Apple rilascia macOS big Sur 11.3 beta 1: miglior supporto alle app iPad e molto altro

03 Febbraio 2021 4

Nella serata di ieri Apple ha rilasciato la prima beta developer di macOS 11.3 Big Sur, a esattamente un giorno di distanza dalla distribuzione della versione stabile di macOS 11.2 Big Sur. Il nuovo ciclo di beta porta con sé alcune interessanti novità per aspetti fondamentali del sistema operativo, come ad esempio la gestione delle applicazioni iPad e iPhone. Ricordiamo infatti che Big Sur ha dato il via alla vera e propria convergenza del mondo desktop e mobile di Apple, grazie all'introduzione al supporto nativo alle applicazioni sviluppate per iOS/iPadOS sui Mac equipaggiati con il nuovo chip Apple Silicon M1. Diamo quindi uno sguardo più approfondito a tutte le novità di macOS 11.3.

SUPPORTO MIGLIORATO ALLE APP IOS E IPADOS

Partiamo da quella già anticipata - e forse la più importante -, ovvero le nuove opzioni dedicate alla gestione delle applicazioni sviluppate per iOS/iPadOS. Con macOS 11.3 è possibile scegliere di avviare le app in finestre di dimensioni maggiori a quelle disponibili sino ad ora (ricordiamo che sino a macOS 11.2 è praticamente impossibile ridimensionarle o mandarle full screen), quindi diventa più semplice fruirne come se si trattasse di vere e proprie applicazioni native di macOS.

Siamo ancora lontani da una gestione perfetta, ma il fatto che le cose stiano rapidamente evolvendo già all'interno di macOS 11 -senza quindi dover attendere il prossimo major update che sarà presentato alla WWDC 2021 - è un ottimo segnale. Tra le altre novità troviamo anche la possibilità di registrare dei comandi personalizzati che possono essere utilizzati come alternative alle gesture touch. Questo permette di configurare scorciatoie da tastiera e mouse/trackpad per azioni come tap, swipe, trascinamento e altre gesture multitouch che potranno essere eseguite usando il trackpad e il tasto Option. Si tratta di accorgimenti necessari, in quanto le app iOS/iPadOS sono concepite per l'utilizzo con il touch screen, elemento del tutto assente in ambito Mac.

Credits immagine Daniel Bader / Android Central

SAFARI

Safari si aggiorna con una serie di opzioni di personalizzazione per la pagina principale, grazie alle quali è possibile riorganizzare le sezioni come Preferiti, Elenco Lettura, Suggerimenti di Siri, Visitati Spesso e così via, in base alle proprie preferenze. Arriva anche il supporto ad una nuova API in grado di permettere agli sviluppatori di integrare le funzioni di riconoscimento vocale all'interno dei propri siti web.

Presente anche qualche novità nascosta, o meglio non ancora accessibile. Safari infatti permetterà di utilizzare estensioni in grado di sostituire la pagina di default che viene mostrata all'apertura di un nuovo tab o una finestra. Si tratta di una novità ancora impossibile da sfruttare in quanto è necessario che vengano sviluppate delle estensioni apposite, ma il risultato finale non dovrebbe essere molto diverso da quanto già possibile trovare su Chrome, ad esempio, dove è già possibile sfruttare le estensioni per questo scopo.

PROMEMORIA

La nuova beta di macOS 11.3 migliora anche la gestione dell'applicazione Promemoria, grazie alla possibilità di riorganizzare i promemoria in base a elementi come il titolo, la data di scadenza, la priorità o la data creazione. L'organizzazione diventa più semplice ed efficace anche grazie al fatto che è ora possibile spostare manualmente tutti i promemoria presenti nelle liste, in modo da dare maggior ordine alla propria serie di ToDo. Per finire, segnaliamo che arriva anche l'opzione che permette di stamparli - presente anche nella beta di iOS 14.5 -, una funzione utile per chiunque voglia mettere su carta la propria lista degli impegni.

APPLE MUSIC E NEWS

Passiamo poi Apple Music e News, due servizi che hanno ricevuto alcune piccole modifiche estetiche e funzionali. Per quanto riguarda Music, troviamo una nuova scorciatoia che permette di accedere rapidamente alla libreria che include i suggerimenti personalizzati e al replay delle playlist già ascoltate. Anche il tab Ascolta ora si arricchisce di nuove informazioni, tra cui notifiche relative ad eventi live in arrivo (sicuramente non l'opzione più utile di questi tempi). Passando a News, invece, le novità riguardano la sezione dedicata a Apple News+, grazie ad un miglioramento dell'interfaccia che rende più semplice consultare e scaricare i giornali e le riviste che si è scelto di seguire.

CONTROLLER SUPPORTATI

Al pari di quanto avvenuto su iOS e iPadOs 14.5 beta 1, anche la nuova beta di macOS 11.3 porta con sé il supporto nativo al controller DualSense di PlayStation 5 e al nuovo Xbox Controller incluso nella confezione di Xbox Series X e Series S. Questo va a completare la lista di pad ufficiali compatibili con il sistema operativo per Mac. ricordiamo che questi possono essere utilizzati con i titoli Apple Arcade e con qualsiasi altro gioco o servizio gaming, incluse le piattaforme streaming come Google Stadia.

ALTRE NOVITÀ

Infine, tra le altre novità troviamo la possibilità di configurare una coppia di HomePod come sistema di output audio predefinito per macOS. La nuova funzione - infatti - non richiede più di passare attraverso Music o il menù AirPlay per avviare la riproduzione dell'audio sugli smartspeaker, ma permette di visualizzare la coppia di HomePods - configurati in stereo - come una singola opzione di output audio che può essere impostata come predefinita a livello di sistema.

I primi test sembrano mostrare che la nuova funzione non sia ancora perfetta al 100%, dal momento che in alcuni casi non viene interrotta la riproduzione audio dalle casse del Mac (almeno per i suoni di sistema), quindi è probabile che Apple debba ancora lavorarci a fondo prima di rilasciarla pubblicamente.

Credits immagine: 9to5Mac

Per finire troviamo anche qualche novità sotto al cofano nascosta all'interno del codice. Si tratta di un nuovo menù di supporto ancora nascosto agli utenti - ma è possibile renderlo attivarlo in maniera non ufficiale - che offre maggiori informazioni riguardo la copertura in garanzia e l'attivazione di AppleCare. Si tratta di un menù che andrà a rimpiazzare quello attualmente presente nel tab Supporto della finestra Informazioni su questo Mac, il quale presto offrirà lo stesso genere di informazioni che troviamo già sui dispositivi iOS/iPadOS.

I colleghi di 9to5Mac hanno anche scoperto delle tracce che suggeriscono l'intenzione di Apple di rilasciare una versione macOS dell'applicazione Supporto (disponibile su iOS), attraverso la quale è possibile avviare le classiche procedure di riparazione e assistenza in garanzia.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Giramondi

Ma solo io vorrei il contrario? Che le app desktop si potessero installare su ipad? Me ne basterebbero 2 (final cut, lightroom).

Dario Miccichè

che successo a mobzilla?....

MatitaNera

Un foto diversa da quella di quell'imbianchino?

Giangiacomo

TestFligh, Supporto e forse anche Apple Store dovrebbero essere le prossime app ad arrivare su macOS. Poi in teoria sono al vaglio anche Shortcut, Health e Fitness.

iPad Pro M1 tra rivoluzione, unificazione, marketing ed evoluzione

AirTag finalmente ufficiali: mai più oggetti smarriti. In Italia dal 23/4 a 35 euro

iPad Pro con Apple M1 è ufficiale: potente come un MacBook!

Apple TV 4K si rinnova con processore A12 Bionic, e c'è anche il nuovo telecomando