Twitter finalmente parla del blocco dei client di terze parti: è intenzionale

18 Gennaio 2023 15

Come sappiamo, da qualche giorno alcuni client Twitter di terze parti hanno smesso di funzionare. Qualche ora fa, la società ha offerto una prima spiegazione sul perché, ma è tutt'altro che completa o soddisfacente. L'account Twitter Dev ha infatti comunicato che la società ha deciso di far rispettare delle regole sulle API "annunciate tanto tempo fa", facendo capire che finora aveva permesso agli sviluppatori di ignorarle. Il problema è che non è chiaro di quali regole si parli, e il team non ha elaborato ulteriormente - né in pubblico né agli sviluppatori direttamente coinvolti. Nel tweet originale non c'è nemmeno un link che rimandi a dette regole.

È comunque un passo avanti rispetto a quasi una settimana di assoluto silenzio, in cui non era nemmeno chiaro se il blocco era intenzionale o se si trattava di un malfunzionamento. Ciò che rende la situazione ancora più complicata è che il problema non riguarda ogni singolo client Twitter terzo. Ci sono addirittura dei casi in cui la stessa app funziona per un sistema operativo e non funziona per un altro - per esempio Fenix è online su iOS e completamente KO su Android. Quindi gli sviluppatori, che da queste app ricavano il loro stipendio, si trovano da un giorno all'altro con un prodotto non funzionante, nessun preavviso e nessun indizio su quale potrebbe essere la soluzione.

Recentemente The Information ha pubblicato un articolo secondo cui nemmeno i dipendenti di Twitter stessa hanno idea di cosa sia successo. A quanto pare, uno sviluppatore senior si è limitato a dire ai sottoposti che i blocchi sono intenzionali ma non ha elaborato ulteriormente. Vale la pena ricordare, per contesto, che con l'avvento di Elon Musk al timone Twitter ha praticamente ridotto a zero il team dedicato alla comunicazione.


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ViseL

In realtà è Twitter che ha esposto la API, lo sviluppatore le sfruttava soltanto. Quindi nessuno che lucra da servizi altrui ma magari porta ulteriore utenza

L0RE15

È arrivato l'anarchico.

Edoardo Nevicato

Verso il baratro

Edoardo Nevicato

È arrivato il lecca stivali di elon

T. P.

vero me lo ricordo

biggggggggggggg

Bella decisione del ca**o (anche se era stata studiata prima). Sul client ufficiale mancano un bel po' di funzioni basilari.

Flyn

W la libertà di parola*!

*Solo con il nostro client ufficiale. Faremo esplodere tutti i client di seconde parti facendo finta di niente

MarioT

Twitter prima di Elon era sull'orlo del baratro. Ora sta facendo un passo avanti.

C#Dev

Pick one:

- La nuova amministrazione Twitter che pubblica, divulga e rende di pubblico dominio le pressioni ricevute da Governo USA e grandi aziende farmaceutiche

- Blog di "tecnologia" che mettono immagini agli articoli che evocano Twitter come il nuovo mostro sceso sulla terra o precursore della psico-polizia

Che tempolinea che viviamo ragazzi.

Jotaro

Il bishonen.

TheFluxter

E poi partono le regole di sopravvivenza spicciola:
1) Ridi se ridono nel telefilm
2) Annuisci ogni tanto, ma senza esagerare come se stessi capendo la trama
3) Il personaggio con i capelli più strani solitamente è il protagonista

Jotaro

Una pubblicazione che lascia molto spazio alla fantasia, tipo guardare un'anime in giapponese non sottotitolato.

TheFluxter

Il libro ufficiale con le regole di Twitter be like:
https://media4.giphy.com/me...

Jotaro

Allora avevo RAGIONE.
https://uploads.disquscdn.c...

Windows

Recensione Medion Erazer Major X10: sfida alla RTX 3060 con Intel ARC A730M | VIDEO

Tecnologia

Samsung con gli S23 chiude il cerchio, caos Netflix sulle password | HDrewind 5

Alta definizione

Recensione TV Sony OLED A95K: il mix perfetto di QD-OLED ed elettronica al top!

Android

Galaxy S23 Ultra vs S22 Ultra: le differenze da sapere e le prime impressioni