Apple blocca il sideloading delle app iOS sui Mac con M1

18 Gennaio 2021 94

Alla fine il blocco al sideloading è arrivato. Apple ha definitivamente interrotto la possibilità di installare applicazioni iOS che non sono presenti sul Mac App Store, chiudendo l'unica porta d'accesso al mondo di app che gli sviluppatori non hanno ancora abilitato all'uso sui Mac dotati di SoC Apple Silicon M1.

La possibilità che Apple intervenisse è emersa già la scorsa settimana, quando il nuovo aggiornamento della beta di macOS 11.2 Big Sur ha introdotto un messaggio di errore dedicato proprio a questo scenario: "L'applicazione non può essere installata perché lo sviluppatore ha scelto di non renderla disponibile per questa piattaforma". Nonostante il messaggio sia presente solo sulla beta più recente, Apple ha chiuso i rubinetti anche sulla versione stabile del sistema operativo (in quel caso viene semplicemente notificato il fallimento dell'operazione), rilasciando un aggiornamento lato server che ha di fatto bloccato la procedura su tutti i Mac compatibili.

Il messaggio di errore che si presenta con il sidealod delle app iOS. Credits immagine: 9to5Mac

Precedentemente era possibile eseguire l'operazione attraverso il tool iMazing, ma ora - e probabilmente in futuro - non è più possibile sfruttare questa possibilità per eseguire il software iOS/iPadOS che gli sviluppatori hanno scelto di non distribuire su Mac. L'aggiornamento di Apple, infatti, ha cambiato il modo in cui le API gestiscono i contenuti protetti da DRM, motivo per cui il tool non è più in grado di recuperare il file .IPA per permettere l'installazione delle applicazioni non presenti sullo store.

Il motivo di questo aggiornamento è molto chiaro: gli sviluppatori hanno la possibilità di fare in modo che le proprie applicazioni risultino compatibili con iOS, iPadOS e macOS semplicemente scegliendo su quale store farle comparire. Non esistono quindi particolari limitazioni per portare un'app dai sistemi mobile a quelli desktop, se non la volontà di non farlo a causa di ragioni esclusivamente legate ad aspetti come la corretta compatibilità con il nuovo ambiente o prettamente legati al modello di business dello sviluppatore.

Apple ha quindi interrotto una pratica che di fatto andava contro le intenzioni degli sviluppatori che popolano i suoi store digitali, lasciando che siano loro a decidere se e in qualche forma distribuire le proprie app su macOS. Ovviamente l'aggiornamento lato server non blocca il funzionamento delle applicazioni già installate o la possibilità di usare gli IPA già ottenuti.


94

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Riccardo Agarinis

Io ho da poco un Mac Mini M1 e le app per iPhone non me le fa scaricare nonostante io provi a cliccare sulla nuvoletta con la freccia. All'inizio sembra che scarica, ma poi si blocca. Sarà un altro bug di Big Sur?

xan

si si ti do ragione. il fatto è che apple ha intenzione di allargare la soluzione M1 su tutta la gamma, compresi device su cui ad oggi si puo giocare

Dea1993

be un razer parte comunque da 1500 dollari (modello 2020 15 pollici).
poi sono portatili pensati per scopi differenti.
il macbook sicuramente ha un'autonomia maggiore, il razer ha cpu H e gpu della potente.
alla fine sono proprio prodotti differenti, secondo me non ha senso dire "eh ma questo costa tanto e per giocare devi comunque comprare un'altro pc", lo stesso motivo per cui trovo ridicole le recensioni (o commenti) negativi nei pc costosi senza gpu dedicata.
ho tirato in ballo il razer perche' per me e' il simbolo di pc da gaming elegante.
poi sicuramente ci sono altri notebook venduti pure in italia altrettanto validi, ma l'estetica del razer non e' tamarra, non e' un notebook massiccio, ma e' paragonabile ai portatili come macbook, xps, x1 carbon, ecc... insomma sono pochi i notebook da gaming fatti cosi'.

xan

vero ma non costano poi troppo di piu di un mac m1

Dea1993

oppure usi stadia.
comunque non ci vedo nessuno scandalo, anche io ho un notebook pagato 620 euro + un fisso per giocare, il notebook lo uso solo per lavoro e a casa sul divano, per il resto uso il fisso, sono comunque 2 pc diversi pensati per scopi diversi.
i 1000 euro e passa del macbook non sono per un prodotto da gaming, ma per un prodotto professionale, leggero, con buoni materiali, bello schermo e buona autonomia.
non puoi avere un portatile con queste caratteristiche e allo stesso tempo pure da gaming, o meglio puoi anche farlo ma salendo molto di prezzo (vedi razer e altri marchi gaming con notebook sottili ed eleganti) e con temperature non ottimali.

PositiveVibes

Ed io ancora ad aspettare....

Matteo

Imbarazzanti come sempre

pako8x

Il passaggio ad M1 fatto da Apple è arrivato comunque dopo che ho preso la decisione di abbandonare Dell e Win, semmai è un incentivo in più. Mi ero fidato del nuovo corso Microsoft e di quella ricerca di standardizzazione del sistema, ma dopo anni sono fermi al palo senza idee, ma soprattutto dopo riavvii e aggiornamenti continuo a vedere impostazioni cambiate o comportamenti anomali (nonostante un'installazione pulita all'anno).
Comunque penso anch'io che difficilmente Apple aumenterà le sue vendite, ma mi importa anche poco dato che comunque in casa continuerò ad avere Windows, Chrome OS, Debian... Ovviamente per uso ludico e non professionale.

Pistacchio
B!G Ph4Rm4

Certo questo è chiaro.

Rendiamociconto

ma che comparazione gaming vuoi fare? Non sono prodotti gaming

ErCipolla

Ripeto ancora nel caso non fosse chiaro: vorrebbero. Poi che magari non lo faranno mai perché mettendo sulla bilancia pro e contro vedono che non gli conviene perché alienerebbe troppi utenti e sviluppatori è probabile. Ma fosse per loro non ci penserebbero due volte, altrimenti non spingerebbero così tanto sul Mac App store.

riccardik

povere uwp, ero tanto fiducioso all'inizio

Per il gaming non cè storia o pc win10 oppure una piu economica console...

xan

quindi è accettabile spendere 1000 euro o piu ed doversi comprare un secondo pc per il gaming (o console) che dovrebbe comunque essere corazzato ??

contenti voi

Marco Dalle Pezze

MacBook Pro ed. 2019 :P

xan

su mac m1 o su mac x86?

sarebbe interessante una comparazione gaming

Roc An

No no tranquillo, avevo capito che non era una provocazione, non era mia intenzione sembrare stizzito. Comunque si, esattamente così

sMattoZ1

piuttosto che implementino in maniera seria il supporto ai monitor esterni, ma questo significherebbe rendere le app scalabili, cosa che ovviamente va contro le linee guida di apple

Marco Dalle Pezze

Già, secondo me (purtroppo) se non lo usi per il lavoro, se hai solo mac sei troppo castrato se è l'unica macchina che hai. :(

Andrej Peribar

Ma io l'ho subito immaginato
https://uploads.disquscdn.c...

ma non vi scocciate a trollare cosi?!

Ne parlavo proprio ieri con AllBlack.

qualcuno a sta guerra tra fontoys... dovrà pur mettere un freno

Ansem The Seeker Of Darkness

Viene prese per i fondelli perchè fare uno store peggio di quello MS è praticamente impossibile.

Andrej Peribar

Secondo me agli sviluppatori conviene.

Ora, parlare di Apple su questo sito è muoversi in una cristalleria... tra fantoys ed avversari.
Ma, pensaci, perché uno sviluppatore non vorrebbe un check di questo tipo?!

Non ha senso.

AzziMazzi

Provato, ma è meglio venire sul MBA M1

B!G Ph4Rm4

Infatti se mai succedesse sarebbe una boiata terribile, e sarebbe da abbandonare definitivamente (almeno per me). Per il resto concordo.

Andrej Peribar

hai provarto porn hub?

Andrej Peribar
A me sembra semplicemente una paranoia (non mi riferisco a quello che hai scritto tu), ma su iOS ha un senso fare uno store chiuso, su computer dove una buona fetta degli utenti è composta da gente che ci lavora, da sviluppatori ecc, è un altro discorso.


Secondo me chiudere MacOS ad una sola fonte software è una BupTanata che solo i fanboy possono difendere, ma da quello che ho compreso non è questo il caso.

Hanno solo evitato che senza permesso dello sviluppatore una app iOs girasse su macOs arm

AzziMazzi

Preso ieri, ritirato in Apple Store (dopo due giorni di lotta, era impossibile acquistarlo!), che dire... GODURIA

Mastro

Bisogna capire quanto gli sviluppatori bloccheranno questa possibilità, credo che a loro convenga renderla disponibile che rifarla per Mac, ma con il tempo vedremo, alcune leggevo proprio per mancanza di hardware non possono girare su Mac.

B!G Ph4Rm4

Ma lo sanno pure loro che il mercato PC non farà mai neanche lontanamente i numeri di quello smartphone, se anche raddoppiassero le vendite parleremmo comunque di briciole rispetto alle vendite degli iPhone. E la situazione è destinata a peggiorare nel corso degli anni.

Tralasciando il fatto che dopo 30 anni di esistenza sulla piattaforma, non credo che adobe (o MS) di facciano prendere il 30% di guadagni senza colpo ferire.
Basta fare quello che fa netflix: compri l'abbonamento sul sito e poi fai l'accesso, così non pagano il 30% ad apple. E con questa semplice mossa il piano malefico di apple verrebbe annullato.

A me sembra semplicemente una paranoia (non mi riferisco a quello che hai scritto tu), ma su iOS ha un senso fare uno store chiuso, su computer dove una buona fetta degli utenti è composta da gente che ci lavora, da sviluppatori ecc, è un altro discorso.

Andrej Peribar

Si, mi è stato chiarito.
Alla fine è la "classica mossa" per tutelare gli interessi dello sviluppatore e nel contempo prendersi la propria quota.

Che nella politica di distribuzione Apple va sempre di pari passo. è un loro punto di forza.

riccardik

povera ms, se prova a farlo lei la pigliano tutti per il cu*o (e giustamente lol)

Andrej Peribar

Infatti lo dicevo sopra.
Secondo me il passaggio ad ARM tornerà a rendere il Mac estremamente competitivo.
Proprio lato HW. Un valore aggiunto intendo.

Vedremo... io non credo che apple conquisterà più del 5% rispetto all'attuale quota.
Ma sarà interessante vedere l'evoluzione del mercato.

Andrej Peribar

Secondo me vogliono semplicemente spostarsi sui servizi.
E vendere sempre più "device" e servizi.

Alla fine il professionista usa "software", il sistema operativo è ininfluente.
Prima si preferiva MacOS per via della stabilità al pari delle applicazioni disponibili, rispetto ad un Windows molto più generico nel target di utilizzo.
Stabilità che il professionista era disposto a pagare di più.

Dalle ultime politiche, anche di chiusura sul software, questo inizia a diventare molto meno evidente.

Oggettivamente M1 ha portato nuovamente le persone all'incertezza nella scelta.
Perchè a parità di applicazioni usate, hai molta efficienza.
Paradossale solo la silenziosità è un valore aggiunto.
Ma se fossero rimaste su intel, non so quanto un professionista a parità di software sarebbe stato disposto a pagare il surplus chiesto da Apple per MacOS in termini di HW.

Vedremo.
Secondo me c'è una tendenza ad "ignorare" le richieste dei professionisti.
Alla fine sono modelli di business, non c'è un giusto o sbagliato.

Mastro

installi sempre da appstore mobile, non è necessario che siano sul Mac App Store per intel, ma non tutte sono disponibili dalla vista tramite Mac e prima potevi installarle prendendo il file da altre parti, ora non più.

Andrej Peribar

Grazie mille.
Era quello che avevo "dedotto".

:)

DefinitelyNotBruceWayne

Su YT si trovano vari filmati. Le prestazioni sono dignitose anche su titoli più recenti, ma hai problemi di caricamento delle texture o simili molto spesso.

Vittorio

Giusto così. Devono poter scegliere gli sviluppatori.

B!G Ph4Rm4

Tralasciando il fatto che poi adobe, microsoft & co non divideranno mai i propri guadagni con Apple. Faranno come fanno spotify, netflix, ecc., ovvero l'abbonamento lo fai sul loro sito e poi accedi dall'app, bypassando il pagamento all'app store.

Quindi sarebbe una doppia zappa sui piedi.

Vittorio

Te lo dico lato sviluppatore. Quando pubblichi una app per iOS c'è un flag per consentire agli utenti di installare l'app anche su Mac (M1).
Ovviamente anche sulle vecchie app si può decidere se renderle disponibili o meno per macOS.

Prima però c'era un modo per installarle comunque. Ora l'han tolto.

B!G Ph4Rm4

Ma non ho capito per quale motivo dovrebbero abbandonare il mercato professionale. E' lì il punto.
L'os "desktop" limitato già ce l'hanno e si chiama iPad OS.

Gran peccato

B!G Ph4Rm4

E' chiaro che vorrebbero tante cose, ma devono pensare ai guadagni.
Perdersi la fetta di uteza professionale, che è bella grossa, distruggere il loro os desktop soltanto per guadagnare qualche centinaio di milioni (a cui ovviamente dovresti "sottrarre" tutte le vendite perse perchè diventerebbe un giocattolo) mi sembra assurdo.

Tra l'altro non l'hanno fatto per 30-40 anni, non l'hanno fatto neanche dopo 12 anni di iOS, non vedo perchè debbano iniziare adesso stante così le cose.
Tanto per dire, non credo potrebbero neanche più essere eseguite le VM se vieti l'esecuzione di codice che non passi per lo store.

Il fatto che usino loro processori non significa che restringano la possibilità di installazione del software, è una conseguenza logica che non esiste.

B!G Ph4Rm4

Le usb ci sono ancora, il jack e il cd sono stati rimpiazzati.
Qui si parla di rendere inusabile il loro os desktop per chiunque vada oltre email + office e poco altro.

pako8x

Sono d'accordo con te in linea generale, ma ultimamente sto rivalutando alcune cose. Attualmente non ho un Mac. Nel 2016 ho preso un Dell XPS proprio per l'impossibilità di upgrade di RAM e SSD dei nuovi MacBook Pro. Non c'è che dire, gran bel pezzo di Hardware ancora oggi.
Il problema è che dopo un po' sono venuti fuori dei problemi di integrazione con SO che hanno condizionato le mie abitudini.
Solo per fare uno dei tanti esempi: non posso più mettere in modalità sleep il mio Dell chiudendo lo sportello perché a volte si riaccende da solo, diventa un termosifone e va in protezione riavviandosi. Ho chiamato Dell, ho provato tutti i consigli sui forum ma niente, ormai devo usare la modalità ibernazione. Purtroppo ad oggi devo ammettere che passare sopra alle odiose politiche Apple mi migliorerebbe la vita visto che dall'altra parte ho una costante sensazione di instabilità.

Andrej Peribar

Io ti chiedevo proprio spiegazioni.

Non era una provocazione. Non ho effettivamente capito.

Cmq ok. mi par di capire che hanno semplicemente chiuso un workaround per le applicazioni iOs non pubblicate ufficialmente su MacAppleStore.

Prendo la tua ennesima conferma come certezza.
TKS

Roc An

Perdonami, era per chiarire un po' il panorama Apple all'altro utente, non avevo risposto direttamente a te

Tecnicamente non cambia nulla, a parte che non che non puoi più usare iMazing (se prima lo usavi s'intende)

Ansem The Seeker Of Darkness

Esatto, restringono un poco alla volta e poi tolgono l'opzione.
Parliamo pur sempre dell'aziende che ha tolto lettore CD, porte USB, jack e carica batteria.

Andrej Peribar

Quindi in sostanza, se si usa (tramite trucchetti) l'AppStoreMobile come fonte di applicazioni, anche se compatibili, ora non possono essere installate sui Mac compatibili senza passare su MacStore.

Lasciamo stare le motivazioni per un attimo, voglio capire tecnicamente.

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Ho trasformato la casa in palestra: la mia recensione di Apple Fitness+

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no

Recensione Apple AirPods 3, ad un passo dalle Pro