Facebook lancia Collab, un TikTok specializzato sui video musicali

14 Dicembre 2020 2

Collab è l'ultimissima scommessa di Facebook: si tratta di un'app per creare video musicali in, beh, è piuttosto chiaro: collaborazione. Il servizio è in beta test già da qualche tempo, maggio per la precisione, ma privata: ora arriva ufficialmente sull'App Store (per ora non abbiamo dettagli sul Play Store).

Collab è pensata per aiutare i musicisti a realizzare contenuti interessanti per i loro fan, dal momento che causa coronavirus i concerti, fondamentali per questo settore, sono off limits in un sacco di posti e da un sacco di tempo. Si sono viste proliferare iniziative alternative, come "show virtuali" in tempo reale ma senza pubblico, jam session e cover a distanza, live streaming e molto altro ancora. Allo stesso tempo sono emerse piattaforme come TikTok, che si basano sui video brevi e le cui origini sono in qualche modo collegate alla musica, tra lip sync, sfide di balli e cover in duetto.

TikTok è chiaramente esploso come network più generalista, e Collab vuole riempire questo spazio con un'iniziativa concentrata al 100% sulla musica. In concreto, una "Collab" è la fusione di tre clip indipendenti, ciascuno lungo al massimo 15 secondi, che vengono riprodotti in sincrono. Per esempio, una traccia di batteria, una di chitarra e una linea di voce. Ogni utente può semplicemente registrare i propri 15 secondi, caricarli online e aspettare che qualcuno decida di aggiungere la propria traccia video; oppure guardare le collab ancora incomplete e decidere a quale contribuire, semplicemente suonandoci sotto. In alternativa, è possibile anche semplicemente sostituire uno dei tre video con un altro compatibile, in modo da creare mix sempre nuovi.


Facebook ha stretto una partnership con alcuni artisti piuttosto affermati, tra cui Morgxn, che ha composto la canzone "Wonder" proprio su Collab insieme ai fan; gli stream hanno già raggiunto quota 43 milioni e, grazie a un utente, ora c'è anche una versione cantata in spagnolo.

Collab proviene da NPE Team, l'incubatore interno dell'azienda di Mark Zuckerberg che testa idee e concetti che potrebbero diventare parte dei prodotti software principali - o chissà, anche spiccare il volo in autonomia. Al momento l'app non è disponibile in altri mercati al di fuori degli Stati Uniti; la storia ci insegna che queste iniziative raramente hanno successo ma, si sa, la posta in gioco è altissima: se anche solo un'idea fa il botto e diventa un successo su scala planetaria, gli introiti ripagano con dovizia di interesse tutte quelle che non sono andate in porto.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
And i'm all out of bubblegum!

Cortesemente, voi che mi leggete, potreste sbananrmi? Non mi sembra di aver esagerato :(

-Leggo la notizia
-Io che fermo la prossima generazione di utenti Collab:
https://uploads.disquscdn.c... :

iPhone 14, iPad e Mac ma non solo: il ricco 2022 di Apple secondo Bloomberg

Recensione Apple MacBook Pro 14 con M1 Pro, che goduria!

Ho trasformato la casa in palestra: la mia recensione di Apple Fitness+

Nuovi MacBook Pro con M1 Pro e Max, perchè comprarli e perchè no