAPELLI LUNGHI

Roomba J7+ garantisce una potenza di aspirazione 10 volte superiore rispetto alla serie 600 e integra una serie di tecnologie che consentono al robot di ripartire gli sforzi in maniera intelligente. Tramite la funzione Dirt Detect, Roomba J7+ è in grado di capire quali siano le zone più sporche, perdendo meno tempo sulle zone più pulite. L’algoritmo risulta piuttosto efficace in questo e le due spazzole centrali fanno il resto. La tecnologia AeroForce consente di prelevare peli di animali e capelli lunghi senza che questi si attorciglino attorno alle spazzole in silicone. L’efficacia è notevole e al momento l’unico altro robot in grado di garantire le stesse prestazioni è l’Ecovacs T9 AIVI che abbiamo provato, che integra le stesse spazzole.

Il robot è in grado di evitare la maggior parte degli ostacoli, anche se in un paio di occasioni si è incastrato a causa di un cavo corto. Pulisce bene anche i tappeti, sia a pelo corto che a pelo lungo. In questo caso la spazzola laterale si blocca, le spazzole centrali adattano la velocità di rotazione ma aumenta la potenza di aspirazione. L’applicazione non consente di scegliere la potenza, ma il robot fa tutto in automatico regolando l’aspirazione a seconda della superficie e dello sporco incontrato. In generale l’esperienza è migliore rispetto al precedente i7+ e l’aggiunta del LED consente al robot di lavorare meglio anche al buio.

CLEAN BASE E AUTONOMIA

Una delle novità arrivate con il J7+ è la nuova base autosvuotante. Più compatta e con forme più squadrate ma soprattutto progettata in maniera intelligente. Il funzionamento rimane il medesimo di tante altre basi con funzione simile, ma con ingombri ridotti. iRobot usa però dei sacchetti di tipo AllergenLock, che evitano la fuoriuscita di pulviscolo e che garantiscono la massima igiene durante la sostituzione. Nel vano è incluso anche uno spazio per custodire i sacchetti extra, in modo da non doverli cercare per casa quando necessario. Simpatico il lembo in pelle griffato iRobot che agevola l’apertura dello sportello. Il costo dei sacchetti è di 19,99 euro per tre unità, ma esistono diverse alternative più abbordabili di terze parti.

Fronte autonomia Roomba J7+ non colpisce in maniera particolare. La batteria inclusa è da 2210 mAh (32Wh) e consente di arrivare a poco più di 80 minuti di autonomia. Un risultato inferiore rispetto alle 3 ore raggiunte da altri robot di fascia alta e media. Se una ricarica non dovesse essere sufficiente, il robot torna alla base per caricarsi e ricominciare da dove aveva interrotto, in modo da coprire l’intera superficie.

CONSIDERAZIONI FINALI

iRobot, così come Apple e GoPro, fanno parte di quelle aziende in grado di legare il loro nome all’intera categoria di settore. Non è raro sentire il nome Roomba associato a un aspirapolvere robot di un altro brand. Nell’immaginario collettivo i robot dell’azienda rimangono molto forti e il J7+ non fa eccezione. Con un prezzo di listino di 749 euro per la versione senza CleanBase e di 999 euro (899 in promozione) per il bundle è impossibile però non fare confronti con altri top di gamma.

Abbiamo visto di recente il Dreame W10 che unisce come mai prima d’ora il concetto di lavapavimenti e aspirapolvere robot, o l’Ecovacs T9 AIVI che oltre a consentire una pulizia ottima usando tecnologia iRobot, integra anche una videocamera di sorveglianza. Roomba J7+ potrebbe però interessare a quegli utenti che davvero vogliono un robot che sia quasi del tutto indipendente.

Al di là della configurazione e delle opzioni per l’avvio automatico della pulizia, non ci sono personalizzazioni che potrebbero rendere più complessa l’interazione col robot e questo per molti utenti è un punto a favore. Quando uscite di casa il robot sa che deve partire, conosce l’area, identifica gli ostacoli, regola la potenza e se incontra ostacoli ve lo dice con una notifica. Si tratta di un’esperienza d’uso più semplice e diretta, che bada al sodo senza però rinunciare a un ottimo livello di pulizia soprattutto per chi ha animali in casa.

Spazzole con tecnologia AeroForce (ideali per chi ha animali)Piattaforma Genius per un’automazione completaGestione automatica delle aree e della potenzaFacile reperibilità dei ricambi
Prezzo elevatoMappatura poco precisaAutonomia non al livello dei concorrenti
Lo Smartphone 5G migliore rapporto qualità/prezzo? Redmi Note 9T, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 194 euro oppure da Amazon a 239 euro.

55

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
galletto73

ah ah

galletto73

già vecchio ancora prima di uscire,la concorrenza è molto +avanti a costi +contenuti

1984
matteventu

E' del tutto ininfluente la maggior precisione fornita da una mappa LiDAR.

Claudio M.

Lo stavo prendendo in considerazione qualche mese fà, ma manca il lidar, lo scrivete anche voi.

"La mappa creata non raggiunge la precisione garantita dalla tecnologia LIDAR e la videocamera soffre la presenza di superfici riflettenti o molto scure."

TotoRacing

ahahah esattamente :P

TotoRacing

esatto, per adesso viene proposto a 799 in offerta. Se si apprezza il software, il supporto e le spazzole che al momento per chi ha l'esigenza di pulire capelli e peli di animali, risulta ancora un'alternativa valida.

Per quanto riguarda le altre mancanze, mettiamoci anche nei panni di un utente che non vuole stare lì a togliere e mettere serbatoi, fare manutenzione, smanettare con l'app, iRobot è comunque un dispositivo che ti permette di sfruttare tutte le funzioni anche se non smanetti.
Banalmente il non poter impostare la potenza di aspirazione manualmente, ma far fare tutto al robot per questo tipo di utenza è un grandissimo pro.
Così come l'avere due dispositivi dedicati, uno al lavaggio e uno all'aspirazione.

iRobot, al contrario di Neato, è riuscita a presentare un prodotto per una fetta di pubblico neanche poi così ridotta, che comunque funziona molto bene e garantisce un risultato all'altezza delle aspettative.

Yanav Jiqoike

Xd

number1

Se li fa i selfie? Altrimenti non lo compro

daniele

Preso a 200 lo xiaomi mop

Ci mancava solo l'aspirapolvere che spamma....

Tyt000

Dai non dire così che dopo penso alla mia di suocera :D

Pietro Smusi

stesso discorso sugli smartphone..

GerryNap

Ce l'ho ho da quasi due anni e fa ancora egregiamente il suo dovere, quando uscì era veramente il migliore.

Gigino80

E' in vendita da pochi giorni il nuovo Roborock Q7. L'ho preso per la mia abitazione e sono pienamente soddisfatto. Software completo che offre le opzioni di aspirazione più disparate e ottimo riconoscimento degli ostacoli/livello di navigazione. Anche a livello di assemblaggio/materiali è assolutamente promosso.

T. P.

beh ma sarebbe da abbattere a prescindere! :)
ahahhah

salvatore esposito

no, quella era Biancaneve. i nani sono birichini, si sa

matteventu

Sostituisce una fidanzata praticamente.

L' Amore pensato

mappatura poco precisa, autonomia peggiore dei concorrenti 1000 euro, certo ci vuole coraggio

il Gorilla con gli Occhiali

Il Roomba è imbattibile.

piero

Vede che c'è un muro e ti manda la foto con scritto: "hey, qui c'è un muro", "hey, qui c'è una porta", "hey, mi faccio un selfie che qui c'è uno specchio, ma come faresti senza di me, hey hey heeey!'"

piero

Sappiamo tutti bene come scopa bene cenerentola

salvatore esposito

per quella cifra, lo deve portare a spasso il cane

salvatore esposito

quella era la pubblicità di cenerentola

salvatore esposito
Tyt000

Ma cosa vuoi capirci tu.
Chiedi a tua moglie che ne sa sicuramente di più.

Tyt000

L'importante è che non la mandi ad altri italiani così non ti svaligiano casa.

Tyt000

Una volta ho visto uno spot in tv dove spazzava da sola.

Tyt000

Io compro solo Vileda.
Altro che 4 euro.

Tango_TM

la scopa non spazza da sola

Tango_TM

ma irobot è americana...

Tyt000

Anche se ce l'avesse ora non sarebbe certo in Ucraina :)

Maurizio

Peccato mandi la foto al governo cinese pure

Leo Minerva

Una scopa da 4 euro la vedo abbastanza competitiva....

Tiwi

interessante

matteventu

Io lo faccio passare tutti i giorni ed ho notato una netta riduzione di polvere su mobili vari.

matteventu

Oddio, come aspirazione non darei un centesimo al Mi Robot Vacuum Mop 2 Pro, e' di un pessimo produttore (3irobotix) che non ha niente a che vedere con Roborock.

Sono comunque prodotti usciti a 2 anni e mezzo di distanza.

matteventu

E' uno dei modelli piu' popolari, rimane un ottimo prodotto ma ormai e' vecchiotto e quasi a fine vita.

matteventu

Il prodotto e' ottimo, il prezzo e' ""sensato"" nella collocazione di mercato in cui ci troviamo ora, ma in termini assoluti qualsiasi aspirapolvere robot che costa piu' di 500€ - per me personalmente - non vale la pena.

Peccato per la mancanza del "mop", che pur non "lavando" e' meglio di niente - comprensibile pero' come iRobot preferisca (potendoselo permettere) vendere sia i Roomba che i Braava.
Peccato anche per la scarsa autonomia, che si ostinano a non voler migliorare.

Ottimo il lavoro di iRobot comunque sul fronte software, con i7 e i3 hanno dimostrato di tenere anche ai modelli gia' usciti, aggiungendo feature di tutto rispetto che i competitor avrebbero reso esclusive di un nuovo modello.
Anche l'applicazione e' ottima, e seppur abbia alcune limitazioni abbastanza stup!de (i.e. non e' possibile impostare una pulizia programmata immediatamente dopo un'altra, e' necessario che passi qualche ora fra le due pulizie), rimane fatta benissimo e con (come detto nell'articolo) delle integrazioni e funzioni che davvero rendono la vita piu' semplice senza bisogno di dover smanettare (i.e. pulizia quando esci di casa, integrazione con IFTTT se si e' smanettoni, possibilita' di controllare tramite Alexa/Google Assistant/Siri la specifica stanza o area dove mandare il robot a pulire, costante e realmente "intelligente" uso di AI e machine learning per migliorare mappe, pattern di pulizia, luoghi trafficati, riconoscimento ostacoli, etc).

j7, con la nuova piattaforma hardware, verra' verosimilmente aggiornato per i prossimi 4-5 anni tenendolo relativamente al passo con i tempi.

La "poca precisione" della mappa creata via vSLAM, come detto piu' volte in altri commenti, continuo a considerarla un problema enormemente ingigantito e del tutto ininfluente all'esperienza d'uso ed alla qualita' finale della pulizia.

Curioso il fatto che con j7 abbiano pensionato il famoso "rcon" (la piccola "torretta" IR che tutti i modelli usciti prima del j7 avevano davanti sul bumper).

Alberto Bertini

Io sono ancora pienamente soddisfatto dal primo modello xiaomi mi robot del 2017 (mi pare)

Tony bresaola
J.H. Bolivar Pacheco

Mi ha sempre allettato S5 max, ma ammetto che il nuovo MOP 2 PRO mi sembra che sia da preferire per via delle 10.000 vibrazioni al minuto.

Mi da l'idea che riesca a eliminare meglio possibili incrostazioni e macchie in cucina.

MatitaNera

io voglio crederci

T. P.

solo con il servizio premium venduto separatamente! :)

Squak9000

se ne escono cos' tanti... ogni anno ogni mese... è perché secondo me si sfasciano presto o funzionano male con il tempo.

T. P.

ha una suocera pesante dici? si potrebbe anche essere...

Tyt000

Io sto pensando di comprarlo e prestarlo ad una mia collega.
Mhhmmhm bella idea.

Tyt000

Pare buono.
Conosci qualcuno che ce l'ha?

Tyt000

Che quando torni a casa, riguardi la foto, e trovi subito dove andare per rimuoverla con la paletta.

Tyt000

Io direi che sarebbe il regalo perfetto per Zelensky.

Android

Recensione vivo X80 Pro: probabilmente il miglior camera phone Android del 2022

Alta definizione

Recensione Sony LinkBuds S: le cuffie TWS piccole e potenti

Android

Recensione Nothing Phone (1): buona la prima | Video

Android

Recensione OnePlus 10T: gaming e ricarica rapidissma su tutto