iOS 14: Apple inflessibile sul sistema anti tracciamento, sviluppatori avvisati

09 Dicembre 2020 18

Apple sembra seriamente intenzionata a passare alle maniere forti per tutelare la privacy dei suoi utenti minacciata dalle app che effettuano il tracciamento delle attività online.

Come emerso in una recente intervista rilasciata da Craig Federighi (SVP Software Engineering) al Telegraph, la casa di Cupertino è pronta ad applicare provvedimenti severi nei confronti degli sviluppatori che non rispetteranno le nuove regole in vigore dall'inizio del prossimo anno, compresa l'esclusione dell'applicazione dall'App Store.

Si ricorda che il sistema anti tracciamento, annunciato a giugno scorso, sarà parte integrante di iOS 14 e prevede che tutti gli strumenti di monitoraggio delle attività svolte online dall'utente siano soggetti alla sua preventiva ed esplicita autorizzazione.

Sul punto Craig Federighi sottolinea:

Verranno applicate le norme. Qualsiasi forma o meccanismo di tracciamento di un utente per fini pubblicitari o per fornire informazioni ai data broker dovrà richiedere l'autorizzazione. In caso contrario, si tratta di una violazione delle norme dell'App Store ... e pone le basi per la rimozione dell'app

Si ricorda che Apple ha concesso alcuni mesi a sviluppatori e inserzionisti per prepararsi in vista dell'entrata in vigore delle nuove regole.

Il provvedimento nei mesi scorsi è stato accolto positivamente da chi proprio dall'attività di tracciamento trae giovamento - si pensi agli inserzionisti che possono mostrare pubblicità mirate agli utenti finali. A remare contro la decisione di Apple è stata anche Facebook che ha prospettato di non offrire più su iOS il sistema Audience Network (rende disponibili in app e nei siti web il sistema di annunci pubblicitari di Facebook). Quello che temono sviluppatori e inserzionisti è che molti utenti non concederanno il consenso, facendo calare in maniera significativa il valore delle pubblicità inserite nelle app iOS.


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ghost

È innegabile i vantaggi che hai dal dare i tuoi dati a google (grande personalizzione dei servizi). La fregatura è che li vendono,; a me personalmente non interessa, se mi pagassero un po' mi farebbe piacere non lo nego xD

ghost

L'avviso mandato agli sviluppatori è "non permettetevi di tracciare i nostri utenti, solo noi possiamo farlo"

Francesco Venturini

vero, ma è sbagliato? In fondo il dev deve aggiungere un'alert in più. Questo può spaventare l'utenza? Certo, ma è vero che questi dati vengono raccolti? Sì...quindi il dev è cattivo...a te non sembra?

Francesco Venturini

giusto o sbagliato, il suo principale competitor è google che mangia con la pubblicità e lo attaccano sulla base "noi possiamo farlo perchè questo non impatta il nostro business e per i nostri clienti può essere un valore aggiunto"
Giusto? Sbagliato? Poco importa, comunque risultano all'utente finale più trasparenti e si pongono come alternativa!
Questo impatta anche whataspp, facebook ect? Certo! Ad apple interessa? Zero...

Gabry

Quale app non sarebbe disponibile su Apps ore?

Mostra 1 nuova risposta

Sarebbe bello interrompere sto tracciamento come avviene (in teoria) quando cancelli i cookie.

Purtroppo i cookie si sono evoluti a tal punto che anche se li cancelli riescono a tenere traccia in qualche modo di te.

Tutti sono anni luce indietro sulla protezione della privacy. Questa funzione è interessante, ma non so a livello tecnico se è funzionante o se è solo uno spot Apple e poi sotto sotto i big riescano a fare lo stesso che facevano prima

yepp
Sgnapy

Alcune applicazioni crashano aprendole, una ad esempio è wechat. facendo invece il giro tipo utente normale da app store con apple id la app funziona. Tra l'altro non lo fa neanche su tutti i modelli in modalità supervised, su xr lo fa, sugli 8 e 11 no. Ci sono parecchie discussioni sulla kb di apple.

LegatusOnoris

Il fatto è che Apple è stata "furba", inteso nel proporre questa modifica come una mossa "verso l'utenza", di trasparenza. Che in effetti sembra proprio così.
Per cui se qualche dev dovesse avere l'idea di togliere la sua app da iOS (pensate solo a Whatsapp non più disponibile sulle mele), la "colpa" sarebbe solo del dev cattivo che non vuole mostrare tutte le info che raccoglie.

Hey Siri

Dai, portiamo lettori su Dday :)

Hey Siri

Scriveranno cose del tipo: "Se vuoi supportare il servizio clicca consenti" oppure "Cliccando su nega avrai accesso limitato ad alcune funzioni"

fabrynet

Cioè che problemi ci sono con le MDM?

A.

Dopo anni di abusi da parte degli editori... Non vedo l’ora di selezionare “NEGA”

Sgnapy

Intanto con ios 14.2 hanno fatto dei danni assurdi con le app gestite via business manager e mdm. Penso farebbero prima a risolvere quel problema non da poco anzichè pensare al tracciamento.

B!G Ph4Rm4

Ma infatti io non sono aprioristicamente contro i tracker e robe simili, perchè capisco da me che molti servizi gratis da qualche parte i soldi li devono prendere, e molta roba che uso preferisco non pagarla affatto in cambio dei dati per le inserzioni.

Il punto è che ci sono molti casi di app-aspirapolvere che in maniera molto poco trasparente vedono cosa fai, ti prendono i dati di posizione, vedono quant'era alto tuo padre nel 1979, riescono a sapere con chi hai sc***ato 8 mesi fa. E lì bisogna mettere un freno. Possono anche prenderli, ma con il consenso.

Esempio, guarda qui quante belle cosine trafugano alcune app:
https://www.dday.it/redazione/37823/lincredibile-storia-di-un-uomo-che-ha-spiato-le-app-che-lo-spiavano-la-denuncia-siamo-tutti-spiati

Cloud387

Io non credo che sia una questione dei dati presi e rivenduti.

Il problema è per quelle aziende che hanno basato il loro business sfruttando il fatto che la gente dovesse sorbirsi gli add senza poter fare nulla (salvo usare vari ad block).

Un po' come succede per i servizi rompiscatole dei call center prima della normativa sulla privacy.

Detto questo, io trovo che sia corretto dover sempre autorizzare o comunque essere nella condizione di poter interrompere un tracciamento.

B!G Ph4Rm4

Un po' mi verrebbe da dire che se temono che molti utenti non concederanno il consenso per il tracking, allora forse non è che prima erano in atto meccanismi per cui, alla fine, in un modo o nell'altro ti prendevano i dati e bella lì? (domanda un po' retorica ovviamente)

Voglio vedere sul medio-lungo periodo cosa avverrà, se rimarrà tutto come prima (probabile) o se ci saranno grosse difficoltà per chi fa inserzioni.

Che poi sono abbastanza convinto che se proponessero le cose in maniera trasparente non ci sarebbe bisogno di svaligiare come ladruncoli d'appartamento il telefono delle persone senza che ne sappiano nulla.

AnalyticalFilm

Ottimo! Non vedo l'ora che la grande purga inizi.

Recensione Mac Mini M2 Pro: piccolo e potente, ma occhio ai prezzi | VIDEO

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

100 Giorni con iPhone 14 Pro: cos'è cambiato? | Recensione

Recensione iPhone 14 Plus, autonomia da vendere