Italia 35esima su 42 per prezzo benzina in Europa: e in rapporto allo stipendio...

21 Luglio 2021 237

La prima metà del 2020 è stata segnata in modo indelebile dall'esplosione dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19. Come molte altre nazioni l'Italia è stata blindata, le attività considerate non essenziali hanno dovuto chiudere i battenti, e nei primi due trimestri dell'anno scorso il Prodotto Interno Lordo è andato giù prima del 5,4% per poi crollare del 12,4%, cioè il valore più basso dal primo trimestre del 1995.

Una vera e propria catastrofe che si è abbattuta sul mondo, sull'Europa e sull'Italia ha finito per trasformare in deflazione l'inflazione dei mesi precedenti. In altre parole, la pandemia da Covid-19 ha determinato un decremento dei prezzi dei beni di consumo più comuni. Carburanti inclusi, visto che il ritmo dei trasporti su ruota è diminuito a causa delle chiusure così come la mobilità privata, che in certi periodi ha rasentato lo zero in virtù di lockdown e restrizioni.

L'arrivo dei vaccini per fortuna ha accelerato esponenzialmente la lotta al virus. Sebbene la guerra non sia ancora vinta l'economia inizia a dare dei segnali di ripresa, e lo si vede pure dall'esborso alla pompa per benzina e gasolio che è tornato a crescere - anche a ritmi preoccupanti, a sentire l'allarme dell'Unione Nazionale dei Consumatori. Così la squadra analitica di picodi.com ha messo sotto la lente d'ingrandimento il cambiamento dei prezzi avuto dalla benzina nella prima metà del 2021 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, calcolando quanti litri di "verde" riuscirebbero ad acquistare gli abitanti di diversi Paesi - italiani inclusi - con uno stipendio medio.

IL PREZZO DELLA BENZINA NEL CONFRONTO ANNO SU ANNO

Dal confronto tra i prezzi medi della benzina del primo semestre del 2021 rispetto allo stesso periodo di un anno fa emerge come in Italia l'aumento sia stato tutto sommato contenuto: un +5,5% che diventa quasi accettabile se si guarda al lato sinistro dell'elenco, dove spaventa il +20,2% dell'Ungheria di Orban e il +19,4% della Turchia di Erdogan. In genere si nota una tendenza più marcata agli aumenti nell'Europa orientale, dove insieme ad Ungheria e Turchia anche Croazia, Ucraina, Lituania, Polonia, Macedonia del Nord, Romania, Lettonia, Montenegro, Moldavia, Bosnia ed Erzegovina e Slovacchia hanno tutti subìto aumenti superiori al 10%.

Confronto del prezzo medio della benzina tra le prime metà del 2021 e del 2020

Insomma, in Italia - dove si pensa all'addio alle auto a benzina o a gasolio entro il 2040 - i prezzi alla pompa sono cresciuti rispetto ad un anno fa ma in maniera tutto sommato accettabile, a guardare altrove. Tra i Paesi europei considerati, solamente in due si è avuta una diminuzione dei prezzi della benzina: Malta, -4,8%, e Albania, ultima con un -5,4%.

QUANTI LITRI DI VERDE CON UNO STIPENDIO MEDIO?

Anzitutto dei riferimenti: all'interno del continente europeo, a pagare meno la benzina sono i russi con un prezzo al litro che al cambio attuale tra rublo ed euro equivale a 0,54 centesimi, quasi quanto costerebbe in Italia al netto della tassazione; all'opposto, il Paese europeo da cui stare alla larga per fare rifornimento è l'Olanda, dove un litro di verde costa in media 1,72 euro, quindi un euro e venti in più che in Russia. Da anni l'Olanda cerca di ostacolare in ogni modo la mobilità con mezzi di trasporto inquinanti, quindi sorprenda relativamente il record negativo olandese.

Il prezzo medio italiano nella prima metà del 2021 non è andato comunque troppo lontano da quello olandese: globalpetrolprices.com, portale da cui gli statistici di picodi.com hanno attinto le rilevazioni della benzina di ogni Paese, ha segnalato una media di 1,55 euro al litro che vale all'Italia il 35° posto tra i 42 Paesi considerati. Ma la statistica più interessante che vien fuori dall'indagine è quella che mette a rapporto il prezzo della benzina con lo stipendio medio di ciascun Paese, un "giochetto" utile a mettere in luce quanto impatti il rifornimento sulla capacità di spesa. Il costo in euro di ciascun litro, da solo, dice poco; è più interessante se contestualizzato alla realtà economica del relativo Paese.

Per intenderci, un litro di verde in Olanda che ha il prezzo più alto d'Europa se rapportato allo stipendio medio netto olandese di 2.367 euro determina una capacità potenziale di acquisto di 1.380 litri, mentre l'italiano medio della statistica con uno stipendio di 1.329 euro al mese acquisterebbe oltre 500 litri in meno, malgrado il prezzo medio alla pompa più basso. Gli automobilisti svizzeri sono invece i più fortunati d'Europa: possono acquistare 3.582 litri con lo stipendio medio, seguiti dai lussemburghesi con 2.955 litri e dai danesi con 2.328 litri. L'italiano medio si colloca così al 23° posto in Europa con 858 litri, mentre un anno fa la capacità potenziale di acquisto era di 929 litri di benzina.

Dove il rosso è più intenso si possono acquistare più litri di benzina con uno stipendio medio

Dopo l'Italia, Picodi cita Croazia (718 litri e 27° posto), Grecia (627 litri e 32° posto) e Portogallo (624 litri i 33° posto). Al contrario, fanno meglio dell'Italia, tra gli altri, Russia (938 litri e 19° posto), Francia (1587 litri e 14° posto), e Germania (1786 litri e 8° posto). In fondo alla classifica ci sono Albania, Moldavia e Ucraina, dove lo stipendio medio equivale rispettivamente a 289, 358 e 389 litri di benzina. Estendendo invece lo sguardo al di fuori dell'Europa su 104 paesi analizzati l’Algeria ha il prezzo più basso per un litro di benzina (0,29 €/litro) mentre il prezzo più alto lo si trova ad Hong Kong (2,03 €/litro).

Tornando al potere d’acquisto degli stipendi, il podio mondiale è prevedibilmente occupato dai Paesi del Golfo: Qatar con 6.532 litri, Arabia Saudita con 5.170 litri e infine Kuwait con 5.158 litri. Non va affatto male nemmeno agli automobilisti americani, che con uno stipendio medio possono acquistare un barile da 4.723 litri di benzina e agli australiani con 4.128 litri, mentre i cinesi sono fermi a 955 litri di verde. Fanalino di coda assoluto è Cuba: con uno stipendio medio si acquistano appena 26 litri di benzina, e non è che un anno fa andasse meglio poiché sono appena 2 i litri di verde in meno rispetto al 2020.

Potete consultare l'infografica interattiva relativa a tutti i Paesi del mondo seguendo il link in basso alla voce Fonte.


237

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ViseL

Figurati, l'Italia campa su questo. Amicizie e parenti in posti d'élite! Comunque ognuno ha fatto il suo lavoro sporco, il problema è che ora manco lo nascondono

ViseL

Ma quello sicuro. Se metti in economia un non laureato in economia e che non ci capisce nulla (come molti altri settori) ma ormai le amicizie e le alleanze fanno da padrone. Io posso dirti che non mi interessa quale partito salga tanto fanno tutti la stessa cosa ormai

Vae Victis

Mi pare che le aziende controllate dallo stato in questo periodo siano impegnate ad assumere amici e parenti dei 5S e del PD, con stipendi esorbitanti. Anche l'inquisitore Di Pietro, dopo aver firmato dei contratti capestro con le autostrade, ha ricevuto un incarico da dirigente presso una autostrada. E suo figlio è stato assunto in una azienda che otteneva appalti pubblici dal suo ministero.
Vedere questa gente che da del ladro a Craxi (di cui non si è mai trovato nessun tesoro) è davvero rivoltante.

Vae Victis

L'economia finché c'erano Craxi e Andreotti è sempre andata bene e avrebbe continuado ad andare bene.
Se c'è uno che governa male te ne accorgi entro 12 mesi, altro che anni dopo.
Basta che guardi il governo giallo verde. Nato nel 2018 ha provocato un crollo del PIL nel 2019, quando tutto il resto del mondo cresceva.
Basta difendere queste scimmie! Questi spocchiosi arroganti FINTI-ONESTI e VERI-INCAPACI si dovrebbero inginocchiare di fronte alle tombe Craxi e Andreotti.

ViseL

Dice chiaramente che la linea ha fatto risparmiare dei soldi ma poi è stato un boomerang a tutti gli effetti, quindi vero che erano intelligenti ma la loro politica non ha funzionato. Quindi una persona che ha fatto cose buone a metà, ovviamente in economia quello che fai oggi porta benefici/problemi nei prossimi anni e non oggi/domani

ViseL

Hanno rubato tutti, dal primo all'ultimo. Sei tu che narri gesta "eccezionali" di persone che hanno fatto comunque casini e mangiato soldi. Credo che forse gli unici "buoni" erano i fondatori della Repubblica

ViseL

cambio aria spesso perchè mi piace viaggiare e capire cosa c'è fuori. Sono stato di recente alle Canarie e si vive bene ma il lavoro e gli stipendi sono bassi, in Grecia a Corfu ed è uguale. Viverci non so se sarebbe meglio che qua, in Germania/UK il discorso sicuro cambia

Alex

fidati che quando cambi aria (fuori da questo cexxo) ti senti una persona nuova

Vae Victis

Una mattina si son svegliati e hanno cominciato a rubare per 30 anni di fila, e tutt'ora rubano.

Fanno bene visto che tanto tu non te ne accorgi.

Vae Victis

Nel 1994 a governare c'erano già Di Pietro, D'Alema e Berlusconi. Sono stati loro a fare il debito, a vendere le autostrade, la rete telefonica e tanto altro. Nel 1992 hanno regalato circa 30 miliardi di soldi pubblici a Soros e gli hanno persino conferito la laurea ad honorem. Ci sarebbe da ridere se i truffati non fossimo noi.

La tua fonte conferma in pieno ciò che ho scritto, che Craxi e Andreotti erano dei numeri uno, gente intelligente che fece divenire l'Italia la quinta potenza mondiale.

Poi è arrivato l'esercito delle scimmie, e con capisco come fa a non vergognarti di farne parte.

ViseL

Il fatto è che lì dovevano subentrare le entrate delle aziende. Cioè se la tua azienda guadagnava 100 milioni al mese e poi ne prendeva 50 mila non poteva entro 1 anno dare gli stipendi d'oro. Non essendo un paese ricco mediamente, conveniva mettere un controllo sui prezzi anziché farli schizzare

ViseL

beh ogni paese ha pregi e difetti, non siamo messi così male forse...ma nemmeno bene. viviamo nel mezzo, quasi sul burrone

Overwiew_marcia

Il problema, a mio personale parere, è stato il non adeguare gli stipendi di conseguenza, prendevi 1milione? Nel giro di un anno passavi a 1000€, non restavi a 500...

ViseL

Se vuoi ne parliamo:
Questi(il Pil) era salito nei tre anni del governo Craxi dal 69% all’85% del PIL. Di lì in poi, anziché ripiegare, continuò a salire fino a culminare al 124% nel 1994. Come mai?

in 3 anni un bel 16% non è male

https://www. investireoggi .it /economia/governo-craxi-debito-pubblico-italiano/

ma di sicuro negli anni non cala, dopo esplosioni(2008 e Covid 2020) peggio ancora. Se non ti piace la fonte te ne trovo altre.

ViseL

Il problema è stato il rincaro dei costi su tutta la linea senza controllo:
- bar, pub e altro che hanno convertito 1:1 anzichè 1:2, con inflazione negli anni
- alberghi che hanno avuto una conversione simile con un aumento nel tempo
e anzichè controllare tuttò ciò hanno lasciato libera scelta. I commercianti sapendo che 1€ italiano era 1€ tedesco hanno capito che i turisti potevano dargli più soldi e di conseguenza è aumentato tutto

ViseL

Secondo te perchè l'hanno fatto? Se so svegliati una mattina dicendo "allora le tasse raddoppiamole, cosi ci rivotano" oppure perchè la gente che andava in pensione a 40 anni lavorandone 15 e prendendola per 40 anni lasciava un buco clamoroso di soldi? Insieme a tanto altro

Vae Victis

Dopo che sono andati via loro hanno eliminato le pensioni, raddoppiato le tasse e quadruplicato il debito.
E hanno il coraggio di definire orrotti Craxi e Andreotti.

Alex

quando si andrà via da questo paese, sarà sempre troppo tardi.

Luca Visentin

Sono stato a maggio a Tenerife ed era 0,990 circa, a Luglio in Grecia ed era 1,790 la benzina...da noi siamo a 1,650 circa...diciamo che pendiamo molto da un lato, quello peggiore

Luca Visentin

Concordo a pieno...ma sai com'è

Luca Visentin

Ah dici quelli impicciati in mani pulite? Quelli che poi hanno fatto i buchi perchè la gente statale andava in pensione a 40 anni ?

Vae Victis

Gli incompetenti sono i delfini tuoi.

Aristarco

Non esistono e non sono mai esistiti golpisti in italia, tra l'altro subito dopo il tuo amico, è arrivato il suo delfino, quindi di che parli?

Aristarco

Tranquillo nessun mio parente vive o ha mai vissuto di politica...non ho detto che l'hanno fatto loro, ma che hanno gettato le basi per quello che poi è diventato il debito odierno...oltre ad essere i peggio criminali istituzionalizzati di sempre, il revisionismo storico lascialo a fi o alla Lega Nord...craxi è morto da criminale in fuga...ed è meglio così...

Vae Victis

In Italia sono più di 100 mila le persone che vivono di politica.

Tu forse no, ma un tuo parente probabilmente è in qualche seggio comunale. Altrimenti non si spiegherebbe che stai a difendere una classe politica indecente come quella attuale.
Con Craxi e Andreotti il debito era all'80% del PIL. Oggi è al 160% del PIL ed era già abnorme anche prima del Covid.

Vae Victis

Hanno preso in mano l'Italia quando era al 25esimo posto nel mondo per PIL procapite e l'hanno portata al 14esimo posto in soli dieci anni.
Con i golpisti venuti dopo siamo caduti al 30esimo posto e abbiamo una chiara tendenza a decrescere ulteriormente.

Vae Victis

I dati ti smentiscono, sia sul debito sia sul malfunzionamento delle istituzioni. Tu vei essere parente di qualche politicozzo locale che ha preso una poltrona partecipando al golpe del 92. Se è così ti dico solo una cosa: avete governato da schifo, avete ridotto l'italia a un paese in via di sottosviluppo, l'unica cosa che dovete fare è vergognarvi del vostro fallimento, che ha causato danni a tutti noi.

Fabrizio

Torniamo ai sesterzi, in quei tempi eravamo un impero glorioso

macosx

Già sarebbe qualcosa un minimo di aumento.

Alex

dai 600 agli 800 euro

simone Rocca

Ma con che la fai l'elettricità per un eventuale 100% elettrico ? Lo sai no che adesso l'80% in italia viene dal fossile brutto e cattivo e dal nucleare degli altri paesi... se dovessero aumentare quelle 4 macchinette elettriche in italia ci sarà da ridere ...

Loris Piasit Sambinelli

se posso chiedere. quanto è?

Overwiew_marcia

L'italiano ha perso di vista il mantenimento del proprio stile di vita purché legalmente ottenuto, abbiamo messo fuori di prigione un "coso" che ha fatto esplodere bombe e ha sciolto il corpo di un bambino nell'acido, e come se non non bastasse gli si paga la pensione, ma il problema sono le persone che cercano l'indipendenza attraverso il lavoro anche attraverso l'apertura di una piccola attività. Stanne certo...

Alex

ti ricordi il "noi abbiamo gli ospedali migliori del mondo". Se vede. Pure Cuba ci supera

Alex

tasserebbero anche la merxa dopo

Alex

vieni al Sud a vedere lo stipendio medio quant'è

Alex

quando ci supera il Venezuela, Cuba o Corea del Nord meglio scappare....

Alex

Quanto vado alle Canarie e vedo il prezzo della Benzina VOMITO a pensare a dove caxxo vivo

simone Rocca

Io pago un mutuo per aver acquistato casa ma il valore, al contrario dell'italia in cui cala/erà ancora, cresce di valore di anno in anno e quindi oltre a non dover gettare soldi in affitto realizzo un investimento.
Quando ho finito se torno in italia posso vendere comprare 3-4 case
Non farti ingannare in italia l'indebitamento è basso perché le banche non concedono prestiti a chi non ha contratti di lavoro seri con salari seri, ed in più uno deve far firmare mezzo parentame per comprarsi casa.
Io nonostante mutuo etc metto soldi da parte faccio viaggi etc

Sepp0

Non c'entra niente. Ci siamo "dovuti abituare a 1 euro" perché quello che costava 1000 lire invece che passare a 50 centesimi è passato a un 1 euro.

Non credo che qualcuno avesse delle turbe psichiche dovendo usare la moneta da 50 cent invece di quella da 1 euro.

Nel primo lustro dell'euro i commercianti hanno guadagnato una quantità di denaro inimmaginabile.

Sepp0

Ricordo benissimo che a un certo punto dopo aver pagato non so cosa ho pensato "belin, praticamente 50 euro vanno via come le vecchie 50 mila lire", peccato però che in teoria avrebbero dovuto valere il doppio.

Era tipo il il 2005 o giù di lì.

Aristarco

ma smettila con sta storia, che loro hanno messo le basi per quello che è il nostro debito, senza contare che è colpa loro se le istituzioni sono diventate così marce ed è tutto clientelare, li dovevamo fare fuori almeno un decennio prima...

Aristarco

quando c'erano loro! si stava meglio!

Giorgio

Proprio per questo i furbi del cambio 1 a 1 ci hanno inculato per bene

Luigi Andreoli

Qualcuno ha fatto promesse in tal senso, probabilmente un poco di buono con molti al suo seguito allora

Vae Victis

La crescita dipende anche da quali prodotti compri tu, non è solo una questione di burocrazia.
Però sappi che la crescita non garantisce automaticamente un vantaggio per i lavoratori. Finché hai le frontiere aperte con i paradisi fiscali e i paesi dittatoriali è ovvio che il tuo stipendio non verrà aumentato, quello di Jeff Bezos sì.

Vae Victis

Fosse stato per Craxi e Andreotti non saremmo entrati nell'Euro.
Il golpe mediatico-giudiziario del 1992 penso sia stato organizzato apposta per farli fuori, in quanto oppositori del sistema neoliberista.

Vae Victis

Per i lavoratori c'è stato un peggioramento netto in tutti i paesi europei.
Non so se è colpa dell'euro, penso sia più colpa della globalizzazione selvaggia, ma gli artefici di queste regole sono gli stessi che hanno fatto l'euro. E' quindi perdonabile che qualcuno faccia confusione.

Vae Victis

convertila a gas.

Vae Victis

Spagna e Corea ci stanno superano, anche la Repubblica Ceca è lanciata su quella strada.
Pensare che ai tempi di Craxi e Andreotti tutti quei paesi li doppiavamo...

Articolo

Revolut e crypto: come funziona l'app e le differenze con un Exchange

Mobile

Attacco hacker alla Regione Lazio, il più grave mai avvenuto in Italia. Gli sviluppi

Android

Pixel 6 e Pixel 6 Pro svelati da Google: ecco come saranno | Focus sul chip AI custom

Games

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video