Recensione Neato D10: affidabile e potente ma la concorrenza è agguerrita

07 Gennaio 2022 43

Neato D10 è finalmente tra noi. Visto per la prima volta a IFA 2020 è arrivato da qualche settimana sul mercato con un aspetto che è impossibile non notare. Il prezzo di listino di 999 euro si è inoltre abbassato a cifre comprese tra 600 e poco più di 650 euro, ma più che una promozione sembra un’ammissione di responsabilità. Neato D10 un anno fa sarebbe stato uno dei top indiscussi nel mercato, ma ora si scontra in maniera inevitabile con prodotti più aggiornati, più innovativi e con tecnologie più moderne.

Parliamo di sensori 3D, di combo tra pulizia e lavaggio, di automazione. Caratteristiche viste negli altri robot che abbiamo provato nel corso del 2021. Neato rimane pur sempre Neato con la sua forma a D e per la prima volta una batteria mostruosa da ben 6200 mAh, un record del segmento, che offre fino a 300 minuti di pulizia continuativa. Rimangono poi i capisaldi che ormai ben conosciamo: controllo tramite app e mappatura tramite LIDAR, che ha però qualche limite.

DESIGN: LA FORMA A D È ANCORA FUNZIONALE

Neato è stata la prima azienda a credere alla forma a D. Tale scelta permette al robot di avvicinarsi di più ai bordi delle varie stanze, a patto che i bordi siano liberi. In abbinamento a una grande spazzola dalla lunghezza di circa 28 centimetri permette inoltre di pulire una determinata area con meno passaggi rispetto a un aspirapolvere robot dalla forma rotonda.

Ma non ci sono solo vantaggi. La forma a D rende il robot spigoloso e nel caso di casa non perfettamente lineare, con mobili sporgenti, parecchio arredo e perché no, parecchi gadget sparsi, il bordo frontale così pronunciato rischia di urtare qui e là. Dunque il reale vantaggio si presenta solo in determinate case, ma non va generalizzato. Dipende, insomma, dalle esigenze di ciascun utente.

Nella parte superiore c’è la tradizionale torretta che nasconde il sistema LIDAR per la mappatura degli ambienti. Nonostante non ci siano altri sensori avanzati, come per esempio il sensore 3D di altre alternative sul mercato, riesce comunque a individuare bene anche gli ostacoli più piccoli, come gambe di tavolo e sedie e sgabelli evitando, nella maggior parte dei casi, il paraurti vada a collidere.

Specifiche tecniche

  • Dimensioni: 33 x 34 x 10 centimetri
  • Peso: 3,7 kg
  • Capienza serbatoio: 0,7 litri
  • Filtro HEPA
  • Mappatura e navigazione LIDAR
  • Autonomia: fino a 300 minuti (batteria da 6200 mAh)
  • Modalità di pulizia: 3 velocità
  • Spazzole: spazzola centrale da 28 centimetri e spazzola laterale
  • Contenuto della confezione: Base di ricarica, due filtri di ricambio, Neato D10, alimentatore, accessorio pulizia.
APPLICAZIONE: IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE

L’applicazione per la gestione dei robot Neato è tutta nuova e si chiama MyNeato, disponibile sia per dispositivi Android che iOS. L’interfaccia è bella, semplice e intuitiva. Il Neato D10 permette di scegliere tra tre modalità di aspirazione: eco, turbo e max. La pagina principale consente di avviare o interrompere la pulizia e c’è anche un pulsante che consente di far emettere un segnale sonoro al robot nel caso in cui si incastri in un anfratto durante la pulizia.


Tramite le altre pagine si possono monitorare la cronologia delle pulizie effettuate e le statistiche, programmare la pulizia per data e ora, gestire le mappe e le impostazioni del robot. Al momento non è ancora arrivata la possibilità di creare mappe multipiano. La gestione delle mappe prevede di impostare non solo delle “No-Go Zones”, ovvero delle zone che l’aspirapolvere deve evitare, ma anche la suddivisione dell’area in stanze e la possibilità di scegliere di volta in volta quali stanze pulire.

È però arrivata la compatibilità con l’assistente vocale Alexa. Possiamo dire al robot di iniziare la pulizia, interromperla, oppure chiedere dove si trova (opzione “Trova il mio robot”).

PULIZIA, RUMORE, EFFICACIA

Al contrario di quanto visto con il Neato D8, di cui potete leggere la nostra prova tramite questo link, il Neato D10 si comporta decisamente meglio in tutte le situazioni. Lo abbiamo messo alla prova con tappeti di vario tipo, diverse aree e tipologie di sporco, dalla polvere alle piume passando per detriti più grandi (chicchi di riso).

La grande spazzola frontale in abbinamento alla forza aspirante, consente di raccogliere ogni singolo detrito senza incertezze. Lo sporco più pesante potrebbe però non essere raccolto con la modalità Eco, mentre abbiamo notato un funzionamento più efficiente con le due più potenti, sebbene aumenti il rumore generato. Poco male se si usa il robot aspirapolvere quando si è fuori casa, aspetto da considerare invece se lo si usa in un ambiente lavorativo o nel week end.


Sui tappeti adatta in automatico la potenza di aspirazione e la rotazione della spazzola laterale viene bloccata, per evitare che si attorcigli attorno alle frange. Il Neato D10 in prova ha avuto qualche problema solo con un tappeto dal pelo particolarmente lungo (oltre 3,5 centimetri) che inevitabilmente finiva per attorcigliarsi sulla spazzola.

Ottima la pulizia lungo i bordi, anche se in alcuni contesti abbiamo notato che alcune aree potrebbero essere ignorate dal robot durante la pulizia. Ciò dipende senz’altro dall’algoritmo di navigazione. L’area infatti viene correttamente indicata sulla mappa, ma il robot la ignora, nonostante non ci sia nulla che ne blocchi il passaggio. Il serbatoio per la raccolta della polvere è capiente 0,7 litri, mentre altri concorrenti si fermano a meno di 0,5 litri.

AUTONOMIA: PER GRANDI AREE

La principale differenza del Neato D10 rispetto al D8 e al D9, oltre alle 3 modalità di aspirazione e alla possibilità di scegliere le aree da pulire, è senz’altro l’enorme batteria. 6200 mAh sono tantissimi. Quest’anno la maggior parte dei robot testati aveva batterie da 5200mAh, mentre Neato ha voluto fare un passo in più.

Neanche a dirlo l’autonomia è davvero ottima, in quanto con due pulizie su un’area coperta di 40 metri quadrati si è scaricato solo del 25%. Ciò rende il dispositivo più adatto all’uso su grandi superfici, anche oltre i 150 metri quadrati.

CONSIDERAZIONI FINALI

Neato D10 non ha funzioni particolari, non si basa sull’intelligenza artificiale e non lava, anche se pulisce e aspira molto bene. Neato non ha previsto versioni con una base di svuotamento automatico e al momento non ci sono indiscrezioni su altre funzioni avanzate.

Perché diciamo tutto questo? Perché il prezzo incide tanto sulla scelta finale. Gli attuali 659 euro (prezzo Amazon) mettono questo robot in diretta competizione con Dreame Z10 Pro (499 euro), iRobot Roomba i7+ (699 euro), Ecovacs Deebot N8 PRO+ (599 euro). Robot che sebbene abbiano una forma circolare, garantiscono maggiore precisione durante la mappatura e anche un maggior numero di funzioni, senza rinunciare comunque a un’elevata potenza di aspirazione.

Neato D10 assomiglia a un prodotto concepito per un uso industriale. Non ha bisogno di tanta manutenzione, non ha bisogno che vengano installati o meno determinati accessori extra. Pulisce, molto bene, e basta. Per cui una volta programmato ci si può quasi dimenticare di averlo, eccezion fatta per lo svuotamento del serbatoio.

Forma a DPotenza di aspirazioneAutonomia
Copertura dell'area non perfettaMancanza di funzioni extraPrezzo
Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Evoluxion a 335 euro oppure da Amazon a 415 euro.

43

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TotoRacing

Adattano aspirazione e velocità di rotazione non appena capiscono che si tratta di una superficie più difficile da trattare.
Il migliore, a causa anche delle diverse spazzole, è il Roomba J7+.
Gli altri comunque sono vicini. Il Dreame con la sua potenza di aspirazione riesce a pulire più a fondo.

Babi

Ah, non lo credevo.
A questo punto mi chiedo a cosa sia dovuta questa differenza prestazionale rispetto agli altri.
In ogni caso potranno anche passargli sopra ma non credo che siano in grado di aspirare/lavorare normalmente con tanto di spazzole in movimento o no?

Foffolo

Esatto ma nel complesso meglio la tonda, si incastra meno e riesce a pulire intorno a tutto con più facilità. Infatti tutta la concorrenza ha scelto la forma circolare

TotoRacing

no la forma a D è nettamente superiore per la pulizia degli angoli. Infatti, come detto nell'articolo, se si ha casa perfettamente ordinata e "vuota" ovvero senza troppi mobili e arredo, il Neato lo prenderei.
Poi a casa mia ho solo un angolo libero (quello che si vede in foto)

TotoRacing

la pulizia a croce è tanta roba, la sto provando sul Dreame W10

TotoRacing

tutti quelli provati durante l'anno :)
Dreame L10, iRobot i7+ e J7+, Xiaomi Mi Mop P, in generale tutti quelli di cui hai potuto leggere le recensioni qui su HDBlog durante il 2021.

L'ho preso apposta per metterli alla prova, molti ci passano sopra tranquillamente, il Neato no.

matteventu

"La tecnologia di mappatura e' importante quanto la capacita' di pulizia"

E su questo concordo, ma fino ad un certo punto.

Ormai entrambi i sistemi hanno raggiunto un'accuratezza tale che la differenza in quanto a qualità di pulizia è del tutto irrisoria.

Ovviamente, ciò non toglie che entrambi abbiano comunque i loro pro e contro :)

(Per esempio, minore spessore con quelli VSLAM ma impossibilità di usarli al buio totale, e viceversa possibilità di navigare nel buio pesto e maggiore velocità di localizzazione ma spessore superiore e rischio di guasto meccanico quelli LIDAR)

Riccardo Pastena

Non sono d'accordo. E' come dire che e' inutile compare un iphone se un nokia da 30 euro telefona ugualmente. La tecnologia di mappatura e' importante quanto la capacita' di pulizia. Il Neato con laser si ferma a un millimetro dai mobili e solo in sporadici casi ci va a sbattere. Il roomba (M6 Jet) seppur delicatamente, sbatte contro mobili e altri oggetti molto spesso. Chi ha armadi con vetri /specchi ecc ci fa caso credimi. Poi che alla fine della fiera siano tutti e due "efficienti" concordo. Ma considerare insignificante non e' concettualmente corretto. E' significante per alcuni e meno per altri ma stiamo parlando di robot che costano ( o costavano) 400/500 Euro quindi le differenze si notano.

VaDetto

Anche io cerco qualcosa di carino a prezzi onesti. 600 e più euro per ora sono i arrivabili

matteventu

Trovo curioso come una cosa che alla fine non ha tutto questo impatto sulla pulizia venga considerata :)

Non è solo rivolto a te, ma vi rendete conto vero che la differenza di accuratezza della mappa di un aspirapolvere con navigazione a torretta LIDAR ed uno a VSLAM, è all'atto pratico del tutto insignificante a parte il mostrarvi la planimetria di casa accurata di 5 pixel in più?

Leggendo i commenti di questo articolo sembra che la gara sia a chi fa la mappa più precisa, a prescindere di quanto ciò effettivamente influisca sulla qualità della pulizia.

Don

Gli darò un'occhiata, grazie! D'altronde ho preso sul Warehouse anche il Deebot che ho adesso.

1VU + 20 Roselline

Resto pro-Roborock

Don

Idem. Peccato.

Betelgeuse

Io ho preso un Dreame F9 sul warehouse a 160 era nuovo, ora è intorno i 190, lo uso da 4 mesi mi sembra molto buono

Foffolo

Prova con un roborock....

Riccardo Pastena

https://uploads.disquscdn.c...

Riccardo Pastena

in Bianco la mappa fatta dal roomba e in scuro quella del neato

Riccardo Pastena

Ho il D7 da svariati anni e non comperei nessun altra marca. L'unica pecca e' lato software nei modelli "legacy" non puoi mappare la pulizia di piu stanza insieme. Sembra che il modello nuovo lo faccia ma non e' un problema. Ho anche un roomba M6 Jet e devo dire che la mappatura lidar dei Neato e' mille anni luce avanti. Il nato mi ha fatto una mappa che la posso stampare ed usare come blueprint del mio appartamento. Quella del roomba assomiglia al disegno di un bambino di 5 anni in confronto.

Tiwi

non male, ma prenderei altro

daniele

Provato a ordinarlo. Niente da fare a fine checkout da non disponibile

Jason Voorhees

Non escludo. Fatto sta che erano quasi più le volte che si bloccava rispetto a quelle in cui finiva il lavoro. L'S5 Max si è bloccato una volta solta su, ad oggi, 67 cicli.

ddavv

6200 mAh come uno smartphone. Ma che dico! meno dei 7000 mAh di M62.
Peccato che nello smartphone sono 3,8 V e nell'aspirapolvere 14,4 V.

Perchè non usare i Wh come per i portatili? E anticipare i dubbi legittimi del lettore meno esperto di chi scrive?

Foffolo

Per aggirare gli ostacoli é sicuramente peggio della forma tonda, non a caso tutti gli altri produttori hanno scelto la forma circolare

Babi

Inoltre, su un tappeto del genere, sono proprio curioso di sapere quale sia il robot che non riscontra problemi.

Babi

Non sono affatto d’accordo sulla forma a D “spigolosa”
La forma a D è senza alcun dubbio la forma più intelligente per questo genere di robot ed è solo un plus

Babi

Boh, sarai capitato male, io ce l’ho da anni e va che vola, oltre a non bloccarsi mai.

Babi

Caz*ata!

Babi

Perché arriva negli angoli perfettamente cosa che quelli circolari si sognano

andrewcai

A quelle cifre direi il nulla

Superstar never dies

Quark9000 mi ha fatto bannare e pure mi ha bloccato e ora non riesco a vedere i vecchi commenti

Don

Prezzo fantastico, spero di avere notizie da Amazon prima che finisca l'offerta. Nel caso dovessi perdermelo conosci altri modelli da consigliare? Grazie!

FabriFi

ho un roborock s5 max da più di un anno e non ha un graffio. Quanto lo avete usato per ridurlo in quel modo. Non oso immaginare la durata nel tempo di scocca (e mobili)

andrewcai

C’è il d4 a 149 unieuro

Don

Esistono modelli validi sui 200 euro? Ho una casa senza particolari ostacoli, 90mq, non mi serve il lavaggio ma solo una buona aspirazione. Ho usato per un annetto un Deebot N79S, pagato 100 euro sul Warehouse, che per il prezzo non é affatto male, ma mi piacerebbe qualcosa di più dato che ora il Deebot mi ha abbandonato (in teoria é in riparazione, ma chissà). Qualche consiglio? Grazie!

matteventu

Hai fatto bene, altrimenti ora staresti con l'app vecchia che Neato ha smesso di supportare.
S5 Max invece e' stato aggiornato anche di recente con l'aggiunta della pulizia 2x a croce.

andrewcai

Per gli angoli

Jason Voorhees

Avuto il D7, uno degli acquisti di "elettronica" peggiori della mia vita. Sempre bloccato alla minima cosa, litigate continue con le sedie (normalissime), disconnesso dalla rete un giorno si e uno no (con errore e impossibilità di farlo partire anche manualmente, toccava resettarlo). Amazon me ne ha riparato uno ma al secondo ho chiesto indietro i soldi e ho comprato un S5 Max. Tutta un'altra storia, in meglio ovviamente.

Foffolo

Penso solo perché lo rende diverso da tutti gli altri, poi nel risultato finale non hai nulla in più... D'altronde qualcosa nei pro dovevano metterlo non potevano bocciarlo in maniera così evidente

pollopopo

Devo modificare il mio, non lo uso mai, il vantaggio di montare su i tappeti è controproducente con cavi, ciabatte ecc.... si magna tutto e non è un ciottolo ma il roborock s5 max...

Sirfio

Io lo uso per spolverare togliere qualche briciola o qualche macchia di acqua però quando devo pulire allora aspirapolvere classico e straccio classico.

Bibbidibobbidibu

Da meno di un mese mi sono approcciato al mondo dei robot acquistando un Ecovacs Deebot N8+, e devo dire che dopo un periodo iniziale in cui ci siamo dovuti "conoscere" (imparare nel dettaglio come ragiona un robot, onestamente ho impiegato un attimo nel comprendere bene come utilizzarlo, i passaggi per quando cambio piano, la multi-mappa ecc), mi ci sto trovando davvero bene. E' utilissimo per tenere in ordine casa durante la settimana quando per forza di cose nessuno è presente per pulire (ma forse è proprio meglio così, nessuno tutto il giorno, si accumula giusto polvere e poco altro, ed in questo pulisce senza problemi, uno sporco eccessivo ovviamente non sarebbe gestito altrettanto bene). Forse forse, col senno di poi, opterei per la versione col il piatto di lavaggio oscillante, così che forse lavi ancora meglio. Nel complesso sono super soddisfatto, inizialmente ero un pò scettico sulla reale utilità di questi oggetti!

Foffolo

In sintesi c'é di meglio allo stesso prezzo

Ghet

Io ho il D7 da qualche anno, optai per questo robot perché tra le varie scelte era quello con la spazzola più grande e quello con una potenza di aspirazione molto buona.
Come contro diciamo che è un po’ “tont0” nel capire ostacoli piccoli (ciabatte, cavi ecc…) e l’app ha poche funzioni, una su tutte non c’è la Possibilità di fargli pulire più zone contemporaneamente.

Scienza

La plastica monouso va in pensione: ecco 4 alternative sostenibili (e curiose) | Video

Android

Anteprima Oppo Find N, questo formato è davvero fantastico

Articolo

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, ecco il titolo dell'attesa serie Prime Video

Games

Microsoft acquisisce Activision Blizzard: le risposte alle principali domande