Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Apple iMessage si svincola dal DMA, stessa sorte anche per Bing

13 Febbraio 2024 14

Apple e Microsoft ce l'hanno fatta: iMessage, Bing e Microsoft Ads non dovranno sottostare al Digital Markets Act. L'indagine condotta dall'Unione Europea ha stabilito che queste piattaforme non detengono una posizione così dominante in Europa da dover essere assoggettati al DMA.

Le due società statunitensi rientrano tra i sei gatekeeper (*) designati dalla Commissione Europea, da diverso tempo si erano opposte a quanto previsto inizialmente dalla Commissione chiedendo di non considerare "gateway" alcuni dei loro servizi.

(*) gatekeeper: società che (a) ha una dimensione di mercato tale da incidere sul mercato interno (fatturato in Europa di almeno 7,5 miliardi di euro/anno negli ultimi 3 anni fiscali o un valore di mercato di minimo 75 miliardi di euro nell'ultimo anno finanziario e operazioni in almeno 3 Paesi membri; (b) ha avuto negli ultimi 3 anni almeno 45 milioni di utenti finali attivi mensili. I sei gatekeeper sono Alphabet, Amazon, Apple, ByteDance, Meta e Microsoft.
LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA
  • Microsoft ritiene che Bing abbia una quota di mercato troppo piccola (3%)
  • Apple: iMessage non raggiunge in Europa la soglia minima di utenti prevista dal DMA

​Così, dunque, si è espressa la Commissione Europea al termine dell'indagine iniziata a luglio 2023

A seguito di una valutazione approfondita di tutte le argomentazioni, tenendo conto del contributo delle parti interessate e dopo aver ascoltato il comitato consultivo per i mercati digitali (Digital Markets Advisory Committee), la Commissione ha ritenuto che iMessage, Bing, Edge e Microsoft Advertising non si qualificano come servizi di gatekeeper.

Apple e Microsoft non dovrebbero essere designate come gatekeeper per i seguenti servizi principali della piattaforma: il servizio di messaggistica di Apple iMessage, il motore di ricerca online di Microsoft Bing, il browser web Edge e il servizio di pubblicità online Microsoft Advertising.

Proseguirà il monitoraggio di questi specifici gateway, così da constatare eventuali "cambiamenti sostanziali". Apple e Microsoft restano gatekeeper per tutti gli altri servizi identificati dal DMA.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Theta

Perché?

uncletoma

e OS mobile

Tiziano Mele

Sono sempre più convito che di questo passo l'unione europea porterà tutti alla fame, tuttavia avremo il DMA e i cavetti usb-c per legge. Grandiosi.

CAIO MARIOZ

mi sembra il minimo fare dei controlli periodici, altrimenti queste leggi non avrebbero senso... tra l'altro il mercato digitale può cambiare in fretta

CAIO MARIOZ

Mi sembra giusto, qualora questi servizi cresceranno, rientreranno nel DMA, adeguandosi come gli altri i big player

CAIO MARIOZ

mi sembra il minimo fare dei controlli periodici, altrimenti queste leggi non avrebbero senso... tra l'altro il mercato digitale può cambiare in fretta

Zanzo

In effetti metterci Bing faceva un po' ridere.

Marco Revello

Nel settore ricerca e adv.

Non vogliamo spam da iMessage, grazie

Per questo dovrà adeguarsi anche Alphabet? Furbi questi di Google :) Ah spe....

uncletoma

la UE è praticamente in mano a Google/Android

yepp
T. P.

ricordo 5 anni e mi pare che anche qui lo scrissero ma forse mi sbaglio...

ErCipolla

Se questi servizi non raggiungono la soglia imposta dalla legge è giusto che non siano inclusi.

L'importante ovviamente è che ci siano revisioni periodiche e relativamente frequenti di tali giudizi, perché se ad oggi non raggiungono la soglia non è detto che tra 2 / 5 / 10 anni la situazione non possa essere completamente diversa.

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO

Recensione Apple Watch Series 9: le novità sono (quasi) tutte all’interno

Recensione MacBook Pro 16 con M3 Max, mai viste prestazioni così!