Apple Silicon M1 Max: i risultati dei primi benchmark sono una bomba in multicore

21 Ottobre 2021 728

A pochi giorni di distanza dall'esordio dei nuovi MacBook Pro 14" e 16" si può iniziare a stilare un primo bilancio sulle prestazioni di cui è capace il nuovo, potente, SoC M1 Max, il modello più prestante della seconda generazione di chip Apple Silicon che ha debuttato proprio con i nuovi portatili della Mela. In rete sono apparsi infatti i primi risultati dei benchmark e, pur con tutte le incertezze derivanti da questo tipo di prove di terze parti, è possibile iniziare a farsi un'idea più concreta delle performance.

CPU

M1 Max condivide con l'M1 Pro la stessa CPU a 10 core, quindi i risultati ottenuti dal primo chip possono essere considerati sostanzialmente sovrapponibili a quelli ottenuti dal secondo. I test con Geekbench 5 sono già abbastanza numerosi, ed è quindi possibile ricavare dei punteggi medi relativamente attendibili. Al momento, la CPU dei nuovi MacBook Pro ottiene circa 1.740 punti in single-core e 12.130 in multi-core.

In breve: mai nessun MacBook Pro Intel ha ottenuto un punteggio in single-core così elevato, mentre per battere le prestazioni in multi-core bisogna scomodare le CPU Intel Xeon a 16, 18, 24 e 28 core utilizzate nei Mac Pro e negli iMac Pro di fascia più alta. Macbook Pro M1, che ha la stessa architettura, il punteggio single core è simile ma nettamente inferiore in multicore ovviamente (7500 punti circa).


Considerando anche il fatto che si parla di un portatile e non di un fisso, e tenuto conto che la potenza è coniugata ad una particolare attenzione per consumi, si può iniziare a dire che la seconda generazione degli Apple Silicon ha effettivamente le carte in regola per non far assolutamente rimpiangere le CPU Intel usate nei precedenti MacBook Pro (e non solo).

Alla luce dei benchmark suona sempre meno come una semplice trovata di marketing l'affermazione di Apple che sottolinea:

Se paragonata al chip 8-core più recente per PC, M1 Pro offre prestazioni CPU 1,7 volte superiori a parità di livello energetico e raggiunge le prestazioni di picco del chip PC consumando fino al 70% in meno

GPU

Il primo benchmark della GPU dell'M1 restituisce un Metal Score di 68.870 punti in Geekbench 5. Premesso che non è chiaro quale delle due versioni della GPU sia stata messa alla prova - si ricorda che l'M1 Max viene commercializzato con GPU a 24 o a 32 core - è possibile iniziare a fare alcuni confronti con i modelli di precedente generazione:

  • Apple Silicon M1 del MacBook Pro 13": 20.581 Metal Score
  • MacBook Pro 16" con Radeon Pro 5600M: 42.510 Metal Score


In sostanza, la GPU dell'M1 Max risulta essere il 62% più veloce rispetto al più prestante chip grafico che poteva essere integrato nel MacBook Pro 16 di precedente generazione, ed è 3 volte più veloce rispetto alla GPU del chip M1 impiegata sul MacBook Pro 13".

Resta inteso che si tratta di risultati preliminari, anzi al momento di 1 solo risultato che dovrà poi essere confermato dai successivi test, da cui poi si ricaverà un punteggio medio. Le premesse per ritenere veritiere le informazioni diffuse da Apple però ci sono tutte. La casa di Cupertino dice al riguardo:

M1 Max ha una GPU fino a 32-core in grado di offrire prestazioni grafiche paragonabili a quelle di un PC portatile professionale di fascia alta, consumando fino al 40% di energia in meno

VIDEO


728

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Luca

si, davvero non sai quanto stia rosicando, non dormo piu' la notte. Buona vita.

AbstractBit

Rosica, rosica.....

MeneS

Insomma...

Luca

40 anni di clienti truffati.
Mostrami questi contratti di cui mi parli...sono curioso di vedere di che si tratta.

Sul fatto che il consumatore finale sia la discarica per prodotti obsoleti concordo...ma non dopo quel periodo coperto dalla garanzia...io penso sin da subito...dopo l'acquisto.

Mauro Morichetta

Se si vuole fare il super partes lo si deve fare guardando ad i numeri, nonostante sia ancora troppo presto le prime considerazioni su quello che ci viene offerto è che Apple sta facendo dei passi in avanti che la stessa Intel non ha voluto fare. Fintanto di mette mano ad un portatile, le considerazioni da fare sono molte ed in questo Apple ha capito da tempo che la macchina deve avere uno spessore contenuto, una batteria di lunga durata ed ora che potenzialmente siamo tutti Youtuber, la potenza di calcolo non manca, il tutto con temperature inferiori della metà. Non sono un fan di Apple visto che sto scrivendo dalla mia distro Linux di riferimento, ma devo riconoscere che non vi è una alternativa lontanamente paragonabile a quella raggiunta da questa casa.

BerlusconiFica

mancherai a tutti

AbstractBit

I computer li vendo da 40 anni. In quanto al resto ti hanno informato male, molto male.
Le cose che hai acquistato restano tue semplicemente perche` non sono piu` coperte da garanzia e ai loro produttori non interessano piu`.
Tu, de facto, dopo quel periodo, sei una discarica per prodotti obsoleti.

Giorgio Garofalo

Sei unico!

AnalyticalFilm

Ha ragione lui. Hai postato un confronto con gli M1 dell'anno scorso.

Luca

Mi sa che scambi il concetto di "proprietà" con il "comodato d'uso" che si ottiene quando prendi ad esempio uno smartphone con contratto annuale/biennale/triennale.
Durante il quale devi seguire le regole e rispettare i loro termini e condizioni d'uso (e non d'acquisto). Al termine del contratto annuale o chicchessia si acquisisce la completa proprietà, di solito coincide con il termine della garanzia, a meno che non sia stata estesa a pagamento.
A quel punto puoi anche rivendere il prodotto (materiale) decidere di continuare ad usare con un nuovo contratto e vincolarti con quel servizio oppure cambiare gestore o gestione (es. Da contratto a prepagata)...o se ti fa sentire meglio anche distruggerlo...tanto sei a quel punto il proprietario.

Luca

Se acquisti un prodotto ne diventi proprietario...se lo noleggi o lo prendi in leasing acquisisci il possesso e il suo uso. Mi sa che fai parecchia confusione in materia di diritto.
Il software possiede o meno licenze d'uso...quindi si parla di un prodotto d'intelletto non materiale. Il computer è un bene materiale. Windows è un software. Ovviamente a meno che tu non sia Bill Gates, windows non è di tua proprietà infatti gli aggiornamenti sono distribute dallo sviluppatore ed eventuali nuove release vanno pagate come nuovo software...poi dipende dalle politiche aziendali interne. Il computer che utilizzi resta di tua proprietà...che sia Dell o HP o Apple.
Prima di scrivere qualcosa documentati o studia.

Thierry Pascolo

E come al solito vado a cercare info nelle pagine in inglese, qui oltre che litigare e parlare di quanto costa non si trova altro... sempre stato così, ingenuo io che spero sempre che le cose cambino. Le discussioni in "taliano" sono solo un voler far valere le proprio opinioni, spesso da parte di gente che ne capisce poco e niente. Siete patetici. Addio

AbstractBit

No.

AbstractBit

Non necessariamente. Se acquisti un prodotto, molti produttori non ti vendono la sua proprieta` ma l'autorizzazione ad usarlo. La proprieta` rimane a loro. Suppongo per impedire che si ripetano alcuni sgradevoli incidenti del passato.

MK50

Io a momenti non mi ricordo nemmeno cosa ho mangiato a colazione e tu inveve ti sei ricordato il nome di un utente di un forum con cui hai chattato 15 anni fa... Complimenti per la memoria, ahahah.

Tambua

Esattamente, non ricordavo dove mi avevi contagiato.
È un piacere continuare ad imparare da te.

Macuser
Rendiamociconto

ma anche no che non me li faccio, hai torto e parli.
Non è vero che chiunque scarica programmi craccati, non tutti sono ladri disonesti.
La suite adobe costa 19 euro al mese non rubata per studenti universitari, 19 euro al mese...netflix, spotify, cellulare da centinaia di euro e 1800 euro sprecati di pc in più, etc etc te li puoi permettere vero? Ma 19 euro al mese no.
Almeno sta zitto e non fare splendido.

Non devi rendere conto a me se sei in regola, ma visto che già sei disonesto e rubi su una cosa così banale non posso certo essere sicuro che tu non lo faccia anche in altri ambiti come tasse e regole sociali e quello si certo che devi renderne conto pure a me e saranno ca..i miei: non ho alcuna intenzione di dover pagare io per te ne mi sta bene che fai lo splendido su ciò.

Un gran pacco di c4zzi tuoi grazie, il MacBook è un regalo, altrimenti non lo avrei potuto comprare. Se Adobe non fa piani a portata di studente non è colpa mia, e non a caso CHIUNQUE scarica i programmi crackati. Quando e se diventerò un professionista li restituirò con gli interessi, visto quanto costa l'abbonamento.
Che poi il discorso della pirateria è ampio, e appunto probabilmente ad Adobe sta anche bene così...

Ovviamente se tra 2-3 anni a livello di prestazioni sarà ancora sufficiente (probabile) non lo venderò per comprare un modello nuovo. Finora sono andato avanti con un 13 pollici del 2015 ridicolo per quello che ci ho dovuto fare, e ho aspettato da 1 anno e passa di cambiare aspettando questi nuovi modelli, e devo renderne conto a te??

Rendiamociconto

ottimo prodotto per chi può permetterselo sia per costo che per macos.
Per pochi sicuramente ma ottimo

Rendiamociconto

ma se già fra 2-3 anni lo vuoi cambiare lo strumento ancora prima di averlo comprato....il solito discorso, il fatto che lo strumento lo devi usare 50 ore a settimana e non puoi permettertelo non è che giustifica che devi rubare gli spartiti per suonarlo. Compri uno strumento più economico, lo usi 50 ore e compri gli spartiti. E non sono centinaia di euro, sono migliaia di euro.... 1 ordine di grandezza in più: sempre a minimizzare quando ci si vuole autogiustificare.

Rendiamociconto

oltre ad anche al fatto che il marketing attira gli allocchi e li tiene stretti.
Le prime 2 cose non escludono ne contraddicono la 3.

Rendiamociconto

che forza, da studente non puoi permetterti l'abbonamento adobe quindi ti giustifichi mentre rubi però puoi permetterti 2500 euro di pc da tenere 2-3 anni (quando ancora fra 10 anni andrà benone ma giustifichi un futuro upgrade inutile che non puoi permetterti), stesse cose che puoi fare con uno da 700 euro.
Che ipocrisia e non aggiungo altro.
Risparmia 1800 euro di pc e non rubare che in 2-3 anni ti avanzano pure soldi per non continuare a giustificare la tua disonestà e le tue abitudini patologiche ossessive compulsive di acquisto, visto che non te le puoi permettere.

Rendiamociconto

per tutti non lo sarà mai possibile finchè tutti i software non gireranno su mac os

Il corpo di Cristo in CH2O

eh guarda, un decennio è già passato, la frittata è praticamente fatta.

Robertino68

È una di quelle cose che viene come un fulmine a ciel sereno. Un boato che stordisce a tutti, Hater e non Hater. Pro e non Pro… Rosiconi e non rosiconi… di fatto c’è qualcuno sta tremando, è un dato di fatto… M1 Pro e M1 Max è la rivoluzione, ancora per pochi, vero, ma presto lo sarà per tutti…
Un caro saluto a tutti…

Tambua

Buongiorno, sei lo stesso account da 15 anni a questa parte?
Perché se sei tu, “per colpa tua” ho comprato un MacBook nel lontano 2007 e sono diventato un Apple user (felice e soddisfatto).
Ti volevo ringraziare e anche maledire per quanti soldi mi hai fatto spendere.
Con affetto un tuo follower dalla notte dei tempi

Antonio D'Agostino

Dipende, a Dubai molte. Stai sbagliando il ragionamento di fondo.

Kekkonen

Mi chiedo perché non ti abbiano ancora assunto come CEO alla Qualcomm

daniele

Non sto sminuendo il lavoro fatto, ma è trasparente che sia un arm semplice. È l'architettura a fare i benchmark

Rendiamociconto

io parlo del cliente medio pc, non della mia visione contorta o di quello iphone.
Pc totale, i mac sono pc non sono tostapane o carriole della frutta sono computer.
E i mac sono una statistica irrilevante del mondo pc

Kekkonen

certo, il motivo è tutto lì. credici :)

Luca

Quante Bugatti vedi in giro?
Lusso e' assimilabile ad un bene il cui utilizzo superfluo o comunque non necessario ed il suo costo rispetto ad altri beni similari e' spopositato, ma anche non accessibile a tutti o alla maggioranza delle persone...

Una villa di lusso, un orologio di lusso, un'auto di lusso....anche Vertu fa smartphone di lusso, ma in questo caso il lusso non e' dato dallo smartphone in se stesso, ma nei materiali utilizzati per farlo diventare di lusso, metalli pregiati (oro o platino) oppure pietre preziose, di certo non l'alluminio o il gorilla glass usato per gli smartphone dedicati alla larga produzione.

Penso che questo spieghi il concetto di lusso, secondo me.

Luca

Quante bugatti vedi in giro?

T. P.

mi sai che non hai capito il mio commento! :(
prova a rileggerlo ed immaginati mentre lo fai da appena svegliato...
magari ti strapperà un sorriso! :)

daniele

Qualsiasi Arm con quel tdp darebbe riaultati simili

daniele

I tdp sono pubblici puoi trovarli ovunque. Non si possono paragonare, come non è mai stato fatto per un semplice motivo
RISC vs CISC.
usa pure Wikipedia.
Snapdragon indietro di 2 anni? Usano la stessa architettura

daniele

Semplicemente perché Windows è entrata timidamente nel mondo arm

Antonio D'Agostino

Anche l’auto non è un bene di lusso, secondo il tuo ragionamento. Nemmeno una barca o un cappotto.

Kekkonen

Ma assolutamente. Sottoscrivo anche le virgole.

Andrej Peribar

Ma infatti mi riferivo proprio ai recenti monopoli, tra l'altro in primis quelli che hai citato.
Sperando che non passino decenni prima di "dubitare" della negatività di un abuso di posizione dominante.

lore_rock

No, purtroppo le alternative non ci sono.
Programmi di calcolo non ci sono su mac (a quanto mi dice un calcolista), mentre sulla progettazione non puoi dire “passo da X a Y” perché nelle aziende ci sono questioni economiche dovute alle licenze, pacchetti sviluppati specificatamente per determinati compiti, gestionali collegati per acquisti e produzione

Davide

Non sarà minimamente vicino alla 3060

Luca

forse il mio pensiero e' stato travisato, io non metto in dubbio che il prodotto non sia potente, ma a quei prezzi aggiunti per le periferiche hardware, che nel mercato informatico di tutti i giorni costano dalla meta' ad 1/4 dei prezzi proposti da Apple, se non fosse per la nuova CPU ARM tutto il resto e' superpagato.
Se poi consideri che cmq non tutti hanno bisogno di MacOS per lavorare, e aggiungo, la gente compra piu' per status symbol che per reale utilizzo, dico che e' troppo caro.

Stessa storia si ebbe all'uscita dei Mac Pro stile grattugia, un top di gamma veniva a costare circa 60-65k ed era stato palesemente provato che spendendo la meta' su un PC assemblato con caratteristiche hardware similare, si ottenevano prestazioni nettamente migliori.

Che poi dal punto di vista ingegneristico e' un capolavoro quello e' ovviamente innegabile.
Cosi come sono davvero bellini i nuovi iMac, mentre onestamente questi MacBook Pro dal punto di vista estetico non mi attraggono piu' di tanto.

Il corpo di Cristo in CH2O

ma non era riferito a te in particolare, io ho solo corretto quel "rammentatelo" su un argomento meno anacronistico del monopolio windows.

Luca

licenza d'uso non ha nulla a che fare con la proprieta' di un bene...la licenza e' associata a termini e condizioni che il venditore richiede in modo da continuare ad offrire un servizio/garanzia su di esso.
Se acquisto un prodotto, ne divento proprietario e come tale posso farne cio' che mi pare anche distruggerlo se mi fa piacere.

Luca

lo smartphone non e' un bene di lusso.
Caro non significa lusso.

Macuser

Il porting di qualsiasi applicazione per MacARM implica che di usi Metal … ci sono persino programmi che per ora hanno fatto solo quello e, per ora, in generale stanno continuando ad appoggiarsi a Rosetta2.

Qualsiasi confronto basato sulla emulazione di DirectX o delle vecchie OpenGL non può dare risultati affidabili. Bisogna confrontare solo lavoro vero con lavoro vero …

Black_Codec

"un mac fa il 95% delle cose che un professionista" leva i content creators e avrai l'inutilità fatta pc

Macuser

Non credo.
Tu ti riferisci alla tua visione, personale e distorta, che equipara il cliente medio di iPhone a quello Mac che, evidentemente, conosci poco o niente.

Per dire, la maggior parte degli opinion maker che si occupano di Mac sta raccomandando di non acquistare questi MBP se proprio non lo si ritiene imperativo per il proprio lavoro/reddito … e le risposte sono quasi tutte “mature” e non da enthusiast tutt’altro che “professionista” o per altre ragioni ricompreso nel target di queste macchine.

Comunque non ripetere il mantra incolto del “4000 euro” perché questi Mac costano parecchio meno dei precedenti IntelAMD dando moltissimo di più … tranne che ai fessi orfani di Windows ed ostinati nel voler continuare ad usare software x86 su un Mac … e purtroppo i passati 16 anni di MacIntel di questi fessi ne hanno portati troppi in area Apple.

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Ho trasformato la casa in palestra: la mia recensione di Apple Fitness+

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no

Recensione Apple AirPods 3, ad un passo dalle Pro