Apple e il problema della privacy in Cina: il doppio standard che stona

18 Maggio 2021 255

Nel corso degli ultimi anni Apple ha posto una grossa attenzione sul tema della privacy, evidenziando come la tutela dei dati dei suoi utenti sia uno degli aspetti centrali all'interno di ogni prodotto o servizio lanciato. Sebbene l'impegno posto dalla casa di Cupertino in questo ambito sia innegabile, sembra che l'azienda debba fare i conti con una sorta di doppio standard che viene applicato alla questione privacy: da un lato troviamo le posizioni intransigenti e a tutela del consumatore - che di recente l'hanno portata ad uno scontro frontale con Facebook - applicate al mercato occidentale, mentre dall'altro troviamo quelle più morbide e accondiscendenti nei confronti del mercato cinese e dei suoi organismi di controllo.

Un nuovo report del New York Times, infatti, svela come la casa di Cupertino potrebbe aver accettato accordi con le autorità cinesi che avrebbero portato tutti i dati degli utenti Apple in Cina sotto il diretto controllo del governo locale. Questo faciliterebbe il processo di censura e controllo messo in atto nel Paese, dal momento che tutte le informazioni dei cittadini sarebbero completamente accessibili dal governo in base alle leggi in vigore.

La questione è quanto mai spinosa, dal momento che da un lato Apple non sta facendo altro che adeguarsi alle leggi locali al fine di poter operare nel mercato cinese, ma dall'altro questa posizione stride in maniera molto forte con i principi che caratterizzano la narrazione dell'azienda portata avanti in occidente.


Il rapporto del NYT evidenzia come Apple abbia spostato la gestione dei dati degli utenti cinesi sui server fisicamente controllati dal governo cinese, rinunciando all'utilizzo della cifratura che viene applicata in tutti gli altri mercati. Questo per potersi conformare ad una legge del 2017 che impone a tutte le aziende che operano in questo ambito di fornire accesso completo al governo sui dati degli utenti cinesi. Secondo quanto riferito, tale passaggio ha fortemente compromesso la tutela esercitata da Apple sui dati personali, dal momento che nulla può impedire al governo di accedere ad informazioni come email, foto, contatti, appuntamenti e dati di posizionamento.

Nel fare ciò è stata aggirata la legge statunitense che impedisce alle compagnie USA di condividere dati con il governo cinese, visto che la raccolta di questi non viene più operata da Apple, bensì da Guizhou-Cloud Big Data, un'azienda posta sotto il diretto controllo del governo che agisce da vero e proprio fornitore del servizio, mentre Apple risulta ricoprire un ruolo più marginale. In pratica, nonostante il network di iCloud sia di proprietà della casa di Cupertino, in Cina la situazione è praticamente ribaltata: Apple non è altro che un partner che si occupa di gestire l'aspetto tecnico e l'integrazione con i suoi sistemi operativi, mentre è il governo a detenere infrastrutture e controllo sui dati.


Insomma, dal rapporto emerge come l'azienda sia scesa a grandi compromessi pur di poter continuare ad operare in Cina e a distribuire i suoi prodotti nel mercato locale. Tra gli altri dettagli si parla anche di importanti rimozioni di applicazioni da App Store in base ai criteri stabiliti dal governo cinese, agendo quindi da vero e proprio mezzo di censura. Tra queste vengono citate circa 55.000 app, di cui 35.000 giochi (che devono ottenere un'approvazione speciale da parte delle autorità prima di essere pubblicati) e 20.000 appartenenti a generi diversi. In molti casi si è tratta di censura nei confronti di temi scomodi come il Tibet e Piazza Tiananmen, oltre a quelle collegate a temi politici controversi.

La casa di Cupertino si è giustificata affermando che gran parte delle sue azioni sono direttamente collegate alla volontà di rispettare le leggi locali di ogni Paese in cui opera. Ciò è indubitabilmente vero sotto un profilo puramente tecnico e giuridico, ma in questo caso la questione si sposta su temi più etici e morali.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12 è in offerta oggi su a 660 euro oppure da ePrice a 733 euro.

255

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antares

ed intanto hanno fatto qualcosa di buono, pensano ad i loro interessi come è giusto che sia e contemporaneamente fanno qualcosa di buono per il mondo, gli altri invece pensano solo ai loro interessi..tra i due modi di fare preferisco di gran lunga il primo perchè è sviluppo sostenibile o economia etica, chiamala come vuoi ma è giusto ed è bene. In italia ne abbiamo tanti di esempi simili in ambito economico-aziendale e che rappresentano l'eccellenza italiana e nel mondo.
Sulla questione politica glisso, perchè oltre a non centrare nulla con il discorso non lo vedo un luogo adatto, questo, per discutere di determinate tematiche.

pisqua187

intanto hanno fatto qualcosa di buono per loro e per i loro investimenti. poi vengono le persone...altrimenti i telefoni li regalava per avvicinare le persone.
perche è proprio come la pensi tu che Matteo Salvy e amici politici sono al governo....per il bene del paese...non per per le poltrone. ma qui siamo sempre tutti a pensare male!

Antares

Intanto hanno fatto qualcosa di buono, gli altri latitano.
Ma continuamo pure a criticare chi fa bene … perché è così che le persone coerenti e per bene fanno, non è vero?

pisqua187

proclamiamo apple come nuovo rappresentante per la chiesa allora! o meglio presidente universale per la lotta ai diritti umani!!
è un azienda che solo contando gli utili può colmare ogni debito allo stato. secondo te con la liquidità che hanno si facevano compensi piu cospiqui pagandoci conseguentemente tasse?? no! Fanno un fondo investimento a nome cinese e ci investono su un settore ancora acerbo in uno stato/dittatura che non vuole assolutamente aver a che fare con il mondo esterno tantè che persino apple è dovuta scendere a compromessi con loro togliendo l'unica cosa in cui ancora non la batteva nessuno... la privacy! in parole povere investendo sull'energia rinnovabile farà respirare meglio il cinese sotto dittatura che continuerà a non poter farsi i cavoli propri perche uno stato glielo impone controllandoli il telefono che giustamente apple gli ha venduto per respirare meglio!

Antares

Il fondo è stato creato da Apple ed ha investito in 3 parchi eolici e servirà a rifornire i fornitori di energia pulita.
Apple lo ha fatto, gli altri no ed a livello di impegno di impatto ambientale e diritti civili sono ancora indietro, l’unica che si da da fare sembra essere Samsung che segue Apple (fortunatamente) anche nelle decisioni green.
I fatti sono questi: sono stati investiti tempo, ricerca e denaro.
Vatti a leggere i report annuali, poi confrontali con quelli della concorrenza e poi cospargiti il capo di cenere e rifletti.

pisqua187

ah ah ah vatti a leggere in quanti sono i fondatori del "mega parco eolico" e poi ritorna qui a ridere ah ah ah!
"Il China Clean Energy Fund è un nuovo fondo di investimento unico nel suo genere in Cina avviato nel 2018 per creare un ponte fra i fornitori e i progetti per la produzione di energia rinnovabile.Entro il 2022, Apple e 10 dei suoi fornitori in Cina investiranno quasi 300 milioni di dollari in impianti con una produzione complessiva di 1 gigawatt di energia rinnovabile"

apple e 10 suoi FORNITORI!! soldi a palate!! entrano a gamba tesa nel settore energetico cinese! e non per fare una mano alla povera gente bensì per avere un altro settore nella loro azienda!

uncletoma

io non difendo il colonialismo bensì i patti firmati dalla RPC ai tempi, e che stanno usando solo per nettarsi il cuBo.
tra l'altro queste non sono le prime proteste nell'ex colonia britannica.

Bargiana

Punti di vista allora. Solo voi continuate a difendere il colonialismo europeo. Hong Kong non sarebbe dovuta esistere come colonia. È nato dal colonialismo e voi continuate a difendere il colonialismo. Vergognatevi. E ti faccio un ultima domanda… tu sai quando Hong Kong divenne democrazia?

Claudio Biesuz
uncletoma

argomentare cosa? un paragone assurdo?

Antares

Bhe se dici che Apple è sovrapprezzata allora lo sono anche gli altri dispositivi che costano di più…
E per me tutti i dispositivi sono sovrappezzati e nessuno fa la benificenza… se un prodotto costa poco è perché vale tanto… nessuna regala nulla…

Alessio

non ho detto che gli altri costano meno

Antares

Io acquisto i prodotti che soddisfano le mie esigenze ed i miei gusti, sono anni che acquisto Apple, Samsung e xiaomi e mi piace toccare con mano…
Attualmente ho anche due dispotivi Android quindi fai un po’ tu…
E non mi sembra che Samsung e xiaomi top di gamma costino meno…

Alessio

no vabbè, era per giocare un pò

Alessio

credici tu, che paghi un prodotto sovrapprezzato (tanto) da almeno 5-6 anni convinto di avere qualche tipo di tutela <3

Antares
Ansem The Seeker Of Lossless

Mi stai seriamente dando del fanboy apple?!

Bargiana

Belle argomentazioni ;) tipico

Alessio

sisi, credici.

Alessio

vabbè, ennesimo fan boy, lascio la conversazione.

Vero, per una volta concordo con Zimibibidibobidibyoblu.

Potrei allora essere portato a pensare che se Apple si erge a paladina della privacy in occidente è solo perché sa che ultimamente siamo più sensibili a questi temi così come spinge sulla fuffa green per fare più utili con la vendita separata degli alimentatori.

dario

e meno male che sono usciti per tempo, aggiungerei.

Si si il complottismo è un conto, quelli erano fatti noti tristemente usciti nelle cronache.

E K

I principi di apple (come ho scritto sopra) sono fare cassa. Fine dei principi.
E questo principio lo applica ovunque in modo camaleonticamente esemplare.

E K

E ci si sorprende? Ad apple interessa il denaro, fine.
Se per fare denaro deve difendere la privacy lo fa, se per fare denaro dovrà vendere la vostra madre, lo fará.

dario

ma figurati se ci può essere una multinazionale verginella! :D
e noi conosciamo a malapena la punta dell'iceberg, puoi scommetterci. (detto non da complottista, semplicemente da realista).

Non può certamente esserci lo stesso metro di giudizio dal momento che questa infamata apple è in vigore e gli altri ci han solo provato ma neanche venire a fare i verginelli e ad ergersi a paladini della giustizia quando la controparte google era prontissima a fare pure peggio. La verità è che siamo in balia delle multinazionali che fanno il buono e il cattivo tempo e per scegliere tra l'una e l'altra è difficile, a livello di scelte cancerogene bisogna solo turarsi il naso e scegliere in base alle proprie preferenze e convienienze.

dario

bravo zimi, su certi argomenti devo riconoscere che sei lucido, razionale e ficcante!

Zimidibidubilu
Apple è un'azienda con i propri principi, che applica nei paesi in cui le è concesso farlo, altrimenti si trova una soluzione.

I pincipi etici sono tali solo ed esclusivamente se vengono seguiti sempre e comunque, altrimenti non sono tali.
Questa situazione dimostra che i principi etici che la apple dichiara di avere non sono tali.
E' semplice.

NerdHerd1985

Oh nooo... mi filtri!
Come potrò sopravvivere alle tue idiozie?

Tito.73

ma non con i nostri dati se permetti,....

Guest

La mia argomentazione è che "APPLE COLLABORA ATTIVAMENTE CON IL REGIME, QUINDI NON PUO' RIEMPIRSI LA BOCCA, SE NON DI MERD4 PURISSIMA".

La tua argomentazione è scrivere sciempiaggini sul tuo interlocutore evitando accuratamente di parla dell'oggetto dell'aerticolo

CHISSA' QUALE DELLE DUE AROGMENTAZIONI E' PIU' CONVINCENTE?

AHAHAHHAHAHAHAHAHAHA

P.S.
TI FILTRO CARO pinocchietto.

Antares

Bhe sia in Cina che in Occidente Apple non vende dispositivi con sistema di sblocco farlocco ed il profilamento dell’utente è molto migliore su un iPhone…. Questo vuol dire che sicurezza e privacy sono su un altro livello su iPhone.

NerdHerd1985

Ecccerto... levati di dosso la maglietta "I hate Tim Cook" e poi ne riparliamo.

Ansem The Seeker Of Lossless

Tutte le pratiche commerciali sono per guadagnarci.
Apple però quando fa qualcosa viene sempre seguita, vedi google con android 12 per dire.
Se per una volta la seguono in una cosa buona non mi lamento

dario

Attenzione però, portare avanti un progetto sbagliato è molto differente dall'attuarlo. Lo ha fatto naufragare per le pressioni pubbliche, certo, ma lo ha fatto naufragare.
Apple non l'ha fermata, non la ferma e non la fermerà nessuno.
Di fatto, un progetto non realizzato è molto differente da uno realizzato, e google in questi anni ha bruciato miliardi nel mercato cinese, mentre apple fa fiorenti affari esponendo i suoi utenti al rischio perfino di morte.
Non può esserci lo stesso metro di giudizio per le due condotte.

Alessio

di sicuro non è Appol una di queste, o comunque è alla pari degli altri big dell'industria, semplicemente i suoi adepti pendono dalle sue labbra e quindi le basta dire "noi difendiamo la privacy" e tutti che si inginocchiano... poi però arriva la Cina che le dice "se vuoi vedere da me, devi permettermi di acquisire e controllare tutti i dati degli utenti Appol cinesi"
Appol "hmm... etica vs soldi, mi sa che scelgo la seconda" (ragionamento di 0.2 secondi circa)

:)

Alessio

è pieno di aziende che investono in green, sostenibilità etc. La cosa fantastica è che voi crediate che lo facciano per etica, siete fantastici <3
Ad ogni modo, sarà interessante vedere che cosa farà quel manager esperto di Advertising (online, ovviamente, sì proprio quello che Appol sta "contrastando") per Appol :) Poi ne riparleremo eh...

Alessio

eh ma vai a spiegarlo a tutti questi adepti che vedono in mamma Appol la paladina della loro personalissima privacy...

Alessio

non deludete mai <3

Alessio

sensibilizza... per guadagnarci e basta. Contenti voi di credere in questa fantomatica etica :)

Alessio

boia, livello boccalone over 90000 O_O

uncletoma

si, come no

PIxVU

W.I.P

<draft> ci aspettiamo pertanto che apple divenga anche tal impresa inserita nella " entity list " sel governo USA. </draft>


la casa di Cupertino potrebbe aver accettato accordi con le autorità cinesi che avrebbero portato tutti i dati degli utenti Apple in Cina sotto il diretto controllo del governo locale. Questo faciliterebbe il processo di censura e controllo messo in atto nel Paese, dal momento che tutte le informazioni dei cittadini sarebbero completamente accessibili dal governo in base alle leggi in vigore.

Guest

Sì, è colpa di Apple se collabora con le loro scempiaggini.

Guest

l'articolo parla di Apple, non cambiare discorso.

Guest

Peccato che è un po' come dire che uno assolutamente contro la pena di morte, va a vivere in un paese dove invece è di legge, e si iscrive ai "boia associati inc,"

AHAHHAHAAHAHAH

Guest

"ma dall'altro questa posizione stride in maniera molto forte con i
principi che caratterizzano la narrazione dell'azienda portata avanti in
occidente."

Che la narrazione non corrisponda necessariamente coi fatti è un fatto stranoto
Solo dei poveri esserini implumi possono credere di venire coccolati dal gigante buono ;)

AllBlack

Fan e Haters hanno le idee molto confuse.
Apple pubblicizza sempre la sua attenzione alla privacy, ciò non significa che una multinazionale informatica rinunci a vendere in un paese in cui questo termine nemmeno esiste, si adatta e via.
È la stessa identica situazione che avviene ad esempio in Francia, Apple per una questione "ambientale" ha rimosso caricatore e cuffie dalle confezioni in molti paesi del mondo, ma pur di vendere iPhone ai francesi si è adattata alle leggi del paese.
Apple è un'azienda con i propri principi, che applica nei paesi in cui le è concesso farlo, altrimenti si trova una soluzione.

E io intanto blocco come se non ci fosse un domani. ;)

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Abbiamo provato iOS 15: prime impressioni d'uso sulle principali novità

Abbiamo provato iPadOS 15: le novità che Apple non ci ha svelato

macOS Monterey ufficiale alla WWDC 2021: tutte le novità | download sfondi