iOS 14.5 e tracking pubblicitario, Facebook prepara gli inserzionisti al "colpo"

29 Aprile 2021 84

Fa ancora discutere iOS 14.5 e la "famigerata" funzione chiamata App Tracking Transparency, che in soldoni obbliga le app a chiedere il consenso all'utente per essere tracciati a fine pubblicitario. Un paio di ore fa appena vi segnalavamo come, secondo Tim Cook, il feedback iniziale degli utenti sia stato straordinario; e anche se per il momento non ci sono ancora cifre precise per quantificarne il successo, praticamente tutti credono che lo sarà.

Per alcuni, naturalmente, questo rappresenterà un problema: ci riferiamo principalmente all'intero settore dell'advertising, che, almeno su iOS, di fatto perde la capacità di somministrare agli utenti annunci pubblicitari su misura e quindi molta dell'efficacia che fino ad oggi si dava per scontata. Mark Zuckerberg è da tempo uno dei più forti oppositori della funzionalità, sostenendo che danneggerà i profitti di molte aziende (inclusa la sua, tra parentesi) e impedirà alle imprese locali di crescere e farsi conoscere.

A questo proposito, nelle scorse ore, Business Insider ha pubblicato un memo, proveniente proprio da Facebook e diretto ai partner pubblicitari, che li prepara ai cambiamenti che occorreranno nelle prossime settimane. Nel breve periodo, la società dice che il successo delle campagne pubblicitarie sarà molto instabile, perché sempre più persone aggiorneranno al nuovo iOS e, si presume, la stragrande maggioranza di esse non darà il consenso al tracciamento.

Molte opzioni per le campagne non saranno più disponibili; per esempio, non si potranno creare campagne di installazione app rivolte espressamente agli utenti di iOS 14.5, e nemmeno quelle attualmente attive verranno visualizzate da chi ha eseguito l'aggiornamento. Più in generale, Facebook avvisa gli inserzionisti di preventivare una riduzione significativa di interazione degli utenti con i loro annunci pubblicitari


84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mttm
xAlien95

Non saprei, dopo l'aggiornamento ho trovato la funzione disattivata di default (nel senso che alle app verrà automaticamente detto di non tracciare e in aggiunta non verrà permessa la visualizzazione del pop-up). Se dovesse essere così anche per gli altri utenti, direi che Facebook può già depennare il 99% dell'utenza iOS.

mttm
efremis

Molta gente però vedrà quel pop-up intimidatorio in un certo senso e, leggendo, toglierà il tracciamento.

KenZen

La gente non compra le app a pagamento soprattutto perché non ha un metodo di pagamento configurato. Figurati se si preoccupano dell’euro in più o in meno.
Saluti

Smart One

In rapporto su Android sicuramente sono inferiori. Sarebbe interessante un confronto tra acquisti in App effettuati da smartphone top gamma Android vs ios

Smart One

La gente a prescindere non compra le app anche se costano 50 cent, figurati farle pagare un prezzo superiore ai 2 euro, non te la compra nessuno. Quello che fai tu purtroppo non fa media, appartieni a una piccola nicchia di persone

Smart One

Certamente ma quelle pubblicità sono meno remunerative anche perché la gente clicca di meno. I ricavi su su iOS si sono abbassati moltissimo dalle prime statistiche viste

yepp

Facebook è in torto marcio perchè se vuole può infarcire il suo social network di pubblicità a go-go, quello che non può fare è tracciare l'utente su altri siti o su altre app

xan

secondo me il fatto è che se io sono connesso con lo stesso account su 2 app diverse non cè apple o vincolo del sistema operativo che tenga.

il match lo faccio lato server e via, quindi neanche questo rientra nel dibattito

yepp

Io le app con la pubblicità non le scarico. Preferisco pagare un'app.
Ovvio che se tu sventi la tua app per pochi centesimi, è un problema tuo. Devi vendarla al prezzo che ritieni valga facendo i tuoi conti

ErCipolla

Beh, nel caso di FB, ad esempio, può essere considerato tracciamento condividere con terze parti gli argomenti che ti interessano (es: i tag dei post su cui hai messo mi piace, così come mille altre cose). Per cose del genere non è necessario l'id adv, perché sei già loggato e sanno chi sei. Poi magari con un altro dispositivo vai sul web, ed essendo connesso a FB con il browser i vari siti sanno che sei "tu" e che pubblicità mandarti.

yepp

Guarda che tu come sviluppatore puoi tranquillamente infarcire la tua app di pubblicità, l'importante è che non tracci l'utente su altri siti o altre app.

xan

si hai ragione. non mi sono spiegato io. le cose tipo bloccare il fatto che l'app di mappe condivida la posizione dell'utente con app terze penso siano fuori discussione, nel senso che non penso che ci sia nessuno che si lamenti della cosa.

io mi riferivo alla discussione tra facebook ed apple

ShinnoSama

Che strano questo HDBlog.... https://uploads.disquscdn.c...

mttm
Crash Nebula

Apple vieta la possibilità di offrire determinati servizi, solo a chi accetta di essere tracciato.

No, intendevo i ricavi che ha FB e soci grazie a queste pubblicità traccianti... mai avuto FB e mai lo avrò.

DanieleGB

#quototutto

fabrynet
Gli utenti spendono molti soldi per i telefoni ma pochi per le app perché pensano che debbano essere gratuite.

Vale soprattutto per gli utenti Android. È questione culturale.

Mariux Revolutions
Giangiacomo

Non piangerò di certo il morto se Facebook rilascerà prima le funzioni su smartphone Android. In ogni caso oggi (29 aprile 2021) se vado a vedere le singole app di Zucchina marcia si vede una netta differenza che fa capire che son più curate quelle su iOS che su Android. Vedremo se verrà prima colmato il gap e poi verranno sviluppate maggiormente quelle su Android.

stefanoc

Se non può essere mirata potrebbe essere più aggressiva.

Giangiacomo

Zucchina piange sempre il morto sempre prima per far vedere di essere la vittima ma la realtà è che non è l'unico a lamentarsi. In ogni caso che spingano pure su Android, vorrà dire che i due OS dal punto di vista delle funzionalità sarà sempre più simile la vera distinzione la faranno le scelte che verranno prese in ambito privacy e dati degli utenti. Se a uno sta bene avere tutto "gratis" in cambio di dare i suoi dati e molto altro ben venga per lui altrimenti ci si può guardare attorno ai prodotti Apple.

Giangiacomo

La pubblicità senza essere tracciati non vuole affatto dire pubblicità ingannevole o banner popup a comparsa appena si clicca sulla pagina ....

mingo84

Facebook ti paga con intrattenimento, informazione e ti mette a disposizione strumenti di comunicazione (messaggistica ecc) che avresti solo potuto sognare. Google idem. Le testate come hdblog idem. Non ti danno soldi ma ti danno servizi che costerebbero una cifra che in pochi eletti potrebbero permettersi.

ghost

Non dovrebbe valere per tutto ciò che usa google ads quindi siti app ecc

ErCipolla

Non stavo sentenziando su quale metodo fosse migliore, stavo solo spiegando come l'azzeramento dell'id è solo una parte della questione.

In quanto al tracciamento, il cookie era un esempio, ma "tracciamento" include mille mila cose. Un esempio che fanno nel sito Apple è "Sharing device location data or email lists with a data broker", quindi banalmente un'app di mappe potrebbe vendere la tua posizione a terzi. Non si intende assolutamente solo il tracciamento tra un'app e l'altra.

ghost

Quella serve per avere/non avere pubblicità basata sui tuoi dati e ricerche.
Cerchi una stampante su Google
Pubblicità personalizzata = cartucce per stampanti
Pubblicità non mirata = biscotti

ghost

Solo perché tu non vinci mai

ghost

È più probabile fb smetta di sviluppare per ios o comunque si allinei rispetto ad altri sistemi più in ritardo (lato aggiornamenti) che sottostare alle politiche di Apple. Apple è forte solo in America

ghost

Potrebbero creare app/servizi gratuiti con tracking obbligatorio e a pagamento senza tracking così sarebbero tutti felici

Smart One

Esatto. Pienamente d'accordo con te

Smart One

Ma non tutti gli utenti sono disposti a pagare, quasi nessuno lo fa nonostante questa possibilità nelle app c'è da sempre. Gli utenti spendono molti soldi per i telefoni ma pochi per le app perché pensano che debbano essere gratuite. Per te magari è così ma è una minoranza. C'è da considerare anche che molti sviluppatori potrebbe non star bene il pagamento una tantum ma preferiscano un abbonamento. La pubblicità ti garantisce una guadagno continuo dal singolo utente mentre il pagamento una tantum solo la prima volta, non è proprio la stessa cosa.

Crash Nebula

Ci vorrebbe la fine di Facebook, Instagram, Twitter, e qualsiasi altro social, dove la gente o insulta e dice cose che dal vivo non si sognerebbe mai di dire, oppure si crede intellettuale aggregandosi al pensiero comune che va di moda al momento, con la totale incapacità di sviluppare un pensiero proprio ed anzi mettendo alla gogna chi utilizza il cervello senza ripetere come un pappagallo gli hashtag del momento.

Crash Nebula

Francamente se voglio comprare qualcosa, non hi bisogno della pubblicità su Facebook o altrove.
Per il resto, tutto ciò che è gratis contiene pubblicità, non da oggi e non l'ha inventato Facebook.

xan

e come useresti i cookie "cross app" su app native?

inoltre un conto è che l'utente deve andare a mano a disattivare gli ID adv un conto è negare un consenso tramite popup

ErCipolla

Spopolamento non credo, perché comunque con gli ad "non mirati" qualcosa guadagni, e ad ogni modo mantenere la base utenti è importante forse più del guadagno immediato. Dico solo che potrebbe diventare una piattaforma meno prioritaria per gli sviluppatori. Vedremo.

michele

Tu non puoi tracciare, se vuoi farlo, devi impostare il nuovo framework che si interfaccia con la sezione app traspacensy

momentarybliss

Potrebbe in effetti esserci il rischio di un certo "spopolamento" dell'app store, se è vero che molti sviluppatori non avrebbero più il sostegno degli inserzionisti. A quel punto, diventerebbe interessante la reazione di Apple

ProseccoDoc

ma chi installa queste app per guardoni

ErCipolla

Se l'utente nega il consenso l'id adv sarà impostato tutto a zero, in altre parole "fasullo". Ma quello l'utente poteva spegnerlo anche prima, quindi mi aspetto che le app attuali già gestiscano la cosa.

Ma l'id adv è solo un pezzo del puzzle, il tracciamento si può fare in mille altri modi (es: cookie). Qui in più qui c'è la "promessa" che fai di usare i dati che raccogli in maniera consone a quanto scelto dall'utente. Ovviamente non è vincolata dal sistema (anche perché sarebbe impossibile se ci pensi), è semplicemente un agreement legale, se lo violi Apple è libera di bannarti dallo store.

Guest

"FB adios"

cioè tu hai dovuto aspettare Apple per bloccare qualsiasi cosa abbia a che fare con FB e soci?

LOL!

ErCipolla

Non esiste solo iOS, soprattutto fuori dall'America. La cosa più probabile è che puntino di più sulle piattaforme concorrenti e meno su quella Apple. Se l'impatto sul portafoglio è veramente "importante" come dicono (non è da escludere che Zucc stia semplicemente piangendo il morto in maniera preventiva) mi aspetto mosse atte a promuovere le versioni Android dei loro servizi rispetto a quelle iOS.

ErCipolla

E' quello che dicevo anch'io nell'altro thread: la mossa di per se è buona, ma non concordo con il loro approccio assolutista "o permetti anche a chi rifiuta il tracciamento di usare il servizio senza limiti o sei fuori dall'app store". Dovrebbe esserci l'opzione di fornire il servizio solo a chi accetta il tracciamento.

xan

non ho capito se cè anche un qualche cambiamento riguardo l'id adv

xan

da quello che ho capito è che questo id adv prima era condiviso tra tutte le app ora invece è unico per ogni app. ma non sono sicuro

Come al solito doveva arrivarci Apple.
Come al solito il cliente viene prima di tutto.
Bravi.
FB adios.

stefanoc

Non rischierei di tornare ai banner truffa "Hai vinto 1 TV 4k >> clicca qui <<" in ogni dove però.

Giangiacomo

Sarebbe bello prossimo trimestre: "Facebook accusa il colpo e si prepara a chiudere molti reparti riguardanti ADV mirate, raccolta di dati degli utenti e tutto quello ad esso connesso". Se ci fossero più aziende attente alla privacy come Apple Zucchina sarebbe stato stroncato ancora prima che potesse pensare ad un'idea del genere. E invece oggi ci dobbiamo sorbire questo pagliaccio.

iPad Pro M1 tra rivoluzione, unificazione, marketing ed evoluzione

AirTag finalmente ufficiali: mai più oggetti smarriti. In Italia dal 23/4 a 35 euro

iPad Pro con Apple M1 è ufficiale: potente come un MacBook!

Apple TV 4K si rinnova con processore A12 Bionic, e c'è anche il nuovo telecomando