App Store, da luglio si cambia: eliminare account app terze parti sarà più facile

25 Maggio 2022 4

Stanno per entrare finalmente in vigore le nuove regole per la pubblicazioni dei contenuti in App Store che dovrebbero agevolare gli utenti finali. Il riferimento va in particolare all'obbligo a carico degli sviluppatori di rendere più semplice e immediata la cancellazione di un account creato con un'app di terze parti che è stata immessa nello store ufficiale di Apple.

BASTA RINVII

L'introduzione di questo cambiamento sarà il risultato finale di un lungo processo di gestazione: Apple ne aveva parlato per la prima volta alla WWDC 2021, poi aveva fissato il termine del 31 gennaio scorso per l'entrata in vigore, ma successivamente lo ha rimandato alla fine di giugno. Ora l'azienda ha iniziato ad inviare un memo agli sviluppatori, a conferma che non ci dovrebbero essere più ulteriori rinvii: il termine ultimo per adeguarsi è il 30 giugno 2022.

I principi fondamentali della nuova regola prevedono che:

  • l'opzione per eliminare l'account dovrebbe essere facile da trovare;
  • non è sufficiente dare solo la possibilità di disabilitare o disattivare temporaneamente l'account. Gli utenti dovrebbero avere la facoltà di eliminare l'account e i propri dati personali;
  • le app in settori altamente regolamentati (es. trading o sanità) possono fornire un'assistenza clienti aggiuntiva per confermare e semplificare la procedura di cancellazione dell'account;
  • l'attività di archiviazione delle informazioni personali e di gestione dell'eliminazione dell'account deve essere sempre svolta rispettando le normative locali.
NOVITÀ PER APP CHE FORNISCONO SERVIZI DI GRUPPO A PAGAMENTO

Sempre a partire dal 30 giugno prossimo sarà operativa la modifica delle regole dell'App Store relativa alle app che forniscono servizi di gruppo online a pagamento (per esempio lezioni o eventi). Queste app dovranno necessariamente utilizzare il servizio di pagamento in-app di Apple. La deroga - quindi la possibilità di ricorrere a metodi di pagamento alternativi - era stata concessa tenuto conto dell'emergenza sanitaria per venire incontro alle esigenze delle aziende che cercavano di fornire servizi alla persona utilizzando strumenti digitali.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da TIM Retail a 269 euro oppure da eBay a 369 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
yepp
Andrej Peribar
Sempre a partire dal 30 giugno prossimo sarà operativa la modifica delle regole dell'App Store relativa alle app che forniscono servizi di gruppo online a pagamento (per esempio lezioni o eventi). Queste app dovranno necessariamente utilizzare il servizio di pagamento in-app di Apple.

Non l'hanno proprio capita come funziona la concorrenza.

Detto questo, l'estratto riportato, non era più flame dell'argomento riportato nel titolo?

Felix

Questo, Accedi con Apple, l’obbligo a rispettare la volontà dell’utente di non essere tracciato, e tante altre cose sono i motivi per cui non devono esserci store terzi su iOS… Apple perderebbe totalmente il controllo e la “forza” per imporre soluzioni di questo, gli store terzi porterebbero solo svantaggi all’utenza.

ADM90

Una settimana con iPhone SE 2022: ha ancora senso? | Recensione

iPhone 13 Pro vs Galaxy S22 Ultra: cosa può imparare Samsung da Apple

Recensione Apple iPad Air 5 (2022) con M1, è una scheggia, punto | Video

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi